Cos’è un file EPS? Come aprirlo

da | Computer

EPS è un formato file legacy utilizzato dai grafici per archiviare immagini di qualità di loghi e illustrazioni. Quindi, dovresti usare l’EPS? E, cosa più importante, come puoi aprirne e modificarne uno?

Cos’è un file EPS?

EPS (Encapsulated PostScript) è un formato di file con estensione .eps. Adobe lo ha sviluppato alla fine degli anni ’80 per incapsulare tutti i dati nel formato grafico vettoriale PostScript in un unico file, insieme a testo e immagini bitmap per una facile visualizzazione e modifica.

Sebbene sia già considerato un formato legacy, molte persone utilizzano ancora i file EPS per i seguenti motivi:

  • Scalabilità: l’EPS memorizza sia i dati vettoriali che quelli raster in un singolo file, consentendo il ridimensionamento dell’immagine a qualsiasi dimensione con colori accurati e senza ridurre la qualità dell’immagine. Questo è perfetto per le applicazioni di stampa, poiché i loghi e le illustrazioni sono spesso stampati su supporti di dimensioni diverse, come poster, striscioni, cartelloni pubblicitari e merci.
  • Facilità d’uso: il supporto per gli sfondi trasparenti consente ai designer di stampare facilmente il proprio lavoro su qualsiasi sfondo scelgano.
  • Conveniente: l’incapsulamento di vettori, raster, testo e altri dati, come i livelli in un unico file, consente l’editing non distruttivo, rendendo più semplice per i progettisti modificare il proprio lavoro su qualsiasi PC con software di editing grafico che supporta PostScript. Ciò rende anche molto più semplice la condivisione e la collaborazione con altri designer.
  • Versatilità: i file EPS sono compatibili con macOS, Windows e Linux. Possono anche essere visualizzati e modificati utilizzando applicazioni non Adobe come CoreIdraw, Inkscape e GIMP.
  • Affidabilità: le stampanti abilitate per PostScript stampano in modo affidabile immagini PostScript con grande precisione e qualità.

I file EPS sono davvero versatili, con un’ampia gamma di usi, motivo per cui rimangono così popolari.

Come aprire e visualizzare file EPS

Aprire e modificare file EPS sulle applicazioni di progettazione e modifica Adobe dovrebbe essere semplice, poiché sono stati progettati per essere utilizzati con software come Illustrator e Photoshop.

Per aprire e modificare file EPS sulle applicazioni Adobe, fai clic su File e premi Apri . È quindi possibile individuare il file EPS sul computer per visualizzarlo e modificarlo. In alternativa, trascina e rilascia il file EPS sull’applicazione Adobe aperta o sulla sua icona di collegamento.

Se non utilizzi nessuna di queste applicazioni, ci sono comunque modi per aprire file EPS utilizzando software di editing di immagini open source come GIMP. Poiché i file EPS vengono forniti con un’immagine raster/bitmap, la visualizzazione dei file EPS può essere eseguita praticamente su qualsiasi editor di immagini raster. L’apertura di file EPS su applicazioni non Adobe dovrebbe essere la stessa che aprire qualsiasi immagine normale, in genere facendo clic su File e premendo Apri per individuare il file che desideri visualizzare.

Come modificare file EPS in Inkscape

Sebbene la visualizzazione dei file EPS possa essere eseguita praticamente su qualsiasi editor di immagini, la modifica degli EPS è limitata a quelli che supportano i formati PostScript, come Illustrator e Photoshop.

Se non disponi di nessuna di queste app, è anche possibile modificare EPS su applicazioni open source gratuite come Inkscape, ma dovrai installare software aggiuntivo come Ghostscript per aggiungere il supporto PostScript per Inkscape.

Scarica: Inkscape

Scarica e installa Ghostscript

Vai al sito di download ufficiale di Ghostscript , dove ti verranno fornite quattro diverse opzioni. Per aggiungere il supporto PostScript, seleziona il primo collegamento (interprete/renderizzatore Postscript e PDF).

Ora seleziona la piattaforma e la licenza adeguate per il tuo utilizzo. Per uso privato generale, dovresti scaricarlo dalla colonna Licenza GNU.

Gli utenti Windows possono scegliere tra le versioni a 32 bit e 64 bit. Se il tuo PC è vecchio (più di 15 anni) e non sei sicuro se sia a 32 o 64 bit , prova a scaricare la versione a 32 bit per sicurezza.

Gli utenti Linux con supporto snap dovrebbero scaricare Ghostscript snap per Linux x86. Per altre piattaforme come macOS, puoi provare a scaricare Ghostscript Source. Tuttavia, dovrai creare Ghostscript dal sorgente utilizzando sistemi operativi basati su Unix come macOS.

Dopo aver scaricato l’app Ghostscript corretta, installa Ghostscript come faresti con una normale applicazione.

Elenca Ghostscript nelle variabili di sistema

Una volta installato Ghostscript, è il momento di aggiungere il binario e la libreria Ghostscript all’elenco delle variabili di sistema in modo che Inkscape possa accedere al supporto PostScript di Ghostscript.

Gli utenti Windows possono aprire Variabile d’ambiente cercando Visualizza impostazioni di sistema avanzate utilizzando la barra di ricerca del menu Start e premendo Invio. Vai al menu Avanzate e fai clic su Variabili d’ambiente .

Nella sezione Variabili di sistema , seleziona Percorso e premi Modifica . Verrà visualizzato il menu di modifica della variabile di ambiente. Ora aggiungi il percorso per bin e lib facendo clic su Nuovo e incollando l’indirizzo di ciascuna cartella.

Una volta aggiunto, fai clic su OK e ora dovresti essere in grado di modificare i file EPS utilizzando Inkscape.

Oltre a Inkscape, puoi anche utilizzare app alternative a pagamento come CorelDRAW senza installare applicazioni aggiuntive come Ghostscript.

Perché utilizzare EPS invece di altri formati vettoriali?

EPS è un formato di file vettoriale che supporta immagini scalabili e sfondi trasparenti memorizzando i dati dell’immagine come vettori.

Anche se lo stesso si può dire per altri formati di file vettoriali, i formati di file PostScript come EPS hanno il vantaggio di utilizzare stampanti compatibili con PostScript per garantire stampe accurate di immagini per vari tipi di supporto. Ciò non è necessariamente vero per altri formati vettoriali poiché non sono stati progettati per la stampa e la compatibilità con le stampanti non è stata presa in considerazione.

Ma perché utilizzare un formato legacy rispetto ai formati PostScript più recenti come AI?

A differenza dei formati PostScript più recenti come AI, EPS non richiede che le applicazioni Adobe visualizzino o modifichino i file PostScript in modo affidabile. Alcuni designer possono salvare i file come EPS per garantire che chiunque possa visualizzare e modificare i propri progetti, indipendentemente dal software utilizzato. Naturalmente, se sei l’unico a modificare il tuo lavoro o condividi la tua arte solo con altri utenti Adobe, allora utilizzare l’intelligenza artificiale sarebbe migliore in quanto fornisce più funzionalità di modifica rispetto a EPS occupando anche meno spazio di memoria.

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia.

Segui il nostro canale Whatsapp.

Continua a rimanere informato sul mondo della tecnologia seguendo in nostro canale Whatsapp.