Che cos’è una eSIM e come configurarla

da | operatori telefonia, Smartphone

Se stai guardando un nuovo iPhone 13 o speri di prendere un Pixel 6, potresti scoprire che hanno una funzione di cui non conosci molto: l’eSIM.

Una eSIM è una versione più piccola e integrata della tradizionale scheda SIM e arriva su un telefono o dispositivo intelligente vicino a te. Ma come funziona una eSIM e vale la pena averla? Diamo un’occhiata.

Che cos’è una eSIM?

Una eSIM è una scheda SIM incorporata. È un sostituto della scheda SIM fisica che attualmente collega i telefoni a una rete mobile, ma l’eSIM è molto più piccola.

La più grande differenza tra una eSIM e una SIM fisica è che, a differenza di una scheda SIM tradizionale, l’eSIM è fissata sulla scheda madre del telefono (o di un altro dispositivo). Non è necessario inserirlo e non è possibile rimuoverlo. Ciò non significa che non puoi cambiare numero o cambiare gestore, poiché le informazioni sull’eSIM sono riscrivibili.

In effetti, cambiarlo o configurarlo potrebbe anche essere più semplice. Non devi aspettare che ti venga consegnata una nuova SIM a casa; potrebbe succedere tutto all’istante con una semplice telefonata.

Le schede eSIM utilizzano la stessa tecnologia e funzionano sulle stesse reti GSM utilizzate dalle normali SIM.

Per utilizzare una eSIM, devi essere con un operatore che la offre e avere un telefono compatibile.

Le schede eSIM sono attualmente utilizzate per offrire funzionalità dual SIM agli smartphone, tra cui la gamma iPhone 12 e iPhone 13, Pixel 5, Pixel 5, Samsung Galaxy S21 Ultra, Samsung Galaxy S21+ 5G e dispositivi più piccoli come l’Apple Watch.

Col tempo, tutti i telefoni e i tablet passeranno probabilmente all’utilizzo della eSIM. Le sue dimensioni molto più ridotte significano che potrebbe anche diventare una caratteristica comune nei dispositivi anche se c’è una tecnologia ancora più nuova e molto più piccola chiamata iSIM proprio dietro l’angolo.

Come configurare una scheda eSIM

Connetti la maggior parte dei telefoni a una rete inserendo la scheda SIM nel vassoio. Ma se non usa le carte, come si collega un telefono eSIM?

Dipende dal dispositivo che possiedi e se l’hai acquistato con un piano cellulare o se hai aggiunto il tuo piano separatamente. Acquista il piano separatamente e riceverai una carta di attivazione eSIM che include un codice QR che devi scansionare sul tuo telefono.

  • iOS: vai in Impostazioni > Cellulare (o Dati mobili) > Aggiungi piano cellulare, quindi scansiona il codice quando richiesto.
  • Android: puoi configurare la tua eSIM in Impostazioni > Rete e Internet > Aggiungi . Segui le istruzioni sullo schermo e scegli Usa 2 numeri quando richiesto. Questo può, ovviamente, variare a seconda della versione Android e del telefono che possiedi.

Il tuo Apple Watch verrà fornito con l’eSIM preconfigurato quando lo acquisti con un piano, oppure puoi aggiungere i dettagli tramite l’app Apple Watch in caso contrario. Su un Samsung Galaxy Watch, devi completare la configurazione tramite un’app mobile sul tuo telefono.

I dispositivi Dual-SIM devono supportare DSDS (Dual SIM, Dual Standby) per offrire funzionalità complete. Questo è disponibile in iOS 13 e versioni successive e in Android 10 e versioni successive. DSDS consente a entrambe le SIM di connettersi a una rete contemporaneamente. Quando lo imposti, dovrai scegliere quale linea utilizzare come linea predefinita.

Condividi su:

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia.

Sai davvero tutto su Whatsapp?

Leggi ora guide e trucchi su come usare al meglio WhatsApp

Pubblicità