Pubblicità
Come trasferire file da Android a Mac

Come trasferire file da Android a Mac

In base alle necessità è sempre più frequente dover spostare file di vario genere tra telefonini e computer. Quindi collegare il telefono Android a un PC Windows o ad Mac, per poi trasferire tutti i tipi di file al PC, con una USB o in Wireless.

Mentre con un PC Windows non ci sono problemi, con un Mac sì. A causa dello speciale sistema OS X, la maggior parte degli utenti, infatti, ha difficoltà a connettere un dispositivo Android al Mac e trasferirvi dati.

Pubblicità

Ci sono comunque dei metodi per connettere Android al Mac con o senza USB e gestire tutti i dati mobili sul web.
In questo articolo spiegheremo come trasferire file da Android a Mac sia impiegando un cavo USB, che in modalità senza fili, una serie di programmi e app gratuiti, nati proprio per questo scopo.

Come trasferire file da Android a Mac: USB

Uno dei metodi più usati e funzionanti per copiare o spostare file da uno smartphone o un tablet Android al Mac è Android File Transfer.

Android File Transfer è un piccolo programma che consente al Mac di accedere alla memoria di Android, sfruttando la funzionalità di importazione delle immagini integrate nel sistema operativo Apple.
Prima di iniziare ad usare questo programma, occorre controllare se il nostro Mac ha solo porte USB-C, in questo caso dobbiamo anche avere a disposizione un adattatore o un hub da USB-C a USB-A, la porta “standard”. Così da poter usare il cavo di ricarica del dispositivo Android.

Pubblicità

Android File Transfer

Vediamo come adoperare Android File Transfer:

  • scaricare il programma dal sito ufficiale,
  • aperta la pagina dedicata, premere sul bottone Download Now,
  • a scarica avvenuta, aprire il file .dmg visibile,
  • trascinare l’icona di Trasferimento File Android nella cartella Applicazioni di macOS.

Fatto ciò:

  • avviare il programma dalla sua l’icona,
  • premere sui pulsanti Apri e Inizia.

Da ora in poi Android File Transfer si aprirà in automatico tutte le volte che collegheremo un terminale Android al Mac. Se ciò non avvenisse, potremo sempre avviarlo tramite l’icona presente nel Launchpad oppure nella cartella Applicazioni del computer.

Per continuare:

  • connettere il dispositivo Android al Mac tramite cavo USB,
  • richiamare l’area di notifica dello smartphone/tablet, scorrendo verso il basso, partendo dalla cima dello schermo,
  • cliccare sulla voce relativa al collegamento USB (ad es. Dispositivo in carica tramite USB),
  • selezionare l’opzione Trasferimento di file (MTP), così da permettere al Mac di accedere all’intero contenuto della memoria di Android.

Per copiare un file dal dispositivo Android al Mac:

Pubblicità
  • trovare il file che ci interessa all’interno della finestra di Android File Transfer,
  • trascinarlo in una cartella del computer, es. sulla Scrivania.

Si può ovviamente copiare anche in maniera inversa cioè un file dal Mac al device Android.

Importazione foto

Se vogliamo trasferire solo immagini e video si può fare in due modi:

  1. usare l’applicazione Foto di macOS, in modo da importare le fotografie e i filmati all’interno della galleria fotografica del computer o quella di iCloudFoto,
  2. farlo mediante lo strumento di Acquisizione Immagine, che permette di copiare foto e video in una determinata cartella.

Per prima cosa dobbiamo ricordarci di collegare il device Android al Mac tramite USB e di impostare lo smartphone/tablet in modalità trasferimento di foto.

In questo modo:

  • aprire l’area di notifica di Android,
  • fare tap sull’opzione relativa al collegamento USB,
  • selezionare la voce Trasferisci foto/Trasferimento Foto (PTP).

Per importare le foto e i video di Android nell’applicazione Foto di macOS:

Pubblicità
  • aprire l’applicazione,
  • cliccare sul nome del telefono dalla voce Dispositivi, a destra,
  • se scegliamo di importare tutte le foto e i video presenti sul dispositivo, cliccare sul pulsante Importa tutti,
  • se ne scegliamo solo alcuni, selezionare, con la combinazione cmd+clic, tutti gli elementi da copiare,
  • premere sul pulsante Importa X elementi, per aggiungerli alla raccolta del Mac.

Per trasferire gli elementi multimediali con Acquisizione Immagine:

  • aprirla, richiamandola dal Launchpad, l’icona a forma di griglia che risiede sul Dock,
  • selezionare il nome del dispositivo Android dalla barra laterale di sinistra,
  • scegliere gli elementi da copiare,
  • trascinarli in una cartella.

C’è anche la possibilità di importare rapidamente tutte le foto e i filmati presenti:

  • impostare la cartella di destinazione all’interno del menu a tendina Importa in,
  • premere sul pulsante Scarica tutto, situato in basso a destra, per avviare la copia dei file.

Come trasferire file da Android a Mac: WiFi

Adesso affrontiamo la possibilità di trasferire file da Android a Mac in modalità wireless. A tal scopo esistono diverse app e servizi, ne illustreremo alcuni dei migliori.

Snapdrop

Snapdrop è un servizio Web che permette di inviare file tra più dispositivi connessi alla stessa rete Wi-Fi. Per farlo si può usare un qualsiasi browser e la piattaforma è compatibile sia con i computer Mac, con gli smartphone e i tablet Android e con Windows, Linux, iOS e iPadOS.

Per cominciare:

Pubblicità
  • collegarsi al sito  https://snapdrop.net/ con il browser che usiamo abitualmente,
  • ripetere la stessa operazione anche sullo smartphone,
  • fare clic sul nome assegnato al Mac, in modo da aprire il gestore file di Android,
  • selezionare il file da inviare,
  • ritornare al computer e cliccare sul pulsante Save, comparso nella finestra del browser, per scaricare il file direttamente nella cartella Download del Mac.

Per far sì che i download successivi avvengano in maniera automatica, senza richiedere autorizzazione:

  • occorre rimuovere il segno di spunta dalla casella dalla voce Ask to save each file before downloading.

Tutti i trasferimenti avvengono tramite rete locale e non tramite Internet, offrendo in questo modo la massima velocità e un buon livello di privacy.

Send Anywhere

Un’altra possibilità è quella di usare Send Anywhere:

  • si tratta di un’applicazione gratuita ,per un massimo di 10 GB di dati, per GB superiori c’è da sottoscrivere un piano a pagamento,
  • disponibile sul Play Store,
  • Send Anywhere consente di trasferire qualsiasi file verso altri computer, smartphone o tablet, usando dei codici dalla validità di 10 minuti.

Per usarlo occorre avere a disposizione un collegamento a Internet: non serve che i dispositivi coinvolti, siano connessi alla medesima rete senza fili, perchè il trasferimento avviene on line.

Per iniziare:

Pubblicità
  • scaricare l’app di Send Anywhere dallo store Android,
  • premere sul pulsante Installa,
  • attendere che il download e l’installazione di Send Anywhere finiscano,
  • avviare l’applicazione appena scaricata,
  • mettere il segno di spunta accanto alla voce I accept Terms and Privacy Policy,
  • sfiorare i pulsanti Conferma, Continue e Consenti, per autorizzare l’app ad accedere alla memoria di Android.

Dalla schermata principale dell’applicazione:

  • sfiorare il pulsante Invia collocato in basso,
  • selezionare la categoria di file da trasferire, usando le schede in alto (ad es. recent, foto, video, audio e così via),
  • spuntare l’anteprima di ciascun elemento che vogliamo spostare
  • fare tap sul pulsante Invia,
  • attendere la comparsa del codice numerico sullo schermo dello smartphone: non chiudere la finestra di SendAnywhere, tra un po’ servirà.

In un tempo massimo di 10 minuti:

  • passare al Mac,
  • collegarsi al sito Web di Send Anywhere,
  • inserire il codice numerico che abbiamo ricevuto dentro la casella di testo sotto la scritta Receive,
  • cliccare su Invio,
  • se serve, cliccare sul pulsante Skip per chiudere l’annuncio che compare,
  • aspettare la fine del download.

Altri metodi per trasferire file da Android a Mac con WiFi

Esistono, tuttavia, molti altri sistemi per trasferire file da Android a Mac tramite connessione Wi-Fi/Internet, per lo più gratuiti.

  • Google Foto: un servizio di archiviazione multimediale messo a disposizione da Google. I file gestiti, tramite Google Foto, possono essere caricati automaticamente in cloud, guardati e scaricati, tramite qualsiasi browser per computer.
  • AirDroid : un servizio, disponibile sotto forma di app per Android https://play.google.com/store/apps/details?id=com.sand.airdroid. Per iOS e iPadOS e client per Mac e Windows, https://www.airdroid.com/it/download/airdroid-personal/ . AirDroid dà la possibilità di effettuare numerose operazioni su smartphone e tablet tramite il computer, tra le quali l’invio dei file. Nella sua versione gratuita, non è possibile trasferire più di 200 MB di dati al mese, se vogliamo un utilizzo maggiore, occorre sottoscrivere un abbonamento.
  • Servizi cloud: un ottimo metodo di condivisione file tra più piattaforme, Android e Mac compresi. Consiste nell’usare uno dei tanti servizi cloud esistenti come Google Drive, Dropbox oppure OneDrive. Basta inviare un file in cloud con l’app ufficiale del servizio e rivisualizzarlo sul computer, direttamente dal sito Web della piattaforma o con il client ufficiale.

Come trasferire file da Android a Mac: Bluetooth

Un’ altra modalità di trasferimento file tra Android e Mac può essere il Bluetooth, anche se rispetto agli altri metodi già visti risulta più lento.

Per usarlo:

Pubblicità
  • attivare il Bluetooth sul Mac e renderlo rilevabile,
  • andare in Preferenze di Sistema, facendo clic sul simbolo dell’ingranaggio dalla barra Dock,
  • cliccare sull’icona del Bluetooth,
  • se serve, cliccare sul pulsante Attiva Bluetooth, dalla barra laterale di sinistra.

Tornare alla schermata principale delle Preferenze di Sistema:

  • impostare il Mac affinché possa ricevere il file con il Bluetooth,
  • cliccare sull’icona della Condivisione,
  • spuntare la voce Condivisione Bluetooth, a sinistra.

Se vogliamo:

  • utilizzare il menu a tendina Cartella per elementi accettati per impostare la cartella in cui verranno salvati i file ricevuti tramite Bluetooth.

A questo punto:

  • prendere il dispositivo Android,
  • aprire l’elemento da trasferire,
  • premere sul simbolo della condivisione dell’app, a forma di tre puntini uniti da una linea, o di un quadrato o di un rettangolo con la freccia verso l’alto,
  • toccare sull’icona di Bluetooth, tra quelle proposte,
  • se non la vediamo, premere sul pulsante Altro (…), per vedere le opzioni nascoste,
  • attendere che Android trovi il Mac tra gli apparecchi disponibili,
  • fare tap sul suo nome,
  • cliccare sul pulsante Accoppia, che compare dopo qualche istante.

In questo modo abbiniamo tra di loro i dispositivi e consentiamo il trasferimento del file, che sarà archiviato in automatico all’interno della directory scelta prima.

david rossi

Salve mi chiamo David Rossi esperto e appassionato informatico. Mi piace tenermi sempre informato sulle ultime novità tecnologiche e per questo ho creato il sito www.soluzionecomputer.it.

Pubblicità
Condividi su:
Pubblicità
Pubblicità