Al momento stai visualizzando TIDAL: cos’è e come funziona

TIDAL: cos’è e come funziona

Se sei alla ricerca di un nuovo servizio di streaming musicale, ecco perché dovresti prendere in considerazione TIDAL.

Con così tanti servizi di streaming musicale là fuori, può essere difficile trovare quello che funzioni per te. TIDAL non è il nome più importante nello streaming musicale, ma vale sicuramente la pena pensarci. Ecco perché.

Pubblicità

Cos’è TIDAL

TIDAL è una piattaforma di streaming musicale con sede in Norvegia che ospita oltre 80 milioni di “tracce”. Oltre alle canzoni, questo numero include anche registrazioni di cabarettisti classici e contemporanei. Puoi eseguire TIDAL in una finestra del browser o portarlo in viaggio con l’app gratuita.

Scarica : TIDAL per iOS | Android

Quanto costa TIDAL

Se stai cercando servizi di streaming, è probabile che tu abbia soldi in mente. TIDAL è relativamente speciale in quanto i suoi livelli di prezzo sono in gran parte basati sulla più alta qualità disponibile dell’audio.

Pubblicità

TIDAL offre due versioni a pagamento. Tuttavia, entrambe le versioni a pagamento hanno prove gratuite di trenta giorni. Ecco come sono diversi.

HiFi

Con TIDAL HiFi, gli abbonati hanno una qualità audio superiore, fino a 1411 kbps (“Qualità CD”). TIDAL HiFi rimuove anche gli annunci pubblicitari, garantisce l’accesso a 350 mila video, l’ascolto offline e alcune fantastiche opzioni social come la possibilità di condividere le tue abitudini di ascolto.

Pubblicità

Mentre il prezzo standard per TIDAL HiFi è di € 9,99 al mese.

HiFi Plus

TIDAL HiFi Plus raggiunge una qualità audio fino a 9216 kbps e conserva tutti i vantaggi del pacchetto HiFi. Inoltre, gli artisti che trasmetti di più ottengono fino al 10 percento della tua quota di prescrizione, quindi non stai solo supportando TIDAL ma anche i tuoi artisti preferiti.

Potrebbe interessarti:  Come utilizzare Steam Cloud per archiviare i dati di gioco online

TIDAL HiFi Plus costa € 19,99 al mese.

Pubblicità

Cosa rende unico TIDAL

Se stai pensando a TIDAL, probabilmente hai bisogno di più dettagli oltre a quali piattaforme funziona e quanto costa.

Ci sono alcune cose che fanno risaltare TIDAL. Alcuni di loro sono buoni e alcuni di loro potrebbero non esserlo. Ma la maggior parte dei punti di forza e di debolezza della piattaforma dipendono davvero da come intendi utilizzare il servizio.

Messa a fuoco audio

Come abbiamo visto, i livelli di abbonamento di TIDAL si basano principalmente sulla qualità audio. Quindi, se sei un audiofilo con cuffie di fascia alta che si preoccupa davvero di cose come i kbps a cui la tua musica trasmette in streaming, puoi pagare di più per questo.

Inoltre, l’attenzione all’audio va oltre la qualità. Ad esempio, puoi visualizzare i crediti per la traccia che stai ascoltando, che include artisti della registrazione, parolieri, compositori, produttori, mixer, tecnici della registrazione e così via.

Quindi, se sei il tipo di amante della musica che vuole sapere chi stava svuotando i bidoni della spazzatura in studio quando è stata registrata la tua canzone preferita, TIDAL è per te.

Pubblicità

In una nota correlata, ricorda che il livello di abbonamento più alto invia una parte delle commissioni direttamente agli artisti che stai trasmettendo in streaming.

Controllo a livello di traccia

Se ti piace un brano in particolare, puoi selezionare “Track Radio” di quel brano. Queste sono altre canzoni che probabilmente amerai non per l’artista o per la tua storia di ascolto, ma per quella canzone specifica.

Non solo è un ottimo modo per ascoltare i preferiti, ma può anche essere un modo per scoprire nuove canzoni che non hai mai ascoltato prima.

Potrebbe interessarti:  Come lasciare una recensione su Google su un'attività commerciale

D’altra parte, puoi anche bloccare tracce specifiche. Se ti piacciono tutte le canzoni di Eric Clapton tranne quella che ti fa pensare alla tua ex moglie, puoi bloccare quella traccia e continuare ad ascoltare Clapton.

In confronto, “votare verso il basso” quella canzone su altri servizi di streaming potrebbe significare che hai meno Eric nelle tue playlist e non è quello che vuoi.

Pubblicità

Fantastiche integrazioni

TIDAL ha un’integrazione con Plex, quindi se usi Plex per gestire i tuoi film e TV, collegarlo al tuo account TIDAL può essere un buon modo per mantenere tutti i tuoi media in un unico posto. Se sei un ascoltatore di musica social, puoi anche collegare TIDAL a Last.fm, un servizio che aiuta a contestualizzare e visualizzare le tendenze nell’ascolto musicale globale.

Pubblicità

L’app TIDAL è anche compatibile con un gran numero di dispositivi intelligenti tra cui TV, altoparlanti, dispositivi indossabili e sistemi audio per veicoli.

Interfaccia disordinata

Tuttavia, questi controlli, funzionalità e integrazioni possono avere un costo di usabilità leggermente elevato. In effetti, molte delle funzionalità che potrebbero rendere TIDAL il servizio di streaming musicale più interessante per alcuni utenti sono un po’ difficili da trovare o da utilizzare.

Sebbene l’interfaccia principale per ascoltare musica e creare playlist sia piuttosto semplice, cose come il collegamento di altri servizi di streaming e dispositivi possono essere complicate.

Non per i podcast

TIDAL offre podcast, ma è piuttosto difficile da trovare e ci sono solo pochi titoli. Con questo, se ascolti frequentemente i podcast, diventare un ascoltatore di TIDAL significherà un servizio in più con cui destreggiarsi.

Pubblicità

In alternativa, se non ascolti spesso i podcast o desideri un servizio di streaming musicale specifico per evitare i podcast, questo potrebbe essere un motivo per utilizzare TIDAL.

Condividi su: