Al momento stai visualizzando Migliori cuffie true wireless: guida all’acquisto

Migliori cuffie true wireless: guida all’acquisto

Le cuffie true wireless sono degli auricolari bluetooth di nuova generazione, senza fili, in grado di eliminare le interferenze sonore, offrendo un audio potente e pulito.

Nel corso degli anni, le cuffie true wireless hanno avuto una grande espansione, in quanto , consentendo di rispondere a chiamate o ascoltare musica qualsiasi cosa si stia facendo.

Pubblicità

Ci sono auricolari true wireless estremamente economici e poi ci sono i modelli di fascia più alta, che presentano materiali e qualità costruttiva migliori.

Il boom delle cuffie true wireless è avvenuto con gli AirPods di Apple, ma oggi si possono trovare in commercio centinaia di modelli molto diversi, ma con delle caratteritiche comuni:

  • sono piccoli e comodi,
  • privi di cavi,
  • venduti con una custodia di ricarica,
  • una batteria che consente di aumentare, di molto, l’autonomia, grazie ai microfoni integrati.

In questo nostro articolo approfondiremo l’argomento, cercando di farvi orientare nell’acquisto delle migliori cuffie true wireless, in base alle singole personali esigenze.

Pubblicità

Migliori cuffie true wireless economiche (meno di 100€)

Xiaomi Redmi AirDots

Le Redmi AirDots sono celebri cuffie true wireless, prodotte da Xiaomi con Bluetooth 5.0, affidabili e dalla qualità audio abbastanza buona considerando il prezzo di listino. Si abbinano alla sorgente a una distanza massima di 20 metri, sono comodi e decisamente leggeri (pesano appena 4.2 grammi), anche se il formato non si adatta benissimo a tutti i tipi di orecchio.

Ogni auricolare ha:

Pubblicità
  • una batteria da 40 mAh per un’autonomia d’ascolto di massimo 4 ore,
  • la custodia è dotata di una unità di 300 mAh,
  • dispongono di driver da 7,2 mm,
  • si abbinano automaticamente allo smartphone non appena indossati all’orecchio.

Sono dotate di un pulsante fisico multifunzione per ridurre i tocchi falsi e, con un doppio tocco, consentono di richiamare l’assistente vocale del proprio dispositivo. Sicuramente la migliore scelta per chi vuole spendere poco.

HOMSCAM T1C

Questo modello di auricolari HOMSCAM sono tra i più economici e venduti su Amazon. Utilizzano il Bluetooth 5.0, hanno:

  • un raggio d’azione fino a 33 metri,
  • entrambi gli auricolari integrano un microfono,

La batteria integrata garantisce un’autonomia fino a 4 ore di conversazione continua o ascolto di musica con una sola carica, mentre la base magnetica di ricarica da 380 mAh consente di utilizzare gli auricolari fino a 20 ore. Sono progettati per adattarsi comodamente alle orecchie e pesano solo 4.6 grammi ciascuno.

Pubblicità

Soundcore Life P2 Mini

Le Soundcore Life P2 Mini, a prezzo basso, permettono di avere un buon sound. Sono piccole nelle dimensioni con un bublo in silicone e con driver da 10mm.

Ci sono 3 modalità audio con:

  • suono bilanciato,
  • Bass Boost per aumentare i bassi,
  • modalità Podcast per concentrarsi sulle voci.

Pesano solo 4.6 grammi, supportano il Bluetooth 5.2 e possono riprodurre musica per oltre 32 ore con una singola carica, tramite la custodia. Fino a 5 colori diversi.

HUAWEI FreeBuds 4i

Le cuffie true wireless HUAWEI FreeBuds 4i sono belle da vedere ma anche da utilizzare. Tra le caratteristiche:

  1. la cancellazione del rumore intelligente,
  2. fino a 10 ore di autonomia con una singola carica (in soli 10 minuti di carica ci sono 4 ore di ascolto),
  3. driver dinamico da 10mm,
  4. accoppiamento immediato con l’apertura della custodia.

HOMSCAM T13

Cuffie di buona fattura soprattutto in considerazione del prezzo di vendita davvero basso. Si chiamano HOMSCAM T13 utilizzano:

Pubblicità
  • il Bluetooth 5.1,
  • il controllo touch sullo stelo,
  • sono impermeabili IPX5 contro la polvere e contro anche gli schizzi.

Sono comode per l’uso durante gli allenamenti soprattutto per il buono suono stereo che posseggono e anche per l’ergonomia che li rende stabili nell’orecchio. Autonomia fino a 8 ore con una singola carica e addirittura 30 ore con la custodia. Funzionano sia con Android che con iOS.

