Come utilizzare più display esterni in Ubuntu

da | Linux/Ubuntu, Computer

Come su qualsiasi sistema operativo, l’utilizzo di un secondo monitor su Linux può aiutarti a essere più produttivo mentre lavori o ad immergerti più profondamente nei mondi virtuali mentre giochi.

Aggiungere un secondo monitor può sembrare complesso, ma configurare più display esterni su Ubuntu è più semplice di quanto potresti pensare.

Prerequisito: scegliere un monitor

Innanzitutto, dovrai avere almeno un monitor esterno pronto per l’uso. Se hai un monitor più vecchio che può utilizzare solo VGA e il tuo sistema ha solo porte HDMI, avrai bisogno di un adattatore per collegarlo.

Se stai già utilizzando un monitor esterno e desideri un’esperienza migliore, prova a procurarti un secondo monitor esterno delle stesse dimensioni dell’altro. Idealmente, considera di acquistare lo stesso modello. In questo modo, quando li metti uno accanto all’altro, il mouse non “salta” mentre sposti il ​​cursore da un monitor all’altro e la qualità e la chiarezza dell’immagine saranno molto più coerenti.

Configurazione del monitor esterno su Ubuntu

Una volta pronto l’hardware, accendi il sistema. Dopo che il desktop è stato avviato, collega i monitor aggiuntivi. Ubuntu proverà a configurare automaticamente i nuovi monitor.

Anche se Ubuntu dovrebbe essere in grado di rilevare la migliore risoluzione, probabilmente non rileverà quale monitor è a sinistra e quale a destra. Per modificarlo, puoi andare su Impostazioni e fare clic su Display . In alternativa, puoi fare clic con il pulsante destro del mouse in un punto qualsiasi del desktop e fare clic su Impostazioni schermo .

Qui puoi modificare le impostazioni dei tuoi monitor. La regione nella metà superiore di questa finestra ti consente di riorganizzare i monitor in modo che Ubuntu sappia quale si trova e dove. Facendo clic su ciascuno verrà visualizzata una piccola casella di informazioni nell’angolo o nella parte inferiore del monitor selezionato.

Se fai clic sul monitor che Ubuntu ritiene sia a destra, ma la piccola casella di informazioni appare sul monitor sinistro, devi trascinare quel monitor a sinistra del monitor non selezionato.

Premi Applica e Ubuntu ora dovrebbe sapere quale monitor è posizionato e dove. Per selezionarne uno come monitor principale, fai clic su Display principale e, dal menu a discesa, seleziona il monitor che desideri impostare come display principale e fai clic su Applica .

Se disponi di una configurazione di questo tipo, puoi anche fare in modo che i monitor utilizzino un orientamento verticale anziché l’orientamento orizzontale standard e puoi anche avere i monitor uno sopra e uno sotto l’altro anziché solo sinistra e destra.

Se utilizzi un laptop e preferisci utilizzare un monitor esterno rispetto a quello incluso nel tuo laptop, puoi facilmente scegliere il display interno e spegnerlo in modo che il chip grafico non debba sprecare risorse per spingere pixel sul display interno.

Fare clic su Display singolo e dall’elenco dei monitor selezionare il monitor che si desidera utilizzare come unico display e premere Applica .

Passaggi da seguire se disponi di driver proprietari

Se non utilizzi la grafica Intel o le versioni open source dei driver grafici NVIDIA o AMD, potresti (o no, se sei fortunato!) avere problemi con l’utilizzo dello strumento di Ubuntu per la gestione dei monitor. Se questo è il caso, dovrai accedere all’utilità di configurazione del driver grafico proprietario e apportare lì le modifiche necessarie.

Il concetto è essenzialmente lo stesso, ma apportare le modifiche dipende da come l’utilità presenta le opzioni. Tuttavia, le opzioni specifiche di Ubuntu, come dove posizionare la barra di avvio, dovranno comunque essere eseguite nello strumento di configurazione di Ubuntu. Dovrai solo evitare di armeggiare con altre impostazioni del monitor durante l’utilizzo.

Possibili problemi e come risolverli

Nella maggior parte dei casi, non dovresti avere a che fare con problemi nella configurazione di display aggiuntivi. L’unico problema che potresti incontrare è che il supporto HiDPI non è del tutto completo. Ciò significa che se stai utilizzando un sistema con le impostazioni HiDPI abilitate (come su un MacBook Pro Retina), a tutti i display aggiuntivi verranno applicate le stesse impostazioni. Ciò significa che tutto su quei display apparirà enorme.

Altri scenari peggiori che potresti dover affrontare sono testo sfocato o schermate vuote. Una soluzione semplice al problema del testo sfocato su Linux sarebbe armeggiare con le impostazioni di ridimensionamento HiDPI e capire cosa funziona per te.

Per gestire schermate vuote o problemi relativi alla frequenza di aggiornamento, la soluzione dovrebbe essere l’ eliminazione e la reinstallazione dei driver della scheda grafica . Se dovessi riscontrare problemi di strappo dello schermo , puoi anche risolverlo in diversi modi.

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia.

Segui il nostro canale Whatsapp.

Continua a rimanere informato sul mondo della tecnologia seguendo in nostro canale Whatsapp.