Migliori mini PC: guida all’acquisto

da | Consigli acquisti, Computer, computer ed accessori, Windows

Un mini PC può essere un’ottima scelta se stiamo cercando un computer economico, per svolgere attività di tipo multimediale, come la visione in streaming di serie TV, la navigazione in Internet o il giocare ai videogiochi.

Un mini PC può essere infatti un ottimo dispositivo per:

Pubblicità
Pubblicità
  • guardare film, grazie anche ai bassi consumi energetici, rispetto a un computer desktop tradizionale,
  • collegato a un TV,
  • oppure a un monitor e a un controller, si può usare per videogiochi non troppo complessi sul piano grafico

Il computer mini è un computer desktop, di dimensioni ridotte rispetto al portatile.

Ridotti sono anche:

  • i consumi energetici (non più di 8 watt di potenza rispetto ai PC classici che consumano fino a 100 W),
  • i prezzi, a partire da meno di 100 euro.

All’interno è installato Windows 10.

Pubblicità
Pubblicità

I modelli in commercio sono tanti e, nell’acquisto, occorre tenere di conto, delle caratteristiche tecniche che propongono e qunquindi:

  1. processore,
  2. storage interno,
  3. il numero di porte.

In base a ciò i prezzi possono essere differenti tra un modello e l’altro.

Se siamo interessati all’acquisto di un mini PC, in questo articolo ne approfondiremo le caratteristiche, suggerendo quali sono i migliori mini PC attualmente in commercio.

Come scegliere un mini PC

Come dicevamo, un mini PC, non è altro che un computer dalle dimensioni compatte, spesso con sistema operativo “desktop”, come Windows 10 o una qualche distribuzione di Linux.

Quasi sempre appare come una scatoletta delle dimensioni di un TV Box , con diverse porte lungo il case esterno, utili per interfacciarsi con altre periferiche di ogni tipo (pendrive USB, monitor, tastiere, mouse o impianti audio).

Pubblicità
Pubblicità

Un mini PC può essere utilizzato per operazioni molto diverse.

Tipicamente i mini PC spiccano nelle operazioni multimediali, come:

  1. la riproduzione di video 4K o Full HD, in base alla potenza dell’hardware integrato,
  2. i lavori di produttività,
  3. la navigazione Web,
  4. la consultazione di email e altri contenuti online.

Per via delle dimensioni compatte, però, componenti come processori e schede video, non possono disporre di una grande potenza di calcolo: sono componenti che producono parecchio calore e nel form factor di un mini PC, non c’è lo spazio per inserire sistemi di dissipazione avanzata. Alcuni sono addirittura fanless, quindi privi di ventole, e utilizzano hardware estremamente efficienti sul piano dei consumi energetici.

Per questo motivo, i mini PC , soprattutto quelli non di fascia alta, non sono adatti al gaming, ma si possono usare per:

  • videogiochi non di ultimissima generazione,
  • browser game,
  • giochi dalla grafica poco complessa (come un MOBA o titoli alla Minecraft).

Cerchiamo di capirci di più prendendo in esame le specifiche tecniche, che i vari produttori propongono per i modelli in commercio.

Pubblicità
Pubblicità

Processore

Il processore, detto anche CPU (Central Processing Unit), è una delle componenti portanti di un mini PC, come avviene anche per i computer tradizionali e i computer portatili. A tal proposito potremo spesso trovare processori prodotti da Intel, ma anche processori AMD.

Per quanto riguarda i processori Intel, ce ne sono di vari tipi, in base alla fascia di mercato.

I modelli più economici possono utilizzare processori:

  • Intel Atom,
  • Intel Celeron,
  • Intel Pentium.

I modelli più avanzati i processori:

  • della famiglia Intel Core,
  • suddivisi in Core i3, i5, i7,
  • quasi mai Core i9).

Per quel che concerne i processori AMD, quelli più frequenti sono:

Pubblicità
Pubblicità
  • Serie A, più economici
  • i processori AMD Ryzen,analoghi agli Intel Core.

