Come sapere se qualcun altro sta accedendo al tuo PC Windows

da | Computer, Windows

Hai il vago sospetto che qualcun altro stia accedendo al tuo PC Windows mentre sei assente? Se il tuo segugio non è riuscito a rintracciare il colpevole, usa questi metodi per scoprire indizi sul fatto che qualcuno stia utilizzando il tuo PC senza la tua autorizzazione.

Controlla l’attività recente nelle Jump List

Sebbene le prime versioni di Windows 10 mostrassero attività recenti nel menu Start, non è più così. Ma puoi comunque vedere l’attività recente utilizzando le jump list.

Tuttavia, Windows 11 mostra consigli nel menu Start. (La funzionalità è attivata per impostazione predefinita, ma utenti subdoli potrebbero averla disattivata.) Questi si basano sull’utilizzo recente, che può indicare se qualcun altro stava utilizzando il tuo dispositivo Windows. Naturalmente, se usano le tue stesse app, questo potrebbe non dirti nulla.

Visualizza invece i file a cui hai avuto accesso di recente facendo clic con il pulsante destro del mouse sulle app nel menu Start e nella barra delle applicazioni. Vuoi vedere se qualcuno ha aperto un documento Word? Apri qualsiasi documento Word, fai clic con il pulsante destro del mouse sulla sua icona sulla barra delle applicazioni (funziona anche se hai un collegamento aggiunto sulla barra delle applicazioni) e cerca Recenti .

Puoi fare la stessa cosa nel menu Start. Fai clic con il pulsante destro del mouse su qualsiasi app a cui ritieni che qualcuno possa aver avuto accesso per cercare eventuali elementi recenti, inclusi gli elementi del browser. Se il tuo browser elimina automaticamente la cronologia alla chiusura, potresti non vedere nulla.

In alternativa, apri Esplora file e cerca in Accesso rapido . Espandi Recenti per visualizzare tutti i file aperti di recente.

Puoi anche passare alla cartella Elementi recenti . Gli utenti subdoli possono eliminare tutta questa attività, ma potrebbero non sapere che questa cartella esiste. Apri Esplora file e inserisci quanto segue nella barra degli indirizzi:

%APPDATA%\Microsoft\Windows\Recent Items

Se non vedi una sezione Recenti quando fai clic con il pulsante destro del mouse o selezioni Esplora file , l’impostazione potrebbe non essere attivata. Accendilo per catturare il colpevole la prossima volta. Vai su Start -> Impostazioni -> Personalizzazione -> Start . Assicurati che Mostra elementi aperti di recente in Start, Jump List ed Esplora file sia attivato.

Attività recente (versioni precedenti di Windows e Windows 10)

Ancora una volta, controlla il menu Start per eventuali nuove app che potrebbero essere state aperte. Inoltre, le versioni precedenti di Windows includevano una sezione Elementi recenti nel menu Start. Aprilo per vedere i file aperti più di recente. Naturalmente, se la visualizzazione degli elementi recenti non è attivata o la persona elimina la voce, non vedrai nulla qui.

Altri luoghi comuni in cui cercare le modifiche includono la cronologia del browser, i documenti recenti e l’ opzione Programmi nel pannello di controllo per i programmi aggiunti di recente. 

Controlla la data di modifica per le ultime modifiche al file

Se qualcuno accede al tuo PC Windows senza autorizzazione, potrebbe voler accedere a informazioni o modificare qualcosa in un file. Se apportano modifiche, le hai.

Apri Esplora file e controlla tutte le cartelle che qualcuno potrebbe aver utilizzato, come Documenti , Download , Immagini , ecc. Osserva attentamente la colonna Data di modifica . Se qualcosa veniva modificato mentre non eri sul PC, significava che qualcun altro stava utilizzando il file.

Controlla il Visualizzatore eventi di Windows

Quanto sopra potrebbe essere l’unica prova di cui hai bisogno che qualcun altro sta accedendo al tuo PC Windows. In caso contrario, controlla il Visualizzatore eventi per vedere gli ultimi eventi di accesso e disconnessione.

Premere WinRe digitare eventvwr.mscnella finestra di dialogo Esegui. Premere OK per aprire il Visualizzatore eventi.

Nel riquadro sinistro, espandi Registri di Windows e seleziona Sicurezza . Nel riquadro centrale verranno visualizzate più voci di accesso con data e ora. Ogni volta che accedi, Windows registra più voci di accesso entro un periodo di tempo totale compreso tra due e quattro minuti.

Cerca specificamente Accesso e Accesso speciale nella colonna Categoria attività, ma se vedi voci nei registri di sicurezza che si verificano quando non hai effettuato l’accesso, potrebbe significare che qualcun altro sta utilizzando il tuo PC. Selezionando un evento vengono visualizzati ulteriori dettagli nel riquadro inferiore.

Mostra i dettagli dell’ultimo accesso all’avvio

Il metodo sopra descritto è abbastanza valido per catturare l’intruso, ma se fossero stati abbastanza intelligenti, avrebbero potuto cancellare tutti i registri degli eventi. In tal caso, puoi impostare gli ultimi dettagli di accesso da mostrare non appena si avvia il PC. Ti mostrerà quando è stato effettuato l’ultimo accesso all’account e tutti i tentativi falliti. Queste informazioni non possono essere cancellate ma ti aiuteranno in caso di futuri accessi non autorizzati, poiché le configurerai in seguito.

Modificherai il registro di Windows, quindi assicurati di crearne un backup . Premere WinRe accedere regeditalla finestra di dialogo Esegui per aprire il registro di Windows.

Per iniziare a controllare le informazioni di accesso precedenti nel registro, accedere a:

HKEY_LOCAL_MACHINE \SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\System

Fare clic con il tasto destro sulla cartella Sistema e selezionare Nuovo -> Valore DWORD (32 bit) .

Rinominare la nuova voce “DisplayLastLogonInfo”. Fare doppio clic su questa voce e impostarne il valore su 1 .

Ricorda, vedrai i dati solo a partire da questo punto, non prima che il Registro venga modificato.

Controlla la cronologia del browser

Se il tuo browser elimina automaticamente la cronologia all’uscita, questo non ti aiuterà. Ma la cronologia di navigazione, ad esempio i cookie e i siti visitati, mostra tutto ciò che tu e chiunque non avrebbe dovuto essere sul tuo PC avete fatto online. Vai alle Impostazioni nel menu del tuo browser per visualizzare la cronologia. Inoltre, controlla la barra dell’URL per gli ultimi dati di compilazione automatica.

Cattura utenti remoti

È snervante avere qualcuno che accede al tuo PC di persona, ma che dire della modalità remota? I metodi sopra indicati funzionano ancora bene per farti sapere se un utente remoto è stato sul tuo PC. In genere, la cronologia degli accessi a Windows nel Visualizzatore eventi mostra gli eventi di accesso remoto. Alcune altre cose da verificare per gli accessi remoti a Windows includono:

  • Controlla se sul tuo PC sono presenti nuove app.
  • Controlla il tuo firewall. Se hai installato un firewall, potrebbero essere visualizzate connessioni remote. Potresti anche notare una connessione attualmente attiva. Usa il tuo firewall per bloccare gli utenti remoti. I passaggi e le impostazioni variano notevolmente in base al tipo di firewall. Per il firewall di Windows integrato, vai su Impostazioni -> Privacy e sicurezza -> Sicurezza di Windows , quindi vai su Apri Sicurezza -> Protezione firewall e rete e seleziona Impostazioni avanzate
  • Cerca virus. Se qualcuno accede a Windows da remoto senza la tua autorizzazione, potrebbe essere a causa di malware. Esegui regolarmente una scansione antivirus per verificare la presenza di app dannose. Se non hai nulla installato, considera l’utilizzo di Windows Defender .
  • Controlla che il tuo antivirus e il firewall non siano stati disabilitati. Se lo sono stati, è un segno di malware e possibile accesso remoto.

Esaminare la cronologia di utilizzo della rete

Solo i ficcanaso più subdoli penseranno di eliminare la cronologia di utilizzo della rete. E, se questo viene eliminato, è un chiaro segno che qualcun altro sta accedendo al tuo PC Windows. È importante verificare l’utilizzo prima di disconnettersi e subito dopo aver effettuato nuovamente l’accesso per vedere se è stato modificato qualcosa.

Ti consiglio di fare uno screenshot (premi il pulsante Stampa schermo , lo strumento di cattura o un altro strumento di cattura screenshot ) per confrontare.

Vai su Impostazioni -> Rete e Internet -> Utilizzo dati . Filtra per Ultime 24 ore , 7 giorni o 30 giorni . Se utilizzi il PC quotidianamente, il filtro Ultime 24 ore funziona meglio per individuare gli accessi non autorizzati. Esamina le app utilizzate, insieme alla quantità di dati utilizzati, per vedere se qualcun altro ha utilizzato app diverse o ha utilizzato più dati dall’ultima volta che ti sei disconnesso.

Prevenire l’accesso non autorizzato al PC

Se hai scoperto accessi Windows non autorizzati, esistono diversi modi per impedire l’accesso in futuro, ad esempio:

  • Configura un login per il tuo PC. La soluzione migliore è una password o un accesso biometrico.
  • Esci sempre dal tuo PC quando non lo usi. Se qualcuno ruba le tue credenziali, cambia immediatamente la password.
  • Aggiungi account separati per ciascun utente, compresi i bambini. Se disponi di un PC condiviso, assicurati che ogni utente diverso abbia il proprio account. Ciò aiuta a proteggere i file e le impostazioni. Tieni presente, tuttavia, che i bambini potrebbero comunque aggirare il controllo dei genitori per accedere a cose a cui non dovrebbero.
  • Non consentire mai l’accesso remoto a meno che non si tratti di un’app o di un utente affidabile di cui ti fidi completamente.
  • Utilizza una VPN ogni volta che usi il Wi-Fi pubblico. Se gli hacker riescono ad accedere al tuo PC mentre sei in pubblico, possono installare app che consentano loro di accedere nuovamente da remoto in un secondo momento.

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale gratuito.

Segui il nostro canale Whatsapp.

Continua a rimanere informato sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale WhatsApp gratuito.