Come scambiare file tra due PC

da | Computer, Windows

Può capitare di aver bisogno di trasferire dei file da un PC all’altro, ci sono vari modi per farlo, che possono riguardare: lo spostamento di grandi file (situati in posti differenti), il trasferimento di piccoli file sulla stessa rete, o il trasferimento file senza connessioni di rete. Per spostare i file in rete si può usare il Wi-Fi, un collegamento via cavo o alcune soluzioni integrate “di serie” in Windows e macOS.

Tutto ciò può essere utile anche se si acquista un nuovo computer e serve spostare dei file . In questo articolo tratteremo di come fare per scambiare file tra due PC, senza incorrere in operazioni lunghe o complicate, ma dando suggerimenti per semplificare la procedura e svolgere il tutto in maniera semplice e veloce, eliminando anche trasferimenti via posta elettronica, in quanto non supportano allegati più grandi di un certo numero di Megabyte.

Nel dettaglio quello di cui tratteremo sarà: come scambiare file tra due PC tramite cavo, come scambiare file tra due PC sulla stessa linea Internet, come scambiare file tra due PC con connessione diretta. Nella seconda parte vedremo: come scambiare file tra due PC tramite WiFi, come svolgere la condivisione in prossimità (Windows) e AirDrop (macOS). In conclusione offriremo anche ulteriori soluzioni che possono rilevarsi interessanti.

Come scambiare file tra due PC tramite cavo

Scambiare dati tra due computer connessi tramite cavo Ethernet allo stesso router, oppure in maniera diretta, è una soluzione per chi ha bisogno di eseguire trasferimenti rapidi, o di spostare elementi di grosse dimensioni.

Vediamo quali sono le possibilità.

Come scambiare file tra due PC sulla stessa linea Internet

Prendiamo il caso che due computer siano collegati alla stessa linea Internet, e quindi allo stesso router, tramite cavo Ethernet, se è così:

  • dobbiamo predisporli entrambi per la condivisione di file e cartelle attraverso la rete locale,
  • i file così condivisi saranno visibili per qualsiasi altro utente della rete LAN, se il dispositivo è configurato in maniera adeguata.

Per procedere da Windows:

  • aprire il menu Start,
  • digitare le parole Gestisci impostazioni di condivisione avanzata,
  • cliccare sul primo risultato ricevuto,
  • espandere il profilo di rete relativo alla connessione in uso sul computer che, per quanto riguarda Ethernet, è sempre di tipo Rete privata,
  • attivare le opzioni relative a:
    1. individuazione rete,
    2. configurazione automatica dei dispositivi connessi alla rete (ove disponibile),
    3. condivisione di file e stampanti, intervenendo sulle levette o sulle caselle preposte.

Fatto ciò:

  • espandere il profilo Tutte le reti,
  • per condividere file tra computer configurati con account e/o sistemi operativi diversi, disattivare la condivisione protetta da password,
  • spostando su OFF la levetta corrispondente,
  • o eliminando il segno di spunta dalla relativa casella.

Superato anche questo step:

  • creare una nuova cartella in cui copiare i file da trasferire,
  • configurarla per la condivisione in rete,
  • fare clic destro sull’icona della cartella appena creata,
  • selezionare la voce Proprietà dal menu che va ad aprirsi,
  • aprire la scheda Condivisione,
  • cliccare sul pulsante Condividi…,
  • digitare la parola Everyone all’interno del campo di testo che risiede in cima alla finestra successiva,
  • cliccare sul pulsante Aggiungi.

Per impostazione predefinita, gli utenti della rete potranno soltanto visualizzare e copiare i file situati nella cartella condivisa.

Se vogliamo consentire anche la modifica della cartella:

  • premere sulla voce Lettura corrispondente alla parola Everyone,
  • cliccare sulla dicitura Lettura/Scrittura, in modo da selezionarla.

Una volta applicate le modifiche necessarie, cliccare sui pulsanti Condividi e OK.

Passiamo adesso allo svolgimento su Mac:

  • creare la cartella da usare per lo scambio dei file,
  • aprire le Impostazioni di sistema cliccando sull’apposita voce disponibile nel menu Apple,
  • recarsi nelle sezioni Generali > Condivisione e spostare su ON la levetta corrispondente alla voce Condivisione file,
  • premere sul pulsante (i) situato al suo fianco,
  • cliccare sul pulsante [+] visibile in basso a sinistra,
  • selezionare la cartella creata, mediante il pannello proposto.

Per continuare:

  • definire il livello di autorizzazione per i vari utenti, intervenendo sull’apposita voce di tabella,
  • cliccare sul pulsante Opzioni…, assicurandoci che la levetta corrispondente alla voce Condividi file e cartelle mediante SMB si trovi su ON, altrimenti facciamolo noi,
  • apporre il segno di spunta accanto al nostro nome utente,
  • digitare la password del proprio account all’interno del campo dedicato (dovremo inserire entrambe le informazioni, per visualizzare i file condivisi),
  • attivare la condivisione della cartella, premendo sul pulsante Fine per due volte consecutive.

A questo punto, non resta che copiare i file da trasferire nella cartella condivisa e passare al computer di destinazione.

Una volta lì, si può accedere agli elementi condivisi usando:

  1. l’Esplora File di Windows,
  2. oppure il Finder di macOS:
  • aprendo il programma di esplorazione disponibile sul computer,
  • cliccando sulla voce Rete situata di lato,
  • se necessario, attivando l’individuazione dei file, dalla voce che compare in alto.

Successivamente:

  • fare doppio clic sul nome del computer in cui sono i file condivisi,
  • premere sul nome della cartella realizzata in precedenza,
  • se necessario, digitare il nome utente e la password relativi all’account che abbiamo condiviso i file, così da potervi accedere e copiarli sul computer.

Come scambiare file tra due PC con connessione diretta

Se non possediamo un router, o un altro dispositivo di rete che faccia da tramite, possiamo collegare i due computer tra loro tramite cavo, sfruttando un cavo Ethernet incrociato (o cross).

I cavi di questo tipo si distinguono da quelli standard, in quanto il cablaggio delle due estremità, per quanto riguarda i canali centrali, è realizzato incrociando questi ultimi in maniera opposta.

E’ possibile cablare da noi un cavo incrociato della lunghezza che vogliamo, oppure acquistarne uno già pronto, presso un negozio specializzato in articoli informatici, oppure online.

Questi alcuni esempi:

  • Digitus DK-1521-030-CO, CAVO RETE INCROCIATO FTP CAT. 5E SCHERMATO MT….
  • InLine 20256 Cavo Patch Lan Crossover, S/Ftp, Cat.6, 2 m, Rosso
  • 2m – Crossover – 1 pezzo – Rete Cavi Cat6 CAT 6 | 250MHz |

Qualora i computer o i Mac non disponessero di ingresso Ethernet, si può rimediare, acquistando degli appositi adattatore, compatibili con la porta USB-A (quella standard), oppure con la porta USB-C del computer. Tipo:

  • Amazon Basics Adattatore internet Ethernet, USB 3.0 a 10/100/1000 Giga.
  • TP-Link UE300C Adattatore di Rete da USB 3.0 Type C a Gigabit Ethernet…

Quando abbiamo tutto:

  • collegare gli adattatori ai computer (se necessario),
  • inserire le estremità del cavo incrociato all’interno delle porte Ethernet situate su entrambi i dispositivi,
  • dopodiché è possibile che ricevere una notifica indicante il fatto che il computer è collegato a una rete non conosciuta.

A questo punto, c’è da:

  • configurare ciascuno dei computer per l’assegnazione manuale degli indirizzi IPv4,,
  • indispensabile affinché essi possano riconoscersi e comunicare tra loro.

Vediamo come procedere su Windows e macOS.

  • Windows:
    1. premere la combinazione di tasti Win+I sulla tastiera (il tasto Win è quello raffigurante il logo di Windows),
    2. digitare l’istruzione ncpa.cpl all’interno del pannello che compare sullo schermo e dai Invio,
    3. fare clic destro sul nome della scheda di rete cablata (ad es. Connessione alla rete locale LAN),
    4. selezionare la voce Proprietà dal menu che viene proposto e fare doppio clic sulla voce Protocollo Internet versione 4 (TCP/IPv4),
    5. nella finestra successiva, apporre il segno di spunta accanto alla voce Utilizza il seguente indirizzo IP.
  • macOS:
    1. aprire le Impostazioni di sistema cliccando sull’apposita voce disponibile nel menu Apple,
    2. cliccare sulle voci Rete ed Ethernet,
    3. premere sul pulsante Dettagli…, corrispondente al servizio omonimo,
    4. fare clic sulla dicitura TCP/IP visibile nella parte laterale della finestra che va ad aprirsi,
    5. impostare il menu a tendina Configura IPv4 sull’opzione Manualmente.

Completati gli step necessari, serve configurare i campi visualizzati sullo schermo con le informazioni qui riportare:

  • Indirizzo IPv4/Indirizzo IP: 10.0.0.2 sul primo computer, 10.0.0.3 sul secondo (o viceversa, è indifferente).
  • Subnet mask/Maschera di sottorete: 255.255.255.0.
  • Gateway predefinito/router e server DNS: lascia vuoto.

Una volta compilati questi campi:

  • cliccare sul pulsante OK (per due volte consecutive, su Windows),
  • attendere qualche istante, affinché i computer si riconoscano tra loro e inizino a scambiare dati.

Quando ciò avviene, si possono condividere file e cartelle nella rete locale diretta, in maniera del tutto simile a quanto visto nel capitolo precedente.

Come scambiare file tra due PC tramite WiFi

Per non usare cavi, per condividere i file tra computer, si può usare la scheda di rete.

Se i due computer sono collegati alla stessa rete Wi-Fi, si possono seguire le stesse indicazioni già viste, valide anche se i computer sono connessi al router in modalità Wi-Fi.

Altrimenti, se non vogliamo configurare una condivisione di rete, ci si può servire di una serie di strumenti che vedremo qui di seguito.

Condivisione in prossimità (Windows)

Da Windows 10 in poi la Condivisione in prossimità permette di condividere file tra due computer Windows fisicamente vicini, anche se non risultano collegati a Internet o alla stessa rete locale. L’unico requisito è che, su entrambi i PC, siano presenti:

  • una scheda di rete Wi-Fi,
  • la connettività Bluetooth.

Se esiste ciò per ottenere il risultato che vogliamo:

  • sbloccare il PC che deve ricevere i file,
  • premere la combinazione di tasti Win+I sulla tastiera (oppure cliccare sul simbolo dell’ingranaggio residente nel menu Start),
  • andare nella sezione Sistema > Condivisione in prossimità/Esperienze condivise, dalla finestra delle Impostazioni di Windows,
  • spostare su ON la levetta denominata Condivisione in prossimità,
  • servirsi delle voci o del menu che compare subito sotto, per specificare se abilitare la ricezione dei file da qualsiasi PC compatibile che si trova nel raggio di rilevamento (opzione Tutti gli utenti nelle vicinanze),
  • oppure soltanto dai computer associati al medesimo account Microsoft (opzione Solo dai miei dispositivi).

Se vogliamo possiamo anche modificare la cartella di salvataggio dei file, premendo sull’apposito pulsante.

Completati questi passaggi:

  • passare al PC che contiene il file da condividere,
  • fare clic destro sulla sua icona,
  • cliccare sulle voci Mostra altre opzioni > Condividi, con Windows 11,
  • oppure sulla voce Condivisione, se utilizziamo Windows 10,
  • premere sul nome del computer di destinazione,
  • ritornare a quest’ultimo e accettare il trasferimento del file, premendo sul pulsante apposito.

Gli elementi così ricevuti, salvo diversa impostazione, verranno archiviati automaticamente nella cartella Download di Windows.

AirDrop (macOS)

Se non dobbiamo scambiare file tra due PC Windows ma tra due Mac, si può usare una tecnologia che funziona in maniera abbastanza simile a quella analizzata poco fa, che si chiama AirDrop.

Si tratta di una funzione integrata sulla maggior parte dei dispositivi a marchio Apple (inclusi i Mac) e consente di trasferire file e contenuti multimediali combinando le tecnologie Bluetooth e Wi-Fi..

Per abilitare un computer alla ricezione dei file tramite AirDrop:

  • recarsi nel menu Vai > AirDrop del Finder,
  • attivare il Wi-Fi e/o il Bluetooth premendo sui pulsanti appositi (ove necessario),
  • cliccare sul menu Consenti di trovarmi a, posto in fondo alla finestra,
  • da qui si può scegliere se ricevere file e contenuti da qualsiasi dispositivo AirDrop posto nelle vicinanze (opzione Tutti),
  • oppure soltanto dai dispositivi associati al medesimo ID Apple in uso sul Mac,
  • oppure facenti parte della lista contatti (opzione Solo contatti).

Dopo aver scelto:

  • lasciare aperta la finestra di AirDrop sul Mac di destinazione,
  • passare al computer che contiene gli elementi da inviare e recarsi nella cartella che contiene il file di nostro interesse,
  • fare clic sulla sua icona e selezionare le voci Condividi… > AirDrop dal menu contestuale che si apre,
  • cliccare sul nome del computer di destinazione, in modo da avviare il trasferimento del file.

A questo punto:

  • tornare al computer di destinazione,
  • autorizzare il download premendo sul pulsante dedicato (operazione non necessaria se entrambi i Mac sono associati allo stesso ID Apple),
  • attendere che la ricezione dei dati venga completata.

Gli elementi trasferiti mediante AirDrop vengono salvati, per impostazione predefinita, nella cartella Download di macOS.

Altre soluzioni interessanti

Oltre a quelli presi in considerazione, esistono altri metodi per scambiare velocemente file tra due computer, anche muniti di sistemi operativi diversi.

Tra questi, il più rapido è quello di usare uno dei siti per la condivisione diretta dei file, i quali consentono di scambiare file tra più dispositivi collegati alla medesima rete locale, sfruttando esclusivamente il browser.

Si tratta, tuttavia, di piattaforme che creano una connessione diretta tra i due computer ( peer-to-peer), e non potrebbe funzionare correttamente se:

  • uno o entrambi i computer sono collegati a una VPN,
  • è in uso il Relay Privato di iCloud+,
  • risultano attivi altri servizi simili.

Per esempio, per condividere uno o più file usando la piattaforma PairDrop https://pairdrop.net/ :

  • collegarsi alla home page del sito su tutti e due i computer interessati,
  • attendere che i dispositivi si riconoscano tra loro,
  • quando ciò avviene, passare al computer che contiene il file da inviare,
  • cliccare sul nome del computer di destinazione nella finestra di PairDrop,
  • servirsi del pannello che viene proposto, per selezionare l’elemento da inviare.

A questo punto:

  • recarsi sul computer di destinazione,
  • richiamare la pagina di PairDrop aperta in precedenza e accettare il trasferimento, cliccando sull’apposito pulsante,
  • salvo diversa indicazione, tutti gli elementi ricevuti vengono salvati nella cartella Download del browser.

In alternativa, si può anche scambiare file via Wi Fi tra due PC usando:

  • un servizio cloud,
  • gli allegati e-mail,
  • i sistemi di messaggistica che supportano l’invio di file allegati, come WhatsApp e Telegram.

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia.

Segui il nostro canale Whatsapp.

Continua a rimanere informato sul mondo della tecnologia seguendo in nostro canale Whatsapp.