Come salvare un telefono o un tablet caduto nell’acqua

da | Smartphone, Tablet

Se hai lasciato cadere il telefono o il tablet in acqua, non preoccuparti; il tuo dispositivo potrebbe non essere ancora danneggiato in modo permanente. Ma dovresti agire velocemente per evitare che l’acqua danneggi i componenti interni. Segui questi semplici suggerimenti per salvare, si spera, il tuo dispositivo.

Non accendere subito il telefono bagnato

Acqua ed elettricità semplicemente non vanno d’accordo; un dispositivo bagnato potrebbe andare in cortocircuito e persino provocare una scossa elettrica. L’acqua può danneggiare lo schermo e penetrare nelle cornici, nelle fessure sotto lo schermo e nella cavità della batteria. Tutte queste situazioni possono danneggiare seriamente il tuo dispositivo se non gestite in modo appropriato.

Quindi, se il tuo smartphone o tablet ha fatto un tuffo e si è spento da solo, resisti alla tentazione di riaccenderlo. Se è ancora acceso, spegnilo rapidamente per evitare potenziali danni. Tienilo spento finché non lo avrai asciugato completamente.

La maggior parte dei dispositivi Android può essere spenta premendo a lungo il pulsante di accensione e scegliendo Spegni dal menu di spegnimento. Per accedere alla schermata di spegnimento su un moderno iPhone o iPad, tieni premuti contemporaneamente il pulsante laterale e uno dei pulsanti del volume. Se possiedi un vecchio dispositivo Apple con un pulsante Home fisico, devi solo tenere premuto il pulsante laterale.

Asciuga immediatamente tutto ciò che puoi

Dopo aver spento il telefono o il tablet, asciuga innanzitutto il più possibile la parte esterna per evitare che ulteriore acqua penetri nel dispositivo. Evitare l’uso di salviette di carta o altri oggetti che possono lasciare residui.

Ecco alcuni suggerimenti per iniziare:

  1. Se il tuo dispositivo ha una batteria rimovibile, rimuovila dal vano. Quindi, posizionarlo su una superficie piana e tamponarlo delicatamente con un panno asciutto per assorbire l’umidità.
  2. Estrarre la scheda SIM e la scheda SD (se in uso), asciugarle con un panno privo di lanugine e conservarle in un luogo sicuro.
  3. Asciugare la batteria, la scheda SIM e gli slot della scheda SD (a seconda dei casi) con un panno privo di lanugine per assorbire l’acqua rimanente. Ciò impedisce all’acqua di penetrare all’interno e causare ulteriori danni.
  4. Eliminare eventuali gocce d’acqua lungo i bordi del display. Esamina i fori delle viti, le cornici e l’intera parte esterna del telefono o del tablet per assicurarti che sia asciutto.
  5. Posiziona il telefono o il tablet in una stanza calda o all’aperto in una giornata calda. Evita la luce solare diretta o il calore intenso, poiché possono essere dannosi.
  6. Evita di utilizzare fonti di calore come gli asciugacapelli, poiché potrebbero danneggiare la batteria del tuo dispositivo e altri componenti; lascialo invece asciugare all’aria.

Seguendo questi suggerimenti, potrai asciugare la parte esterna del tuo dispositivo in pochi minuti. Aspetta ad accenderlo per ora, perché potrebbe esserci ancora dell’acqua all’interno.

Rimuovere l’acqua residua che potrebbe essersi depositata all’interno

La porta USB, i jack audio e gli altoparlanti sono punti vulnerabili in cui l’acqua può facilmente penetrare. Se trascuri questi punti, riaccendere il telefono o il tablet con dell’acqua all’interno può causare danni.

Inizia asciugando la porta USB e il jack audio dello smartphone , se applicabile. Utilizzare un panno privo di lanugine per assorbire l’umidità dalle aperture; astenersi dal soffiare aria nei fori o dal collegare un caricabatterie o cuffie, poiché ciò potrebbe spingere l’acqua verso l’interno.

Consigliamo il gel di silice per rimuovere l’acqua rimanente dagli altoparlanti e altrove. È un dispositivo per la rimozione dell’umidità comunemente usato che aiuta a prevenire danni causati dall’umidità ai componenti elettronici. Acquista semplicemente il gel di silice dal tuo negozio locale, posiziona il dispositivo in un contenitore ermetico o ben sigillato e inserisci i pacchetti di gel di silice o distribuisci le perle sfuse in modo uniforme nel contenitore.

Si consiglia di lasciare il dispositivo nel gel di silice per 24-48 ore. Se non puoi aspettare così a lungo, attendi almeno 12 ore, dando al gel il tempo sufficiente per assorbire l’umidità. Evita di utilizzare una ciotola per il riso per asciugare il dispositivo ; potrebbe fare più male che bene. Inoltre, evita di smontare il telefono per pulire l’acqua all’interno. Ciò potrebbe esporre i circuiti interni all’acqua, causando ulteriori danni.

Dopo aver asciugato accuratamente lo smartphone e assicurato che tutta l’acqua residua sia stata scaricata, lascialo riposare per alcune ore. Infine, prova ad accenderlo. Se lo accendi correttamente, è tutto pronto. Ma se non si accende, avrai bisogno dell’assistenza di un esperto.

Porta il tuo telefono o tablet a un centro assistenza

Se il tuo telefono o tablet non si accende o sei riluttante ad accenderlo, portalo in un centro assistenza nelle vicinanze e fallo controllare. Se l’hardware non è riparabile, l’unica opzione è sostituirlo.

Tuttavia, se è possibile ripararlo, controlla se la garanzia del tuo dispositivo copre i danni causati dall’acqua. Nella maggior parte dei casi, dovrai coprire tu stesso l’intero costo, a meno che non paghi per una garanzia estesa come AppleCare+ o Samsung Care+.

Per preservare la garanzia o la copertura assicurativa, evitare di far riparare il dispositivo da tecnici locali. Visitare sempre un centro di assistenza ufficiale quando possibile.

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale gratuito.

Segui il nostro canale Whatsapp.

Continua a rimanere informato sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale WhatsApp gratuito.