Pubblicità
You are currently viewing Come recuperare conversazioni WhatsApp

Come recuperare conversazioni WhatsApp

Chattare con gli amici e i familiari gratuitamente. Restare in contatto con chi vogliamo: amici, familiari o colleghi. Con le chat di gruppo, per condividere messaggi, foto e video fino al massimo di 256 persone contemporaneamente. Queste sono solo alcune delle caratteristiche di WhatsApp.

Oltre a poter:

Pubblicità
  • inviare foto e video in tempo reale,anche con una connessione lenta,
  • registrare messaggi vocali,
  • condividere documenti: file PDF, documenti, fogli di calcolo, presentazioni e altro ancora.

Viste le numerose funzionalità che l’applicazione di messaggistica fornisce, spesso è importante mantenere un archivio dei messaggi e delle conversazioni più signifcativi.

Può quindi metterci in ansia il fatto di vedere, la schermata principale di WhatsApp, completamente vuota, mentre stiamo provando il nostro nuovo smartphone appena acquistato.

Recuperare le conversazioni WhatsApp è possibile

Pubblicità

Per rientrare in possesso dei propri messaggi occorre:

  • mettere WhatsApp nelle condizioni di controllare i vecchi backup,
  • installare l’applicazione su un dispositivo associato allo stesso numero di telefono a cui sono associati i backup.

Se scegliamo di ripristinare le chat da un servizio cloud come Google Drive o iCloud, il nuovo smartphone deve essere collegato allo stesso account Google o Apple del vecchio telefono. Quello usato per generare i backup.

Vediamo più approfonditamente caso per caso.

Come recuperare conversazioni WhatsApp Android

Per recuperare le conversazioni WhatsApp su Android ci sono due modi:

  • l’utilizzo di Google Drive, intervenendo online,
  • l’utilizzo dei file di backup generati localmente dall’applicazione, agendo sulla memoria del telefono.

Il backup deve risalire a prima dell’eliminazione della conversazione che vogliamo ripristinare. I messaggi ricevuti dopo questa data verranno eliminati in seguito al ripristino del backup.

Pubblicità

Recuperare conversazioni WhatsApp da Google Drive

Per riacquistare il possesso delle comunicazioni WhatsApp da Google Drive:

  • lo smartphone su cui dobbiamo riportare i messaggi, deve essere associato allo stesso numero di telefono e allo stesso account Google, di quello da cui proviene il backup da ripristinare.

Per assicurarsi che lo smartphone sia associato allo stesso account Google di quello di provenienza del backup di WhatsApp:

  • prendere il dispositivo,
  • sbloccarlo e accedere alla home screen e/o al drawer,
  • selezionare l’icona delle Impostazioni, a forma di ruota d’ingranaggio,
  • andare alla voce Account,
  • selezionare il logo di Google dalla schermata che si apre,
  • controllare l’indirizzo di posta elettronica configurato sul telefono.

Se l’account Google configurato sul telefono è lo stesso che era associato allo smartphone, da cui proviene il backup di WhatsApp:

  • installare  (o reinstallare) WhatsApp,
  • dal  Play Store oppure dal sito ufficiale,
  • avviare l’app e seguire la procedura di configurazione iniziale,
  • effettuare la verifica del numero,
  • fare tap sul pulsante Ripristina, alla richiesta di ripristino del backup individuato su Google Drive.

Per impostazione predefinita, i backup su Google Drive vengono eseguiti in modo automatico ogni giorno. Per controllare che questo sia avvenuto e, quindi, apportare modifiche:

aprire WhatsApp,

Pubblicità
  • fare tap sul pulsante con i tre puntini in verticale in alto a destra,
  • selezionare la voce Impostazioni dal menu che compare,
  • andare alla voce Chat, quella Backup delle chat,
  • individuare la sezione Ultimo backup,
  • verificare la data riportata accanto alla dicitura Google Drive.

Se vogliamo cambiare la frequenza con cui viene effettuato il backup:

  • fare tap sulla dicitura Backup su Google Drive che troviamo nella sezione Impostazioni Google Drive,
  • selezionare l’opzione che preferiamo dal menu che si apre.

Si può anche eseguire un backup al momento:

  • premendo sul pulsante Esegui backup delle chat.

Se nei backup vogliamo inserire anche i video, questo richiederà più tempo di salvataggio del backup e porterà al consumo di più spazio su Google Drive, occorre spostare su ON l’interruttore accanto all’apposita opzione.

Se l’account Google associato al telefono non è lo stesso di quello abbinato allo smartphone da cui proviene il backup di WhatsApp:

  • prima di mettere in pratica i passaggi per installare (o reinstallare) WhatsApp,
  1.  configurarne l’uso e ripristinare il backup,
  2. recarsi nella sezione Impostazioni > Account di Android,
    Cancellare l’account Google configurato attualmente sul device:
  3. selezionandolo,
  4. premendo sul pulsante con i tre puntini in verticale collocato in alto a destra,
  5. scegliendo la voce Rimuovi account dal menu che compare.

I dati associati all’account verranno rimossi dallo smartphone, ma resteranno archiviati sul cloud.
Successivamente:

Pubblicità
  • tornare nel menu Impostazioni > Account di Android,
  • sfiorare la dicitura Aggiungi account,
  • selezionare il logo di Google,
  • digitare i dati d’accesso dell’account Google relativo al backup di WhatsApp.

Recuperare conversazioni WhatsApp da backup locale

Se vogliamo ripristinare un backup antecedente a quello effettuato su Google Drive oppure se non disponiamo di backup di WhatsApp sul servizio di cloud storage di casa Google.

Per recuperare conversazioni WhatsApp da backup locale, scegliendo tra i file di backup salvati localmente sulla memoria dello smartphone su cui è installato, è indispensabile che il telefono attualmente in uso risulti associato allo stesso numero di telefono di quello impiegato per generare il backup di WhatsApp.

E’ necessario che sia disponibile almeno un backup locale di WhatsApp oppure dobbiamo crearne uno. Per riuscirci:

  • aprire WhatsApp,
  • fare tap sul pulsante con i tre puntini in verticale, in alto a destra,
  • selezionare la voce Impostazioni dal menu che ci viene mostrato,
  • sfiorare la dicitura Chat nella schermata successiva.

Verificare quanto riportato accanto alla voce Locale, nella sezione Ultimo backup e, se valutiamo che ci sia necessità di eseguire un nuovo backup, premere sul bottone Esegui backup.

Adesso:

Pubblicità
  • servirsi di un qualsiasi file manager (es.Files di Google), per individuare i file di backup da usare per il ripristino delle conversazioni,
  • andare alla cartella \Home\WhatsApp\Databases\  o a quella \SD\WhatsApp\Databases\. Secondo  se utilizziamo uno smartphone con memoria fissa o espandibile del dispositivo usato.
  • I file di backup più vecchi si chiamano msgstore-[data] (al posto di [data] c’è la data in cui è stato realizzato il backup). Quello più recente è denominato msgstore.db.crypt12.

Per far riconoscere a WhatsApp un file di backup precedente all’ultimo generato automaticamente dall’app:

  • rinominarlo in msgstore.db.crypt12,
  • selezionare il file in questione,
  • fare tap sull’icona della condivisone,
  • dal menu che compare, scegliere tra l’opzione di auto-invio via email e quella di salvataggio su un servizio di cloud storage.

Si può anche genere un backup ancora più recente di quello che si trova nella cartella Databases di WhatsApp. In questo modo:

  • avviare WhatsApp,
  • cliccare sul pulsante con i tre puntini in verticale collocato in alto a destra,
  • scegliere la voce Impostazioni dal menu che si apre,
  • selezionare l’opzione Chat,
  • selezionare l’opzione Backup delle chat,
  • sfiorare il bottone Esegui backup.

Se nel backup decidiamo di includere anche i video, dobbiamo spostare su ON la levetta in corrispondenza della voce Includi video.

Dopo aver esportato il file di backup:

  • copiare il file msgstore.db.crypt12 nella cartella \Home\WhatsApp\Databases\ del dispositivo,
  • installare (o reinstalla) WhatsApp su quest’ultimo,
  • dopo la verifica del numero, accettare di ripristinare le tue conversazioni.

Se non vengono trovati file di backup locali e il telefono tenta di recuperare le conversazioni di WhatsApp da Google Drive:

Pubblicità
  • non accettare il ripristino dei dati,
  • disinstallare l’applicazione,
  • collegarsi alla pagina dei permessi di Google Drive,
  • rimuovere WhatsApp dall’elenco delle applicazioni associate a Google Drive,
  • reinstallare l’app di messaggistica sullo smartphone.

Dopo aver fatto ciò, l’applicazione non avrà accesso a Google Drive. Sarà possibile abilitarla nuovamente dopo aver ripristinato le conversazioni ed userà i backup locali.

Recuperare conversazioni WhatsApp senza backup

Per quanto riguarda il recupero delle conversazioni WhatsApp senza fare il backup: è un po’ più complicato, ma è possibile.

Esistono alcune app, per smartphone e dei programmi appositi per computer, che scansionano la memoria del telefono e consentono di ripristinare anche i backup e altri file di WhatsApp, ma devono esserci tante condizioni fortunate perchè ciò abbia successo.

Come recuperare conversazioni WhatsApp iPhone

Passiamo, adesso, al versante Apple e andiamo a scoprire come recuperare conversazioni WhatsApp iPhone. L’operazione può essere effettuata usando i backup, ma solo tramite iCloud (agendo online), in quanto WhatsApp su iPhone non salva i backup localmente.

Recuperare conversazioni WhatsApp da iCloud

Pubblicità

Se vogliamo recuperare le conversazioni WhatsApp da iCloud, dobbiamo:

  • ripristinare il backup antecedente alla data delle chat da recuperare,
  • installare (o reinstallare) l’applicazione su un iPhone, associato allo stesso numero di telefono e allo stesso ID Apple del dispositivo su cui è stato generato il backup.

Per sviluppare la creazione di un backup su iCloud:

  • avviare WhatsApp sull’ iPhone,
  • selezionare la scheda Impostazioni che si trova in basso a destra,
  • scegliere la voce Chat, poi quella Backup delle chat,
  • premere sul pulsante Esegui backup adesso (operazione da compiere avendo una SIM attiva con il numero usato in precedenza sul terminale). Se voliamo includere anche i video nei backup, spostare su ON la levetta relativa all’opzione Includi video.

Ad operazione completata, installa (o reinstalla) WhatsApp sul nuovo iPhone:

  • scaricando l’applicazione dall’App Store,
  • effettuando la verifica del numero,
  • accettando il ripristino delle vecchie conversazioni,
  • pigiando sul pulsante Ripristina cronologia chat.

In caso di problemi:

  • fare tap sull’icona delle Impostazioni, a forma di ruota d’ingranaggio, dalla home screen e/o nella Libreria app di iOS,
  • verificare che l’account associato al telefono sia lo stesso utilizzato dal vecchio apparecchio,
  • selezionare la nostra foto,
  • sfiorare la dicitura iCloud nella schermata successiva,
  • individuare la voce relativa ad iCloud Drive,
  • verificare che la levetta in sua corrispondenza sia spostata su ON (altrimenti provvediamo) e che la sincronizzazione dei dati con iCloud Drive sia attiva.

Recuperare conversazioni WhatsApp senza backup

Se vogliamo recuperare le conversazioni di WhatsApp su iPhone, ma non abbiamo a disposizione nessun backup, le possibilità a nostra disposizione sono davvero poche.

Pubblicità

Si può provare solo ad usare degli appositi software per il recupero dei file eliminati.

Un altro metodo consiste nel cercare di riportare l’app a uno stato precedente, effettuando un ripristino dell’iPhone da un backup su iTunes per Windows, oppure nel Finder di macOS, realizzato precedentemente all’eliminazione dei messaggi.

Come recuperare conversazioni WhatsApp dopo aver cambiato telefono

Per recuperare le conversazioni WhatsApp dopo aver cambiato il telefono: se sul nuovo smartphone è in uso lo stesso sistema operativo mobile del precedente, occorre:

  • scaricare WhatsApp sul nuovo dispositivo,
  • avviare la procedura di configurazione,
  • usare il sistema di recupero dei backup già descritto per Android e iOS.

Riprendere conversazioni WhatsApp da Android a iPhone o viceversa:

  • usare il computer e alcuni software di terze parti.

Come recuperare conversazioni WhatsApp da un telefono rotto

Come ultima parte vediamo come riprendersi le conversazioni WhatsApp da un telefono rotto.

Pubblicità

Le conversazioni sono archiviate su Google Drive su Android e su iCloud su iPhone, e vi si può accedere da qualsiasi altro smartphone:

  • eseguendo il login al nostro account,
  • andando a installare (o reinstallare) WhatsApp,
  • eseguendo la procedura di configurazione iniziale e il recupero del backup.

Se non avevamo salvato i backup online o non possiamo seguire questa procedura, l’unica via da provare è quella di:

  • accedere alle informazioni presenti sulla memoria del cellulare o sull’eventuale memory card usata,
  • collegando il telefono al computer,
  • agendo da lì, eventualmente anche tramite degli strumenti appositi per il recupero dei dati.
david rossi

Salve mi chiamo David Rossi esperto e appassionato informatico. Mi piace tenermi sempre informato sulle ultime novità tecnologiche e per questo ho creato il sito www.soluzionecomputer.it.

Condividi su:
Pubblicità