Cambridge Melomania 1+

Cuffie molto apprezzate a livello sonoro, ma dal costo non esagerato.

Le Cambridge Melomania 1+ utilizzano:

  • il Bluetooth 5.0,
  • offrono una timbrica equilibrata,
  • garantiscono un’autonomia complessiva di ben 36 ore, con 9 ore massimo di durata della batteria integrata negli auricolari.

Pesano solo 4.6 grammi per auricolare e supportano il codec aptX. Inoltre, sono resistenti al sudore, mentre i driver integrati sono anch’essi al grafene. La qualità sonora è assicurata dal brand che lavora ormai da 50 anni in questo settore.

Amazon Echo Buds

Le Echo Buds sono cuffie dal design classico e minimale con una forma tonda e con un bulbo in silicone capace di renderle non solo comode ma anche stabili.

Pubblicità

Posseggono:

Pubblicità
  • driver dinamico da 5.7mm,
  • cancellazione del rumore attiva,
  • certificazione IPX4 contro polvere e acqua.

Sono compatibili con Android e iOS e possono accedere agli assistenti vocali quali Siri, Google e chiaramente Alexa, che permetterà di aiutare l’utente nella scelta dei brani o anche nell’uso di comandi a voce. Infine l’autonomia è di 15 ore con la custodia e di 5 ore con il singolo auricolare (basteranno 15 minuti di ricarica per avere almeno 2 ore di autonomia).

Migliori cuffie true wireless di fascia media (da 100€ a 150€)

Soundcore Liberty 2 Pro

I Liberty 2 Pro sono un altro modello di auricolari prodotti da Soundcore. Disponibili in due diverse colorazioni, sono dotati di:

  • cancellazione attiva del rumore,
  • un driver dinamico da 11 mm.
Potrebbe interessarti:  Come mettere insieme due immagini sul tuo iPhone o iPad

Grazie alla tecnologia HearID, sono in grado di effettuare un’analisi dell’udito e dell’orecchio e creare in modo intelligente il profilo sonoro ideale per l’ascoltatore.

Sono integrati ben 4 microfoni con riduzione del rumore, mentre la batteria di ciascun auricolare garantisce un’autonomia fino a 8 ore di riproduzione estensibili per 4 volte (quindi fino a 32 ore) con la custodia di ricarica.

Pubblicità

Apple AirPods (terza generazione)

Gli Apple AirPods rappresentano un’icona massima della categoria delle cuffie true wireless, descriveremo il modello di terza generazione, che può essere acquistato con la custodia di ricarica con supporto alla tecnologia MagSafe.

La qualità audio è ad altissimi livelli e, grazie al chip Apple H1, sono garantite prestazioni estremamente elevate nell’abbinamento alla sorgente.

E’ supportato:

  • l’audio spaziale con rilevamento dinamico della testa,
  • un sensore di pressione per regolare la resa sonora in base a come vengono indossati e per interrompere automaticamente la riproduzione quando tolti.

Questo modello può abilitare Siri, se abbinato a iPhone o iPad, con il solo uso della voce attraverso la frase “Ehi Siri”, e supporta le gesture per il controllo di chiamate e riproduzione multimediale. L’autonomia è di 6 ore su singola carica e di circa 30 ore includendo la ricarica attraverso la custodia in dotazione.

Consigliati per iPhone o un iPad, perché offrono una possibilità di abbinamento istantaneo, mentre sono un po’ limitati se abbinati a un device Android o Windows.

Pubblicità

Per maggiori informazioni consulta il sito Internet di Apple https://www.apple.com/it/airpods-3rd-generation/ .

Samsung Galaxy Buds+

I Samsung Galaxy Buds+, successori dei Samsung Galaxy Buds, sono gli auricolari true wireless di Samsung che propongono:

  • nuovi altoparlanti dinamici a 2 vie,
  • un driver potenziato rispetto al modello precedente,
  • confermando AKG, uno dei brand più rinomati per quanto riguarda l’audio.

Hanno un formato compatto e, attraverso la tecnologia Ambient Sound,è possibile amplificare l’audio ambientale per sentire cosa sta avvenendo intorno a noi. L’autonomia su una singola carica è di 11 ore, mentre la custodia di ricarica consente l’utilizzo di questi auricolari fino a 22 ore. Con una ricarica di soli 3 minuti è garantita un’autonomia di 1 ora. Sono presenti 3 microfoni, di cui 2 esterni con tecnologia beam-forming che si focalizzano in direzione della voce ed eliminano i rumori esterni. Sono controllabili anche attraverso delle gesture, con ben 4 tocchi personalizzabili. Sono disponibili in diverse colorazioni.

