Miglior smartwatch: guida all’acquisto

da | Consigli acquisti, smartphone e tablet

Lo smartwatch è un oggetto ad alta tecnologia, da portare al polso, sia per visualizzare l’ora, che per utilizzare le altre numerose funzioni, simili a quelle di uno smartphone.

Uno smartwatch, non è un orologio. ma un dispositivo smart con altre funzionalità oltre il semplice cronometraggio.

Pubblicità
Pubblicità

Necessita di una ricarica frequente, deve essere connesso ad uno smartphone ed interagire con esso.

Molti smartwatch eseguono applicazioni e funzionano come lettori multimediali portatili, offrendo riproduzione di radio FM, audio, e file video attraverso un auricolare Bluetooth. Comprendendo anche:

  • fotocamera,
  • accelerometro,
  • termometro,
  • cardiofrequenzimetro,
  • altimetro,
  • barometro,
  • bussola,
  • cronografo,
  • calcolatrice,
  • cellulare,
  • navigazione GPS,
  • tanto altro.

Tutte le più grandi aziende del settore hi-tech stanno puntando sugli smartwatch e ne esistono di tutti i tipi: quadrati, circolari, eleganti, sportivi, economici, di lusso ecc.

Pubblicità
Pubblicità

In questo articolo cercheremo di capire quali sono i migliori smartwatch attualmente in commercio, spiegando se sono, o meno, compatibili con tutti gli smartphone, qual è la loro autonomia media e così via.

Come scegliere uno smartwatch

Prima di acquistare uno smartwatch occorre valutare ed analizzare le suee caratteristiche, da quelle hardware a quelle software.

Vediamo quali.

Sistema operativo e compatibilità

Gli smartwatch non son tutti uguali.

Possono avere sistemi operativi differenti e ciascun sistema operativo è in grado di comunicare con modelli di smartphone differenti.

Pubblicità
Pubblicità

E sono:

  • Wear OS – è la versione di Android ottimizzata per gli smartwatch (e più in generale per i dispositivi indossabili), e sostituisce il “vecchio” Android Wear. Funziona con tutti gli smartphone equipaggiati con Android 4.4 o successivi. È in grado di comunicare anche con iPhone, ma in maniera molto limitata. Attualmente sono pochi gli smartwatch con Wear OS a supportare ufficialmente iOS, e anche questi ultimi hanno accesso a funzioni limitate rispetto ad Apple Watch (o ad Android Wear su smartphone Android). Esistono anche alcuni smartwatch che montano una versione personalizzata di Android, che non è propriamente Wear OS. Se vogliamo comprare uno smartwatch con Wear OS occorre, quindi, avere, uno smartphone Android.
  • WatchOS – è il sistema operativo di Apple Watch. Funziona solo con iPhone 5 e successivi. Acquisto per possessori di telefoni Apple.
  • Altri sistemi operativi – esistono anche smartwatch equipaggiati con sistemi operativi alternativi a Wear OS e WatchOS, tipo gli orologi di Samsung che sono equipaggiati con Tizen OS: un sistema operativo compatibile con tutti i dispositivi animati da Android 4.4 e successivi.

Display quadrato o circolare

Gli smartwatch possono avere un quadrante circolare o quadrato.

La scelta data dal gusto personale, considerando che:

  • quelli circolari sono più eleganti, in quanto più simili agli orologi tradizionali,
  • quelli quadrati sono un po’ più comodi da usare.

Occorre considerare il rapporto dimensioni-peso dello smartwatch e il tipo di interazione che si può avere con esso.

Lo schermo, touch, non è l’unico mezzo attraverso il quale si può interagire con gli smartwatch; gli smartwatch si possono comandare anche tramite dei tasti, messi ai loro lati, e/o tramite la ghiera posta intorno al loro schermo.

Pubblicità
Pubblicità

La comodità d’uso è data dall’insieme di questi elementi e dal sistema operativo con cui è equipaggiato lo smartwatch, non solo dalla forma dello schermo.

Altra cosa importante da sapere è che i display degli smartwatch possono essere basati su varie tecnologie.

La maggior parte di essi sono di tipo:

  • OLED/AMOLED,
  • oppure LCD

Gli schermi OLED/AMOLED assicurano una buona autonomia e un ottimo rapporto di contrasto degli elementi visualizzati , ma possono risultare un po’ meno visibili sotto la luce del sole rispetto a quelli LCD.

Sul mercato è possibile, anche, trovare degli smartwatch con display e-paper, come quelli degli ebook reader, che assicurano un’autonomia importante, ma hanno delle applicazioni molto meno funzionali, rispetto a quelle degli smartwatch con display OLED o LCD.

Pubblicità
Pubblicità

Conviene descrivere anche display always on:

  • molti smartwatch sono equipaggiati con dei display che non risultano sempre accesi: si accendono solo quando l’utente porta il braccio verso il volto o fa un “tap” sul quadrante,
  • altri modelli di smartwatch, invece, hanno dei display che sono “always on”, quindi sono sempre accesi, mostrano sempre l’ora e appaiono molto più simili agli orologi tradizionali.

La modalità always on è generalmente a basso consumo, di conseguenza non incide troppo sull’autonomia degli smartwatch.

Funzionalità, sensori e personalizzazione

Prima di scegliere uno smartwatch, dobbiamo essere certi delle funzioni di cui abbiamo bisogno.

Per gli sportivi saranno utili:

  • il contapassi,
  • il rilevamento del battito cardiaco.

Se vogliamo tenere lo smartphone sempre in tasca verificare che ci sia:

Pubblicità
Pubblicità
  • la possibilità di effettuare chiamate e dettare messaggi all’orologio, quindi che abbia microfono e altoparlante integrati,

Se vogliamo ricevere o effettuare chiamate, in maniera indipendente rispetto allo smartphone, controllare che ci sia:

  • uno slot per le SIM.

Se serve un dispositivo resistente alle intemperie verificare che lo smartwatch sia impermeabile e resistente a urti/graffi.

Quindi, oltre a considerare il prezzo o il design, prima di acquistare uno smartwatch, occorre controllare bene tutte le specifiche tecniche e non tralasciare nemmeno i dettagli apparentemente più insignificanti, come ad esempio le misure e la varietà dei cinturini di ricambio.

Da tenere altamente in considerazione sono anche:

  • l’autonomia della batteria,
  • la potenza del processore,
  • la memoria interna dello smartwatch.
  • L’autonomia della batteria è quasi sempre compresa fra 1-2 giorni, ma ci sono diverse variabili che possono influire, in maniera positiva o negativa, sulla durata effettiva dell’orologio,
  • la potenza del processore significa la velocità dello smartwatch nell’aprire le app e gestire le sue funzionalità principali,
  • una buona quantità di memoria interna (lo storage, non la RAM), può servire per salvare della musica sull’orologio e ascoltarla durante le attività sportive, senza portarsi lo smartphone dietro.

Se vogliamo tracciare le attività sportive e/o i percorsi che effettuiamo, senza portare lo smartphone dietro:

Pubblicità
Pubblicità
  • acquistare uno smartwatch dotato di GPS, che però influisce in maniera pesante sull’autonomia dell’orologio.

Smartwatch vs Smartband

Se siamo interessati soprattutto alle funzioni legate al fitness, anziché uno smartwatch si potrebbe acquistare una smartband.

Le smartband hanno prezzi medi inferiori a quelli degli smartwatch e in molti casi hanno funzioni simili:

  1. mostrano l’orario,
  2. ricevono le notifiche dal cellulare.

Esistono, poi, degli smartwatch focalizzati principalmente sulle attività sportive che hanno:

  1. GPS,
  2. contapassi,
  3. cardiofrequenzimetro,
  4. barometro,
  5. altri sensori utili integrati all’interno.

Vengono comunemente detti sportwatch e possono essere associati a diversi accessori esterni, per vari i tipi di sport e diversi programmi di allenamento.

Quale smartwatch comprare

Dopo aver preso in considerazione tutto ciò, facciamo adesso una disamina dettagliata sui vari modelli, per capire quale possa essere il miglior smartwatch per noi.

Pubblicità
Pubblicità

Miglior smartwatch economico (max 100 euro)

Xiaomi Mi Band 4 (smartband)

La Xiaomi Mi Band 4 è un punto di riferimento fra i braccialetti smart economici, e racchiude tutto l’essenziale, in una forma compatta, rivolta a tutte le tipologie di utente. Rispetto ai modelli precedenti del marchio, guadagna un display AMOLED a colori decisamente più luminoso, e offre il monitoraggio cardiaco e delle attività sportive più diffuse, come corsa e nuoto. Resiste all’acqua fino a 50 metri di profondità, conta i passi lungo tutta la giornata e monitora anche il sonno. È disponibile una modalità non disturbare, una funzione per controllare la musica direttamente al polso e l’autonomia dichiarata è di 20 giorni. Si collega allo smartphone via Bluetooth 5.0 ed è compatibile sia con Android sia con iOS.

Xiaomi Mi Band 5 (smartband)

Spendendo solo un po’ di più si comprare la Xiaomi Mi Band 5. Qui troviamo uno schermo touch-screen da 1,1″, realizzato con tecnologia AMOLED, e diverse modalità di monitoraggio delle attività quotidiane e sportive. Si tratta di un punto di riferimento nella categoria e, rispetto al precedente modello, ha un display del 20% più ampio, presentando una migliore lettura delle notifiche e dei dati su schermo, e i cinturini ufficiali sono disponibili in sei colorazioni. Fra le modalità sportive riconosciute ne abbiamo 11, fra cui corsa, yoga, ellittica, ciclismo, nuoto, cyclette e molto altro. Presenti, inoltre, cardiofrequenzimetro, analisi del sonno, tracciamento del ciclo mestruale, e modalità di ricarica magnetica, senza dover estrarre il bussolotto dal cinturino, come avveniva nei vecchi modelli. L’autonomia è uno dei suoi punti di forza.

Potrebbe interessarti:  Come eliminare account Fitbit

Honor Band 5 (smartband)

Fra i migliori modelli di orologi smart, o per meglio dire braccialetti, C’è la Honor Band 5, progettata dal brand sussidiario di Huawei. Questo modello offre una sovrabbondanza di modalità di analisi dei dati sulle attività fisiche, sportive e sul sonno, il tutto in abbinamento all’app dedicata di Huawei e ad altre sue tecnologie. Nello specifico fra le funzionalità di questo braccialetto abbiamo: monitoraggio in tempo reale 24h della frequenza cardiaca (anche di notte, a infrarossi), algoritmi di ottimizzazione per la lettura delle attività di allenamento, tutorial per affrontare al meglio gli allenamenti e per avere uno stile di vita sano, e anche notifiche dallo smartphone abbinato, sveglie a vibrazione, timer, calcolo della velocità e della distanza e moltissimo altro. Per quanto riguarda il display è inserito un AMOLED a colori, delle dimensioni di quasi 1 pollice, mentre l’autonomia può raggiungere anche i 20 giorni di utilizzo.

Huawei Band 3 Pro (smartband)

Fra le smartband ad uso sportivo più interessanti c’è la Huawei Band 3 Pro, dotata di display AMOLED a colori da 0.95″ e modulo GPS integrato, per monitorare con precisione le attività compiute all’aperto. Dispone di una tecnologia con intelligenza artificiale per il monitoraggio del sonno (TruSleep) e ha una resistenza all’acqua per 5 ATM. L’autonomia dichiarata è di 12 giorni di uso normale e fino a 7 ore con uso continuo del GPS, e non manca la possibilità di stimare il valore del VO2 max e i tempi di recupero necessari. Abbinandolo ad uno smartphone riceve tutte le sue notifiche e può essere sincronizzato per l’uso di alcune funzionalità.

Huawei Band 4 Pro (smartband)

La Band 3 Pro ha anche un successore, la Huawei Band 4 Pro, anche questa una smartband con modulo GPS integrato. Questo modello può disporre di tecnologie più moderne rispetto al predecessore, come ad esempio il display a colori touch-screen, sempre da 0,95″ e non manca la resistenza ai liquidi (fino a 5 ATM). Tutti i dati raccolti delle attività di fitness e di quelle sportive possono essere sincronizzati con uno smartphone Android e con iPhone e, secondo il produttore, si arriva ad un massimo di 7 ore di autonomia con l’uso del GPS integrato. Oltre all’analisi del sonno e delle attività giornaliere, questo modello comprende la misurazione del livello di saturazione dell’ossigeno (SpO2) nel sangue.

Pubblicità
Pubblicità

Garmin Vivosmart 4 (smartband)

Questo prodotto di Garmin è pensato per gli amanti dello sport: si tratta di una smartband proposta con cinturini di misura diversa. Ha il sensore cardio al polso per monitoraggio del cuore, anche nel sonno, e l’autonomia dichiarata dal produttore è di un massimo di 7 giorni continui. Il piccolo display integrato è touch, per un modello che supporta anche le notifiche dello smartphone abbinato. Fra le funzionalità presenti abbiamo anche il sensore pulse ox, che analizza la stima della saturazione di ossigeno nel sangue, stima del vo2 max e anche dell’energia presente nel corpo. Può essere usato anche sotto la doccia, il tutto all’interno di un braccialetto dalle dimensioni molto compatte.

Fitbit Charge 4

Fitbit Charge 4 è un prodotto a metà strada fra un braccialetto smart e uno smartwatch. Offre 7 giorni di autonomia e informazioni legate al benessere personale lungo tutto l’arco della giornata, mentre l’autonomia con GPS attivo scende a 5 ore. Può resistere sott’acqua, e registra gli allenamenti di nuoto, potendo essere indossato sia in piscina sia sotto la doccia. Questo modello è pensato per essere usato anche di notte, consentendo di monitorare lo stato del sonno e il battito cardiaco 24 ore su 24. Sono diverse le modalità di sport presenti, con statistiche visualizzabili in tempo reale per ottimizzare i propri allenamenti e le proprie prestazioni.

Miglior smartwatch di fascia media (100-200 euro)

Ticwatch E2

Fra i prodotti più interessanti in questa fascia di prezzo abbiamo i Ticwatch, con Ticwatch E2, che propone wearOS e grande compatibilità con app e personalizzazioni di terze parti. Questo modello fa uso di un display OLED da 1,39″, ed è compatibile sia con smartphone Android che con iPhone. In abbinamento ad uno smartphone può ricevere tutte le sue notifiche, e non mancano le funzionalità legate al fitness in abbinamento alle app più popolari del settore, come Google Fit, Strava, Runkeeper, Sleep for Android. Come ogni smartphone wearOS, è possibile utilizzare l’Assistente Google, e non manca un media player integrato per l’ascolto musicale, senza abbinare uno smartphone esterno, preferibilmente in cuffia Bluetooth. La batteria da 415mAh, offre una durata di circa 2 giorni, mentre è presente la resistenza ai liquidi (fino a 5ATM)

Huawei Watch 2

Huawei Watch 2 è disponibile in due varianti: una Sport Bluetooth e una con supporto 4G. Huawei Watch 2 4G è equipaggiato con uno schermo AMOLED, circolare da 1.2″ con 390×390 pixel di risoluzione e supporto alla modalità always-on. È impermeabile (dispone della certificazione IP68) e include una vasta gamma di sensori, tra cui accelerometro, giroscopico, bussola, barometro, sensore di luminosità, rilevatore di frequenza cardiaca e sensore GNSS. Dispone inoltre della funzione di contapassi, del GPS, calcola le distanze percorse e le calorie bruciate. Include uno slot per le SIM con supporto 4G, che consente di effettuare le chiamate e gestire i messaggi. Supporta l’NFC, ha una memoria interna da 4GB (non espandibile) ed una batteria da 420 mAh, che permette di arrivare fino a sera, a meno che non si utilizzino SIM e GPS. I cinturini sono intercambiabili.

Huawei Watch GT

Huawei Watch GT ha qualche funzionalità di sincronizzazione sportiva in meno rispetto ad altri modelli di smartwatch, ma si caratterizza per l’ottimo rapporto qualità-prezzo e per la grande autonomia. Garantisce una settimana con uso normale, e utilizza tre tecnologie per la rilevazione della posizione (GPS, GLONASS e GALILEO). Usa, inoltre, un display da 1,39″ con tecnologia AMOLED e risoluzione 454×454 pixel, e vanta supporto al Bluetooth 4.1 BLE e vari sensori come bussola, accelerometro, giroscopio, infrarossi, luce ambientale e cardiofrequenzimetro ottico. C’è anche una versione Elegant leggermente più piccola, con un display è da 1,2″ e risoluzione 390×390 pixel.

Pubblicità
Pubblicità

Garmin Forerunner 235

Garmin Forerunner 235 è uno smartwatch dedicato soprattutto al tracciamento delle attività sportive. È equipaggiato con un display LCD circolare, da 1,23″ ,avente 215 x 180 pixel di risoluzione, dispone del GPS integrato e ha il sensore Garmin Elevate che monitora il battito cardiaco 24/7. È compatibile con la maggior parte dei terminali Android, con gli iPhone e dispone di molte funzioni interessanti: contapassi, misurazione delle distanze, conto delle calorie bruciate, monitoraggio del sonno e visualizzazione delle notifiche. La batteria ha un’autonomia di oltre 8 giorni (11 ore in modalità GPS). Ha un sistema operativo proprietario e permette di personalizzare i programmi di allenamento, tramite una app da installare sullo smartphone. Ha un grado di impermeabilità di 5ATM (pari a 50 metri). Viene venduto anche in bundle con una fascia cardio.

Potrebbe interessarti:  La migliore soundbar: guida all'acquisto

Ticwatch S2

Ticwatch S2 si basa sul sistema operativo wearOS e si caratterizza per la intelaiatura resistente, la capacità di resistere ai liquidi fino a 5ATM e il GPS integrato. Su questo modello troviamo anche il cardiofrequenzimetro e rispetto a Ticwatch E2 presenta dei colori meno sgargianti. L’autonomia resta sempre solo soddisfacente, pari a due giorni con un uso normale, mentre il display è un AMOLED da 1,39″ con touch-screen.

Garmin Vivoactive 3

Garmin Vivoactive 3 è un orologio votato quasi esclusivamente al tracking delle attività sportive. Dispone di accelerometro, GPS integrato, profili preimpostati per varie discipline (es. corsa, ciclismo, nuoto) e monitora il sonno. Ha un display LCD circolare da 1,6″, un sistema operativo proprietario e comunica via Bluetooth sia con Android che con iOS in modo da visualizzare tutte le notifiche che arrivano sullo smartphone. Differentemente dai modelli di smartwatch generici dispone di modalità di monitoraggio particolarmente specifiche, come la stima del VO2max, la Fitness Age e il livello di stress 24 ore su 24. È compatibile con il sistema di pagamenti Garmin Pay, ha un cardiofrequenzimetro sul retro, e offre un’autonomia di 13 ore con GPS attivo.

Fitbit Versa 3

A circa 200 euro si può trovare il Fitbit Versa 3, uno dei migliori smartwatch generici pensati per il fitness e per le attività sportive. Questo modello dispone un sistema di controllo vocale basato su Alexa di Amazon, punteggio del sonno e musica integrata localmente (senza bisogno di abbinare uno smartphone) ed è disponibile in diverse varianti con colori diversi. Fra le funzionalità abbiamo un cardiofrequenzimetro funzionante per tutta la giornata, anche durante il sonno, la possibilità di gestire app di terze parti anche per la riproduzione musicale, possibilità di ricevere le notifiche dallo smartphone abbinato. Il GPS è integrato e l’autonomia è di circa 6 giorni con un uso normale, ed è presente la ricarica rapida.

Miglior smartwatch di fascia alta (oltre 200 euro)

Huawei Watch GT 2

Huawei Watch GT 2 è uno dei migliori smartwatch che si possono trovare in questo momento in commercio, soprattutto al suo prezzo. Fa uso di un sistema operativo proprietario, forse un po’ chiuso rispetto ai servizi di terze parti, ma estremamente efficiente. Con questo orologio la batteria può essere ricaricata una volta ogni due settimane e dispone di un pannello AMOLED di qualità (1.39 pollici ad alta risoluzione) sensibile al tocco. Offre la possibilità di effettuare chiamate tramite Bluetooth, collegandosi a un dispositivo compatibile, e presenta di diverse funzioni di fitness grazie al GPS integrato e al cardiofrequenzimetro. Sono 15 le modalità di allenamento precaricate, con percorsi specifici da seguire.

Pubblicità
Pubblicità

Samsung Galaxy Watch

Samsung Galaxy Watch è uno degli smartwatch di ultima generazione più interessanti, non troppo diverso da Gear S3 Frontier come dimensioni, ma con diverse novità sotto la intelaiatura. Dispone di un processore Dual-core da 1,15 GHz con 4 GB di storage e due tagli di memoria RAM: 768 MB per la versione Bluetooth, e 1.5 GB per la variante con LTE. Ci sono anche diversi tipi per quanto riguarda le dimensioni della cassa, da 46mm e 42mm. Il dispositivo può riconoscere fino a un totale di 39 attività, e c’è un sistema rinnovato per quanto riguarda il tracciamento del sonno. Non manca la certificazione IP68, mentre l’autonomia garantita dalla batteria è di 5 giorni per la variante più piccola, 7 giorni per quella più grande. Questo modello supporta Samsung Pay, ha display da 1,2 e 1,3″, in entrambi i casi AMOLED, e si basa sul sistema operativo proprietario Tizen OS nella versione 4.0.

Samsung Galaxy Watch 3

Costa un po’ di più Samsung Galaxy Watch 3, di ultima generazione e più evoluto del suo predecessore. Viene proposto in due varianti con quadrante da 41 e 45mm, e offre un design classic,o grazie alla presenza di materiali come l’acciaio per la cassa e la pelle per il cinturino. Il design è quello di un orologio elegante tradizionale, con la ghiera che però in questo caso serve a navigare fra gli elementi dell’interfaccia. Questo modello comprende una batteria da 247mAh, nella versione base e da 340mAh in quella con cassa più ampia, ed è certificato IP68 e MIL-STD-810G, è robusto e resistente ai liquidi. Integrati nell’orologio troviamo: sensore per il battito cardiaco, monitoraggio dell’ossigenazione del sangue, rilevamento della caduta e analisi di un massimo di 40 attività sportive.

Fitbit Sense

Un ottimo smartwatch di uno dei produttori più importanti della categoria. Questo modello adotta strumenti specifici per monitorare la salute del cuore, la gestione dello stress e ha anche un sensore per il monitoraggio della temperatura della pelle. Non mancano le notifiche che informano di anomalie nel battito cardiaco, o in altre aree dell’organismo tracciate con Fitbit Premium. Con l’acquisto dell’orologio ci sono in regalo sei mesi di abbonamento al servizio, il quale offre consigli personalizzati, dati avanzati, strumenti per il sonno e per il relax e molto altro. Questo orologio fa uso di un display AMOLED e ha un GPS integrato. L’autonomia con uso normale è di circa 6 giorni dall’ultima ricarica completa.

Ticwatch Pro 2020

Ticwatch Pro 2020 è un orologio completo che può offrire da 2 a 30 giorni di autonomia con una singola carica, grazie alle modalità di risparmio energetico presenti. Questo modello utilizza il sistema operativo wearOS, con supporto a tutte le funzionalità dei modelli più bassi in gamma dell’azienda. Dispone di GPS integrato, cardiofrequenzimetro, contapassi, contatore di calorie bruciate, tachimetro e misuratore di cadenza dei passi. Non manca l’accesso diretto all’Assistente Google, la certificazione IP68, il sensore di luce ambientale. L’estetica elegante lo rendono un ottimo modello da indossare tutto il giorno, ed è presente anche l’NFC, per eseguire pagamenti contactless via Google Pay. Ottimo l’hardware, grazie anche al GB di RAM presente, che consente di sfruttare tutte le funzioni senza interruzioni.

Garmin Forerunner 735XT

Un modello interessante della fascia alta è il Garmin Forerunner 735XT, pensato per gli sportivi anche a livello agonistico. È impermeabile ai liquidi fino a 5ATM ed offre un’autonomia di ben 9 giorni con uso normale. Grazie alla tecnologia Garmin Elevate proprietaria, può leggere il battito cardiaco lungo tutta la giornata e dispone di una tecnologia per la stima del VO2 max, dello stress dell’indossatore, e prestazioni degli allenamenti e la soglia anaerobica. Lo smartwatch può essere utilizzato anche per analizzare l’andamento del nuoto indoor e in acque libere. Abbinato a uno smartphone può ricevere tutte le sue notifiche sul display.

Pubblicità
Pubblicità

Garmin VivoActive 4

Garmin VivoActive 4 è un altro smartwatch Garmin con NFC e supporto a Garmin Pay, compatibile con le reti Wi-Fi, con il Bluetooth e con modulo GPS integrato. Questo dispositivo offre la possibilità di monitorare diversi tipi di attività 24/7, fra cui respirazione, ciclo mestruale, stress, sonno, frequenza cardiaca, idratazione e altro. Supporta Amazon Music, Spotify, Deezer e ha 20 profili precaricati per sport diversi. L’autonomia è di ben 8 giorni in modalità smartwatch, mentre se usato con GPS attivo offre una durata di massimo 6 ore (con musica attiva). Il display è da 1,3″ e naturalmente è presente l’impermeabilità fino a 50 metri di profondità.

Garmin Venu

Rilasciato a fine 2019, Garmin Venu è uno smartphone che si caratterizza per l’estetica elegante e per l’ottimo display AMOLED, il tutto abbinato a una batteria capace di durare per un massimo di 5 giorni. Sono predominanti le funzioni legate alle attività di fitness e sportive, con possibilità di monitorare 24/7 diversi aspetti. Presenti cardiofrequenzimetro e GPS, più diversi tutorial che spiegano come eseguire correttamente i workout. Supporta le notifiche dallo smartphone abbinato, la riproduzione multimediale e non manca l’NFC per eseguire i pagamenti contactless. Questo modello ha un display da 1,2 pollici ed è impermeabile fino a 50 metri.

Potrebbe interessarti:  Fitbit: quale modello scegliere

Garmin Forerunner 935 HR

Il Garmin Forerunner 935 HR è uno degli smartwatch per gli sportivi più importanti nella line-up del produttore americano. Questo sportwatch integra un cardiofrequenzimetro con tecnologia Garmin Elevate per monitorare, grazie al sensore a triplo LED, il battito cardiaco 24 ore su 24, con grande precisione, senza aver bisogno di utilizzare una fascia cardio. Offre inoltre dettagli sullo Stress score (da 1 a 100), propone una stima del valore VO2 max, e può essere utilizzato per analizzare i risultati con diverse attività sportive, come anche il nuoto: rilevando distanza, passo, stile, numero di bracciate e la loro frequenza. Il Wi-Fi è integrato e consente di sincronizzare i dati del dispositivo con l’app Garmin Connect. Questo modello resiste all’acqua fino a 5ATM, ha il GPS integrato e il display a colori ha una risoluzione di 240×240 pixel, all’interno di un diametro di 1,2″ per quanto riguarda il quadrante circolare.

Garmin Approach S60

Il Garmin Approach S60 è uno smartphone di fascia alta, dall’estetica elegante, dedicato soprattutto per gli amanti e praticanti del golf,pensato per stare sia sul campo, sia fuori. Comprende un display touch-screen sfruttabile anche sotto la luce del sole e monta un’interfaccia semplificata per l’uso immediato. Fra le caratteristiche specifiche per il golf abbiamo il calcolo preciso della distanza dal green e da eventuali ostacoli, e viene fornito con più di 40000 campi precaricati di tutto il mondo. Non mancano funzioni per l’analisi statistica dei tiri effettuati dopo la partita, mentre sul piano dei materiali troviamo un cinturino in silicone.

Apple Watch

Anche Apple è entrata nel mercato degli orologi hi-tech, realizzando un dispositivo compatibile esclusivamente con iPhone. Si tratta dell’Apple Watch, che ormai ha raggiunto la sua settima edizione, ed è disponibile in tantissime varianti differenti. In questo momento troviamo quattro versioni dell’orologio in vendita (almeno ufficialmente): Apple Watch Series 3, che è l’entry-level, Apple Watch Series 6 arrivato nel 2020, Apple Watch serie 7, il vero top di gamma presentato durante il mese di settembre 2021 ed una variante intermedia, Apple Watch Series SE, che può rappresentare la scelta migliore. Alle varianti di base si aggiungono i modelli più specifici Apple Watch Hermès, per gli amanti della moda e del design, e Apple Watch Nike+, per gli amanti dello sport. Queste due versioni dispongono di cinturini e quadranti dedicati. Fra le funzionalità del modello Series 3 abbiamo GPS integrato, feedback vocale per Siri, autonomia migliorata rispetto ai predecessori, 18 ore certificate da Apple, ma possibile anche di più, impermeabilità fino a 50 metri, altimetro barometrico, per tracciare le altezze durante le attività outdoor, chip wireless W2 ad alta efficienza e processore di terza generazione (S3) dual-core. Attualmente, Apple Watch Series 3 può essere acquistato nella variante solo GPS e ha uno spessore di 11,4 mm.

Pubblicità
Pubblicità

Apple Watch Series 6 è il modello che vede la presenza di un sensore per l’elettrocardiogramma e il sensore per la misurazione dei livelli di ossigeno del sangue. Il design è lo stesso delle precedenti versioni, introdotto con i modelli Series 4, e vanta una superficie del display più ampia, sia per la variante con cassa da 40mm (che prende il posto della vecchia da 38mm), che per la variante con cassa da 44mm (che prende il posto della variante del Series 3 da 42mm). La superficie del display (in tutti i casi OLED) passa dai 563-740mm² dei vecchi modelli ai 759-977mm² dei nuovi, pur mantenendo dimensioni paragonabili e diminuendo di spessore (10,7mm). Apple Watch Series 6 utilizza il processore Apple S6 con due core e sensori migliorati rispetto alle precedenti versioni, per monitorare il sonno. Apple Watch Series 6 supporta l’elettrocardiogramma e misurazione dei livelli di ossigeno del sangue per un totale monitoraggio della salute. Non mancano: modalità di Rilevamento cadute (da attivare durante la configurazione dell’orologio), Digital Crown con feedback aptico durante lo scorrimento delle liste, always-on del display e la presenza della bussola.

Apple Watch Series 7 è invece il vero top di gamma della line-up di Apple, per quanto concerne gli smartwatch. Non cambia rispetto alle altre versioni ,a livello estetico nelle forme con una cassa ancora rettangolare ma molto stondata nella cornice. A cambiare però non solo c’è la resistenza agli urti e i graffi ma anche e soprattutto il display che ora possiede sempre meno cornici rendendo il tutto ancora più immersivo. Rispetto alle precedenti generazioni il passo in avanti è notevole con una riduzione dei bordi del 40% ed un ampliamento della superficie utilizzabile di quasi il 20%, rispetto ad Apple Watch Series 6 e di oltre il 50% di Series 3. Questo permette di utilizzare applicazioni come la calcolatrice o il timer più facilmente e soprattutto di scrivere usando la tastiera a display, Apple propone ora una versione da 41mm e una da 45mm. Pannello Retina con always-on: non serve più muovere il polso o fare tap con il dito per vedere l’ora, perché il display è sempre attivo pur consumando pochissimo. Lo smartwatch è ora più resistente con cristallo anteriore, certificazione IP6X alla polvere e fino a 50 metri in acqua. Mantiene tutti i sensori per il monitoraggio della salute già esistenti nella Series 6, tra cui anche l’ECG, l’ossigeno nel sangue e la rilevazione del sonno. Migliora di molto la ricarica grazie alla presenza in confezione di un cavo USB-C per la ricarica rapida: in soli 45 minuti lo smartwatch raggiunge l’80% della carica, questo significa più veloce del 33% rispetto ad Apple Watch Series 6. Il processore interno è il nuovo S7 System-in-Package (SiP) che risulta del 20% più veloce del precedente. Esistono versioni con cassa in alluminio, in acciaio inossidabile e anche in titanio in cinque diverse colorazioni: Verde, Azzurro, PRODUCT(RED), Galassia e Mezzanotte.

Apple Watch SE è una via di mezzo fra il livello base e il top di gamma: viene proposto nelle varianti da 40 e 44mm, come i modelli Series 6, ma non ha l’always-on display, mentre il processore integrato è la variante S5. Non presenta né elettrocardiogramma, né rilevamento dei livelli di ossigeno nel sangue, e viene proposto sia nella versione GPS, sia nella versione GPS + Cellular , come Apple Watch Series 6. E’ realizzato in alluminio riciclato in tre colori diversi, mentre solo Apple Watch Series 6 viene venduto nel colore Product(RED). Tra le funzioni principali di tutti gli Apple Watch ci sono l’effettuazione delle chiamate, la visualizzazione delle notifiche (con possibilità di risposta diretta in alcune app), il rilevamento del battito cardiaco, il conteggio dei passi, delle distanze percorse e delle calorie bruciate e il controllo remoto della fotocamera dello smartphone. Il modello Series 3 può essere usato anche in modalità GPS senza smartphone, così come Series 6, 7 e SE, mentre quelli precedenti, non offrono questa possibilità. Da sottolineare la vasta gamma di cinturini intercambiabili, disponibili per Apple Watch, che permettono di dare un aspetto sempre diverso all’orologio. Chi volesse la versione Cellular di Apple Watch Series 6 e Watch SE deve affidarsi a Vodafone o TIM, gli unici operatori italiani che ad oggi supportano la connessione via eSIM usata dagli smartwatch di Apple. I modelli Hermès e Nike+ attualmente venduti da Apple si basano tutti su Apple Watch Series 6.

Condividi su:
Pubblicità

Sai davvero tutto su Whatsapp?

Leggi ora guide e trucchi su come usare al meglio WhatsApp

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia.

Pubblicità
Pubblicità