QLED vs LED vs OLED: qual è la differenza?

da | televisori, Consigli acquisti, Televisori

Acquisto di una nuova TV? Scopri la differenza tra i tipi di display TV e prenderai una decisione migliore.

Se sei alla ricerca di una TV o ti capita di passare da un centro di elettrodomestici, avrai visto le tonnellate di opzioni TV disponibili. Per differenziare le loro offerte, una delle cose che molti produttori di TV mettono sui loro prodotti è la tecnologia alla base.

Pubblicità
Pubblicità

Probabilmente hai incontrato termini come LED, OLED e QLED. Ma cosa significano queste cose? E quali sono le loro differenze l’una dall’altra?

TV LED

Un TV LED funziona secondo lo stesso principio dei primi TV LCD. Fondamentalmente, è uno schermo piatto con diversi strati che controllano la luce e il colore. Lo strato più in basso è solitamente l’unità di retroilluminazione, che illumina lo schermo in modo da poter vedere l’immagine. Invece di utilizzare luci fluorescenti o di altro tipo, i televisori a LED utilizzano i LED, da cui il termine.

Affinché la TV produca l’immagine, c’è uno strato di cristalli liquidi davanti alla retroilluminazione bianca. Si basa su una corrente elettrica per cambiare l’angolo della luce che lo attraversa. Quando l’angolo della luce cambia, interagisce con lo strato polarizzatore più in alto, riducendo così quasi a zero la luce che raggiunge la parte anteriore dello schermo.

Pubblicità
Pubblicità

Uno strato di colore tra lo strato di cristalli liquidi e lo strato di polarizzazione più in alto consente al televisore di fornire immagini a colori. Quando lo strato di cristalli liquidi regola la quantità di luce che colpisce ciascun subpixel di colore, consente al televisore di fornire colori accurati.

Ci sono molte altre differenze tra i televisori LCD e LED , ma in genere è così che funzionano entrambi i dispositivi.

TV QLED

QLED TV inizia con lo stesso principio di una TV LED: una retroilluminazione, uno strato di cristalli liquidi, lo strato di colore e lo schermo di visualizzazione. Tuttavia, i televisori QLED non utilizzano una retroilluminazione a LED bianca. Questo perché la retroilluminazione a LED bianchi generalmente non ha bianchi perfetti. Se guardi le strisce luminose a LED, noterai che di solito hanno una sfumatura di colore.

Pubblicità

Per risolvere questo problema, Samsung, uno dei maggiori produttori di TV a utilizzare la tecnologia QLED, ha utilizzato una retroilluminazione blu e quindi ha posizionato uno strato di punti quantici tra la retroilluminazione e lo strato LCD. Lo strato di punti quantici ha ricevuto parte della luce blu emessa dalla retroilluminazione a LED e quindi l’ha convertita in rosso e verde.

Il livello di punti quantici converte i colori rosso e verde, oltre alla retroilluminazione blu originale, quindi combinati per creare una perfetta retroilluminazione bianca. Questo processo ha consentito alla TV QLED di fornire la retroilluminazione bianca più accurata, consentendo al televisore di produrre colori più vivaci e accurati rispetto ai normali TV LED. È così preciso che Samsung afferma persino che i loro televisori possono ricreare un miliardo di colori, praticamente ogni possibile colore che l’occhio umano può vedere.

Pubblicità

TV OLED

In linea di principio, i televisori OLED sono gli stessi dei televisori LED: utilizzano pixel colorati per mostrarti un’immagine sullo schermo. Ma invece di richiedere una retroilluminazione in modo da poter vedere l’immagine, i pixel di colore stessi si illuminano.

Pubblicità

La rimozione della retroilluminazione a LED rende i televisori OLED più sottili e molto più efficienti dal punto di vista energetico rispetto ai televisori LED e QLED. Questo perché i televisori OLED alimentano solo i pixel che devono mostrare un’immagine. Se l’area in cui si trova un pixel è colorata di nero, non c’è alimentazione in quel pixel.

Se lo confronti con una TV LED o QLED, l’elettricità è costantemente necessaria per alimentare lo strato di retroilluminazione completo e se una sezione dello schermo è nera, lo strato di cristalli liquidi bloccherà semplicemente la luce proveniente dallo strato di retroilluminazione.

Questo è anche il motivo per cui i televisori OLED hanno rapporti di contrasto infiniti. Perché quando un’area dello schermo è nera, non viene emessa luce in quella parte. Questo è paragonato ai televisori QLED e LED, dove parte della luce, non importa quanto minuscola, continua a sanguinare, di solito attraverso lo strato di cristalli liquidi o dai pixel vicini.

Pubblicità

Tuttavia, nonostante l’elevata precisione del colore e il contrasto infinito dei televisori OLED, presenta ancora diversi inconvenienti significativi. Innanzitutto, non è luminoso come gli schermi LED e QLED, il che lo rende ideale per l’uso solo in ambienti scuri o controllati dalla luce.

Pubblicità

I televisori OLED sono anche più inclini al burn-in delle immagini (quando uno schermo OLED mantiene un’immagine statica anche se non è presente). Questo problema è particolarmente diffuso per coloro che guardano sempre uno spettacolo o un canale specifico, come l’icona di un canale di notizie via cavo 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Sebbene molti produttori abbiano compiuto recenti progressi tecnologici per evitarlo, la maggior parte non offre ancora una garanzia contro il burn-in delle immagini.

Pubblicità

LED, QLED o OLED: qual è il migliore?

Mentre molti dicono che QLED o OLED è la migliore tecnologia di visualizzazione, non c’è davvero una risposta univoca a questa domanda. Questo perché ogni tecnologia TV ha i suoi pro e contro.

Se hai un budget limitato, dovrai attenersi ai televisori a LED. Questo perché sono in genere i modelli più convenienti disponibili, anche se non offrono il vantaggio in termini di qualità dell’immagine. Tuttavia, il piacere di visione che si ottiene dai televisori a LED è più che sufficiente.

I televisori QLED, invece, ti consentono di ottenere il meglio da entrambi i mondi. Sono leggermente meno costosi dei televisori OLED e offrono una migliore precisione del colore rispetto ai televisori LED. Di solito sono anche i più brillanti del gruppo. Quindi, se stai posizionando la tua TV in un soggiorno con finestre aperte tutt’intorno, dovresti scegliere una TV QLED.

Pubblicità
Pubblicità

Nonostante siano meno luminosi dei televisori QLED e LED, i televisori OLED sono ancora lo standard di riferimento per la qualità del colore e dell’immagine. La possibilità di disattivare i singoli pixel significa ottenere neri accurati e ricchi ed evitare il problema della perdita di luce sui televisori LED e QLED.

E poiché non hai bisogno di una retroilluminazione attiva che richieda sempre energia, i TV OLED sono i display più sottili ed efficienti dal punto di vista energetico che puoi acquistare sul mercato.

Qual è la migliore tecnologia TV per te?

Ora che conosci le differenze tra le tre tecnologie TV, puoi scegliere quella più adatta alle tue esigenze. Basta capire quale è più importante per te: convenienza, luminosità o precisione del colore?

Pubblicità

Ma se hai un budget illimitato, scegli il meglio delle tecnologie QLED e OLED con la TV QD-OLED.

Condividi su:

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia.

Sai davvero tutto su Whatsapp?

Leggi ora guide e trucchi su come usare al meglio WhatsApp

Pubblicità
Pubblicità