Come risolvere l’errore “Questo PC non può eseguire Windows 11”.

da | Windows, Computer

Vuoi eseguire l’aggiornamento a Windows 11, ma continui a incontrare questo messaggio di errore di Windows 11? Ecco come puoi risolverlo.

Microsoft Windows 11 è qui e puoi utilizzare l’app PC Health Check dell’azienda per verificare se il tuo PC soddisfa i requisiti minimi di sistema per installare Windows 11. Sfortunatamente, per molti utenti, l’esecuzione dell’app PC Health Check restituisce il messaggio Questo PC non può Esegui l’errore di Windows 11.

Molto probabilmente riscontrerai questo errore se l’app rileva che l’hardware del tuo sistema non è compatibile con Windows 11. Fortunatamente, ci sono soluzioni alternative per aggirare questo fastidioso errore che potrebbe impedirti di eseguire correttamente l’aggiornamento a Windows 11.

Qual è il messaggio di errore dell’aggiornamento a Windows 11?

Il messaggio di errore completo recita:

“Questo PC non può eseguire Windows 11: anche se questo PC non soddisfa i requisiti di sistema per eseguire Windows 11, continuerai a ricevere gli aggiornamenti di Windows 10”

Inoltre, potresti anche vedere il seguente errore:

  • Questo PC deve supportare TMP 1.2/2.0.
  • Questo PC deve supportare l’avvio protetto.

Se riscontri errori simili, è possibile che il tuo PC non disponga dei requisiti minimi di sistema per eseguire Windows 11. Detto questo, l’errore può essere un falso flag e non rileverà un avvio protetto e TMP 2.0- sistemi supportati se le funzionalità sono disabilitate nel BIOS.

Quali sono i requisiti di sistema per installare Windows 11?

È interessante notare che i requisiti di sistema ufficiali di Windows 11 non sono i più intensi e i sistemi più moderni dovrebbero supportarlo immediatamente. Tuttavia, ci sono alcuni aggiornamenti da Windows 10.

Di seguito sono riportati i requisiti di sistema per installare ed eseguire Windows 11:

  • Processore a 64 bit da 1 GHz
  • 4GB di RAM
  • 64 GB di spazio di archiviazione
  • Firmware di sistema che supporta UEFI, compatibile con l’avvio protetto
  • Modulo piattaforma affidabile (TPM) 1.2/2.0.

Ora, se soddisfi le specifiche hardware e continui a riscontrare che questo PC non può eseguire l’errore di Windows 11 quando utilizzi l’ app PC Health Checkup , puoi risolverlo modificando alcune impostazioni nella configurazione BIOS/UEFI.

È inoltre possibile riscontrare tale errore durante l’installazione di Windows 11 tramite un’unità avviabile o un file di installazione dall’ISO montato.

Che cos’è la modalità di avvio UEFI?

UEFI (Unified Extensible Firmware Interface) è un metodo di avvio progettato per sostituire il BIOS (Basic Input Output System). Nell’avvio legacy, il sistema utilizza il firmware del BIOS per l’avvio.

In generale, si consiglia di installare Windows utilizzando la modalità UEFI più recente poiché include più funzionalità di sicurezza come l’avvio protetto rispetto alla modalità BIOS legacy.

Cosa causa l’errore “Il PC non può eseguire Windows 11?”

Questo errore si verifica quando si esegue l’app PC Health Check per verificare se il PC supporta Windows 11. Può verificarsi anche quando si tenta di installare Windows 11 dall’unità flash avviabile o utilizzando il file di installazione dall’ISO montato.

Affinché Windows 11 sia compatibile con il tuo computer, deve supportare UEFI con Secure Boot e TPM 1.2 o 2.0 deve essere abilitato. Poiché Windows 11 richiede un sistema compatibile con UEFI Secure Boot, l’installazione non rileverà le funzionalità richieste se hai installato Windows 10 tramite la modalità di avvio legacy.

Ciò attiverà l’ errore Questo PC non può installare Windows 11 poiché i requisiti di sistema non sono soddisfatti. Anche se il tuo PC supporta sia Secure Boot che TMP 2.0, potresti comunque doverli abilitare per risolvere l’errore manualmente.

Se si utilizza la modalità di avvio legacy, è necessario impostare la modalità di avvio su UEFI nella configurazione del BIOS per abilitare la funzione di avvio protetto (e potenzialmente attivare anche TMP 1.2/2.0).

Come risolvere l’errore “Questo PC non può eseguire l’errore Windows 11?”

Per correggere questo errore, devi impostare la modalità di avvio su UEFI e abilitare l’avvio protetto, quindi assicurarti che TPM 1.2/2.0 sia abilitato sul tuo computer. Tieni presente che i nomi delle schede possono variare a seconda del produttore, ma le istruzioni dovrebbero essere tradotte approssimativamente a seconda dell’hardware.

Abilita l’avvio protetto in Windows 10

Segui questi passaggi per abilitare la compatibilità con l’avvio protetto in Windows 10.

  • Chiudi tutte le finestre aperte e salva il tuo lavoro. Quindi spegni il PC.
  • Riavvia il sistema e inizia a premere F2 per accedere alla configurazione del BIOS. Diversi produttori di laptop e PC possono utilizzare altri tasti funzione come F12, F10, F8 o Esc per accedere al BIOS. Se hai bisogno di aiuto, fai riferimento alla nostra guida su come accedere al BIOS per ulteriori suggerimenti.
  • Nell’utilità di configurazione del BIOS, utilizzare i tasti freccia per aprire la scheda Avvio . Evidenzia Boot Mode e controlla se è impostato su Legacy .
  • Per modificare la modalità di avvio, premere Invio mentre la modalità di avvio è evidenziata.
  • Scegli UEFI dalle opzioni. Utilizzare i tasti freccia su e giù per selezionare UEFI e premere Invio per selezionare l’opzione.
  • Successivamente, apri la scheda Sicurezza .
  • Evidenzia l’ opzione Secure Boot utilizzando i tasti freccia e premi Invio.
  • Scegli Enabled per abilitare Secure Boot sul tuo PC.

Dopo aver abilitato Secure Boot e UEFI in Boot Mode, assicurati che anche TPM 1.2/2.0 sia abilitato per il tuo PC. Quindi, non chiudere ancora il menu di configurazione del BIOS.

Abilita TMP 1.2/2.0 per correggere l’errore “Questo PC non può installare Windows 11”

La funzione TMP 1.2/2.0 è accessibile anche dalla configurazione del BIOS. Ecco come farlo.

  1. In BIOS/UEFI, apri la scheda Sicurezza .
  2. Scorri verso il basso ed evidenzia l’ opzione Trusted Platform Technology e premi Invio. Sui laptop Intel, invece, potresti vedere l’ opzione Intel Platform Trust Technology .
  3. Scegliere Abilitato e premere Invio per applicare la selezione.
  4. Salva le modifiche ed esci.

Questo è tutto. Hai abilitato correttamente la compatibilità Secure Boot e TMP 2.0 su Windows 10. Riavvia il PC, esegui lo strumento PC Health Checkup o installa Windows 11 per vedere se l’errore è stato risolto.

Bypassare TPM 2.0 e il requisito di avvio protetto utilizzando l’editor del Registro di sistema

Se il tuo PC non supporta Secure Boot e TPM 2.0, puoi ignorare la restrizione utilizzando una soluzione alternativa. Per fare ciò, modificheremo la voce di registro, consentendoti di eseguire l’aggiornamento senza i requisiti Secure Boot e TPM 2.0.

Tieni presente che il tuo sistema deve supportare almeno TPM 1.2 affinché questa soluzione alternativa funzioni.

Tieni presente che la modifica del registro di Windows comporta dei rischi. Assicurati di creare un punto di ripristino del sistema, quindi procedi con il passaggio seguente.

  • Premi Win + R per aprire Esegui .
  • Digita regedit e fai clic su OK per aprire l’ Editor del Registro di sistema.
  • Nell’Editor del Registro di sistema, vai alla seguente posizione. Puoi copiare e incollare il percorso del registro per una navigazione rapida:
    Computer\HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\Setup\MoSetup
  • Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla chiave MoSetup e selezionare Nuovo > Valore DWORD (32 bit).
  • Rinomina il valore come AllowUpgradeWithUnsupportedTPMorCPU.
  • Fare clic con il tasto destro sul valore appena creato e selezionare Modifica 
  • Nel campo Dati valore digitare 1 e fare clic su OK per salvare le modifiche.
  • Chiudi l’Editor del Registro di sistema e prova a installare Windows 11 utilizzando lo strumento di creazione multimediale o ISO. L’aggiornamento dovrebbe essere completato senza l’errore.

Nessun dispositivo di avvio trovato errore dopo aver modificato la modalità di avvio da Legacy a UEFI

Potresti riscontrare l’ errore Nessun dispositivo di avvio trovato se modifichi la modalità di avvio per un’installazione di Windows 10 esistente da Legacy a UEFI. Tuttavia, non c’è nulla di cui preoccuparsi.

Puoi avviare facilmente l’installazione di Windows 10 esistente modificando nuovamente la modalità di avvio in Legacy da UEFI nella configurazione del BIOS. Successivamente, utilizza lo strumento MBR2GTP per convertire l’unità/disco di installazione dal Master Boot Record (MBR) alla GUID Partition Table (GPT) senza modificare o eliminare i dati sul disco.

Dopo aver convertito l’unità, è possibile modificare la modalità di avvio da Legacy a UEFI senza l’errore Nessun dispositivo di avvio trovato. In alternativa, se intendi eseguire un’installazione pulita di Windows 11, assicurati di installare Windows 11 (o Windows 10) in modalità UEFI per evitare problemi in futuro.

Se l’unità di avvio non viene visualizzata in Boot Manager dopo aver abilitato l’avvio protetto, assicurati che sia formattata con il sistema UEFI in Rufus. In caso contrario, creare nuovamente un’unità avviabile con il sistema di destinazione impostato su UEFI (CMS).

Condividi su:

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia.

Sai davvero tutto su Whatsapp?

Leggi ora guide e trucchi su come usare al meglio WhatsApp

Pubblicità