Al momento stai visualizzando Come formattare un nuovo disco rigido interno o un’unità a stato solido

Come formattare un nuovo disco rigido interno o un’unità a stato solido

Se hai un nuovo HDD o SSD, dovresti formattarlo. Attraverso la formattazione, puoi cancellare vecchi dati, malware, bloatware e puoi cambiare il file system. Segui il nostro processo passo dopo passo.

Se stai leggendo questo, è perché hai un nuovo HDD (disco rigido) o SSD (unità a stato solido).

Pubblicità

Forse è pieno di bloatware e vuoi pulirlo e ricominciare da zero. Oppure hai acquistato un’unità usata da qualcuno e non ti fidi che l’abbiano cancellata correttamente. O forse l’unità è stata formattata per un altro sistema operativo come Mac o Linux, nel qual caso potrebbe essere inutilizzabile su Windows o almeno potrebbe causare problemi di compatibilità.

In ogni caso, dovresti sempre formattare un’unità dati nuova di zecca perché non sai mai cosa ha nascosto un precedente proprietario su di essa: non solo bloatware, ma malware, virus, keylogger e altre cose spaventose. Continua a leggere per istruzioni dettagliate su come farlo.

Formattazione di HDD e SSD in Windows

Formattare un’unità dati significa pulirla e reimpostare il file system interno dell’unità per utilizzare un formato particolare: FAT32, NTFS, EXT4, ecc. Dato un file particolare, il formato determina come esattamente i singoli bit devono essere archiviati sull’unità.

Pubblicità

Windows 10 semplifica la formattazione delle unità, quindi non è il processo a essere difficile. La parte difficile è trovare la fiducia necessaria per seguire le istruzioni e farlo da soli, e anche questo non è molto difficile. Mai fatto prima? Relax. Starai bene.

Avvia Gestione disco

La maggior parte degli utenti lo fa aprendo il menu Start e cercando “Gestione disco”, che fa apparire un’opzione del Pannello di controllo intitolata Crea e formatta partizioni del disco rigido . Fare clic per avviare Gestione disco.

Pubblicità
Potrebbe interessarti:  Come reinstallare Windows 10

Ma c’è un modo più veloce: in Windows 8.1 o 10 premi Win + X per avviare il menu di alimentazione, quindi fai clic su Gestione disco . Ci sono anche altri modi, ma non sono necessari quando puoi semplicemente farlo.

Partizionare il Data Drive (opzionale)

È possibile segmentare un’unità dati fisica in più parti singole, chiamate partizioni. Ciò ti consente di prendere un’unità da 500 GB e dividerla, ad esempio, in una partizione da 300 GB e una partizione da 200 GB. Windows lo riconoscerà quindi come due unità separate (C: e D:, ad esempio).

Puoi anche prendere più partizioni e combinarle.

Pubblicità

La maggior parte delle unità moderne è già preparata come una partizione dal produttore, quindi questo passaggio non è necessario per continuare, ma dovresti considerare di dividere l’unità per una migliore organizzazione. Oppure, se l’unità viene utilizzata, dovresti ripartizionarla a tuo piacimento.

Formatta l’unità giusta

Visualizza l’elenco dei volumi in alto e trova l’unità che desideri formattare. Si noti che anche se ho detto drive , Gestione disco formatta effettivamente le singole partizioni . Ricorda che Windows visualizza ogni partizione come un’unità separata, quindi puoi effettivamente formattarle separatamente.

Per formattare, fare clic con il pulsante destro del mouse sull’unità e selezionare Format . Assicurati assolutamente che questa sia l’unità che desideri! La formattazione dell’unità sbagliata potrebbe avere conseguenze disastrose, che vanno dalla perdita di dati personali a un sistema non funzionante.

Suggerimento per professionisti: le unità nuove e non formattate appariranno come RAW nella colonna File System mentre le unità preparate saranno FAT32 o NTFS. Le unità Linux sono generalmente EXT4.

Si noti che non è possibile formattare l’unità di sistema di Windows (di solito l’unità C: ma non sempre). Richiede metodi più complicati per formattare l’unità Windows e questo va oltre lo scopo di questo articolo.

Pubblicità

Seleziona le impostazioni giuste

L’ etichetta del volume è il nome dell’unità. Questo è ciò che appare in Esplora file durante la navigazione in Questo PC. Puoi nominarlo come vuoi, purché utilizzi solo lettere e numeri.

Potrebbe interessarti:  Come configurare Google Drive per desktop su Windows 11

Per File System , ti consigliamo di scegliere NTFS. È il file system più recente utilizzato da Microsoft al momento della stesura di questo documento e le unità dati più moderne sono ottimizzate per questo file system, in particolare gli SSD. Se non puoi usare NTFS per qualsiasi motivo, FAT32 va bene (a meno che tu non abbia bisogno del supporto per file di dimensioni maggiori di 4 GB, nel qual caso dovresti usare exFAT).

Non preoccuparti della dimensione dell’unità di allocazione e lasciala su Predefinito .

Si consiglia di deselezionare Esegui una formattazione rapida . Quando è abilitato, si presume che l’unità sia priva di errori e tutto il suo contenuto viene contrassegnato solo come eliminato. L’esecuzione di un formato standard passerà effettivamente e sovrascriverà l’intera unità con zeri. Lo svantaggio è che ci vuole molto più tempo mentre una formattazione veloce è quasi istantanea.

Ti consigliamo inoltre di deselezionare Abilita compressione di file e cartelle perché può influire negativamente sulle prestazioni quotidiane dell’unità. Questa funzione era più utile quando lo spazio su disco era limitato, ma ora puoi acquistare unità enormi a un prezzo molto basso .

Pubblicità

Formato e finitura

Fai clic su OK e vedrai un avviso sulla perdita di dati.

Pubblicità

Prima di continuare, ricontrolla che l’unità non abbia nulla di importante su di essa. E se lo fa, assicurati di eseguire il backup dei dati in un luogo sicuro .

Fai di nuovo clic su OK e l’unità verrà visualizzata come “Formattazione” nella colonna Stato in Gestione disco. Attendi fino al termine: potrebbero essere necessari diversi minuti o ore se scegli di eseguire un formato standard. Una volta fatto, hai finito!

Condividi su: