Pubblicità
Migliori portatili a meno di 1000 euro

Migliori portatili a meno di 1000 euro

Se stai cercando un portatile che abbia un costo dai 600 euro fino ai 1000 euro, ecco i migliori che puoi acquistare secondo noi.

Migliori portatili a meno di 1000 euro

Acer Aspire 5

Acer Aspire 5

Pubblicità

Acer Aspire 5 A515-44-R0KN Pc Portatile, Notebook con Processore AMD Ryzen 5 4500U, Ram 8 GB DDR4, 512 GB PCIe NVMe SSD, Display 15.6″ FHD IPS LED LCD, AMD Radeon, Windows 10 Home.

  • MOBILITÀ ED ELEGANZA: il sottile design offre massima mobilità. Il motivo con superficie spazzolata impreziosisce la cover e la rende gradevole al tatto. La durata della batteria fino a 10 ore consente l’uso del dispositivo per l’intera giornata
  • SCHERMO AMPIO: il sottile design della cornice offre un’area di visualizzazione ampia e i colori sono brillanti nitidi sul display FHD IPS da 15,6″ con Acer Color Intelligence. La tecnologia Acer BlueLightShield riduce l’affaticamento della vista
  • OTTIME PRESTAZIONI WIRELESS: il segnale wireless è forte e stabile con il Wi-Fi 6 AX200 e la tecnologia 2×2 MU-MIMO. Il posizionamento strategico dell’antenna consente di massimizzare la portabilità e le prestazioni del notebook
  • AUDIO DI QUALITÀ: il design innovativo degli speaker Acer TrueHarmony offre bassi più intensi e corposi ad un volume più alto. Utilizza il PC con il controllo vocale di Microsoft Cortana e Amazon Alexa
  • CONNETTIVITÀ SENZA LIMITI: qualunque sia la periferica da collegare, con Aspire 5 è più semplice! Hai a disposizione un’ampia gamma di porte: USB 2.0, USB 3.2, HDMI e molte altre

Microsoft Surface Pro 7

Microsoft Surface Pro 7

Microsoft Surface Pro 7, Core i5, RAM 8 GB, SSD 128 GB.

Pubblicità
  • Ovunque ti trovi, il surface pro 7 facilita le tue attività di gioco e lavoro
  • Dotato dell’ultimo processore intel core di ottava generazione e di una batteria che dura tutto il giorno
  • Hai la possibilità di scegliere tra 2 colori, platino o nero brillante
  • Apri il sostegno integrato e aggiungi la cover con tasti signature
  • Tecnologia schermo: led

Acer Swift 3

Acer Swift 3

Acer Swift 3 SF314-59-79ZH Pc Portatile, Notebook con Processore Intel Core i7-1165G7, RAM 8 GB DDR4, 512 GB PCIe NVMe SSD, Display 14″ FHD IPS LED LCD, Intel Iris Xe, Windows 10 Professional.

  • ROBUSTO, LEGGERO E SOTTILE: questo notebook non ha certo problemi di peso; lo chassis metallico in alluminio pesa solo 1,2 kg e ha uno spessore di appena 15,95 mm
  • VISIONE PIU’ NITIDA E BRILLANTE: grazie alle due sottili cornici e all’incredibile rapporto schermo-chassis, la visualizzazione è più ampia su uno schermo IPS FHD da 14″ 16:9 grazie anche alle tecnoclogie Acer Color Intelligence ed ExaColor
  • UN GIORNO INTERO DI RICARICA: quando sei in giro tutto il giorno devi contare su una batteria ottima: con 48 Wh sarai coperto fino a 14.5 ore; in caso di emergenza, con una ricarica rapida di soli 30 minuti puoi guadagnare 4 ore di batteria
  • ELABORAZIONE DEI DATI PERFETTA: il notebook Swift 3 ha un processore Intel Core i7-1165G7 di ultima generazione, 8 GB di RAM DDR4 e una grafica Intel Iris Xe che ti permettono di svolgere qualsiasi attività
  • CONNETTIVITA’: le tante opzioni di connettività, tra cui una porta Thunderbolt 4 con USB-C, una porta USB 3.2 Gen 1, una porta HDMI ed una porta USB 2.0 consentono di collegare velocemente lo Swift 3 a un gran numero di dispositivi

HP Envy 13

HP Envy 13

HP – PC Envy 13-ba0006nl Notebook, Intel Core i5-1035G1, RAM 8 GB, SSD 512 GB, Grafica Intel UHD, Windows 10 Home, Schermo 13.3” FHD, Lettore impronte digitali, Lettore Micro SD, USB-C, HDMI.

  • Sistema operativo: Windows 10 Home
  • Processore: Intel Core i5-1035G1
  • Memoria: RAM 8 GB – SSD 512 GB
  • Schermo: Display 13.3″ FHD 1920 x 1080 IPS Antiriflesso, micro-edge, 400 nits
  • Caratteristiche: Wi-Fi, Bluetooth, Webcam HP Wide Vision HD microfono digitale integrato, Audio Bang & Olufsen, HP Audio Boost 2.0, Lettore Impronte Digitali, Tastiera Retroilluminata, Thunderbolt
  • Batteria: fino a 13 ore e 30 minuti; HP Fast Charge (ricarica rapida): circa il 50% in 30 minuti

ASUS Zenbook 14

ASUS Zenbook 14

Pubblicità

ASUS Zenbook 14 UX425EA-BM020T, Notebook in alluminio, Monitor 14″ FHD Anti-Glare, Intel Core 11ma generazione i7-1165G7, RAM 16GB, 512GB SSD PCIE, grafica Intel Iris Xe, Windows 10 Home.

  • Notebook con display NanoEdge dai bordi ultra sottili, compatto e leggero: rapporto schermo-corpo del 90% e un peso di soli 1,2kg
  • Tastierino numerico NumberPad integrato nel mouse pad, cerniera ErgoLift con alzata ergonomica e tastiera con design edge-to-edge per un’esperienza di digitazione eccezionale e massimo comfort
  • Processore Intel Core di Undicesima generazione i7-1165G7 e nuova grafica integrata Intel Iris Xe che garantiscono prestazioni mai viste per Notebook così sottili e leggeri
  • Connettività completa e versatile grazie un set completo di porte I/O, al veloce WiFi 6 (802.11ax) e alla webcam a infrarossi (IR) per un rapido riconoscimento facciale
  • Perfetto per chi cerca prestazioni all’avanguardia e massima portabilità in un Notebook dal design esclusivo che semplifica il lavoro in multitasking, la produttività e l’intrattenimento

HP Envy X360

HP Envy X360

HP – PC Envy X360 13-ay0000sl Notebook Convertibile, AMD Ryzen 5 4500U, RAM 8 GB, SSD 512 GB, Grafica AMD Radeon, Windows 10 Home, Schermo 13.3″ FHD, Lettore Impronte Digitali, Bang & Olufsen.

  • Sistema Operativo: Windows 10 Home 64
  • Processore: AMD Ryzen 5 4500U
  • Memoria: RAM 8 GB; SSD 512 GB
  • Schermo: Display multitouch 13.3″ FHD 1920 x 1080 IPS Antiriflesso; retroilluminazione WLED, Micro-Edge, schermo Corning Gorilla Glass NBT, 300 nit
  • Caratteristiche: Wi-Fi, Bluetooth, Webcam HP Wide Vision HD e microfono dual-array integrato, audio Bang&Olufsen, lettore SD e Micro SD, USB C, lettore impronte digitali, tastiera retroilluminata
  • Tecnologia di connettività: HDMI

Lenovo Yoga 6

Lenovo Yoga 6

Lenovo Yoga 6 – Notebook Convertibile, Display Touchscreen 13.3″ Full HD IPS, Processore AMD Ryzen 7 4700U, 1TB SSD, RAM 16GB, Windows 10, Lenovo Digital Pen.

Pubblicità
  • Display 13.3 pollici Full HD, risoluzione 1920×1080, IPS, 300nits, Glossy, 72% NTSC
  • Scheda Grafica integrata AMD Radeon Graphics
  • Memoria RAM 16 GB soldered
  • Storage 1 TB SSD M.2 2280 PCIe 3.0×4 NVMe
  • Sistema operativo: Windows 10
  • Realizzato in tessuto+alluminio e PC+ABS di prima qualità, Yoga 6 ha uno spessore di soli 18.3 mm, con un peso di 1.32 kg. Leggero, comodo, potente, elegante.
  • Lenovo Digital Pen inclusa: la penna digitale ti aiuta a catturare in modo nuovo ogni spunto di ispirazione quando sei in viaggio.

Come scegliere un computer portatile

Il computer portatile, ha fatto la sua prima comparsa nel 1979 con il nome di Grid Compass ed è un tipo di personal computer pensato per poter essere trasportato a mano da una sola persona. Ora è conosciuto con i nomi inglesi di laptop o notebook.

Per essere considerato notebook, il dispositivo deve rispondere a tre caratteristiche essenziali:

  • un ingombro contenuto;
  • un peso ridotto;
  • tutte le principali componenti hardware del computer formino un blocco unico.

Se siete interessati a provare un notebook o a cambiare quello che avete, proveremo a darvi alcune informazioni per sapere qualcosa di più preciso.

Consigliamo, prima dell’acquisto, di valutare:

  • il minimo di RAM e CPU che deve avere un portatile per non essere considerato subito vecchio,
  • se è meglio un computer Windows o un Mac
  • quanto bisogna spendere per portare a casa un buon notebook.

In base a quali valutazioni scegliere un notebook

Intanto bisogna chiare due fatti:

Pubblicità
  • quanto vogliamo spendere
  • cosa abbiamo intenzione di fare con questo notebook

Per quanto riguarda il budget ci sono tre fasce di prezzi per i notebook:

  • quella entry-level che comprende macchine economiche da massimo 300/350 euro;
  • quella dei computer di medio livello che arriva fino ai 600/700 euro
  • quella dei computer top di gamma che costano oltre i 1.000 euro.

I notebook da meno di 400 euro sono adatti per chi deve compiere operazioni quali la navigazione online o l’elaborazione di documenti di testo, i quali non richiedono hardware particolarmente avanzato. O per chi ha bisogno di computer estremamente portatili (magari convertibili in tablet) con schermi di dimensioni non superiori ai 10″.

Per un utilizzo più impegnativo sono richiesti dei laptop da almeno 500/600 euro (molti dei quali sono adatti anche a editing video di base, gaming di livello medio e altre operazioni mediamente impegnative).

I computer top di gamma – quelli che costano anche più di 1.000 euro – vanno invece incontro alle esigenze di chi necessita di macchine potenti per videogames, editing video/audio professionale o chi ai classici laptop predilige i sottilissimi ultrabook.

Chiarito questo cerchiamo di capire a cosa ci può servire questo notebook.
Si potrà così scegliere se puntare sulle capacità grafiche, sulla durata della batterie o su altre prestazioni. Importante è anche valutare le dimensioni del notebook.

Pubblicità

Un notebook da oltre 15” risulta inadatto per un uso in mobilità, mentre i computer con display di diametro maggiore sono una buona soluzione per chi deve usare il notebook a casa o in ufficio e vuole uno schermo in grado di non affaticare la vista, giocare e guardare film in maniera agevole (non per nulla vengono detti desktop replacement, ossia sostituti del computer fisso).

I portatili da 10/11″ sono la soluzione ideale per chi si muove molto e ha bisogno innanzitutto della portabilità, mentre i notebook da 13/15″ hanno una dimensione media che va bene sia per chi si muove molto sia per l’utilizzo in sostituzione del desktop.