Per capire quanto un processore è potente, si può fare affidamento alle specifiche rilasciate dal produttore, come:

  • numero di core,
  • frequenza operativa massima degli stessi.

Spesso, però, questo non basta, considerato che le prestazioni di una CPU dipendono molto anche dall’architettura impiegata.

A tal proposito si può consultare un sito di comparative hardware, per avere un quadro più chiaro fra le differenze di prestazioni esistenti, fra i vari processori presenti attualmente sul mercato.

La CPU è diversa dalla GPU (Graphics Processing Unit).

La GPU è un processore progettato proprio per compiere elaborazioni e calcoli grafici, da cui dipendono le prestazioni del computer con il “rendering” di scene tridimensionali.

Pubblicità
Pubblicità

Spesso sui mini PC sono integrate nel processore e quindi possono avere prestazioni limitate.

Memorie

Ci sono due tipi di memorie all’interno di un mini PC, proprio come avviene su un computer tradizionale, entrambi importantissimi:

  • la RAM, cioè la memoria a breve termine del computer, che serve a –
  1. immagazzinare tutti i dati in uso dalle applicazioni aperte fino allo spegnimento della macchina o delle stesse applicazioni,
  2. più RAM è presente nel computer e più questo sarà in grado di elaborare diverse informazioni in contemporanea,
  3. o gestire diversi programmi senza rallentamenti,
  4. su un mini PC troviamo spesso le RAM di tipo SODIMM, con formato più piccolo rispetto alle DIMM tradizionali,
  • la memoria di archiviazione, o storage, che è quella permanente dove è –
  1. installato il sistema operativo,
  2. o dove si possono installare le applicazioni,
  3. o salvare documenti e qualsiasi tipo di file,
  4. ci sono diversi tipi di unità di archiviazione.
  • Hard disk — con dischi meccanici dalle prestazioni non proprio esaltanti, ma molto affidabili. Il termine può essere abbreviato con l’acronimo HDD.
  • SSD — acronimo di Solid State Disk:
  1. utilizzano dei chip, proprio come le RAM, per immagazzinare i dati,
  2. diversamente dalla memoria RAM, gli SSD non perdono i dati quando si spegne il computer,
  3. hanno prestazioni molto elevate, e ancor più elevate quando usano l’interfaccia PCIe NVMe.
  • eMMC — alcuni mini PC utilizzano anche le memorie eMMC, acronimo di embedded Multimedia Card, anch’esse basate su chip di memoria, ma con prestazioni a metà strada fra quelle degli hard-disk e quelle degli SSD.
Potrebbe interessarti:  Come inserire un collegamento ipertestuale in Microsoft Word

Porte

Il case di un mini PC è spesso costellato da una serie di porte che permettono di collegare al sistema periferiche differenti.

Le più diffuse sono:

  • le porte USB standard, che si suddividono in
  1. USB 2.0,
  2. USB 3.1 di diverse generazioni.
  3. Le porte USB 2.0 possono trasferire dati fino a un massimo di 480Mbit/s,
  4. le USB 3.1 arrivano a 5Gbit/s o anche 10Gbit/s, in base alla versione.

Ci sono poi:

Pubblicità
Pubblicità
  • le USB Type-C, un termine con cui si indica esclusivamente il tipo di connettore:
  1. quello standard viene chiamato USB Type-A,
  2. mentre quello di Tipo C indica un connettore più piccolo e reversibile.

Le USB Type-C possono supportare lo standard Thunderbolt 3, e possono essere utilizzate anche per collegare monitor.

Le USB sono le fra le porte più importanti di un mini PC, ma non sono le uniche.

Ci sono, infatti, anche le porte:

  • HDMI,
  • o DisplayPort con versioni differenti.

Queste porte, insieme alle porte VGA o alle porte DVI, possono essere utilizzate per collegare uno o più monitor, in base alla quantità di porte, e alla compatibilità della scheda video installata.

C’è anche da controllare se è presente un card reader, cioè un lettore di schede di memoria, compatibile di solito con le:

Pubblicità
Pubblicità
  • schede SD, utilizzate soprattutto nelle fotocamere,
  • o microSD,usate negli smartphone o nelle action cam o ancora nelle dash cam.

I mini PC possono avere anche una porta Ethernet, specifica per la connessione a un router o a un altro sistema dotato della stessa porta.

Le porte Fast Ethernet possono trasferire dati fino a 100Mbit/s, mentre le porte Gigabit Ethernet si possono spingere fino a 1000Mbit/s.

Connessioni wireless

Oltre alle connessioni fisiche, i mini PC supportano spesso dei protocolli per collegarsi senza fili, ad altre periferiche o ad altri computer.

Esistono diversi tipi di connessioni wireless.

Fra i più popolari:

Pubblicità
Pubblicità
  • il Wi-Fi, che è l’equivalente wireless della porta Ethernet, e serve a collegarsi alla rete generata da un access point o da un router wireless.

Le più recenti versioni si chiamano:

  1. Wi-Fi 5 (o Wi-Fi 802.11ac),
  2. Wi-Fi 6 (Wi-Fi 802.11ax),
  3. Wi-Fi 4 (Wi-Fi 802.11n) che è ancora molto diffuso sui mini PC più economici, sia single band che dual band (2.4GHz e 5GHz).

All’aumentare della versione migliorano le caratteristiche nella gestione dei dati in trasferimento.

Per la connessione alle periferiche senza fili, viene spesso utilizzato il Bluetooth, le cui ultime versioni sono la 4.x e la 5.0.

Questo protocollo è utilissimo per interfacciarsi con tastiere, mouse, o anche dispositivi audio come cuffie o impianti stereo.

Sistema operativo

Il sistema operativo è la componente software più importante di un computer e vale lo stesso anche con i mini PC.

Pubblicità
Pubblicità

Serve a gestire tutto l’hardware installato con dei programmi a basso livello, chiamati driver, i quali a loro volta fanno dialogare le applicazioni utilizzate, con le componenti installate nel mini PC.

Sono tre i sistemi operativi più diffusi.

  • Windows 11/Windows 10 — il primo è il più celebre, è sviluppato da Microsoft ed è quello maggiormente indicato se vogliamo utilizzare il Mini PC per giocare. Può attivare applicazioni di ogni tipo, tantissime compatibili, sia gratis sia a pagamento. Microsoft ha rilasciato anche la nuova versione Windows 11, ma che per il momento non tutti possono installare.
  • macOS — è il sistema operativo di Apple ed è installato solo su Mac mini: è un OS chiuso con supporto delle applicazioni presenti su Mac App Store (ma non solo) ed è l’ideale se abbiamo a disposizione molti dispositivi Apple.
  • Linux — è un kernel, cuore del sistema operativo, presente su diverse distribuzioni (versioni distinte e separate), che hanno ognuna delle caratteristiche proprie. Si può trovare sui computer più economici ma è potentissimo, anche se richiede una certa esperienza, per poter essere utilizzato al meglio. Si basa su Linux anche ChromeOS, il sistema operativo desktop di Google.

Quale mini PC comprare

Adesso che abbiamo le idee più chiare sull’argomento, si può andare a scegliere quale dispositivo comprare.

A questo scopo proponiamo una lista, contenente tutti i migliori mini PC presenti in questo momento sul mercato, suddivisi in tre fasce di prezzo:

  • mini PC economici,
  • mini PC di fascia media,
  • mini PC di fascia alta.

Miglior mini PC economico (meno di 200 euro)

Beelink T4 PRO

Nella fascia più bassa dei mini PC ci sono diversi marchi cinesi abbastanza affidabili.

Pubblicità
Pubblicità

Uno di questi è il brand Beelink, con il modello Beelink T4 PRO..

Presenta:

  • dimensioni molto compatte,
  • un processore Intel Apollo Lake N3350 da massimo 2,4 GHz, 4 GB di RAM e 64 GB di spazio di archiviazione,
  • espandibili usando una scheda SD con una capacità massima di 512 GB,
  • Wi-Fi dual-band,
  • Ethernet,
  • un’ampia disponibilità di porte, fra cui anche una VGA e una HDMI,
  • ha Windows 10 come sistema operativo preinstallato.

MINISFORUM

Il MINISFORUM è un piccolo computer che appartiene alla fascia bassa del mercato, ma è comunque in grado di garantire buone prestazioni.

Potrebbe interessarti:  Come giocare ai giochi Android su PC

Comprende:

  • un processore Intel Celeron N4020 da massimo 2,8 GHz, con 4 GB di RAM e 64 GB di spazio di archiviazione su eMMC,
  • espandibile con una scheda SD,
  • o anche con un SSD SATA M.2 fino a 1 TB,
  • porta Ethernet,
  • Wi-Fi,
  • Bluetooth,
  • porte VGA, HDMI, USB 3.0,
  • ingresso jack per il collegamento delle cuffie,
  • il sistema operativo preinstallato è Windows 10.

Beelink BT3 Pro II

Il Beelink BT3 Pro II è un mini PC di dimensioni abbastanza compatte dotato di :

Pubblicità
Pubblicità
  • processore Intel Atom x5-Z8350 da clock massimo di 1,92 GHz con 4GB di RAM e 64 GB di spazio di archiviazione,
  • espandibile con una SD fino a 128GB,
  • Wi-Fi dual-band,
  • porta Gigabit Ethernet 1000M LAN,
  • supporto al Bluetooth,
  • Windows 10.

Rappresenta un’ottima soluzione per chi ha esigenze di base e vuole spendere meno di 200 euro.

NiPogi Mini PC Stick

Sempre in questa fascia di prezzo la NiPogi Mini PC Stick che occupa veramente pochissimo spazio essendo una vera e propria “stick”,comunque, buona per un utilizzo in questa fascia di prezzo.

Questa sorta di chiavetta usa:

  • il connettore HDMI per collegarsi al monitor,
  • un processore Intel Celeron J4125 (fino a 2,7 GHz), disponibile con 6 GB di memoria RAM e 128 GB di spazio d’archiviazione,
  • Wi-Fi e Bluetooth,
  • gestione flussi video in 4K,
  • Windows 10 preinstallato,
  • due porte USB 3.0,
  • una porta Ethernet da 1000 Mbit/s.

Miglior mini PC di fascia media (da 200 euro a 500 euro)

MINISFORUM GK41

In questa fascia di prezzo troviamo il MINISFORUM GK41, un mini PC che offre:

  • un processore quad-core Intel Celeron J4125 fino a 2,7 GHz, 8 GB di RAM e 256 GB di ROM,
  • spazio d’archiviazione, espandibile con una scheda microSD, con una capienza massima da 128 GB,
  • SSD SATA M.2 2280,
  • o SATA HDD da 2.5″,
  • Windows 10 preinstallato,
  • compatibilità con le reti Wi-Fi dual-band 2,4 GHz + 5,0 GHz e con il Bluetooth.,
  • 4 porte USB 3.0,
  • 2 porte Gigabit Ethernet,
  • una porta HDMI,
  • una DisplayPort,
  • due porte LAN e quella per le cuffie.

BMAX Mini PC

Ottimo anche il BMAX Mini PC che viene fornito con:

Pubblicità
Pubblicità
  • una CPU Intel Gemini Lake N4120 da 2,6 GHz massimo,dunque abbastanza potente,
  • 8 GB di RAM DDR4,
  • 128 GB di ROM,
  • possibilità di espandere lo spazio con SSD M.2_NVMe_2280,
  • o sostituire l’SSD presente,
  • Wi-Fi,
  • connessione Ethernet,
  • Bluetooth,
  • 2 porte USB 2.0,
  • 2 porte USB 3.0,
  • una porta USB-C,
  • 2 porte HDMI,
  • 1 porta Ethernet,
  • un lettore di schede TF – MicroSD,
  • un jack per le cuffie..

MINISFORUM

Il MINISFORUM è un mini PC con:

  • processore AMD Ryzen Embedded V1605B quad-core fino a 3,6 GHz, 16 GB di RAM dual channel e 512 GB di spazio di archiviazione su SSD,
  • si può aumentare la memoria per la presenza di uno slot HDD SATA da 2.5″ fino a 2TB,
  • Windows 10,
  • antenna per il Wi-Fi incorporata,
  • una porta Ethernet di tipo Gigabit per la connessione fisica alla rete,
  • Bluetooth 5.1,
  • 4 porte USB 3.1,
  • 1 porta USB-C,
  • 1 ingresso HDMI,
  • una DisplayPort ,
  • il jack audio da 3,5 mm,
  • jack in ingresso per il microfono digitale.

NiPoGi

Un altro mini PC da prendere in seria considerazione è il modello NiPoGi, che ha:

  • un bel design compatto e moderno,
  • la preinstallazione di Windows 10 in versione Pro,
  • processore Intel Celeron J4125 con 8 GB di RAM DDR4 e 256 GB di spazio di archiviazione SSD,
  • espandibili con USB 3.0,
  • HDD o SSD SATA da 2.5″ o SSD M.2,
  • due o tre display esterni tramite 2 porte HDMI,
  • 1 porta VGA,
  • fino al 4K,
  • connettività Wi-Fi,
  • Bluetooth,
  • fra le porte presenti abbiamo una LAN e un jack per le cuffie.

Beelink U59

Il Beelink U59 è un computer dalle dimensioni estremamente compatte con:

  • un processore Jasper N5095 fino a 2,9 GHz, abbinato a 8 o 16 GB di RAM e un SSD da 256 GB,
  • oppure da 512 GB, a seconda della configurazione scelta,
  • può riprodurre video in 4K,
  • supporto al Wi-Fi dual-band,
  • connessione alla rete via cavo Ethernet Gigabit,
  • Bluetooth 4.0,
  • memoria estensibile via scheda SD, via slot M.2 2280 e con una unità aggiuntiva da 2,5″,
  • fra le porte ci sono una USB Type-C, due USB-A e due HDMI,
  • Windows 10 preinstallato.
Potrebbe interessarti:  Come inserire sottotitoli su un film

Miglior mini PC di fascia alta (più di 500 euro)

DILC Nuc Platinum

Il DILC Nuc Platinum è un mini PC con:

  • hardware di livello alto,
  • processore esa-core Intel Core i7-10710U 1.1 fino a 4,7 GHz,
  • comparto memorie basato su 16 GB di RAM e SSD da 480 GB,
  • varie porte USB-A,
  • una porta Ethernet,
  • una porta HDMI,
  • una porta USB Type-C,
  • una porta audio da 3,5 mm,
  • supporto a Wi-Fi e Bluetooth,
  • Windows 10 Pro preinstallato e con licenza.

BASOARO Mini PC i9

Il BASOARO Mini PC i9 è un ottimo mini PC con:

Pubblicità
Pubblicità
  • un processore quad-core Intel Core i9 9880H (clock fino a 4,8 GHz), con varie versioni da 16 fino a 64 GB di RAM,
  • uno storage da 256 GB fino a 1 TB,
  • scheda video UHD Graphics 630,
  • modulo per il Wi-Fi e quello per il Bluetooth,
  • sei porte porte USB 3.0,
  • una porta USB-C,
  • 1 porte HDMI,
  • 1 porta Display Port,
  • 1 porta Gigabit Ethernet,
  • jack audio 3,5 mm,
  • Windows 10 Pro preinstallato.

Beelink SER Mini PC

Un altro buon mini PC di fascia alta, è Beelink SER Mini PC.

Ha:

  • Windows 10 Pro e supporta già Windows 11,
  • un processore AMD Ryzen 7 3750H con clock fino a 4 GHz,
  • la scheda video Radeon RX Vega 10 Graphics,
  • 16 GB di memoria RAM e 500 GB di SSD Kingston NVMe M.2,
  • velocità di lettura fino a 2200 MB/s,
  • l’antenna Wi-Fi integrata,
  • il modulo Bluetooth,
  • svariate porte USB,
  • una porta HDMI,
  • una porta DisplayPort,
  • una porta Gigabit Ethernet,
  • il jack audio da 3,5 mm.

Apple Mac mini

L’Apple Mac mini è il mini PC Apple, e viene fornito con il sistema operativo macOS, il primo realizzato da Apple in questa categoria.

Il modello più recente viene proposto con:

  • un processore Apple M1, un octa-core con microarchitettura proprietaria, che offre prestazioni elevate consumando pochissimo, ottimo rapporto potenza-prezzo, ma Windows non è ancora compatibile,
  • è ancora disponibile anche la variante con processori Intel di ottava generazione,
  • fra le dotazioni di memoria abbiamo da 8 a 64GB di RAM (fino a 16GB sul modello M1),
  • da 256 GB a 2 TB di spazio di archiviazione su SSD,
  • la possibilità di gestire un massimo di due monitor ad alta risoluzione,
  • design pulitissimo e di estrema qualità,
  • due porte Thunderbolt,
  • una porta HDMI 2.0,
  • due USB-A,
  • un jack audio da 3,5 mm per cuffie,
  • una porta Ethernet di tipo Gigabit,
  • connettività Wi-Fi e Bluetooth 5.0,
  • misura 3,6 x 19,7 x 19,7 cm per un peso di 1,2 Kg.

Apple Mac Studio

Mac Studio e Studio Display di Apple

Pubblicità
Pubblicità

L’Apple Mac Studio è l’evoluzione del mini PC Apple. Un prodotto realizzato per professionisti creatori, che vogliono una macchina potente, anche lo spazio ridotto.

Il nuovo mini PC di Apple è stato realizzato prendendo spunto dal Mac mini, ed ha delle dimensioni leggermente maggiori, soprattutto in altezza (9.5 cm x 19,7 cm di lato), per un peso di 2.7 kg o 3.6 kg in base alla versione del processore scelta.

Mac Studio viene proposto in due versioni di processore:

  • una con il chipset Apple M1 Max (CPU a 10-Core, GPU a 24-Core e NE a 16-Core),
  • oppure con il nuovo M1 Ultra (CPU a 20-Core, GPU a 48-Core e NE a 32-Core),
  • possiede 32GB o 64GB di RAM, che possono essere aumentate rispettivamente a 64 o 128GB,
  • un SSD che parte da 512GB ma può arrivare anche a 8TB,

una miriade di porte proposte sia nella parte posteriore che anteriore:

  • 4 Thunderbolt fino a 40Gbps,
  • USB 4, USB 3.1,
  • due porte USB-A,
  • una porta HDMI ,
  • una porta Ethernet 10 GB,
  • il jack da 3.5mm.

Anteriormente ci sono:

Pubblicità
Pubblicità
  • 2 porte USB-C,
  • uno slot SDXC card per la versione con M1 Max,
  • 2 porte Thunderbolt 4,
  • lo slot SDXC card per la versione con M1 Ultra,
  • Wi-Fi dual band con tecnologia anche Bluetooth 5.0.
Condividi su:
Pubblicità

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina Facebook per rimanere informato sui nostri ultimi articoli del sito e conoscere sempre meglio il mondo della tecnologia. Ci seguono già 25.000 persone che aspetti.

Seguici su Telegram

Segui il nostro gruppo Telegram gratis per ricevere i nuovi articoli del sito e conoscere sempre meglio il mondo della tecnologia.

Pubblicità
Pubblicità