Come trasferire file da PC a PC

da | Computer, MacOS, Windows

Possono essere diverse le ragioni per le quali si ha la necessità di trasferire file da PC a PC: un computer nuovo, il fatto che ci è stato chiesto un aiuto per un lavoro, perché dobbiamo usare un altro PC in una sede diversa dal solito, e così via. Diciamo che le modalità per attuare questa possibilità sono varie e facili da mettere in pratica, ed in questo articolo affronteremo proprio tale argomento.

Per trasferire dei file da un computer all’altro, si può usare un trasferimento di tipo manuale con un hard disk esterno, spostando i file tramite un processo di copia e incolla senza usare altro software, oppure è possibile utilizzare un cavo per il trasferimento dati che collega tra loro i PC tramite porte USB. C’è poi il trasferimento locale tramite Wi-Fi o LAN, con cavi Ethernet o connessione Internet wireless: un metodo sicuro e veloce che non richiede hardware esterni o unità flash. Ed altri metodi ancora.

Per capire come fare per trasferire file da PC a PC in questo testo prenderemo in esame, nel dettaglio, come farlo tramite WiFi, con una condivisione in prossimità (Windows) AirDrop (macOS) e condivisione di rete (Windows/macOS). Passeremo poi ai siti per la condivisione dei file (Windows/macOS) e ad altre soluzioni utili, prendendo in esame anche la modalità di via cavo Ethernet o USB e tramite Bluetooth.

Come trasferire file da PC a PC tramite WiFi

Per iniziare, vediamo quali sono i migliori metodi per trasferire file da un computer all’altro usando le connessioni Wi-Fi.

Condivisione in prossimità (Windows)

Un sistema di trasferimento rapido tra due computer dotati di Windows 10, o successivi (ad es. Windows 11) è dato dalla funzione di Condivisione in prossimità di Windows, che consente di trasferire file tra due PC, usando sia Wi-Fi che Bluetooth, anche se i dispositivi non sono collegati alla stessa rete.

Per far si che un computer possa ricevere file usando questa possibilità, occorre abilitarla.

In questo modo:

  • aprire il menu Start di Windows,
  • cliccare sul simbolo dell’ingranaggio che troviamo al suo interno,
  • oppure schiacciare la combinazione di tasti Win+I sulla tastiera,
  • raggiungere la sezione Sistema > Condivisione in prossimità/Esperienze condivise,
  • spostare su ON la levetta posta in corrispondenza della sezione Condivisione in prossimità (solo su Windows 10),
  • indicare se condividere/ricevere contenuti da tutti gli utenti nelle vicinanze,
  • oppure solo dai tuoi dispositivi, cioè da quelli associati al medesimo account Microsoft,
  • apponendo il segno di spunta accanto all’opzione che preferiamo, oppure selezionandola dal menu a tendina dedicato.

Una volta configurato il PC di destinazione per la ricezione dei file, si può iniziare il trasferimento:

  • passare al computer che contiene il file da trasferire,
  • fare clic destro sulla sua icona e scegliere la voce Condivisione/Condividi, dal menu che va ad aprirsi,
  • se non la vediamo, cliccare prima sulla voce per mostrare altre opzioni,
  • cliccare sul nome del computer di destinazione,
  • passare a questo dispositivo e, se richiesto, cliccare sul pulsante per salvare il file.

Per impostazione predefinita, i file ricevuti tramite Condivisione nelle vicinanze vengono archiviati nella cartella Download del sistema operativo.

AirDrop (macOS)

Se dobbiamo condividere file tra due Mac, si può usare AirDrop: molto simile al sistema di condivisione in prossimità di Windows, che consente di scambiare dati tra due dispositivi a marchio Apple (siano essi Mac, iPhone e iPad), i quali devono avere una connessione Bluetooth ed una scheda Wi-Fi attive, anche in assenza di una rete wireless che possa fungere da ponte.

Affinché il Mac possa ricevere elementi tramite AirDrop, serve abilitarla:

  • aprire il menu Vai > AirDrop del computer,
  • premere sui pulsanti per attivare il Bluetooth e/o il Wi-Fi (se necessario),
  • intervenire sul menu a tendina Consenti di trovarmi a, per specificare chi può inviare contenuti al computer:
    1. solo contatti, per ricevere elementi soltanto da dispositivi appartenenti a noi o a uno dei nostri contatti,
    2. tutti, per ricevere file da qualsiasi Mac, iPhone e iPad.

Fatta la scelta, passare al Mac che ospita il file da inviare:

  • fare clic destro sulla sua icona,
  • selezionare le voci Condividi… > AirDrop dal menu che va ad aprirsi,
  • cliccare sul nome del Mac di destinazione,
  • passare a quest’ultimo e, se richiesto, autorizza il download premendo sul pulsante dedicato,
  • quest’ultimo passaggio non è necessario, se entrambi i Mac sono associati allo stesso ID Apple.

Tutti i file ricevuti tramite AirDrop vengono automaticamente salvati nella cartella Download di macOS.

Condivisione di rete (Windows/macOS)

Se entrambi i computer sono collegati alla stessa rete Wi-Fi e dobbiamo condividere parecchi file o cartelle, si può sfruttare il sistema di condivisione di rete incluso in Windows e macOS.

La condivisione di rete permette il trasferimento di file anche tra computer dotati di sistema operativo differente (ad es. un PC Windows e un Mac).

Serve:

  • accertarsi che i computer risultino collegati allo stesso router, tramite rete Wi-Fi o cavo, è uguale,
  • configurare il computer in modo che possa condividere file e cartelle sulla rete locale.

Con Windows:

  • impostare la rete Wi-Fi alla quale siamo connessi come rete privata,
  • fare clic sull’icona della connessione posta nei pressi dell’orologio,
  • premere sul pulsante > corrispondente al nome della rete alla quale siamo collegati (solo su Windows 11),
  • cliccare sul simbolo (i),
  • oppure sulla voce Proprietà, posto in sua corrispondenza,
  • trovare il riquadro Profilo di rete/Tipo di profilo di rete nella nuova finestra che va ad aprirsi,
  • spuntare in corrispondenza della casella Rete privata/Privato.

Per andare avanti:

  • aprire il menu Start,
  • digitare le parole condivisione avanzata e cliccare sul primo risultato ricevuto,
  • nella nuova finestra, espandere il profilo Tutte le reti e indicare di voler usare la crittografia a 128 bit per la cifratura dei file, intervenendo sul menu a tendina dedicato.

Per condividere file tra computer non dotati dello stesso sistema operativo, e/o sui quali sono configurati account diversi, è meglio disattivare la condivisione protetta da password, per evitare l’inserimento delle credenziali utente di chi condivide i file, ogni volta.

Poi:

  • espandere il profilo Reti private e attivare:
    1. l’individuazione rete,
    2. la configurazione automatica dei dispositivi connessi alla rete (dove disponibile),
    3. la condivisione di file e stampanti, intervenendo sulle caselle o sugli interruttori disponibili,
  • creare una cartella condivisa, nella quale ospitare i file e le directory che vogliamo rendere disponibili in rete,
  • scegliere la cartella che preferisci (o creane una ad-hoc),
  • fare clic destro sul suo nome e scegliere la voce Proprietà, dal menu che va ad aprirsi.

Fatto ciò:

  • aprire la scheda Condivisione,
  • cliccare sul pulsante Condividi…,
  • digitare la parola Everyone all’interno del campo che vediamo in alto,
  • premere sul pulsante Aggiungi.

Per impostazione predefinita, tutti gli utenti della rete possono accedere in lettura alla cartella scelta, ma non archiviare file al suo interno.

Per modificare questa caratteristica:

  • cliccare sulla dicitura Lettura posta accanto alla dicitura Everyone,
  • scegliere la voce Lettura/Scrittura dal menu che va ad aprirsi,
  • per confermare la condivisione, premere sui pulsanti Condividi e OK.

Con Mac:

  • aprire le Impostazioni di sistema, cliccando sul simbolo dell’ingranaggio residente sul Dock,
  • andare nelle sezioni Generali > Condivisione e spostare su ON la levetta corrispondente alla voce Condivisione file,
  • cliccare sul simbolo (i) posto subito accanto,
  • usare il pannello che vediamo sullo schermo, per selezionare:
    1. le cartelle da condividere, premendo sul pulsante [+] posto a sinistra,
    2. il livello di autorizzazione per i vari utenti,
  • cliccare sul pulsante Opzioni…,
  • spostare su ON la levetta denominata Condividi file e cartelle mediante SMB e apporre il segno di spunta accanto al tuo nome utente,
  • digitare la password del proprio account, da inserire per accedere ai file condivisi,
  • premere sul pulsante Fine, per due volte consecutive, in modo da confermare le modifiche apportate.

Una volta completata la configurazione della condivisione di rete:

  • spostare i file da trasferire nella cartella che abbiamo scelto in precedenza,
  • accedere a quest’ultima dal secondo computer, usando la sezione Rete dell’Esplora File di Windows,
  • oppure del Finder di macOS.

Siti per la condivisione dei file (Windows/macOS)

Un’ altra soluzione, specialmente se abbiamo bisogno di trasferire pochi file, è quella di usare un sito per la condivisione diretta dei file: un metodo che consente di spostare file da un dispositivo all’altro usando il browser, a prescindere dal sistema operativo in uso, basta che tutti i device coinvolti siano collegati alla stessa rete Wi-Fi.

Infatti tali piattaforme potrebbero non funzionare se il computer è collegato a una VPN, oppure se è attivo il servizio Relay Privato di iCloud+.

Una tra le più funzionali piattaforme della categoria è Snapdrop, un servizio open source , utilizzabile a costo zero da qualsiasi dispositivo munito di browser (computer inclusi) e che non richiede registrazione alcuna.

Per servirsene:

  • collegarsi al sito https://snapdrop.net/ da entrambi i computer coinvolti,
  • attendere che si individuino sulla rete virtuale che compare sullo schermo,
  • andare al computer che contiene il file da trasferire,
  • fare clic sul nome di quello che deve riceverli e utilizzare il pannello che compare sullo schermo, per selezionare il file d’ interesse,
  • passare al computer di “destinazione” e accettare il file premendo sull’apposito pulsante.

A download completato, il file ricevuto verrà archiviato nella cartella di download del browser.

Altre soluzioni utili

Se abbiamo la necessità di spostare uno o più file tra due computer che non si trovano sulla stessa rete locale, ci si può rivolgere a un servizio cloud, con cui inviare e tenere sincronizzati i file su Internet, con la possibilità di scaricarli in qualsiasi momento su altri computer, smartphone o tablet, ricordando le credenziali d’accesso al proprio account.

L’upload e il download dei file possono avvenire:

  1. tramite Web,
  2. con l’ausilio del client desktop ufficiale fornito dalla piattaforma stessa,

questo consente anche di sincronizzare automaticamente i file, così da essere certi di averne a disposizione le versioni più aggiornate.

Per spostare pochi file, un’altra soluzione può essere quella di un auto-invio:

  • sotto forma di allegato e-mail,
  • condividendoli in una chat con noi stessi su Telegram, WhatsApp e altre piattaforme simili,
  • caricarli su un apposito sito per il trasferimento di grandi file.

Come trasferire file da PC a PC via cavo

Se non abbiamo la possibilità di eseguire il trasferimento dei dati in modalità Wi-Fi, oppure se c’è bisogno di spostare una gran quantità di file alla maggior velocità possibile, si può sempre optare per l’impiego di un cavo Ethernet, oppure di un particolare tipo di cavetto USB, pensato proprio per lo scambio dei file.

Come trasferire file da PC a PC con cavo Ethernet

Se i due computer sono connessi al router tramite cavo, utilizzando la connessione via cavo Ethernet, per trasferire i file da PC a PC, si possono sfruttare le funzioni di condivisione di rete previste da Windows e macOS, in maniera pressoché identica a quanto visto con le reti Wi-Fi.

Se, invece, i computer non sono connessi ad alcun router esterno si può creare una rete Ethernet diretta tra i dispositivi coinvolti, usando un particolare cavo Ethernet di tipo incrociato, o cross/crossover, che hanno i connettori centrali delle estremità cablati l’uno in maniera opposta rispetto all’altro.

I cavi incrociati sono reperibili nei negozi di elettronica specializzati, oppure online e, se il nostro il computer non dispone di ingresso Ethernet, si può acquistare un adattatore SUB-Ethernet, prestando attenzione alla compatibilità fra l’adattatore stesso e il sistema operativo che stiamo usando.

Una volta ottenuto il materiale occorrente:

  • mettere in comunicazione i due computer usando il cavo incrociato (e l’adattatore USB, se necessario),
  • assegnare gli IP statici per la connessione di rete LAN, usando il menu Impostazioni Rete di Windows e macOS,
  • configurarli in questo modo:
  1. IP primo computer: 192.168.0.2
  2. IP secondo computer: 192.168.0.3
  3. Maschera di rete/sottorete (o subnet mask): 255.255.255.0
  4. Gateway predefinito/router e server DNS: lasciare vuoti questi campi, non necessari in quanto la rete locale non ha accesso a Internet.

Completata l’impostazione degli IP, i due computer coinvolti si vedranno tra di loro, andando a creare una piccola rete LAN privata.

A questo punto basta condividere i file e le cartelle che vogliamo, come abbiamo visto nelle indicazioni precedenti di questo articolo.

Come trasferire file da PC a PC con cavo USB

Vediamo ora come trasferire file da un computer all’altro usando, al posto del cavo Ethernet, un cavo di tipo USB.

Per farlo non è sufficiente mettere fisicamente in comunicazione i computer tramite cavo USB-A o USB-C di tipo maschio-maschio (dotato cioè di due connettori uguali), perché una connessione di questo tipo non è pensata per il trasferimento dei dati, né consente di eseguirlo.

Per raggiungere l’obiettivo, invece, bisogna utilizzare dei particolari cavi USB appositi per il trasferimento dati, che si possono acquistare nei negozi di articoli informatici, oppure online.

Cavi di questo tipo sono dotati di una piccola memoria di massa interna e funzionano quasi sempre con l’ausilio di un programma auto-installante.

Prima di acquistarne uno, assicurarsi che i connettori di cui è dotato siano in linea con il tipo di porte USB disponibili sui due computer, e che il software fornito sia compatibile con i sistemi operativi coinvolti.

Una volta acquistato il cavo più adatto:

  • collegarlo a entrambi i computer,
  • seguire le indicazioni visibili a schermo, per configurare del dispositivo,
  • trasferire i file da un computer all’altro, incollandoli nella cartella preposta per lo scopo.

Ogni software proprietario ha un funzionamento a sé e, quindi, è bene leggere attentamente il manuale fornito in dotazione con il cavo.

Come trasferire file da PC a PC tramite Bluetooth

Se abbiamo due computer muniti di connettività Bluetooth, si può usarla per trasferire file da un dispositivo all’altro, a prescindere che si tratti di PC Windows oppure di Mac.

E’ meglio seguire questa strada soltanto se non abbiamo altre opzioni percorribili, o per trasferire solo un numero esiguo di file, in quanto la velocità di trasferimento con Bluetooth è già di per sé molto bassa, e aumenta in maniera direttamente proporzionale alla distanza fisica che intercorre tra i due computer coinvolti.

Per mettere, comunque, in pratica questo metodo, attivare il Bluetooth sul computer di destinazione e rendere visibile il dispositivo:

  • con Windows:
    1. premere la combinazione di tasti Win+X sulla tastiera,
    2. scegliere la voce Impostazioni dal menu che va ad aprirsi,
    3. aprire la sezione Dispositivi/Bluetooth e dispositivi,
    4. cliccare sulla voce Bluetooth (se necessario),
    5. spostare su ON la levetta corrispondente e lasciare aperto il pannello delle impostazioni, così che il computer rimanga visibile.
  • Con un Mac:
    1. aprire le Impostazioni di sistema usando l’apposita voce disponibile nel menu Apple,
    2. cliccare sulla voce Bluetooth visibile di lato e spostare su ON la levetta in cima allo schermo,
    3. non chiudere la finestra delle impostazioni, in quanto occorre mantenerla aperta affinché il Mac sia individuabile,
    4. ritornare alle impostazioni del Bluetooth su uno qualsiasi dei computer,
    5. premere sul pulsante per aggiungere un dispositivo (se necessario) e selezionare il nome dell’altro computer, dalla lista di quelli rilevati nelle vicinanze,
    6. cliccare sul pulsante per stabilire la connessione e seguire le indicazioni che vediamo sullo schermo,
    7. concludere, in questo modo, la fase di abbinamento iniziale e autorizzare i dispositivi a comunicare tra loro.

Per trasferire un file tramite Bluetooth, su Windows:

  • fare clic destro sul suo nome,
  • selezionare le voci Mostra altre opzioni (se necessario) e Invia a,
  • cliccare sulla dicitura Dispositivo Bluetooth dall’ulteriore menu che va ad aprirsi,
  • fare doppio clic sul nome del secondo computer,
  • passare a quest’ultimo e premere sul pulsante per accettare il file in ingresso, che sarà automaticamente salvato nella cartella Download.

Su un Mac:

  • aprire l’applicazione Scambio File Bluetooth dal menu Vai > Utility del computer,
  • selezionare il file da inviare mediante il pannello che viene proposto,
  • fare doppio clic sul nome del computer di destinazione,
  • passare a quest’ultimo e premere sul pulsante per accettare il file in ingresso che verrà archiviato nella cartella Download.

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale gratuito.

Segui il nostro canale Whatsapp.

Continua a rimanere informato sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale WhatsApp gratuito.