Come scegliere un notebook: caratteristiche hardware

Vediamo ora di quantificare il reale valore di un portatile dal suo hardware.
Confrontandoli con i PC desktop, i notebook sono molto meno personalizzabili, infatti la sostituzione di componenti come RAM e hard disk risulta abbastanza difficoltosa. Ciò vuol dire che bisogna scegliere un computer già fornito di tutto quello di cui si ha bisogno.
Elenchiamo perciò qui alcune caratteristiche che ci possono essere utili a capire meglio:

Processore (CPU) –  è la testa pensante del computer, quella che elabora i dati ed esegue i calcoli. Può avere da uno o più core e la sua velocità viene espressa in GHz. Nei processori con più di un core (es. dual-core con 2 core, quad-core con 4 core ecc.) il lavoro viene diviso fra più celle di elaborazione, le quali, trovandosi nello medesimo processore ne aumentano la potenza di calcolo. In questo modo non si surriscalda troppo il computer e si consuma meno energia.

I principali produttori di CPU sono Intel e AMD che hanno diviso i loro processori in vari gruppi:

Pubblicità
  • le CPU Intel Core i3/i5 e AMD Serie A sono destinate ai computer di fascia media;
  • le Intel Core i7 hanno prestazioni maggiori delle Core i3 e i5 e si trovano su molti computer top di gamma;
  • Intel Celeron, Intel Pentium e AMD Serie E sono destinate ai computer più economici (offrono dunque prestazioni inferiori rispetto ai processori Intel Core i3/i5 e AMD Serie A);
  • le CPU Intel Atom permettono consumi energetici ridotti e quindi sono usate su molti computer economici convertibili,
  • i processori Intel Core m3/m5/m7 sono CPU a basso consumo usati  in ultrabook e convertibili. Le loro prestazioni sono buone ma comunque non paragonabili a quelle di Intel Core i3, i5 e i7.
  • Le CPU AMD Ryzen, che possono essere paragonate a livello di prestazioni ai Core i5 e i Core i 7 di Intel.

Nelle ultime generazioni si sono aggiunti anche i processori con architettura ARM, in contrapposizione agli x86 tradizionali, quelli sopra elencati. I processori ARM (Apple serie “M” e Qualcomm Snapdragon) sono tipicamente più efficienti (consumano meno a parità di potenza) a tutto vantaggio dell’autonomia.

Questi, tuttavia, non sono compatibili di fabbrica con le applicazioni sviluppate sulle architetture x86, utilizzate su Windows e macOS da molto tempo, e devono essere riprodotte con potenziale perdita di prestazioni (anche se, ad esempio, nel caso dei Mac con chip Apple Silicon questa perdita di prestazioni è ampiamente compensata dall’incredibile potenza del processore).

Prima di considerare il passaggio ad ARM bisogna verificare se le app che adoperiamo più spesso siano già compatibili con la “nuova” architettura.

RAM

Non sono consigliabili i computer con meno di 4 GB di memoria, perchè non sono in grado in grado di soddisfare le esigenze di lavoro e svago più comuni. L’unica eccezione sono i computer convertibili di piccola taglia (fino a 10″), i quali hanno utilizzi più limitati e quindi possono funzionare bene anche da 2GB. Alcuni notebook offrono degli slot liberi per l’installazione di banchi di RAM aggiuntivi senza invalidare la garanzia.

Scheda grafica (GPU)

Nel caso della scheda grafica moto dipende da che prestazioni si vuole ottenere.

Pubblicità

Se, infatti, intendiamo usare il nostro notebook  per lavori d’ufficio: redigere documenti, navigare su Internet o chattare si possono usare le schede video integrate. Le quali utilizzano la RAM del computer e riescono a garantire buone prestazioni anche per la visione di film in HD e la visualizzazione di giochi a qualità media.

Volendo giocare a videogame di ultima generazione al massimo della risoluzione, dobbiamo lavorare con la grafica 3D o si ha bisogno di realizzare montaggi video di qualità professionale, dobbiamo orientarci su computer di fascia alta con schede video dedicate (es. nVidia o AMD), le quali possono contare sulla propria RAM.

Display

Una scheda grafica di buon livello se non lavora insieme ad un buon display perde gran parte della sua utilità

  • Il notebook deve avere un display con  una risoluzione giusta per le attività che vogliamo svolgere (es. per godere al meglio un film in Full HD non si puo’ prendere un portatile con una risoluzione di 1366×768 pixel).
  • Ci sono anche dei portatili equipaggiati con display di oltre 1080p, qui bisogna accertarsi che la capacità della batteria resista a risoluzioni tanto elevate.

Hard disk/SSD

Ci sono altri aspetti importanti che bisogna considerare nel momento che si decide di acquistare un notebook e sono:

  • la tipologia, la potenza la velocità di rotazione del disco fisso.
  • Nei negozi si possono trovare notebook equipaggiati con un hard disk meccanici (HDD),
  • portatili equipaggiati con dei drive SSD (prevalentemente gli ultrabook)
  • notebook che montano sia l’una che l’altra tipologia di unità.

Per chiarire meglio i drive SSD sono dei dischi a stato solido che si distinguono da quelli meccanici perché sono molto più veloci, silenziosi e resistenti alle cadute. Sono però piuttosto cari rispetto agli HDD tradizionali ed hanno un numero di scritture oltre il quale smettono di funzionare, anche se è difficile raggiungere il limite nell’utilizzo standard di un computer.

Pubblicità

Detto ciò, non sarebbe male prediligere gli HDD da 7200 rpm rispetto a quelli da 5400 rpm in quanto garantiscono una maggiore velocità rispetto agli altri e dei drive SSD che abbiano almeno 256GB di spazio per l’archiviazione dei dati (a meno che non siano affiancati da un disco meccanico).

Se nella scheda tecnica di un portatile si trova una dicitura come “SSD PCIe”, “SSD M.2” oppure “SSD NVMe” significa che l’unità SSD è collegata al computer con con un sistema diverso dal classico SATA 3 e perciò permette una velocità di trasferimento dei dati più elevata (oltre i 6Gbps teorici).

Sui portatili più economici lo storage può essere affidato a dei drive eMMC e non agli SSD. Le eMMC sono delle memorie Flash simili alle schede SD che hanno prestazioni inferiori rispetto agli SSD.

Batteria

Non è semplice valutare le prestazioni delle batterie dei portatili.

La loro autonomia non è fissa, ma cambia in base ogni operazione diversa che si svolge sul computer e alle caratteristiche hardware del computer stesso. I valori sui quali si può misurare la durata delle batterie sono i milliampereora (mAh) e il numero delle celle. I mAh indicano la potenza della batteria, quindi più è alto il loro numero e maggiore è la durata della batteria. Le celle invece sono i singoli elementi della batteria in grado di generare energia elettrochimica, e il loro numero non è per forza legato a quello dei mAh. Sovente la potenza delle batterie vengono espresse in wattora (Wh) e Volt (V). Per risalire al valore in mAh bisogna dividere i wattora per i Volt e moltiplicare per 1000.

Pubblicità

Porte

I notebook possono avere diversi tipi di ingressi e uscite. Le porte USB possono essere di dimensioni standard (full size), mini o micro. Inoltre si suddividono in USB 2.0, USB 3.0 e USB Type-C con velocità di trasferimento dei dati crescenti per ognuno di questi standard.

Il Type-C è il più moderno connettore USB che si può trovare tuttoggi: il connettore è più evoluto, più compatto ed è anche reversibile, quindi la periferica può essere inserita in entrambi i versi e funzionare alla stessa maniera.

  • Se un notebook ha solo porte USB Type-C si può utilizzare un adattatore per continuare ad usare le chiavette di “Tipo A”.
  • USB 3.1 e Type-C non sono la stessa cosa: la prima dicitura indica la classe di velocità, la seconda il tipo di connettore.
  • Altre porte che si possono trovare sui notebook sono quelle HDMI che consentono il collegamento del computer ai monitor esterni (possono essere full size, micro o mini),
  • quelle Ethernet per il collegamento dei dispositivi di rete (modem, router),
  • quelle Mini DisplayPort per il collegamento a monitor esterni,
  • quelle per le schede SD e quelle Thunderbolt che consentono di collegare il computer a vari tipi di periferiche (monitor, hard disk) garantendo una velocità di trasferimento dei dati molto elevata. Attualmente queste porte sono comunque poco diffuse e si trovano soprattutto sui computer Apple.

Unità ottica

La sottigliezza del design ultimamente sta sacrificando l’unità ottica dei notebook. Se facciamo, perciò, ancora uso di un CD o di un DVD, prima di comprare un notebook occorre verificare che questo disponga di un apposito lettore/masterizzatore, altrimenti conviene comprare un masterizzatore esterno.

Tecnologie wireless

Tutti i portatili sono compatibili con le reti Wi-Fi standard a 2.4GHz, mentre non tutti offrono il supporto alle reti più veloci da 5GHz. Controllare comunque se il notebook abbia il supporto al Bluetooth (per collegare dispositivi come tastiere e mouse wireless o condividere file con smartphone, tablet ) e alla tecnologia Miracast, mediante la quale è possibile inviare contenuti audio/video ai TV supportati.

Qualità dei materiali

Se intendiamo usare il nostro nuovo notebook soprattutto per il lavoro conviene verificare bene la qualità del computer stesso. Meglio spendere 100 o 200 euro ed essere più sicuri e tranquilli ed evitare un computer che si surriscalda troppo, oppure ha una tastiera scomoda o un trackpad che funziona male. A tale proposito possono essere di buona qualità anche i notebook di fascia media, magari controllando bene tutto.

Pubblicità

Layout della tastiera

Se acquistiamo un portatile online dobbiamo fare attenzione al layout della sua tastiera. Molti computer, infatti, vengono importati dall’estero e hanno una tastiera in formato QWERTZ (tedesco) o AZERTY (francese) al posto del “nostro” QWERTY. Se si è abituati a scrivere al buio è bene verificare la presenza di un sistema di retroilluminazione della tastiera.

​Come scegliere un notebook: tipi di portatili e Mac

Facciamo adesso un cenno ad altre tre tipologie di computer portatili che si posso acquistare nei negozi di elettronica: gli ultrabook, i computer convertibili e i Mac.

  • Gli ultrabook sono dei notebook di fascia molto alta caratterizzati da tre elementi: potenza, leggerezza e portabilità. Sono molto sottili, hanno una grande autonomia ed al posto dei classici hard disk montano dei drive SSD (drive a stato solido) che sono molto più veloci e meno delicati dei dischi fissi standard. Hanno al loro interno di unità CD/DVD. Come facilmente intuibile, sono ottimi ma con il prezzo un po’ più alto, si parte da circa 900 euro per arrivare ai 1.200/1.500 euro. Sono particolarmente rivolti a professionisti.
  • I computer convertibili sono dei computer portatili con prezzi variabili (si trovano anche a meno di 300 euro) composti da un display touch e una base con tastiera separabile, quindi all’occorrenza possono essere usati sia come notebook sia come tablet. Nella maggior parte dei casi sono equipaggiati con il sistema operativo Windows.
  • I Mac non rappresentano una tipologia di notebook specifica: si tratta semplicemente dei computer prodotti da Apple, i quali sono equipaggiati con il sistema operativo macOS e non con Windows . I Mac possono essere “fissi” (iMac), portatili (MacBook Pro) e ultra-portatili (MacBook Air/MacBook 12″). Sono tutti contraddistinti da ottimi materiali costruttivi e da prezzi non molto abbordabili.

Questi secondo noi sono alcuni dei migliori notebook da comprare per le caratteristiche che ti abbiamo spigato. In base al prezzo e qualità delle caratteristiche hardware.

david rossi

Salve mi chiamo David Rossi esperto e appassionato informatico. Mi piace tenermi sempre informato sulle ultime novità tecnologiche e per questo ho creato il sito www.soluzionecomputer.it.

Condividi su:
Pubblicità
Pubblicità