Migliori smartphone gaming: guida all’acquisto

da | Consigli acquisti, smartphone e tablet

Per chi ama il gaming e vorrebbe giocare anche su mobile, usando lo smartphone come console portatile, ci sono varie possibilità, tali da unire in uno solo device le funzioni del telefono cellulare e quelle per il gioco di alta qualità.

Tra le decine di modelli di smartphone che escono sul mercato, diversi sono quelli dedicati al gaming ed, in questo articolo, cercheremo di guidarvi nella scelta, proponendo una lista dei migliori smartphone gaming, attualmente in commercio.

Pubblicità
Pubblicità

Faremo anche una cernita in base al prezzo, infatti, anche se molti modelli costano un bel po’, superando gli 800 euro, si possono trovare anche soluzioni più economiche, sempre d alto livello.

Per poter stilare una lista dei migliori smartphone da gaming, bisogna tener conto di alcune caratteristiche specifiche tipo:

  • il processore,
  • la RAM,
  • la batteria.

In modo tale da avere:

Pubblicità
Pubblicità
  • buone prestazioni,
  • ottima autonomia,
  • alta risoluzione del display,
  • capacità del telefono di supportare videgiochi anche pesanti.

Come scegliere uno smartphone gaming

Quando si tratta di smartphone da utilizzare soprattutto per videogiocare, bisogna rispettare alcune caratteristiche tecniche che adesso affronteremo una per una.

Processore e RAM

Il processore e la memoria RAM sono le componenti che influiscono di più sulla potenza generale degli smartphone.

C’è bisogno, infatti, di una grande capacità di calcolo garantita da:

  • SoC (system on a chip),
  • tanta memoria per elaborare la quantità di dati e i processi di sistema.

Questi elementi sono fondamentali per evitare blocchi e rallentamenti.

Inoltre l’efficienza e l’interazione tra queste due parti, serve alla gestione generale del calore del dispositivo.

Pubblicità
Pubblicità

A tal riguardo i processori con le prestazioni più elevate sono senza dubbio:

  • quelli di Qualcomm, gli Snapdragon, in particolare quelli di ultima generazione,
  • gli Exynos, i processori di casa Samsung,
  • gli Apple A15 Bionic, componenti dei SoC costruiti appositamente per gli ultimi iPhone.

Riguardo la RAM il minimo consentito per garantire delle ottime prestazioni di gioco vanno tra gli 8 e 12 GB di RAM. La maggior parte dei modelli top, tuttavia raggiungono addirittura i 16 o più GB di memoria RAM.

Display

Il display è una parte fondamentale per vivere al massimo le immagini di videogiochi e, quindi, anche in questo caso, ci sono degli elementi da valutare:

  1. la frequenza d’aggiornamento,
  2. la luminosità,
  3. il tipo di pannello,
  4. la risoluzione, che deve essere alta, ma comunque di smartphone hanno dei display di risoluzione in 1920×1080 pixel come minimo. E quindi meglio concentrarsi su altre qualità come la frequenza e la visibilità in esterno.

Analizziamo il tipo di pannello.

Visto che si tratta di smartphone da utilizzare ovunque, anche in esterno, la soluzione migliore per giocare, anche in condizioni di luce più elevata è il tipo di display AMOLED ed, infatti, la maggior parte dei migliori smartphone gaming, montano questa tipologia di pannello.

Pubblicità
Pubblicità

Altri aspetti del pannello di controllo da considerare:

  • la luminosità del display, in questi device, è di almeno 700 nit fino a superare abbondantemente i 1200 nit,
  • la resa del display, può essere anche il numero di ppi, ovvero la densità di pixel a schermo,
  • la frequenza di aggiornamento (refresh rate), alla base della fluidità del gameplay,
  • gli smartphone da gaming sui loro display presentano tutti almeno 90 Hz di frequenza, fino ad arrivare ad alcuni modelli top che garantiscono un aggiornamento di fotogrammi fino a 165 Hz.

Frequenza di campionamento del tocco

Questa caratteristica è fondamentale per la reattività del touch sia dello schermo, sia di alcuni tasti touch, presenti intorno o dietro la scocca dello smartphone.

Alcuni smartphone da gioco sono, infatti, dotati di alcuni tasti touch, oltre quelli che ogni smartphone può far comparire a schermo, utili per aumentare la qualità gioco, senza dover montare ulteriori pezzi o usare controller Bluetooth e simili.

Talvolta si trovano anche dei tasti fisici o trigger montati proprio dietro la scocca o su uno dei lati, ma per quanto riguarda quelli touch, ovvero nascosti, c’è bisogno che abbiano una grande reattività al tocco.

Questa reattività è chiamata anche frequenza di campionamento del tocco (touch sampling rate), che può raggiungere fino a 720 Hz, raramente anche oltre 1000 Hz, per una o più dita (multi-touch).

Pubblicità
Pubblicità

Ovviamente, più alta è la frequenza maggiore è la reattività.

Batteria

Più lo smartphone è carico, più si gioca e la maggior parte degli smartphone da gaming, montano batterie molto capienti.

Ci possono essere anche due porte USB o più, per garantire una ricarica continua del dispositivo, in modo da permettere di non interrompere mai le sessioni di gioco, soprattutto tenendo lo smartphone in landscape (ossia in orizzontale).

Potrebbe interessarti:  Come convertire file in PDF gratis

Molto spesso, il punto forte di questi smartphone può essere la gestione della batteria, che può superare, in alcuni modelli, anche i 6.000 mAh di capienza, dando la facoltà di gestire sia i cicli di ricarica, sia l’intensità e la velocità del processo di ricarica.

Per tale scopo, a volte le batterie sono montate in due celle separate (es. due comparti separati da 3.000 mAh), non andando a gravare troppo sull’equilibrio generale del dispositivo, e soprattutto sulla gestione del calore del SoC.

Pubblicità
Pubblicità

Connettività

Importante poi è la connettività, molti videogiochi, infatti, richiedono una connessione Internet costante tipo: Fortnite, COD Mobile, League of Legends: Wildrift.

E’ consigliabile, quindi, che un buon modello di smartphone gaming abbia un’antenna 5G, anche se questa tecnologia non è ancora tanto diffusa.

Utile può essere la presenza della connettività Wi-Fi 6, ampiamente supportata e, spesso integrata, nei chip set degli ultimi modelli di Snapdragon (processori Qualcomm).

Con tali connettività si possono usufruire anche di servizi di cloud gaming, come ad esempio Xbox Game Pass, NVIDIA GeForce NOW e Apple Arcade.

Quale smartphone gaming comprare

Viste le principali caratteristiche tecniche per scegliere, prendiamo adesso in esame i migliori smartphone gaming, che si possono trovare nei negozi e store online.

Pubblicità
Pubblicità

Miglior smartphone da gaming economico

Iniziamo con gli smartphone che, nonostante il prezzo e la mancanza di sofisticate tecnologie dedicate al gaming, possono comunque garantire un buon livello di gioco.

HONOR 50

Ecco quindi HONOR 50, un ottimo smartphone e una discreta macchina da gioco, in particolare per processore e display.

Questo smartphone Honor presenta:

  • SoC composto da uno Snapdragon 778 G e GPU Adreno 642L,
  • 8 GB di RAM e 256 GB di memoria,
  • display OLED da 6,57 pollici con bordi curvi,
  • risoluzione di 2340×1080 con 392 ppi di densità,
  • frequenza d’aggiornamento a 120 Hz e frequenza di campionamento tattile del 300 Hz, che sono suoi punti di forza,
  • batteria affidabile, progettata con un design a doppia spirale, e capienza di 4.300 mAh,
  • modalità SuperCharge a 66 watt che consente una ricarica al 70% in circa 20 minuti e al 100% in 40 minuti.

realme GT Master Edition

realme GT Master Edition, leggermente più economico, può essere definito il miglior smartphone gaming a 300 euro.

