Al momento stai visualizzando Come impedire che le tue e-mail finiscano nello spam

Come impedire che le tue e-mail finiscano nello spam

Le tue email potrebbero non raggiungere regolarmente le caselle di posta dei tuoi destinatari se i filtri antispam li stanno bloccando. Ecco come puoi prevenirlo.

Considera quanto tempo e impegno dedichi alla stesura delle e-mail, solo per farle finire intrappolate nella cartella spam dei tuoi destinatari. È un’esperienza frustrante, ma la parte peggiore è che i tuoi destinatari potrebbero non sapere mai che hai inviato un’e-mail perché, ammettiamolo, chi controlla il loro spam?

Pubblicità

Continua a leggere per apprendere alcune strategie pratiche per assicurarti che le tue email non finiscano nella cartella spam.

Perché le tue email finiscono nella cartella spam

Gran parte delle e-mail inviate ogni giorno sono truffe progettate per rubare denaro o informazioni alle vittime. Considerando quanto sarebbe difficile per gli utenti di posta elettronica organizzare e filtrare manualmente queste e-mail , i servizi di posta elettronica hanno adottato solide soluzioni per combatterli.

Una cartella spam è un luogo in cui vengono conservate le e-mail sospettate di essere ingannevoli o non richieste. I servizi di posta elettronica utilizzano filtri per determinare quali e-mail potrebbero essere spam e questi messaggi vengono inviati alla cartella spam.

Pubblicità

I filtri antispam funzionano utilizzando vari metodi per identificare il potenziale contenuto di spam in un’e-mail, incluso il controllo dell’indirizzo IP del mittente rispetto a una lista nera di spammer noti, oggetto ingannevole e contenuto e-mail, solo per citarne alcuni.

Il problema è che le e-mail legittime a volte possono rimanere intrappolate nella cartella spam quando contengono trigger di spam.

Pubblicità

Come impedire che le tue e-mail finiscano nello spam

Evita i trigger di spam

I filtri antispam scansionano i tuoi contenuti, cercando trigger specifici per determinare se la tua e-mail è probabilmente spam. Ecco alcuni trigger di spam da evitare:

  • Nessun collegamento di annullamento dell’iscrizione nelle e-mail: la maggior parte delle persone ha sperimentato la ricezione di un’e-mail apparentemente legittima da un marchio da cui acquista frequentemente, solo per scoprire che non c’è alcun collegamento di annullamento dell’iscrizione in fondo. Alcuni marchi aggiungeranno le proprie informazioni di contatto escludendo un modo per i destinatari di annullare facilmente le comunicazioni future. Se ometti un link di annullamento facile da trovare, i tuoi messaggi potrebbero finire direttamente nella cartella spam.
  • Righe dell’oggetto con tutte maiuscole o punti esclamativi eccessivi: il contenuto della riga dell’oggetto può anche attivare misure anti-spam perché parole come “gratuito” o “vendita” sono comunemente utilizzate nelle e-mail truffa. L’utilizzo di tutte le maiuscole nella riga dell’oggetto è un chiaro indizio del fatto che la tua email potrebbe essere spam, così come l’utilizzo di troppi punti esclamativi. Alcune delle parole/frasi di spam più comuni includono 100% gratis, affare di una vita, FLA$H SALE ORA ATTIVO!!!, 100% soddisfatto, gratuito. pr!ze, omaggio e altro ancora.
  • Tentativi di phishing: le truffe di phishing sono progettate per indurre le persone a rivelare informazioni sensibili come password o numeri di carte di credito fingendo di provenire da un’azienda legittima. Le e-mail contenenti collegamenti di phishing vengono spesso catturate dai filtri antispam e inviate direttamente alla cartella spam.
  • Allegati non necessari: se la tua email contiene un allegato, assicurati che sia qualcosa che il destinatario desidera o di cui ha bisogno. Le e-mail con allegati in eccesso vengono in genere inviate alla cartella spam perché possono contenere virus e spyware, ponendo un rischio per la sicurezza dei destinatari.
  • Troppe immagini: molte campagne di marketing legittime utilizzano più immagini come parte della loro strategia, ma troppe possono attivare misure anti-spam. Dovresti anche evitare di sostituire il testo con le immagini. Questo perché è diventata una pratica comune per gli spammer includere parole di spam nelle immagini nel disperato tentativo di ingannare i filtri antispam.
Potrebbe interessarti:  Che cos'è Spotify Live e come funziona

Correggi le tue e-mail

È sempre una buona idea rileggere le tue e-mail prima di inviarle, ma questo è particolarmente importante se vuoi evitare la cartella spam. Errori di battitura ed errori possono facilmente attivare filtri antispam.

