Pubblicità
Pubblicità
You are currently viewing Come sbloccare il tuo telefono Android

Come sbloccare il tuo telefono Android

Hai flashato una ROM, installato una mod, modificato un file di sistema o fatto qualcos’altro  e ora il tuo telefono non si avvia.

Niente panico! È quasi certamente risolvibile. Ecco come sbloccare un telefono Android.

Pubblicità

Cosa ti serve per sbloccare un telefono Android

È probabile che tu abbia già la maggior parte degli strumenti necessari per sbloccare il tuo telefono. Sono gli stessi strumenti che hai usato per eseguire il root del tuo dispositivo e delle ROM flash, quindi dovresti già avere familiarità con il loro funzionamento. Anche così, ricontrolla prima di iniziare.

La cosa più importante è un ripristino personalizzato. Probabilmente l’hai installato quando hai eseguito il root del telefono, ma a volte può essere sovrascritto dal ripristino dello stock o cancellato completamente. Se è necessario reinstallarlo, ti consigliamo di utilizzare TWRP . È un ripristino personalizzato completo che è troppo facile da usare e ha build per i dispositivi più popolari.

Successivamente, potresti aver bisogno di Fastboot e ADB. Questi sono comunemente usati per il rooting e il flashing delle mod di sistema e puoi ottenerli entrambi dal sito Web degli sviluppatori Android .

Pubblicità

Infine, alcuni produttori utilizzano un software speciale per eseguire il flashing delle immagini di fabbrica. Si spera che tu possa evitare di farlo, ma se necessario, puoi utilizzare Odin per Samsung, LG Flash Tool per dispositivi LG o ZTE Unbrick Tool se hai un dispositivo ZTE. Assicurati solo che supportino il tuo modello specifico di dispositivo.

La maggior parte di questi strumenti ti consentirà di riparare un telefono Android in muratura utilizzando un PC. Tuttavia, spesso puoi eseguire il lavoro direttamente sul telefono stesso.

Cancella i dati e flasha nuovamente una ROM personalizzata

Prova questo metodo se: hai eseguito il flashing di una ROM e ora Android non si avvia.

Una delle cause più probabili di soft bricking del telefono è quando si verificano problemi durante il flashing di una nuova ROM personalizzata . Il colpevole qui è spesso che non hai cancellato prima i tuoi dati.

Questo è indicato come “dirty flash” e si verifica quando si sceglie di rinunciare all’inconveniente di dover ripristinare le app e i dati eseguendo il flashing di una nuova ROM sopra quella vecchia. Come regola generale, puoi farla franca se stai aggiornando una versione più recente della tua ROM esistente, ma devi sempre cancellare i tuoi dati ogni volta che esegui il flashing di una ROM diversa.

Pubblicità

Fortunatamente, è facile da risolvere, purché tu abbia eseguito correttamente il backup del telefono . Se non l’hai fatto, beh, hai imparato una lezione importante nel modo più duro. Segui questi passi:

  • Avvia il tuo ripristino personalizzato.
  • Passa all’opzione Cancella e scegli Cancellazione avanzata .
  • Seleziona la casella contrassegnata con Dati (puoi cancellare anche il sistema, la cache ART e di nuovo la cache), quindi premi Conferma .
  • Ricarica la tua ROM personalizzata.

La cancellazione dei dati esegue efficacemente un ripristino delle impostazioni di fabbrica, ma non dovrebbe cancellare la memoria interna o la scheda SD (anche se, ancora una volta, dovresti eseguirne il backup solo per sicurezza). Quando riavvii il telefono, vedrai la schermata di configurazione di Android. Dopo aver inserito le informazioni del tuo account Google, le tue app dovrebbero iniziare a reinstallarsi automaticamente.

Se necessario, puoi ripristinare i tuoi dati dal backup Nandroid. Consulta la sezione Ripristino di un backup Nandroid di seguito.

Disabilita i moduli Xposed in Recovery

Prova questo metodo se: ricevi loop di avvio dopo aver installato un nuovo modulo Xposed.

Xposed Framework non è così comune come una volta, ma è comunque un modo semplice per modificare il telefono e anche uno dei più pericolosi.

Pubblicità

Imigliori moduli Xposed sono così facili da installare — molti di loro sono disponibili nel Play Store — che ti cullano in un falso senso di sicurezza. È improbabile che qualcuno esegua un backup Nandroid prima di installare un nuovo modulo Xposed, anche se possono bloccare il telefono.

Usa ADB Push per installare il programma di disinstallazione di Xposed

Il modo migliore per affrontare questi problemi è con Xposed Uninstaller, se è disponibile per la tua versione di Android. Questo è un piccolo ZIP flashable che puoi installare tramite il ripristino per rimuovere Xposed dal tuo dispositivo.

Se non lo hai già sul telefono, puoi inserirlo su una scheda SD o potresti essere in grado di copiarlo utilizzando il metodo push ADB:

  • Scarica il programma di disinstallazione di Xposed sul desktop.
  • Collega il telefono al computer tramite USB e avvia la recovery.
  • Avvia il prompt dei comandi (Windows) o Terminale (Mac) e usa il comando cd per cambiare la directory in cui hai installato adb.
  • Digita adb push [percorso completo per xposed uninstaller.zip] [percorso completo per la destinazione] . Su Mac e Linux, precedere il comando con ./ (come ./adb ).
  • Al termine della copia del file, esegui il flashing attraverso il ripristino.

Come disabilitare i moduli Xposed in Recovery

Se non puoi utilizzare ADB push e Xposed Uninstaller, prova una di queste soluzioni.

Questo metodo ti consente di disabilitare Xposed tramite il ripristino :

Pubblicità
  • Avvia in recovery, quindi vai su Advanced > Terminal command .
  • Crea un file chiamato /data/data/de.robv.android.xposed.installer/conf/disabled
  • Riavvia il telefono.

Questo metodo impedisce l’avvio dei moduli Xposed :

  • Avvia in recovery e seleziona File Manager .
  • Passare alla cartella /data/data/de.robv.android.xposed.installer/conf/ quindi eliminare il file module.list
  • Riavvia il telefono.

Nessuna di queste soluzioni annullerà le modifiche apportate dai moduli al sistema. Se queste modifiche hanno causato il blocco del telefono, dovrai ripristinare il backup Nandroid.

Ripristina un backup Nandroid

Prova questo metodo se: devi rimuovere altre mod di sistema, sostituire un file di sistema ottimizzato o se i metodi sopra non hanno funzionato.

Il backup di Nandroid è la rete di sicurezza per le mod e i tweak di Android. È un’istantanea completa del tuo telefono, non solo dei tuoi dati e delle tue app, ma del sistema operativo stesso. Finché puoi accedere al tuo ripristino personalizzato e avere un backup Nandroid, sarai in grado di far funzionare il tuo dispositivo soft bricked. Fare così:

  • Avvia in recovery e vai a Restore .
  • Seleziona il backup dall’elenco, conferma e attendi che venga ripristinato.
  • Riavvia il telefono.

I backup Nandroid sono un po’ una seccatura da fare. Richiedono un po’ di tempo e non possono essere eseguiti in background. Ma ne vale la pena: sono il modo più semplice per sbloccare il tuo telefono.

Pubblicità

Recupera i dati da un backup Nandroid

Un backup Nandroid può anche salvare la giornata se dovessi cancellare i tuoi dati e non eseguirne il backup in una forma facilmente ripristinabile. È possibile estrarre parti specifiche di un Nandroid, in modo da poter ripristinare app e dati senza dover ripristinare anche il sistema operativo.

Ecco le istruzioni per questo:

  • Avvia Android e installa Titanium Backup dal Play Store. Sebbene questa app non sia stata aggiornata per un po’, è ancora una delle migliori opzioni per questa attività.
  • Tocca il pulsante del menu e vai a Backup/Ripristino speciale > Estrai da Nandroid Backup .
  • Seleziona il tuo backup dall’elenco.
  • Scegli se ripristinare app, dati o entrambi e selezionali (o premi Seleziona tutto ).
  • Tocca l’ icona del segno di spunta verde per avviare il processo di ripristino.

Immagine di fabbrica

Prova questo metodo se: Nessuna delle altre opzioni funziona.

Se i tuoi tentativi di sbloccare Android sono falliti finora, l’opzione è quella di eseguire nuovamente il flashing di un’immagine di fabbrica. Ciò ripristina il telefono al suo stato originale e cancellerà la memoria interna e tutto il resto. Inoltre, annullerà il root del tuo telefono.

Poiché cancella tutto, potresti provare a eseguire prima il flashing di una ROM di serie. OnePlus offre in realtà ROM flashabili per il ripristino piuttosto che immagini di fabbrica e troverai simili per praticamente tutti i dispositivi su xda-developers.com . In molti casi, sarai in grado di eseguire il flashing di una ROM stock pre-root per una maggiore comodità.

Pubblicità

La differenza tra il flashing di un’immagine di fabbrica e il flashing di una ROM è che avviene tramite una connessione al computer desktop anziché tramite il ripristino. Alcuni dispositivi utilizzano lo strumento Fastboot dall’SDK di Android, ma altri utilizzano software personalizzato. Samsung utilizza lo strumento Odin, ad esempio.

A causa dei diversi metodi utilizzati, le istruzioni per il flashing di un’immagine di fabbrica differiscono per ciascun dispositivo. E non tutti i produttori rendono il loro firmware pubblicamente disponibile, quindi devi trovarli da fonti non ufficiali.

Ecco dove trovare le immagini di fabbrica per alcuni famosi marchi Android:

david rossi

Salve mi chiamo David Rossi esperto e appassionato informatico. Mi piace tenermi sempre informato sulle ultime novità tecnologiche e per questo ho creato il sito www.soluzionecomputer.it.

Condividi su:
Pubblicità