Pubblicità
Pubblicità
You are currently viewing Come eseguire il downgrade da Windows 11 a Windows 10

Come eseguire il downgrade da Windows 11 a Windows 10

Hai provato Windows 11 e hai deciso che preferisci restare con Windows 10? Per quegli utenti che desiderano eseguire il downgrade da Windows 11 a Windows 10, seguire la nostra semplice guida per tornare al sistema operativo precedente. Va bene se in seguito ti penti di questa azione, poiché abbiamo aggiunto le istruzioni per aiutarti a eseguire nuovamente l’aggiornamento a Windows 11.

Come eseguire il downgrade di Windows 11 a Windows 10

Se hai eseguito l’aggiornamento a Windows 11 da Windows 10, esistono due modi per eseguire il rollback, a seconda di quanti giorni sono trascorsi dall’aggiornamento del sistema operativo. Se sono dieci giorni o meno, Windows 11 ha un interruttore integrato per aiutarti a “tornare” automaticamente a Windows 10. Una volta scaduto questo termine, devi optare per un’installazione pulita di Windows 10.

Pubblicità

“Torna indietro” a Windows 10 da Windows 11 entro dieci giorni dall’installazione

Per chi ha approfittato dell’offerta di upgrade gratuito a Windows 11, hai dieci giorni di tempo per tornare a Windows 10.

Windows 11 non ti avvisa riguardo a questa opzione con nessuna notifica di sistema o promemoria. Dovrai ricordare la data in cui hai installato per la prima volta Windows 11 da solo.

  • Sul tuo dispositivo Windows 11, vai su “Impostazioni -> Sistema”.
  • Fai clic sull’opzione “Windows Update” in basso per raggiungere “Opzioni aggiuntive -> Ripristino”.
  • Apparirà una nuova voce di menu denominata “Opzioni di ripristino”. Fare clic sull’opzione “Torna indietro” in questa sezione. Nota : puoi anche cercare direttamente “Torna indietro” utilizzando la ricerca nel menu Start di Windows 11 .
  • Non appena fai clic su “Torna indietro”, viene visualizzata una schermata blu “Preparazione”. Ciò richiederà di attendere alcuni secondi.
  • Prima del rollback, riceverai un sondaggio in cui dovrai indicare il motivo per cui stai tornando a Windows 10. C’è anche lo spazio per fornire il tuo feedback personale su Windows 11.
  • Ti verrà chiesto di verificare la disponibilità di aggiornamenti in Windows 11. Fai clic su “No, grazie” per procedere.
  • Apparirà una schermata di avviso che indica che non è possibile utilizzare il PC fino al termine dell’aggiornamento e che sarà necessario reinstallare alcune app/programmi. Fare clic su “Avanti” per procedere. Dovresti considerare di eseguire il backup dei tuoi file anche se il downgrade a Windows 10 non provoca alcuna perdita di dati.
  • Non dimenticare la password del dispositivo nel caso in cui ti serva per accedere a Windows 10.
  • Dopo aver fatto clic su “Torna a Windows 10”, non è possibile interrompere il processo di downgrade.
Potrebbe interessarti:  Dove trovare i file scaricati in Safari su un Mac

Durante il downgrade apparirà una schermata blu/nera per quello che potrebbe essere molto tempo. Se spegni il dispositivo utilizzando i pulsanti di accensione, si riavvierà in Windows 11.

Pubblicità

Eseguire il downgrade a Windows 10 da Windows 11 dopo dieci giorni

L’altro modo per tornare a Windows 10 è eseguire un’installazione pulita. Come un ripristino delle impostazioni di fabbrica, questo cancellerebbe completamente Windows 11 dal sistema e installerebbe una nuova copia di Windows 10.

Esegui il backup dei file di Windows 10, delle chiavi di licenza del software e di qualsiasi altro dato importante. Puoi farlo sul dispositivo Windows 11 stesso.

  • Avvia il dispositivo Windows 11 aggiornato in modalità provvisoria utilizzando le chiavi di avvio appropriate, come F2, F10 o F12. Segui le opzioni del menu sullo schermo per installare nuovamente Windows 10 sul tuo dispositivo. Se disponi di una licenza valida per Windows 10/11, l’installazione pulita è assolutamente gratuita.
david rossi

Salve mi chiamo David Rossi esperto e appassionato informatico. Mi piace tenermi sempre informato sulle ultime novità tecnologiche e per questo ho creato il sito www.soluzionecomputer.it.

Condividi su:
Pubblicità