E’ equipaggiato con:

Pubblicità
Pubblicità
  • Qualcomm Snapdragon 778G e GPU Adreno 642L ,
  • memorie che, a seconda delle configurazioni, possono essere: 6 GB di RAM e 128 di memoria di archiviazione,
  • oppure 8 GB di RAM e 256 GB di ROM,
  • possibilità di estendere il quantitativo di RAM fino a 5 GB nelle impostazioni,
  • display AMOLED di 6,43 pollici, con una notevole luminosità di 1000 nit, contrasto di 5000000:1 e risoluzione di 2400×1080 pixel,
  • frequenze: 120 Hz per il refresh rate ( pezzo forte) e 360 Hz per quella di campionamento tattile,
  • presenza della Modalità GT, attivabile durante i giochi, utile ad aumentare al massimo le prestazioni del device, anche grazie al sistema di raffreddamento,
  • sistema di controllo delle temperature, affiancato dalla carica SuperDart a 65 watt,
  • batteria di 4.300 mAh,
  • il caricabatterie di 65 W, incluso in confezione, permette una carica del realme Master Edition da 0 a 100 in circa 33 minuti.

OPPO Reno7

Un terzo smartphone gaming economico è l’OPPO Reno7, sotto 200 euro.

Comprende:

  • buon Snapdragon 680 e GPU Adreno 610,
  • 8 GB di RAM e 128 di memoria di archiviazione,
  • possibilità di estendere il quantitativo di RAM fino a 5 GB via software, attingendo da una parte dei 128 GB di ROM inutilizzati,
  • display AMOLED, coperto da Gorilla Glass 5, di 6,43 pollici con luminosità fino a 600 nit, densità di pixel di 409 ppi e risoluzione di 2400×1080 pixel,
  • frequenze oltre 90 Hz per il refresh rate, gestita da intelligenza artificiale, e 120 Hz per quella di campionamento tattile fino a 5 dita e si raggiungono 180 Hz con sole due dita,
  • presenza dell’Eye Care Display by Samsung per la protezione da luce blu,
  • certificazione IPX4 che protegge OPPO Reno 7 dagli schizzi d’acqua,
  • presenza della modalità Game Focus, per aumentare le prestazioni al massimo possibile,
  • batteria è di 4.500 mAh con ricarica rapida SUPERVOOC di 33 watt.

Migliori smartphone gaming di fascia media

Veniamo al gruppo di smartphone gaming che occupano la fascia media.

Potrebbe interessarti:  Che cos'è Echo Auto e come funziona

BLACK SHARK 4

Il BLACK SHARK 4, modello di casa Xiaomi, vale la pena di essere preso in considerazione soprattutto per il suo prezzo.

È a tutti gli effetti un BLACK SHARK, con le stesse particolarità dei modelli top, al netto di un processore leggermente meno recente.

Pubblicità
Pubblicità

Questo smartphone propone:

  • un Qualcomm nella variante Snapdragon 870, con GPU Adreno 650,
  • RAM, a seconda della configurazione, nei tagli 8 GB con 128 GB di memoria di archiviazione,
  • oppure 12 GB di RAM con 128 o 256 GB di memoria ROM,
  • display a 6,7 pollici con 2400×1080 pixel e 394 ppi,
  • pannello AMOLED,
  • frequenza di aggiornamento 144 Hz, con una risposta al tocco 720 Hz,
  • latenza al tocco intorno agli 8,3 ms,
  • supporto a HDR 10+ e contrasto di 5000000:1,
  • da segnalare la presenza dei trigger pop-up, che hanno le stesse funzioni già viste nel BLACK SHARK 5 Pro,
  • batteria con capienza di 4.500 mAh con possibilità di ricarica a 120 W,
  • carica da 0 a 100 in meno di 25 minuti,
  • in confezione, è presente un caricabatterie standard di 67 W,
  • possibilità di avere un accessorio modulare chiamato Funcooler 2Pro, una sorta di ventola che aiuta il SoC a non surriscaldarsi, acquistabile a parte.

realme GT 2 Pro

Il cinese realme GT 2 Pro, ha un prezzo abbordabile, e poco da invidiare ai top di gamma della categoria, almeno in termini di prestazioni:

  • SoC con CPU a 8 core Snapdragon 8 Gen1, ed una GPU Adreno 730,
  • memorie disponibili in due configurazioni diverse, 8 o 12 GB di RAM con 128 o 256 GB di ROM,
  • display eccezionale, ampio 6,7 pollici, coperto da un Gorilla Glass Victus, con risoluzione 2k, ovvero 3216×1440 pixel,
  • 1400 nit per quanto riguarda la luminosità, 525 ppi di densità, 10240 livelli singoli di luminosità e un rapporto di contrasto di 5000000:1,
  • supporto a HDR 10+,
  • ottime le frequenze, in particolare quella di campionamento del tocco che raggiunge i 1000 Hz, ma anche quella delle immagini che raggiunge le frequenze da 1 a 120 Hz in modo adattivo,
  • batteria di 5.000 mAh con una carica di 65 watt che raggiunge il 100% in circa 33 minuti,
  • possibilità di espansione della RAM, che permettere allo smartphone di utilizzare una quantità di memoria di archiviazione come fosse una partizione supplementare della memoria RAM.

A un costo più basso, interessante il modello base: il realme GT 2, anch’esso ottimo smartphone per il gaming.

Le differenze principali nel processore e nella GPU

  • Snapdragon 888 e GPU Adreno 660,
  • differenze nel display, che vanno anche ad abbassare notevolmente il prezzo. I pollici sono 6,63,
  • risoluzione di 2400×1080 pixel,
  • densità che scende a 397 ppi,
  • pannello AMOLED, coperto da un Gorilla Glass 5,
  • frequenza di campionamento del tocco, come l’altro modello, fino a 1000 Hz.

POCO F4 GT

Altro smartphone gaming più economico è il POCO F4 GT:

Pubblicità
Pubblicità
  • SoC di prima categoria, con i Qualcomm Snapdragon 8 Gen1 con la GPU di ultima generazione Adreno 730,
  • memorie disponibili in due configurazioni: 8 GB di RAM con 128 GB di memoria di archiviazione,
  • oppure 12 GB di RAM e 256 di ROM,
  • display con pannello AMOLED e 6,67 pollici ricoperti da un Gorilla Glass Victus,
  • risoluzione è di 2400×1080 pixel con densità di 395 ppi,
  • rapporto di contrasto 5000000:1 e supporto all’HDR 10+ sono punti a favore,
  • il refresh rate raggiunge i 120 Hz,
  • la frequenza di campionamento del tocco supera i 480 Hz,
  • presenza di trigger pop-up sul lato destro dello smartphone, per gestire oltre 1,5 milioni di tocchi,
  • capienza della batteria di 4.700 mAh, suddivisa in due celle da 2.350 mAh,
  • carica Hypercarge a 120 watt che può garantire in circa 18 minuti una carica completa,
  • un caricabatterie a 120 W incluso in confezione.

Della stessa famiglia interessante anche il POCO F4, che presenta differenze, restando tuttavia una valida alternativa:

  • processore Snapdragon 870 accompagnato da Adreno 650,
  • configurazioni: 6 GB di RAM e 128 GB di memoria,
  • oppure un massimo di 8 GB di RAM con 256 GB di memoria di archiviazione,
  • display pressoché lo stesso,
  • batteria, meno capiente, 4.500 mAh ma garantisce una carica a 65 watt completa al 100% in circa 38 minuti.
Potrebbe interessarti:  Come resettare OPPO

Miglior smartphone gaming top di gamma

Veniamo adesso ai prodotti più costosi, ma con caratteristiche tecniche, a di poco eccezionali

REDMAGIC 7 Pro

Il secondo dei smartphone gaming al meglio è il REDMAGIC 7 Pro, caratterizzato da un’incredibile fattura e innovazione.

Il REDMAGIC 7 Pro monta:

  • Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1 a 6g Bit affiancato da una GPU Adreno 730,
  • memoria RAM raggiunge 16 GB di capienza,
  • memoria di archiviazione da 128 GB fino ai 512 GB, non espandibili,
  • display con tecnologie basate sull’azione di elettrodi a onda, che riducono la diffrazione della luce, generata dalle grafiche, generando immagini sempre nitide
  • AMOLED di 6,8 pollici con risoluzione di 2400×1080 pixel e densità di 387 ppi,
  • coperto da un Gorilla Glass 5,
  • frequenza d’aggiornamento intorno ai 120 Hz, modulabili tramite software,
  • frequenza di campionamento del touch, 960 Hz per tocchi con più dita,
  • batteria affidabile e molto capiente, con 5.000 mAh suddivisi in due celle all’interno della scocca,
  • ricarica rapida che supporta i 65 W,
  • presenza di una sorta di powerbank ( per immagazzinare elettricità e ricaricare), chiamata Gan quick charger presente già in confezione, che garantisce una ricarica con il wattaggio dichiarato,
  • notevoli sono anche il sistema di trigger, cioè di tasti touch presenti sul bordo lungo del REDMAGIC 7 Pro, che hanno una frequenza di campionamento di oltre 500 Hz e una velocità di risposta di 8 ms.

Restando nella famiglia dei REDMAGIC, si può prendere in considerazione anche l’acquisto dei modelli leggermente inferiori al top di gamma di Nubia come REDMAGIC 7 e REDMAGIC 6s pro.

Pubblicità
Pubblicità

REDMAGIC 7 ha quasi le stesse specifiche:

  • ad eccezione del sistema di raffreddamento che in questo caso è il sistema ICE 8.0:
  • display con frequenza d’aggiornamento superiore del modello Pro, con 165 Hz.

Il modello 6s pro, ha gli stessi fps del display, mentre per quanto concerne il SoC è leggermente inferiore, montando uno Snapdragon 888 Plus con Adreno 660 e 12 GB di RAM.

BLACK SHARK 5 Pro

Il terzo tra i migliori smartphone gaming, Xiaomi serie BLACK SHARK e cioè il BLACK SHARK 5 Pro:

  • SoC con Snapdragon 8 Gen1 e GPU Adreno 730,
  • memoria, disponibile in due configurazioni: una da 8 GB di RAM e 128 di ROM (memoria di archiviazione) e una più potente di 12 GB di RAM con una memoria di 256 GB. In entrambi i casi, le memorie non sono espandibili,
  • display, definito da Xiaomi E-sports display, è un OLED con contrasto 5000000:1 e supporto a HDR 10+ con densità di pixel 395 ppi,
  • le dimensioni del display sono di 6,7 pollici, la risoluzione è 2400×1080 pixel ed una sua caratteristica è il sistema di Dual Ambient Light Sensors, a 16000 livelli di brillantezza, per gestire al meglio la luminosità del display in ogni condizione,
  • frequenza d’aggiornamento, a 144 Hz,
  • frequenza di campionamento del tocco a 720 Hz,
  • tecnologia Dual Zone, che permette di compiere complessi movimenti con più dita sul display in ogni situazione di gioco,
  • trigger pop-up, posizionati sempre su uno dei lati più lunghi dello smartphone, utili per gestire le luci, flash compreso, o il sovraccarico della RAM, registrare audio o le azioni a schermo, fare screenshot e altro,
  • batteria con una capienza di 4.650 mAh, con Iper ricarica a 120 watt che consente una ricarica rapida in due modalità:
  1. Ultimate, ciclo completabile in circa 15 minuti,
  2. Even, che termina in circa 25 minuti dando anche una mano al sistema generale per la dissipazione.

Della famiglia BLACK SHARK, interessanti anche Xiaomi BLACK SHARK 5 e Xiaomi BLACK SHARK 4 Pro che non presentano moltissime differenze dal top di gamma.

Le differenze sostanziali sono:

Pubblicità
Pubblicità
  • le componenti del SoC., anche se entrambi montano processori ancora all’avanguardia:
  1. il BLACK SHARK 5 base ha un Qualcomm Snapdragon 870 con GPU Adreno 650,
  2. il 4s Pro, uno Snapdragon 888 Plus con Adreno 660,
  • l’altra differenza sostanziale sta nel tipo di pannello del display:
  1. il 5 base monta un AMOLED,
  2. il 4s Pro un Super AMOLED.

Tutti e tre i modelli hanno diversi accessori compatibili, acquistabili a parte, utili sia per il gameplay con dei moduli per i trigger e tasti ulteriori, sia per il raffreddamento con diversi tipi di ventole modulari.

 

 

Condividi su:
Pubblicità

Sai davvero tutto su Whatsapp?

Leggi ora guide e trucchi su come usare al meglio WhatsApp

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia.

Pubblicità
Pubblicità