Samsung Galaxy Buds Pro+

Ancora più interessanti sono i Samsung Galaxy Buds Pro+ che si propongono come i veri top di gamma della serie di Samsung.

Permettono di:

Pubblicità
  • Ascoltare la musica senza alcun disturbo dell’ambiente, perché posseggono la cancellazione del rumore attiva con una tecnologia particolare che permette anche di identificare la propria voce in modo automatico e di passare alla modalità conversazione senza dover fare nulla,
  • sono dotati di ricarica wireless oltre che certificazione contro polvere e acqua di tipo IPX7.

Diverse colorazioni e un design minimale tondo.

HUAWEI FreeBuds Pro

Gli HUAWEI FreeBuds Pro sono degli auricolari true wireless di qualità molto elevata, sia per quanto riguarda l’audio, sia per quanto concerne qualità costruttiva e feature implementate.

Sono in grado di:

  • accoppiarsi contemporaneamente a due dispositivi diversi,
  • riconoscere i rumori dell’ambiente, variando la modalità di cancellazione del rumore per garantire un’esperienza di ascolto ottimizzata,
  • c’è il supporto al Bluetooth 5.2.

Per quanto riguarda l’autonomia, possono essere usate per 7 ore consecutive e fino a 30 ore grazie alla custodia di ricarica. Quest’ultima può essere caricata anche via wireless.

Migliori cuffie true wireless di fascia media (da 150€)

JBL Live PRO+

JBL propone i JBL Live PRO+ ossia auricolari con noise cancelling dotati di tecnologia capace di isolare nell’ascolto della musica.

Pubblicità

Sono auricolari classici nel design:

  • con lo stelo touch,
  • con la tecnologia a 3 microfoni oltre allo Smart Ambient che permette di ascoltare i rumori ambientali senza dover togliere la cuffia.

Connessione istantanea allo smartphone con il Dual Connect+ e ancora driver da 11mm dinamici e certificazione IPX4 contro polvere e acqua.

Autonomia fino a 7 ore per auricolare e fino a 21 ore con la custodia. Quattro diverse colorazioni disponibili.

Jabra Elite 7 Active

Per i più sportivi i Jabra Elite 7 Active.

Sono realizzate con una particolare tecnologia, denominata Jabra ShakeGrip, che vede un materiale innovativo soffice al tatto, ma capace di rendere incredibile la presa nell’orecchio. C’è:

Pubblicità
  • la certificazione IP57,
  • cancellazione del rumore,
  • HearThrough per ascoltare i rumori ambientali senza togliere l’auricolare,
  • niente tasti touch ma pulsanti fisici,
  • supporto agli assistenti vocali quali Alexa, Siri e Google Assistant.

L’autonomia raggiunge le 8 ore, con gli auricolari, 30 ore con la custodia e nessun problema nell’accoppiamento visto che supportano il Bluetooth 5.2.

Jabra Elite 7 Pro

I Jabra Elite 7 Pro sono i veri top di gamma della serie di Jabra.

Il design è stato un po’ rivisto rispetto al passato e permette maggiore stabilità e comodità di utilizzo.

Tecnologia con:

  • cancellazione del rumore intelligente,
  • ottimo equalizzatore in app,
  • HearThrough che permette di usare l’auricolare ascoltando l’ambiente circostante,
  • Jabra MultiSensor Voice capace di usare fino a 4 microfoni per le chiamate in movimento.

La batteria permette di avere fino a 8 ore con l’auricolare e fino a 30 ore con la custodia. Si possono usare sia con Android che iOS e supportano tutti gli assistenti vocali quali Alexa, Siri e Google, pesano solo 5.4 grammi.

Pubblicità

LG TONE Free FP9

Unici nel loro genere sono anche gli auricolari LG TONE Free FP9.

Potrebbe interessarti:  Come combinare le foto su Android

Hanno un design con uno stelo classico e con il bulbo in silicone, che li rende stabili nell’orecchio.

Quello che li differenzia dal resto degli altri auricolari è, senza dubbio, il fatto che inseriti nella custodia vengono ripulite del 99,99% dai batteri grazie ad un processo UVnano. Suonano ottimamente con la collaborazione di Meridian che adotta una cancellazione del rumore attiva con driver dinamici ottimizzati per rumori esterni.

C’è:

  • la certificazione IPX4 per usarli anche durante allenamenti o con le intemperie,
  • autonomia elevata, di 10 ore con il singolo auricolare, a cui si aggiungono altre 14 ore con la custodia.

Sony WF-1000XM3

Le Sony WF-1000XM3 sono fra le cuffie true wireless più rinomate per quanto riguarda la qualità audio e la cancellazione attiva dei rumori dell’ambiente circostante.

Pubblicità

Hanno:

  • un’autonomia di 8 ore su singola carica,
  • fino a 3 cariche aggiuntive attraverso la batteria integrata,
  • struttura Tri-hold , con tre punti di appoggio all’orecchio, che garantiscono un’ottima vestibilità,
  • supportano Google Assistant e il pairing rapido via NFC.

Sony WF-1000XM4

Le Sony WF-1000XM4 sono le vere top di gamma della serie di Sony. Sono piene di tecnologia:

  • nuovo processore V1 integrato che permette eliminazione del rumore ancora più sofisticata consumando meno batteria,
  • due microfoni con rilevamento del rumore ad alte prestazioni,
  • driver che aumentano il volume del magnete del 20% migliorando la qualità audio.

Sono particolari nel design e molto comode, grazie a bulbi in silicone morbidi ma elastici. Posseggono:

  • tecnologia LDAC con possibilità di audio Hi-Res,
  • tecnologia per mettere in pausa in automatico la musica e permettere di ascoltare l’ambiente in caso di chiamata,
  • controllo dell’audio adattivo in base al rumore esterno,
  • certificazione IPX4, autonomia di 8 ore per ciascun auricolare con la custodia che ne permette altre 16 di ore di autonomia (5 minuti di carica per 1 ora di uso).

Apple AirPods Pro

Gli Apple AirPods Pro sono i migliori auricolari true wireless che si possono acquistare in questo momento se assediamo un iPhone o un iPad.

Il prezzo non è basso, ma offrono tanto:

Pubblicità
  • abbinamento rapido al dispositivo sorgente,
  • resistenza ad acqua e sudore,
  • compatibilità con Siri attraverso il solo uso della voce,
  • formato in-ear con tre set di gommini in dotazione,
  • diverse tecnologie per il miglioramento del suono.

A differenza degli AirPods, la variante Pro supporta la cancellazione attiva del rumore, attraverso un’articolata tecnologia proprietaria, che consente, anche, di migliorare la qualità audio equalizzando dinamicamente la riproduzione musicale, in base alla forma dell’orecchio dell’indossatore.

L’autonomia ha un massimo di 24 ore attraverso la carica della custodia integrata.

Beats Studio Buds

Per un suono con bassi particolarmente importanti e con tecnologia identica a quella di Apple sono consigliati i Beats Studio Buds.

Il loro design richiama quelli classici e la presenza della b, permette non solo di comandare la musica, ma anche di richiamare l’assistente vocale di Siri.

C’è:

Pubblicità
  • la cancellazione del rumore attiva, con un buon isolamento dall’esterno,
  • processore intelligente Apple H1, per un suono limpido e cristallino,
  • modalità Trasparenza, per far ascoltare rumori esterni senza togliere le cuffie,
  • autonomia fino a 8 ore (con 24 ore totali con custodia),
  • accoppiamento immediato non appena viene estratto dalla custodia l’auricolare.

Diverse colorazioni con il rosso classico Beats.

Beats Fit Pro

Per gli sportivi, se piace la tecnologia Apple e l’audio di Beats, ecco i nuovi Beats Fit Pro. La loro particolarità:

  • avere il chip Apple H1 presente sugli AirPods Pro,
  • la presenza di un’aletta che permette di fissare bene nel padiglione auricolare la cuffia utilizzandola anche in situazioni estreme come sport e allenamenti.

Esteticamente belle da vedere, con quattro diverse colorazioni, con la b sempre in primo piano e con una custodia comoda per il trasporto ma anche per la ricarica delle cuffie. L’autonomia è di 6 ore per l’auricolare e di 24 ore con la custodia.

C’è, inoltre:

  • cancellazione del rumore attiva,
  • modalità Trasparenza per ascoltare l’ambiente senza togliere la cuffia,
  • supporto all’audio spaziale, caratteristica che permette di seguire il movimento della testa durante l’ascolto della musica.

Sennheiser Momentum True Wireless 2

Sennheiser è un affidabile produttore audio e propone gli Sennheiser Momentum True Wireless 2.

Pubblicità

Offrono:

  • buona qualità audio,
  • un form factor riconoscibile ed estremamente sobrio,
  • diverse tecnologie che migliorano l’esperienza d’ascolto.

I driver dinamici da 7 mm creano un suono stereo ottimo con bassi profondi, medi naturali e alti chiari e dettagliati. La cancellazione attiva del rumore (ANC), insieme all’ottimo isolamento del rumore passivo, garantito dagli auricolari, consentono di godere un suono fedele anche in ambienti rumorosi. Con la funzionalità Transparent Hearing è inoltre possibile ascoltare cosa avviene nell’ambiente circostante, mentre l’autonomia è di 7 ore in ascolto e fino a 28 ore grazie alle cariche aggiuntive possibili con la custodia offerta in dotazione. Sono disponibili in diverse colorazioni.

Cosa sono le cuffie true wireless

Per scegliere le migliori cuffie true wireless dobbiamo considerare alcune caratteristiche.

Intanto vediamo la differenza fra gli auricolari wireless e gli auricolari true wireless.

Auricolari wireless:

Pubblicità
  • esistono diversi tipi di auricolari wireless, quasi sempre Bluetooth e, qualche volta, anche con tecnologie Wi-Fi proprietarie,
  • possono essere sia mono che stereo, ma in quest’ultimo caso si collegano fra di loro attraverso un cavo,
  • non possono essere caricati in giro, a patto di portarsi dietro anche un power-bank.

auricolari true wireless:

  • sono pensati per chi sta in giro e non vuole avere problemi di durata della batteria,
  • per lo più sono stereo, cioè due auricolari che non presentano alcun cavo per la connessione,
  • si collegano fra di loro attraverso tecnologie spesso proprietarie (in base al produttore),
  • per la connessione alla sorgente (smartphone, tablet, computer desktop o notebook e molti altri dispositivi) adottano il protocollo Bluetooth a basso consumo energetico,
  • comprendono una custodia.
Potrebbe interessarti:  Miglior TV: guida all’acquisto

Tutti gli auricolari true wireless utilizzano, infatti, una custodia che ha due scopi:

  1. trasportare gli auricolari in giro,
  2. ricaricarli una volta riposti.

Gli auricolari true wireless usano batterie molto piccole che garantiscono solo qualche ora di autonomia ma, grazie alla ricarica dalla batteria della custodia, possono aumentare di molto.

Spesso la custodia è l’unico mezzo per caricare gli auricolari e può essere ricaricata:

  • via cavo (USB Type-C o Lightning, nel caso degli AirPods,
  • via wireless, attraverso gli standard più diffusi, come Qi.

Design e formato in-ear

Il design di un paio di cuffie true wireless è un elemento importate per la scelta.

Pubblicità

Gli auricolari true wireless usano la loro struttura, per posizionarsi nella cavità dell’orecchio, e la loro stabilità è garantita proprio dalla loro particolare forma.

Di solito le migliori cuffie true wireless sono studiate per garantire una migliore vestibilità per tutti gli utenti.

Molti modelli usano il formato in-ear , per garantire un inserimento stabile, presentano degli inserti in gomma che si inseriscono con maggiore profondità nella cavità auricolare.

Questa caratteristica, non solo consente una qualità audio migliore, ma aumenta anche la stabilità degli auricolari, anche quando si usano per correre o per sport in genere.

Occorre prestare attenzione anche al design della custodia di ricarica, in quanto i modelli che hanno custodie di grosse dimensioni e con uno spessore importante, si rendono più difficili al trasporto.

Pubblicità

Autonomia e custodia di ricarica

La custodia di ricarica è una componente fondamentale di ogni paio di cuffie true wireless, infatti, gli auricolari che adottano il formato full wireless sono estremamente compatti e non offrono, dunque, molto spazio per la batteria.

Questo fattore ne diminuisce notevolmente le capacità in fatto di autonomia su singola carica: di solito, gli auricolari più economici offrono 2 o 3 ore di autonomia, i migliori raggiungono le 4 o al massimo le 5 ore con una singola carica, cosicché serve la custodia con batteria.

La custodia di ricarica presenta:

  • un sistema di LED per indicare la carica della batteria integrata,
  • una porta che può essere in vari formati –
  1. le più economiche usano una porta micro-USB, l
  2. le più avanzate la porta USB Type-C con connettore reversibile,
  3. o la porta Apple Lightning.

Alcune custodie di ricarica, spesso quelle dei modelli più costosi, possono essere ricaricate anche attraverso un pad per la ricarica wireless.

