Pubblicità
You are currently viewing Cose da fare prima e dopo l’installazione di Windows 11

Cose da fare prima e dopo l’installazione di Windows 11

Anche se Microsoft ha affermato che Windows 10 è stato l’ultimo sistema operativo principale, non sorprende davvero che Windows 11 sia ora disponibile . L’aggiornamento è gratuito, ma prima di installare Windows 11, ti consigliamo di fare un piccolo lavoro di preparazione. Dopo aver fatto il grande passo, ci sono alcune impostazioni e modifiche alla personalizzazione che probabilmente vorrai apportare per la migliore esperienza possibile.

Cose da fare prima di installare Windows 11

Anche se vedi già Windows 11 pronto per l’installazione in Windows Update, non farlo ancora. Microsoft ha buone intenzioni, ma come tutti sanno, gli aggiornamenti di Windows non vanno sempre come previsto , soprattutto quando si passa a un nuovo sistema operativo.

Pubblicità

Prenditi il ​​tempo necessario per completare le seguenti attività per rendere l’installazione di Windows 11 il più semplice e indolore possibile.

Assicurati che il tuo PC sia compatibile

Se il tuo PC ha più di qualche anno, ci sono buone probabilità che non sia compatibile con Windows 11 . Va bene, tuttavia, poiché Microsoft non interromperà presto il supporto per Windows 10.

Puoi controllare manualmente i requisiti di sistema di Windows 11 o eseguire l’ app PC Health Check . Devi già eseguire Windows 10 per utilizzare PC Health Check, che verifica che il tuo dispositivo possa eseguire Windows 11.

Pubblicità
  • Dopo aver scaricato l’app sul tuo PC, esegui l’app.
  • Fare clic su “Verifica ora” per eseguire la scansione della compatibilità. Se tutto va bene, vedrai un segno di spunta con i risultati.
  • Fai clic su “Vedi tutti i risultati” per vedere come si accumula il tuo PC, ad esempio soddisfacendo a malapena i requisiti minimi o superandoli.

Se il tuo PC non è compatibile, vedrai cosa manca. Se ti piace davvero il tuo PC attuale, potrebbe significare che hai solo bisogno di un aggiornamento hardware, come la RAM o un disco rigido più grande. Tuttavia, non sarai in grado di installare Windows 11, finché il tuo PC non sarà compatibile.

Puoi acquistare un nuovo PC (assicurati che soddisfi le specifiche minime) con Windows 10 e aggiornarlo da lì o attendere pazientemente che la maggior parte dei nuovi PC abbia già installato Windows 11.

Eseguire il backup o creare un clone di Windows 10

La compatibilità non è l’unica cosa da considerare. L’installazione di Windows 11 non dovrebbe cancellare nessuno dei tuoi file, ma a volte le cose vanno male. Durante l’aggiornamento a Windows 10, molti utenti hanno perso file perché qualcosa non è stato aggiornato e installato correttamente.

Prima di procedere con l’installazione, eseguire il backup di tutti i file.

Potrebbe interessarti:  Wi-Fi non funziona su Windows 11: come risolvere

Puoi anche utilizzare la funzione di backup in Windows 10. Vai su “Impostazioni -> Aggiornamento e sicurezza -> Backup”.

Pubblicità

Se vuoi assicurarti di poter tornare a Windows 10 in qualsiasi momento, puoi invece clonare Windows 10 . È un po’ un processo, ma ne vale sicuramente la pena se vuoi ricreare il tuo vecchio sistema operativo.

Prendi nota di tutte le tue app e codici Product Key

Finché le tue app attuali sono tutte compatibili con Windows 10, non dovrebbero esserci problemi reali nel passaggio a Windows 11. Se non funzionano correttamente in 10, potresti avere problemi.

Come con i tuoi file, le tue app dovrebbero rimanere le stesse. Tuttavia, è una buona idea fare un elenco di tutto ciò che hai installato insieme ai codici Product Key corrispondenti. Nel nostro post sul ripristino del codice Product Key di Windows 10 , abbiamo anche spiegato come recuperare altri tipi di codici Product Key e visualizzare un elenco di tutte le app e i software installati.

Decidi come vuoi installare Windows 11

Microsoft non sta rilasciando Windows 11 a tutti gli utenti contemporaneamente. Nonostante sia disponibile a partire da ottobre 2021, Microsoft sta gradualmente implementando il sistema operativo fino alla metà del 2022.

Ciò fornisce due opzioni per l’installazione di Windows 11. La prima è aspettare fino a quando non viene visualizzato in Windows Update.

Pubblicità

In alternativa, scarica il supporto di installazione ufficiale di Windows 11 . Usa l’assistente di installazione di Windows 11 (fornito da Microsoft) per guidarti attraverso il processo. Con questa opzione, puoi semplicemente aggiornare (mantenere i file e le app così come sono) o eseguire un’installazione pulita (formattare il sistema, perdere file e app).

Se hai già problemi di prestazioni, un’installazione pulita potrebbe essere la migliore. Assicurati solo di avere tutti i tuoi file, app e driver di dispositivo pronti per essere ripristinati.

Cose da fare dopo l’installazione di Windows 11

Congratulazioni! Ora hai il nuovo brillante Windows 11. Ma, e adesso? Prenditi un momento per controllare tutte le funzionalità che non avevi in ​​Windows 10, come ad esempio:

  • Icone della barra delle applicazioni centrate, simili a macOS
  • Widget della barra delle applicazioni aumentati
  • Più facile da usare Microsoft Store
  • Integrazione con Microsoft Teams
  • Strumenti di messa a fuoco/produttività nell’app Orologio

Verifica la compatibilità dell’app e dell’hardware

Anche se l’app PC Health Check dice che il tuo PC è compatibile, non significa che tutte le tue app e l’hardware funzioneranno. Per l’hardware, verifica con il produttore del dispositivo gli aggiornamenti dei driver. In molti casi, l’esecuzione di Windows Update aggiornerà i driver non appena ne saranno disponibili di nuovi.

Quindi, controlla che tutte le tue app siano ancora installate e assicurati che funzionino correttamente. Se non funzionano, visita il sito Web dell’app per vedere se è disponibile un aggiornamento e, in caso contrario, se ne è in corso uno. È possibile che tu debba attendere mentre gli sviluppatori aggiornano il software per funzionare con Windows 11 o passare a un’alternativa.

Pubblicità

Assicurati di farlo entro i primi 10 giorni dall’installazione di Windows 11 nel caso in cui scegli di tornare indietro. Maggiori informazioni su questo a breve.

Cancella la barra delle applicazioni e il menu Start Clutter

Dopo aver installato Windows 11, probabilmente troverai alcune app aggiuntive elencate nel menu Start e sulla barra delle applicazioni. Se preferisci non avere tutto il disordine, puoi eliminare tutto ciò che non ti serve, come le app consigliate e le icone delle app.

Potrebbe interessarti:  Dove trovare i file scaricati in Safari su un Mac

Per la barra delle applicazioni, vai su “Impostazioni -> Personalizzazione -> Barra delle applicazioni”.

Da qui, puoi attivare e disattivare Ricerca, Widget e Visualizzazione attività. Per altre icone, fai clic con il pulsante destro del mouse sull’icona e scegli “Rimuovi dalla barra delle applicazioni”. Puoi aggiungere qualsiasi app aperta alla barra delle applicazioni allo stesso modo. Fai clic con il pulsante destro del mouse e scegli “Aggiungi alla barra delle applicazioni”.

Per le voci del menu Start, fai clic con il pulsante destro del mouse su un’app e scegli “Rimuovi da Start”. Puoi anche cercare app e scegliere “Aggiungi a Start” dalla funzione di ricerca. Potresti anche voler eliminare la sezione “Consigliato”. Tuttavia, la rimozione di questa sezione non ti darà spazio extra – lascia solo un’area vuota nel menu Start – ma ha un aspetto migliore.

Pubblicità

Per rimuovere app e documenti consigliati dal menu Start, apri “Impostazioni -> Personalizzazione -> Start”.

Disattiva gli elementi che non desideri vengano visualizzati nel menu Start. Puoi anche personalizzare le cartelle visualizzate accanto al pulsante “Accensione”.

Verifica le tue impostazioni

Sfoglia le Impostazioni, in particolare le impostazioni sulla privacy, per verificare tutto ciò che è stato trasferito da Windows 10. Anche se dovrebbe essere lo stesso, Microsoft è nota per modificare le impostazioni in base a ciò che l’azienda ritiene sia meglio per te.

Arresta l’esecuzione di Xbox

Se hai già rimosso Xbox da Windows 10 , dovrebbe rimanere sparito. Tuttavia, se riappare o sei solo un utente occasionale, puoi interromperne l’avvio ogni volta che avvii il PC.

Apri l’app Xbox e vai su “Impostazioni -> Generale”, quindi deseleziona “Avvia app automaticamente all’avvio”.

Pubblicità

Un’altra opzione è fare clic con il pulsante destro del mouse sul menu Start e scegliere “Task Manager”. Nella scheda “Avvio”, fai clic con il pulsante destro del mouse su Xbox e seleziona “Disabilita”. Non ho Xbox installato, ma questo è l’aspetto del processo.

Puoi anche disabilitare qualsiasi servizio Xbox aprendo la scheda “Servizi” in Task Manager, quindi facendo clic su “Apri servizi” nella parte inferiore della finestra. Fai clic con il pulsante destro del mouse su tutti i servizi Xbox, seleziona “Proprietà” e passa a Manuale o Disabilitato.

Controlla gli aggiornamenti

Hai appena installato Windows 11, quindi perché controllare gli aggiornamenti? È Microsoft e potrebbero essere già disponibili aggiornamenti minori. Verifica che non ti manchino funzionalità importanti o aggiornamenti di sicurezza. Ciò è particolarmente vero se installi Windows 11 in un secondo momento.

Vai su “Impostazioni -> Windows Update”. Fai clic su “Verifica aggiornamenti”.

Come tornare a Windows 10 da Windows 11

Non ti piace Windows 11 o alcuni dei tuoi hardware/app non funzionano correttamente? Nessun problema. Puoi tornare a Windows 10 in qualsiasi momento. Tuttavia, hai solo 10 giorni per tornare indietro senza perdere file e app. È simile alla disinstallazione di un aggiornamento di Windows. Dopo 10 giorni, dovrai eseguire un’installazione pulita di Windows 10.

Pubblicità

Se rientri nella finestra di 10 giorni, segui le istruzioni di seguito:

  • Vai su “Impostazioni -> Sistema”.
  • Scorri verso il basso fino a visualizzare Ripristino nel riquadro di destra.
  • Premi “Torna indietro” per avviare il downgrade a Windows 10.
  • Dovrai quindi dire a Microsoft perché stai ripristinando. Fai clic su “Avanti” e procedi attraverso le istruzioni per tornare a Windows 10.
Potrebbe interessarti:  Come eseguire uno strumento di risoluzione dei problemi in Windows 11

C’è un trucco per estendere la finestra di downgrade a 60 giorni. Questo ti dà due mesi per provare Windows 11 e tornare comunque a Windows 10 senza dover eseguire un’installazione pulita.

  • Fare clic con il pulsante destro del mouse sul menu Start e scegliere “Windows PowerShell (amministratore)”. In alternativa, usa l’icona Cerca per cercare PowerShell. Assicurati di aprirlo con i diritti di amministratore.
  • Digita il seguente:
  • Il comando mostrerà che hai 10 giorni nella finestra di disinstallazione, che è l’impostazione predefinita. Immettere il seguente comando per estenderlo a 60.
dism /online /Set-OSUninstallWindow /Value:60
  • Se esegui nuovamente il primo comando, vedrai che la finestra di downgrade è cambiata in 60.

Come impedire a Windows 10 di eseguire l’aggiornamento automatico a Windows 11

Sebbene sia possibile apportare le modifiche nell’Editor criteri di gruppo, gli utenti di Windows 10 Home non hanno accesso a questo, quindi il metodo più universale è tramite l’editor del registro. Inoltre, Windows Update non dovrebbe aggiornarti automaticamente. Dovrai confermare se aggiornare o meno. Ma, nel caso in cui Microsoft tenti di diventare invadente, hai la seguente opzione.

Apri “Start” e digita “Editor del registro”. Seleziona “Esegui come amministratore” in Editor del Registro di sistema.

  • Vai a:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows\WindowsUpdate
  • Se non vedi WindowsUpdate, fai clic con il pulsante destro del mouse su “Windows” e seleziona “Nuovo -> Chiave”. Chiamalo “Windows Update”.
  • Fare clic con il pulsante destro del mouse su “Windows Update” e selezionare “Nuovo -> Valore DWORD (32 bit)”.
  • Assegna un nome al nuovo valore (nel riquadro di destra) “TargetReleaseVersion” e premi “Invio” per salvarlo. Fare doppio clic sul nuovo valore e impostare il valore su “1”, quindi premere “OK” per salvare.
  • Fare nuovamente clic con il pulsante destro del mouse su “Windows Update”. Questa volta seleziona “Nuovo -> Valore stringa”. Inserisci “TargetReleaseVersionInfo” come nome.
  • Fare doppio clic su “TargetReleaseVersionInfo” e immettere “21H1” o “21H2”, a seconda della versione di Windows 10 in esecuzione. Premere “OK” per salvare.
  • Riavvia il computer per salvare le modifiche.

Domande frequenti

È sicuro continuare a utilizzare Windows 10 ora che Windows 11 è disponibile?

Sicuro come lo è sempre stato. Microsoft fornirà supporto esteso per Windows 10 fino a ottobre 2025. Il supporto mainstream, ovvero gli aggiornamenti delle funzionalità, termina a ottobre 2021. In parole povere, continuerai a ricevere aggiornamenti e patch di sicurezza per la maggior parte del 2025. A quel punto, probabilmente avrai bisogno per sostituire comunque il tuo PC attuale. C'è anche una buona possibilità che queste date possano essere prorogate. Dopotutto, il supporto esteso di Windows 8.1 non termina fino al 2023.

Gli utenti di Windows 7 e 8.1 possono eseguire l'aggiornamento a Windows 11?

Tecnicamente, sì, supponendo che il PC sia compatibile. Tuttavia, devi prima eseguire l'aggiornamento a Windows 10 .

Devo utilizzare un account Microsoft con Windows 11?

Microsoft vuole sicuramente che tu lo faccia, ma come con Windows 10, non hai bisogno di un account Microsoft per utilizzare il sistema operativo. Se desideri scaricare qualcosa da Microsoft Store o utilizzare determinate app/funzioni di Windows, ti verrà richiesto di disporre di un account. Tuttavia, non avrai bisogno di un account solo per usare il tuo computer.
david rossi

Salve mi chiamo David Rossi esperto e appassionato informatico. Mi piace tenermi sempre informato sulle ultime novità tecnologiche e per questo ho creato il sito www.soluzionecomputer.it.

Pubblicità
Condividi su:
Pubblicità