Come trasformare i tuoi mp3 in CD audio con ImgBurn su Windows

da | Computer, Windows

I dispositivi di riproduzione musicale oggi supportano lo streaming o la riproduzione di file audio da supporti di archiviazione portatili. La nostra musica offline risiede in unità esterne, chiavette USB o schede SD.

Ecco perché ti sembra di poter ascoltare i tuoi brani preferiti ovunque. E poi ti rendi conto che il sistema audio della tua vecchia auto può riprodurre solo CD. Niente di più, niente di meno. E che l’aggiornamento del suo sistema audio per l’era moderna costerebbe molto di più di un “masterizzatore” CD/DVD e una dozzina di dischi ottici.

Quindi, vediamo come puoi trasformare i tuoi MP3 moderni in CD audio della vecchia scuola, proprio come facevano le persone più anziane nel corso della giornata

Come funzionano i CD audio?

I CD sono quasi obsoleti oggi. Quei piccoli dischi erano una combinazione di uno strato protettivo di plastica e una sottile superficie metallica. I dati sono stati memorizzati su una traccia a spirale impercettibile sulla superficie metallica come una sequenza di fosse. Una testina laser in un lettore CD potrebbe quindi “scansionare” quella traccia e, a seconda dell’elevazione di ciascun punto, “leggere” i dati come zero e uno.

I CD commerciali venivano stampati, letteralmente, da un master disc. La pressione è stata ciò che ha creato la pista e i box sulla loro superficie.

I dischi scrivibili avevano una struttura chimica termosensibile. La scrittura su di essi è stata ottenuta grazie a un potente laser nei dispositivi di scrittura di CD, che ha riscaldato la loro superficie per creare quelle fosse. Ecco perché tali dispositivi venivano anche chiamati “masterizzatori CD”.

Spieghiamo tutto questo perché dovrai tenere a mente alcune limitazioni inerenti alla natura stessa dei CD audio che vedremo in seguito.

Limitazioni del CD audio: come evitare piagnucolii, salti e massimizzare la compatibilità

I dispositivi di scrittura di CD hanno continuato a evolversi e, nel processo, ad accelerare fino a raggiungere velocità fino a 72x. Tuttavia, tali velocità di rotazione richiedevano anche supporti ottici di alta qualità. I dischi economici potrebbero persino esplodere se utilizzati con dispositivi che superano la velocità di scrittura di oltre 42x. E no, non stiamo esagerando.

Un ulteriore problema era che più velocemente uno scrittore di CD “si affrettava” a scrivere su un disco, meno definita era la virata a spirale su di essi.

Questo non era un problema quando si utilizzavano i CD per l’archiviazione dei dati e si accedeva ad essi sul PC. Tuttavia, i lettori di CD audio sono stati progettati principalmente per dischi stampati commerciali con tracce ben definite. Alcuni potrebbero riprodurre correttamente i CD scritti, ma molti produrrebbero un lamento udibile, salterebbero le tracce o non riconoscerebbero un CD scritto.

I supporti ottici riscrivibili erano ancora più bizzarri. Quelli non sono mai stati raggiunti a causa di prezzi più alti, velocità inferiori e compatibilità ancora più instabile. La loro “riscrivibilità” richiedeva una superficie metallica diversa rispetto ai CD “normali”. Ecco perché tali dischi, indicati da un “RW”, sono quasi del tutto incompatibili con la maggior parte dei lettori CD audio.

Oltre a quanto sopra, dovresti tenere a mente gli standard. Con “standard” ci riferiamo alle regole rigorosamente definite su come i dati dovrebbero essere ordinati sui supporti per uno scopo particolare. La versione breve è che “i dati sono stati ordinati in modo diverso” sui CD con i dati rispetto all’audio (e stiamo semplificando grossolanamente per motivi di chiarezza).

Quindi, anche se un CD che scrivi sarà leggibile dalla maggior parte delle unità ottiche per PC, se vuoi riprodurlo in un lettore CD audio, dovresti:

  • Scrivilo alla velocità più bassa possibile supportata dal tuo masterizzatore CD. Per risultati ottimali, dovresti rimanere sotto 4x. Molti moderni masterizzatori di CD, tuttavia, sono così veloci da non poter scendere a velocità inferiori a 8x o 10x.
  • Usa i supporti scrivibili di altissima qualità che puoi trovare.
  • Assicurati che il supporto sia etichettato come CD-R e non CD-RW.
  • Scegli di voler creare un CD audio e scrivere tutto su di esso in una volta sola, come sessione singola (e “chiusa”), per garantire la massima compatibilità con il formato e gli standard del CD audio.

Naturalmente, avrai anche bisogno di un dispositivo di scrittura su CD. Tutti i dispositivi che funzionano con dischi ottici simili sono compatibili con i CD. Grazie a questo, puoi anche utilizzare un masterizzatore DVD o Blu-Ray. Enfasi sul bit “scrittore”, perché potresti avere un dispositivo che può leggere solo dischi ottici.

Scarica e installa ImgBurn

Con le informazioni necessarie fuori mano, è il momento di scrivere un po’ di musica sui tuoi CD. Per questo articolo, diamo per scontato che il tuo PC sia dotato di un masterizzatore CD e che tu abbia a disposizione una manciata di file audio e CD vergini.

Per quanto riguarda il software, useremo ImgBurn. ImgBurn è compatibile con i formati di file audio più diffusi, come AAC, FLAC, WAV, PCM, WMA, OGG, APE e, naturalmente, MP3. Ancora più importante, è gratuito.

Quindi, visita il sito ufficiale di ImgBurn . Scarica l’applicazione e installala sul tuo PC, quindi eseguila.

Inserisci un CD “vuoto” nel masterizzatore e preparati a masterizzare della musica.

Come creare un file cue

La musica sui CD audio viene memorizzata in sequenza, brano dopo brano. Nel regno della scrittura di CD, quella sequenza è chiamata “CUE”, dalla popolare combinazione di formati CUE e BIN. Pensalo come una playlist per un lettore multimediale, definendo come le tracce verranno posizionate sul disco.

  • Per creare un tale CUE da una serie di file audio con ImgBurn, scegli Crea file CUE dal menu Strumenti dell’app .
  • Trascina e rilascia i tuoi file audio da un file manager nella finestra Crea file CUE di ImgBurn. Li vedrai in sequenza serializzata all’interno della parte Layout della finestra di ImgBurn.
  • Se vuoi rimuovere un file dal tuo CD Audio, selezionalo nel Layout e clicca sul pulsante con la “X” rossa sulla destra. I CD audio possono contenere fino a 70 minuti di audio. Se i tuoi file sono molti di più, dovresti rimuoverne alcuni, altrimenti ImgBurn non sarà in grado di scriverli su un CD audio.
  • È possibile utilizzare i pulsanti freccia sulla destra della finestra per modificare la posizione dei file nella sequenza CUE.
  • La maggior parte dei lettori di CD audio visualizzerà le informazioni sulla traccia in riproduzione sullo schermo. Puoi scegliere cosa dovrebbero mostrare dalla sezione CD-TEXT sotto le Opzioni traccia . Se non desideri inserire manualmente le informazioni per la tua musica, scegli Nome file o Tag .
  • Abilita l’opzione Aggiungi alla coda di scrittura al termine in basso a sinistra nella finestra di ImgBurn. Quindi, fai clic su OK per salvare il tuo file CUE e farlo “inoltrare” alla sezione di scrittura su CD dell’app.

Come “masterizzare” la tua musica su un CD

Quando torni all’interfaccia principale di ImgBurn, ora puoi fare in modo che l’app converta al volo e scriva la tua musica su un CD audio.

  1. Con un CD scrivibile “vuoto” all’interno del masterizzatore, fare clic su Scrivi file immagine su disco .
  2. Se hai più di un dispositivo di scrittura su disco ottico sul tuo PC, seleziona quello corretto in Destinazione .
  3. Rivolgi la tua attenzione in basso a destra nella finestra di scrittura di ImgBurn. Modifica la velocità di scrittura in Impostazioni a 4x o anche inferiore per risultati ottimali.
  4. Fare clic sul pulsante grande in basso a sinistra della finestra di scrittura di ImgBurn per avviare il processo di masterizzazione.
  5. La finestra principale di ImgBurn si “trasformerà” di nuovo per mostrarti l’avanzamento del processo di scrittura. Il tuo CD audio sarà pronto quando la barra sotto Completa si riempie. A seconda delle impostazioni e dell’hardware, il vassoio del CD potrebbe essere espulso al termine della scrittura.

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale gratuito.

Segui il nostro canale Whatsapp.

Continua a rimanere informato sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale WhatsApp gratuito.