Qualità audio e specifiche

Ci sono diversi elementi per determinare la qualità audio di un sistema di cuffie true wireless.

Pubblicità

In base alle preferenze c’è chi preferisce un suono:

  • timbrico ricco di frequenze alte o di frequenze basse, per musica molto ritmata,
  • resa equilibrata, per generi musicali, come la classica.

Diamo delle indicazioni ulteriori per orientarsi meglio:

  • Risposta in frequenza – è il parametro con cui si indica l’estensione audio di un paio di cuffie in relazione alle frequenze che possono riprodurre. Si misura in Hertz (Hz) e spesso va da 20 Hz fino a 20.000 Hz. Quest’ultima è l’estensione percepibile, in media, dall’orecchio umano.
  • Sensibilità – un’elevata sensibilità indica che le cuffie possono raggiungere un livello di pressione acustica elevato, anche se viene applicata una tensione non molto alta. Si misura in decibel, abbreviato dB.
  • Audio Hi-Res – in un paio di cuffie true wireless è molto importante il supporto all’Audio Hi-Res, soprattutto se intendiamo usarle con la musica. Il Bluetooth è un protocollo audio, che utilizza una compressione per riuscire a riprodurre il messaggio audio con la minore latenza possibile. Questo incide nella qualità audio, ma con il supporto all’Hi-Res si limita parecchio la perdita in qualità. Il supporto a questo protocollo garantisce la possibilità di riprodurre l’audio con una risoluzione superiore a 16-bit/44.1 kHz, fino ad arrivare a 24-bit/128 kHz. Un altro codec utilizzato spesso è l’aptX di Qualcomm, che contribuisce a ridurre la latenza nella comunicazione.
  • Canali audio – la musica viene riprodotta spesso in stereo, ovvero con due canali. La stragrande maggioranza delle cuffie true wireless viene venduta in coppia, ma c’è anche la possibilità di usare solo un auricolare (ad esempio per l’ascolto di podcast o per le chiamate telefoniche) in modalità mono.

Noise Cancelling

Il noise cancelling è disponibile solo sui modelli più costosi.

Gli auricolari true wireless con active noise cancelling possono utilizzare i microfoni integrati per registrare i rumori dell’ambiente circostante, in modo da riprodurli con la stessa ampiezza e frequenza, ma con la fase invertita di 180°. Questo consente di riprodurre frequenze che generano un’interferenza distruttiva, impedendo all’ascoltatore di sentire le frequenze riprodotte nell’ambiente circostante.

La riduzione del rumore avviene in questo caso con una tecnologia “attiva”, quindi che richiede l’uso di una parte elettronica e di un software per funzionare, ma ci sono anche tecniche passive di riduzione del rumore. Una di queste, ad esempio, è l’uso di materiali adatti allo scopo, come i gommini degli auricolari in-ear. Questi riducono i rumori, ma non sono efficaci come le tecniche active noise cancelling (ANC).

Microfoni e gesture

Tutte le cuffie true wireless hanno almeno un microfono per cuffia. Questa componente può essere utilizzata sia per le conversazioni telefoniche, o via servizi online come Facebook Messenger, Skype, WhatsApp, sia per dialogare con le stesse cuffie. Molti modelli, infatti, possono “rispondere” a domande, dubbi e quesiti attraverso l’uso di un assistente virtuale, come Assistente Google (su Android) o Siri (su device Apple).

Per usare un assistente virtuale è naturalmente necessario l’abbinamento (o pairing) con una sorgente che ha un assistente virtuale configurato e pronto per l’uso.

Alcuni modelli supportano anche la possibilità di richiamare in ogni momento l’assistente virtuale, attraverso l’uso della voce, ad esempio pronunciando delle brevi frasi come “Ehi, Siri“, “Ok, Google” oppure semplicemente “Alexa“, nel caso dell’assistente vocale di Amazon.

Gli auricolari true wireless sono spesso controllabili anche attraverso delle gesture applicabili sulla parte esposta dell’auricolare, quando sono utilizzati. I controlli possono avvenire attraverso il tocco, se la parte esposta ha un touch-pad capacitivo, o attraverso un eventuale sensore accelerometro presente negli auricolari che individua lo spostamento dovuto al tocco e abilita il comando specifico.

Alcuni modelli dispongono anche di sensori di prossimità per individuare quando vengono indossati o rimossi, in modo da sospendere la riproduzione, non appena vengono allontanati dalla cavità auricolare.

Condividi su: