Migliori cuffie Bluetooth: guida all’acquisto

da | Consigli acquisti, smartphone e tablet

Una cuffia bluetooth è una cuffia wireless, cioè senza fili, che riceve i dati tramite il bluetooth, spesso abbreviato in BT, lo standard tecnico-industriale di trasmissione dati per reti personali senza fili (WPAN: Wireless Personal Area Network). Questa tecnologia venne simbolicamente chiamata così per il soprannome di un re vichingo, capace di unificare il frammentario regno di Danimarca. Le cuffie wireless funzionano connettendosi, o accoppiandosi, con un dispositivo che desideriamo utilizzare, tramite un segnale radio o infrarosso e, molti dispositivi, utilizzano la tecnologia Bluetooth per rendere la connessione più semplice per l’utente.

Scopo di questo articolo è quello di aiutarvi e consigliarvi nella scelta di un paio di cuffie Bluetooth adatto alle vostre esigenze e, per questa ragione, la prima parte del testo sarà dedicata a quelle che sono le caratteristiche principali di cui tenere conto, nel momento del loro acquisto e cioè, tra le altre: il formato, il raggio di azione, l’autonomia, il microfono e così via.

Pubblicità
Pubblicità

Faremo una panoramica sulle migliori cuffie Bluetooth disponibili da acquistare, suddividendole per prezzi tra: fascia economica, fascia media e fascia alta. Non potremo certo dare una classifica completa di tutte le migliori cuffie senza fili esistenti, ma cercheremo ugualmente di fornire una documentazione esauriente dei molteplici modelli validi, attualmente esistenti sul mercato.

Come scegliere le cuffie Bluetooth

Veniamo allora alla disamina delle principali caratteristiche tecniche da prendere in considerazione prima di acquistare un paio di cuffie Bluetooth.

Formato

Le cuffie sono diverse per:

Pubblicità
Pubblicità
  • dimensioni,
  • peso,
  • formato.

I formati più diffusi sono quelli on-ear (sovraurale), con i cuscinetti che si poggiano direttamente sulle orecchie e over-ear (circumaurale), in cui i cuscinetti avvolgono completamente l’orecchio. Le cuffie on-ear sono più leggere e compatte, quelle over-ear sono più pesanti, ma assicurano un maggiore isolamento dai rumori esterni.

Le cuffie, poi, si distinguono in:

  • chiuse,
  • semiaperte,
  • aperte.

Le cuffie chiuse isolano di più i rumori provenienti dall’ambiente ma possono risultare scomode dopo un lungo utilizzo, mentre quelle aperte e semi-aperte sono più comode e offrono un suono più vasto, ma isolano meno dai rumori esterni.

Canali audio e Surround virtuale

Le cuffie possono supportare due o più canali audio. Quelle maggiormente diffuse sono di tipo stereo: hanno due speaker, uno per il canale sinistro e uno per il canale destro, e sono particolarmente adatte per ascoltare musica.

Altri tipi di cuffie sono adatte per il gaming e per la visione di film, comprensive della funzione surround virtuale, cioè del software che imita e tenta di eguagliare l’audio a 5.1, 7.1 o 9.1 canali, utilizzando due speaker ed assicurando un suono più “spazioso”.

Pubblicità
Pubblicità

Esistono anche delle cuffie 5.1 o 7.1 reali, che includono rispettivamente quattro e cinque speaker per orecchio, ma sono più costose e rare di quelle virtuali.

Versione Bluetooth supportata

Le cuffie wireless supportano diverse generazioni di Bluetooth (es. 4.0, 4.1 o 4.2), quelle che sostengono la versione più recente dello standard Bluetooth sono le migliori:

  • consumano meno energia,
  • assicurano meno problemi di interferenze con altri segnali wireless.

Le cuffie dotate di supporto alla tecnologia multipoint si possono abbinare contemporaneamente a due o più device.

Raggio d’azione

Il raggio d’azione delle cuffie Bluetooth è quasi sempre di una decina di metri e, quelle, che supportano le ultime generazioni di Bluetooth di solito offrono un raggio d’azione più ampio. Controllare, comunque, al momento dell’acquisto il raggio d’azione preciso.

Supporto NFC e Apple W1 / H1

Le cuffie Bluetooth possono essere dotate di chip che rendono più semplice l’abbinamento con dispositivi quali smartphone, tablet e computer.

Pubblicità
Pubblicità

Ci sono le cuffie:

  • con chip NFC ,si possono abbinare a smartphone e tablet con un semplice contatto fisico, se questi device hanno lo stesso chip NFC,
  • con chip Apple W1 o Apple H1, tipo le Beats, che consentono un abbinamento istantaneo con iPhone, iPad, Mac e Apple TV e la sincronizzazione automatica con tutti i device connessi al proprio ID Apple. Le cuffie, una volta abbinate a un iPhone o un iPad, risultano immediatamente disponibili anche su Mac e altri dispositivi Apple associati allo stesso ID utente. Il tutto senza compiere altre operazioni di accoppiamento.
Potrebbe interessarti:  Che cos'è Echo Auto e come funziona

Le W1 e H1 sono differenti tra di loro: Apple H1 è più moderno, con prestazioni superiori nell’abbinamento e un’autonomia superiore soprattutto in chiamata. Al momento, però, non sono presenti sul mercato cuffie con il chip H1, ma solo con W1.

Autonomia

Tutte le cuffie Bluetooth vanno a batteria, quindi occorre verificare il loro grado di autonomia, sia in uso che in stand-by, e i suoi tempi di ricarica, molte cuffie Bluetooth possono essere usate anche senza batteria, tramite il classico cavo con attacco da 3,5 mm.

Microfono e controlli

La maggior parte delle cuffie Bluetooth dispone di microfono e di controlli:

  • il microfono permette di rispondere alle chiamate e di comunicare con gli assistenti virtuali tipo Siri,
  • i controlli servono per regolare il volume, comandare la riproduzione musicale e gestire le chiamate.

Sia il microfono che i controlli sono posizionati su uno dei padiglioni delle cuffie ma, non tutti, sono compatibili con ogni smartphone, quindi è bene controllare anche questo aspetto.

Pubblicità
Pubblicità

Riduzione del rumore

Per isolarsi completamente dai rumori esterni bisogna acquistare un paio di cuffie dotate di tecnologia attiva per la cancellazione dei rumori, che riesce a silenziare anche i rumori più forti, ma costano molto e hanno bisogno di più energia per funzionare. Difatti vanno tutte a batteria e utilizzandole via cavo, senza accenderle, non permettono di sfruttare la riduzione attiva del rumore.

Supporto aptX e Hi-Res audio

Se teniamo molto alla qualità del suono, è consigliabile acquistare delle cuffie dotate di aptX e Hi-Res audio.

  • AptX è un codec audio che permette di effettuare lo streaming della musica a 24 bit, quindi con una qualità maggiore rispetto a quella garantita dalla classica trasmissione Bluetooth. Per sfruttarlo, anche lo smartphone o qualsiasi altro dispositivo, usato come sorgente dell’audio, deve supportare tale tecnologia.
  • L’Hi-Res Audio, invece, è una tecnologia che consente alle cuffie di riprodurre la musica a 24 bit/96 kHz: una qualità maggiore di quella dei CD audio che invece è di 16 bit/44,1 kHz.

Qualità del suono

Prima di acquistare un paio di cuffie Bluetooth, non è male saperne di più anche attraverso delle recensione e provandole materialmente per capire come riproducono il suono.

Se, cioè, riescono a restituire un suono equilibrato su tutte le frequenze o se prediligono alcune frequenze (es. i bassi) a scapito di altre.

Dobbiamo tener conto dei seguenti parametri tecnici.

Pubblicità
Pubblicità
  • Risposta in frequenza – l’intervallo di frequenze coperto dalle cuffie che si misura in Hz, l’orecchio umano percepisce le frequenze che vanno da 20 a 20.000 Hz. e più l’intervallo è ampio, più fedele risulta il suono riprodotto dalle cuffie.
  • Impedenza – è la resistenza esercitata dalle cuffie sul segnale audio. Viene misurato in Ohm (Ω) e più alto è, più è alta la qualità del suono. Per usarle occorre avere dispositivi sorgenti dell’audio (es. smartphone e tablet) con un grado di impedenza simile. C’è inoltre da sapere le cuffie con un’alta impedenza hanno un volume massimo più basso, rispetto a quelle con un’impedenza più bassa.
  • Sensibilità (o pressione) – si tratta della pressione acustica espressa dalle cuffie in relazione alla tensione applicata (2,83 volt ascoltando a 1m di distanza). Viene espresso in dB e indica il volume massimo delle cuffie, senza distorcere il suono.
  • Driver – sono i trasduttori che si occupano di convertire il segnale elettrico in onde sonore. Le dimensioni più grandi assicurano una migliore resa sonora, soprattutto per quanto concerne i bassi. Solitamente sono realizzati in neodimio, un materiale leggero che trattiene a dovere il segnale audio. Le cuffie con più driver sono quelle che offrono una fedeltà del suono maggiore.

Supporto alle app

Alcuni modelli di cuffie Bluetooth si possono comandare tramite app per smartphone, con cui impostare l’equalizzazione, ottenendo l’ascolto ed il suono più adatti.

Quali cuffie Bluetooth comprare

Considerato tutto ciò vediamo adesso quali sono le migliori cuffie Bluetooth disponibili in varie fasce di prezzo.

Migliori cuffie Bluetooth economiche (fino a 70 euro)

OneOdio A70

Le OneOdio A70 sono eccellenti cuffie over ear, pensate per DJ e appassionati di musica, che cercano sonorità profonde e corpose.

Funzionano sia in modalità wireless che via cavo e sono dotate di:

  • connettività Bluetooth 5.2, lo standard più recente, che assicura un abbinamento molto rapido con smartphone, tablet, TV e altri dispositivi compatibili,
  • autonomia che arriva fino a 72 ore per carica,
  • due cavi:
    1. uno standard da 1,5m con spina da 3.5mm e microfono in-line,
    2. uno dual-duty da 2,8m con spine da 6,35 mm e 3,5mm, ottimo per collegare dispositivi come smartphone e tablet a impianti stereo o sistemi di speaker, con il cavo dual-duty è si possono accoppiare due paia di cuffie tra di loro e condividere l’audio,
  • tecnologia CVC 8.0 per la riduzione del rumore inclusa nel microfono,
  • sistema jack lock che impedisce le disconnessioni accidentali dei cavi.
Potrebbe interessarti:  Come nascondere le notifiche sulla schermata di blocco di Android

Le OneOdio A70 presentano:

Pubblicità
Pubblicità
  • un design ergonomico pieghevole, con i padiglioni che si piegano di 90 gradi,
  • ampi padiglioni in pelle artificiale con cuscinetti in memory foam, comode e traspiranti,
  • ottimo isolamento acustico,
  • driver da 40mm, per godere di bassi potenti e corposi,
  • impedenza di 32 ohm,
  • sensibilità di 110dB + — 3dB,
  • frequenza di trasmissione di 2402 MHz-2480 MHz,
  • potenza massima di 300 mW.

Sono le cuffie ideali per mixare e lavorare in studio, ma anche per ascoltare la propria musica preferita in ottima qualità. Disponibili in varie colorazioni, le OneOdio A70, vengono fornite complete di cavo di ricarica USB, sacchetto per il trasporto e manualistica.

Per maggiori informazioni si può consultare il sito ufficiale.

Sony WH-CH510

Il catalogo delle cuffie Sony è estremamente vasto, ma per avere un paio di cuffie Bluetooth dal prezzo contenuto si possono provare le WH-CH510.

Hanno:

  • un bel design on-ear, pieghevoli,
  • un’autonomia di 35 ore,
  • driver da 30 mm,
  • una risposta in frequenza di 20-20.000 Hz,
  • peso di circa 130 grammi,
  • il microfono e i controlli sul padiglione.

Philips H4205BK/00

Philips propone delle cuffie, economiche, ma con un buon rapporto qualità-prezzo.

Pubblicità
Pubblicità

Tra i suoi prodotti, sotto la soglia dei 70 euro, c’è il modello chiamato H4205BK/00.

Presenta:

  • un design on-ear, con stanghetta regolabile e conchiglie ripiegabili e morbide,
  • driver da 32 mm,
  • tasto Bass Boost, per ottenere bassi potenti a comando,
  • tasto multifunzione, per gestire musica e chiamate,
  • 29 ore di riproduzione musicale.

JBL Tune500BT

Tra le proposte più interessanti di JBL c’è Tune500BT:

  • un paio di cuffie on-ear con microfono,
  • comando remoto a un pulsante sul padiglione e design pieghevole,
  • driver da 32 mm, per un’ottima riproduzione dei bassi,
  • una risposta in frequenza di 20-20.000 Hz,
  • un’autonomia di 16 ore,
  • la ricarica veloce e la batteria ricaricabile in 2 ore.

Panasonic RP-HTX80B

Le Panasonic RP-HTX80B sono cuffie Bluetooth di tipo over-ear, dallo stile raffinato e retro, che propongono:

  • unità driver da 40 mm e magnete al neodimio,
  • un suono particolarmente potente grazie agli alloggiamenti a cupola,
  • un filtro acustico di controllo dei bassi, per riprodurre un suono definito e dinamico,
  • un microfono e i padiglioni morbidi,
  • autonomia di circa 150 minuti di riproduzione musicale con la ricarica rapida di 15 minuti,
  • circa 24 ore di riproduzione continua con la ricarica completa.

Migliori cuffie Bluetooth di fascia media (tra 70 euro e 180 euro)

Mixcder E9

Fra le cuffie Bluetooth sopra i 70 euro, si possono consigliare le Mixcder E9.

Pubblicità
Pubblicità

Hanno:

  • driver da 40 mm,
  • connettività Bluetooth 5.0,
  • tecnologia di cancellazione attiva del rumore,
  • batteria fino a 35 ore di autonomia,
  • cavo AUX fornito in dotazione, per l’utilizzo cablato,
  • pieghevoli, con telaio ergonomico e padiglioni con cuscinetti in ecopelle di alta qualità.

Jabra Elite

Le soluzioni di Jabra, per la fascia media del mercato, sono interessanti, tipo il modello Elite che ha:

  • un design on-ear semplice ma ben realizzato e disponibile in varie colorazioni,
  • cerchietto regolabile,
  • altoparlanti da 40 mm,
  • padiglioni con cuscinetti in memory foam,
  • due microfoni integrati,
  • controlli per gestire chiamate e musica,
  • autonomia dichiarata di 50 ore.
Potrebbe interessarti:  Migliori autoradio Bluetooth: guida all’acquisto

Sony WH-CH700

Arriviamo ad un altro paio di cuffie Bluetooth Sony: le WH-CH700.

Integrano:

  • un sistema attivo per la riduzione dei rumori esterni,
  • compatibilità NFC,
  • supporto aptX,
  • controlli sul padiglione e microfono,
  • autonomia di 35 ore in uso,
  • driver a cupola da 40 mm,
  • risposta in frequenza pari a 7-22.000 Hz, spente via cavo,
  • impedenza di 22 Ohm o 48 Ohm, a seconda se accese o spente, via cavo.

Sennheiser HD 450BT

Le Sennheiser HD 450BT, sono un altro paio di cuffie Bluetooth di eccellente qualità e che si contraddistinguono per l’ottimo rapporto qualità-prezzo.

Pubblicità
Pubblicità

Hanno:

  • un design di tipo over-ear,
  • tecnologia per la cancellazione del rumore di tipo attiva,
  • supporto ai codec wireless di alta qualità, i
  • AAC e AptX, a bassa latenza,
  • pulsante Voice Assistant per interagire con gli assistenti vocali Siri e Google Assistant,
  • batteria della durata di 30 ore, con il supporto alla ricarica rapida.

Migliori cuffie Bluetooth di fascia alta (oltre 180 euro)

Beats Solo Pro Wireless

Le Beats Solo Pro Wireless sono fra le migliori cuffie Bluetooth, disponibili attualmente nel catalogo di Beats.

Hanno:

  • un design pieghevole e sono di tipo on-ear,
  • isolamento dai rumori circostanti, grazie alla cancellazione del rumore attiva,
  • modalità Trasparenza, che consente di percepire ciò che accade nell’ambiente circostante durante l’ascolto,
  • presenza del chip Apple W1, con cui è possibile associarle ad iPhone e altri device della mela con un singolo tap, ritrovandole poi associate a tutti i dispositivi collegati al medesimo ID Apple,
  • lunga autonomia: fino a 40 ore con cancellazione del rumore disattivata,
  • microfono e controlli sul padiglione.

Bose QuietComfort 35 II

Le Bose QuietComfort 35 II sono delle cuffie che offrono:

  • un sistema di cancellazione del rumore estremamente efficace,
  • un’autonomia di 20 ore,
  • l’autonomia diventa di 40 ore, con un utilizzo via cavo, mantenendo la funzione di cancellazione dei rumori attiva,
  • l’NFC e pairing a più device,
  • qualità audio equilibrata tipica di Bose,
  • l’assistente virtuale Alexa,
  • possibilità di sfruttare Siri e Google Assistant se collegate allo smartphone.

Sony WH-1000XM4

Le Sony WH-1000XM4 sono considerate da molti le migliori cuffie Bluetooth, con sistema attivo per la riduzione del rumore, disponibili attualmente sul mercato in questa fascia di prezzo.

Pubblicità
Pubblicità

Sono girevoli e pieghevoli, e offrono:

  • driver da 40 mm con magnete al neodimio,
  • range di frequenze pari a 4-40.000 Hz,
  • Hi-Res Audio,
  • tecnologia LDAC, con cui avere un trasferimento del flusso audio fino a 990 kbps,
  • autonomia è di circa 30 ore con cancellazione del suono ambientale attiva,
  • microfono e controlli per chiamate e musica. G

Grazie al loro design circumaurale assicurano il massimo grado di immersione nel suono, con la struttura che complessivamente pesa circa 250 grammi.

Sono inoltre dotate di una funzione smart, che attiva lo spegnimento automatico, quando le cuffie non vengono indossate e sfruttano il sistema Speak-to-Chat, che ferma la riproduzione musicale quando ci si rivolge a qualcuno.

Apple AirPods Max

Le Apple AirPods Max sono cuffie costose ma di qualità elevatissima con:

  • due chip Apple H1 integrati,
  • qualità dei componenti utilizzati,
  • driver da 40mm all’interno di padiglioni in alluminio spazzolato,
  • un telaio in acciaio e tessuto traspirante per cuscinetti e archetto,
  • la possibilità di elaborazione computazionale dell’audio attraverso ben 20 core dedicati,
  • la cancellazione del rumore ambiente (ANC) in modalità attiva,
  • la modalità Trasparenza per sentire i suoni ambientali,
  • equalizzazione e modulazione dinamica delle frequenze e del posizionamento dei suoni in film e serie TV,
  • cinque i colori disponibili: Grigio siderale, Argento, Verde, Celeste e Rosa.
Condividi su:
Pubblicità

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina Facebook per rimanere informato sui nostri ultimi articoli del sito e conoscere sempre meglio il mondo della tecnologia. Ci seguono già 25.000 persone che aspetti.

Seguici su Telegram

Segui il nostro gruppo Telegram gratis per ricevere i nuovi articoli del sito e conoscere sempre meglio il mondo della tecnologia.

Pubblicità
Pubblicità