Questo perché le truffe e-mail di phishing sono in genere piene di errori. Gli spammer lo fanno intenzionalmente per ricevere risposte solo dai loro destinatari più creduloni per evitare di perdere tempo ad andare avanti e indietro con troppe persone, poiché generalmente inviano e-mail a migliaia.

Pubblicità

Detto questo, più errori di battitura durante la scrittura di e-mail, maggiori sono le possibilità di finire nella cartella della posta indesiderata. Puoi anche sfruttare strumenti di modifica come Grammarly per aiutarti in questo compito.

Ottieni l’autorizzazione per inviare e-mail

Uno dei modi migliori per assicurarsi che le tue e-mail non finiscano nella cartella spam è ottenere l’autorizzazione dagli abbonati per inviare loro messaggi di marketing. Ciò significa ottenere un esplicito consenso da parte di ciascun contatto, piuttosto che utilizzare un elenco e-mail acquistato o raccogliere indirizzi e-mail dal Web.

Ottenere il consenso dai destinatari è particolarmente importante quando si seguono le normative che regolano l’email marketing, che richiede il consenso esplicito prima di inviare qualsiasi messaggio elettronico commerciale.

Esistono molti modi per ottenere il consenso esplicito, ad esempio avere una casella di controllo sul modulo di registrazione o includere una dichiarazione come “Vorrei ricevere aggiornamenti da [marchio]” nel messaggio di conferma dell’iscrizione.

Ottenere il permesso dagli abbonati non è solo un modo efficace per evitare la cartella spam, ma è anche un requisito etico e legale.

Pubblicità
Potrebbe interessarti:  Come accedere e gestire i file di iCloud Drive da qualsiasi dispositivo

Chiedi ai destinatari di inserire nella whitelist le tue e-mail

Un altro modo per assicurarti che le tue e-mail non finiscano nella cartella spam è chiedere ai destinatari di inserire il tuo indirizzo e-mail nella whitelist. Ciò significa semplicemente aggiungere il tuo indirizzo e-mail all’elenco dei contatti o all’elenco dei mittenti attendibili, che dirà al loro client di posta elettronica di non inviare automaticamente i tuoi messaggi alla cartella spam.

Quando chiedi ai destinatari di inserire nella whitelist le tue email, fornisci sempre istruzioni chiare su come possono farlo .

Migliora la tua reputazione attraverso l’autenticazione

L’autenticazione è un processo che ti verifica come proprietario di un nome di dominio (come “nome del marchio”) o di un indirizzo IP. Ciò è particolarmente utile per le persone che utilizzano indirizzi e-mail personalizzati.

L’autenticazione implica l’invio di messaggi crittografati dal tuo server ai server dei destinatari a scopo di convalida. Senza un’adeguata autenticazione in atto, alcuni ISP bloccano completamente la posta in arrivo, il che significa che potrebbero non ricevere alcuna campagna di e-mail di marketing legittima.

Il modo migliore per evitare questo problema è utilizzare sia Sender Policy Framework (SPF) che DomainKeys Identified Mail (DKIM). Il motivo per cui questi metodi di autenticazione sono consigliati è che aiutano a prevenire lo spoofing fornendo la convalida dell’e-mail.

Pubblicità

Ciò impedisce alle tue e-mail di essere contrassegnate come spam o di andare in una cartella di posta indesiderata.

Pubblicità

Sfrutta i controlli antispam

L’uso dei controlli antispam è un modo efficace per migliorare la consegna e i tassi di apertura delle tue e-mail. Puoi utilizzare una soluzione online come GlockApps per aiutarti a identificare eventuali problemi con il contenuto della tua e-mail che potrebbero attivare filtri antispam.

Potrebbe interessarti:  Come vedere cosa hai ascoltato su Spotify

Questo strumento aiuta a valutare la consegna della posta elettronica. Fornisce inoltre approfondimenti e consigli per aiutarti a superare eventuali problemi relativi alla consegna.

Condividi su: