Al momento stai visualizzando Come recuperare i dati da un computer portatile rotto

Come recuperare i dati da un computer portatile rotto

I laptop si rompono. Che li vogliamo o meno, i laptop hanno spesso una durata di tre-cinque anni, rispetto ai cinque-otto anni di un computer desktop. E ci sono molte ragioni per cui un laptop può guastarsi: da un cardine rotto a una tastiera rotta, da una batteria danneggiata fino a un guasto completo della scheda madre.

Quando succede davvero, che sia risolvibile o meno, devi essere pronto e sapere come recuperare le tue cose da esso. E mentre potrebbe essere un processo intimidatorio, in realtà può essere piuttosto semplice. Ecco alcuni semplici modi per recuperare i dati da un laptop rotto.

Pubblicità

Di cosa avrai bisogno?

Avrai bisogno di raccogliere alcuni strumenti. Tuttavia, molti produttori di laptop fanno le cose in modo diverso. Quindi, come regola generale, è sempre una buona idea cercare su Internet per vedere se c’è una guida, che si tratti di una guida scritta o di una guida video, per smontare il tuo laptop specifico. In questo modo, puoi familiarizzare con gli strumenti di cui hai bisogno. In genere, però, un kit di cacciaviti dovrebbe funzionare abbastanza bene.

Avrai anche bisogno di un adattatore per collegare la tua vecchia unità di archiviazione a un altro computer. Ancora una volta, questo dipenderà da ciò che ha il tuo vecchio laptop, se ha un’unità a stato solido (SSD) o un disco rigido (HDD) e, se è il primo, che tipo di unità a stato solido è.

I dischi rigidi utilizzano un’interfaccia SATA per la connessione, quindi avrai bisogno di un contenitore o di un adattatore da SATA a USB, se questo è il caso. Sono disponibili in tutte le forme e forme: cavi, custodie e docking station semplici ed economici. Cercane uno con buone recensioni su Amazon quando scegli un dispositivo. Allo stesso modo, anche alcuni SSD utilizzano questa interfaccia, quindi lo stesso adattatore funzionerà.

Pubblicità
Potrebbe interessarti:  Come trasferire foto dal cellulare al PC senza cavo

Alcuni laptop, però, soprattutto quelli sottili e leggeri, hanno invece un SSD m.2. Quelli sono molto più piccoli e dovrai procurarti un altro tipo di adattatore.

Valutare il danno

Prima di sporcarti e sporcarti con il tuo laptop, dovresti valutare come è stato danneggiato prima di aprirlo. A seconda di ciò che ha, potrebbe essere un’idea migliore provare a recuperare i tuoi dati in altri modi meno complicati.

Se il tuo laptop ha solo un cardine, un display o una tastiera rotti e la riparazione è troppo costosa, non è necessario aprirlo completamente. Se ha solo uno schermo rotto, puoi utilizzare un monitor esterno per accedervi. Se la tastiera integrata ha smesso di funzionare, puoi invece utilizzare una tastiera USB.

Se hai dei mezzi per interagire con il tuo laptop, anche se potrebbe essere scomodo, potrebbe valere la pena perseguire prima quelle strade. Metti i dati che desideri trasferire su un disco rigido esterno e spostalo su un nuovo PC.

Smonta il laptop

È ora di fare il lavoro sporco, quindi preparati. Non possiamo davvero darti istruzioni dettagliate qui: come accennato in precedenza, tutti i produttori di PC fanno le cose in modo diverso e alcuni laptop potrebbero essere più complicati da smontare rispetto ad altri.

Pubblicità

Pertanto, dovrai dipendere da video didattici o guide online o dal tuo istinto. Nella maggior parte dei casi, però, il calvario accade quando togli la schiena.

Da lì, rimuovere l’unità. In alcuni PC, potresti non dover nemmeno rimuovere l’intera parte posteriore per accedere all’unità. Tuttavia, è necessario rimuovere la batteria prima di provare a rimuovere qualsiasi componente elettrico.

Che si tratti di SATA o m.2, l’unità stessa è probabilmente tenuta in posizione da un meccanismo di montaggio aggiuntivo, o almeno da viti. Svitalo, quindi procedi a rimuoverlo con molta attenzione. Fai particolare attenzione se si tratta di un disco rigido: quelli sono soggetti a danni se vengono gestiti in modo improprio e non vuoi davvero perdere le tue cose.

Potrebbe interessarti:  Come modificare la password di root in Kali Linux

Collegalo a un nuovo computer

Dopo aver fatto tutto ciò, ora puoi procedere con la connessione all’unità per accedere ai tuoi file. Inserisci l’unità nella custodia/adattatore che hai acquistato (ricordando di prestare molta attenzione se si tratta di un disco rigido) e collegala al PC.

Se hai eseguito tutto correttamente, l’unità dovrebbe avviarsi senza problemi e apparire come unità USB nell’elenco di dispositivi e unità del tuo PC. Dovrebbe apparire tutto nelle stesse cartelle e ordinarlo nel tuo vecchio laptop. Troverai molti file e cartelle di sistema se mantieni i tuoi file nella stessa unità del sistema operativo del tuo vecchio PC.

Pubblicità

La maggior parte dei file personali, tuttavia, si troverà nella cartella utente. Vai alla cartella “Utenti”, quindi fai clic sulla cartella con il tuo nome utente. Troverai cartelle per Desktop, Download, Documenti, Immagini e molto altro. Copia quelli su una nuova unità.

Cosa succede se il mio disco è danneggiato?

Anche le unità di archiviazione possono guastarsi , soprattutto se fanno girare i dischi rigidi. E sfortunatamente, questo può rapidamente significare cattive notizie per i tuoi file personali. Puoi sapere se il tuo disco è danneggiato se, quando lo colleghi, ti dice che deve essere formattato prima di usarlo.

Ciò non significa che tutto sia perso, però. Il tuo PC vede l’unità e può vedere che contiene file ma non può leggerli a causa di danni fisici. Non formattarlo, anche se è ciò che l’installazione di Windows ti consiglia di fare.

In questo caso, dovrai utilizzare uno strumento di recupero dati. Disk Drill è abbastanza buono. Installa il programma sul tuo PC e lascia che legga completamente l’unità. Quindi, ti consentirà di esportare su una nuova unità tutti i file che puoi recuperare da essa. Non aspettarti di recuperare tutto: molto probabilmente riceverai diversi file danneggiati. Ma se riesci a riprenderne alcuni importanti, ne varrà la pena.

Condividi su:
Pubblicità