Pubblicità
You are currently viewing Come recuperare file corrotti

Come recuperare file corrotti

File danneggiati da virus informatici, crash o errori di rete: non riusciamo ad aprire alcuni documenti Word o scaricare un file ZIP trovato su Internet, le foto nella chiavetta non si visualizzano?

I nostri file sono stati molto probabilmente corrotti e potrebbero diventare improvvisamente inutilizzabili, non aprendosi affatto o restituendo un errore all’apertura.

Pubblicità

Esistono molte cause di danneggiamento dei file, ad esempio un bug del software, un virus, un arresto anomalo del computer o settori danneggiati su un disco rigido.

Ma come fare per recuperarli?

Esistono dei software per Windows, macOS e Linux che consentono di recuperare file danneggiati o corrotti di ogni genere:

Pubblicità
  • documenti di Office,
  • PDF,
  • foto,
  • archivi compressi,
  • i video,
  • i file audio.

Purtroppo, se qualcuno di questi file risulta illeggibile, è perchè i dati al suo interno sono del tutto compromessi e sarà difficile far qualcosa anche usando i software.

Comunque adesso vediamo come fare per trovare una soluzione e ripristinare questo materiale rovinato.

Come recuperare file danneggiati da hard disk esterno

Iniziamo con il vedere come recuperare file danneggiati da hard disk.

Le soluzioni che proporremo valgono anche per altri tipi di drive:

  • chiavetta USB,
  • micro SD.

Ecco i software utilizzabili.

Pubblicità

PhotoRec (Windows/macOS/Linux)

Il primo strumento per recuperare file è PhotoRec.

Si tratta di un programma gratuito e open source,  accessibile pubblicamente , che consente di recuperare tantissimi tipi di file differenti, da hard disk e da altri ausili esterni.

Funziona su Windows, dove è dotato di interfaccia grafica, su macOS e su Linux, dove funziona da linea di comando. Viene fornito in coppia con TestDisk, un altro software gratuito che permette di riparare i dischi danneggiati e di recuperare le partizioni perdute.

Per effettuare il download di PhotoRec sul computer:

  • andare sul suo sito Web,
  • fare clic sul collegamento al nostro sistema operativo, che si trova in corrispondenza della sezione TestDisk PhotoRec x.x (mese giorno, anno), Data Recovery.

A scaricamento ultimato:

Pubblicità

Con Windows:

  • estrarre l’archivio ZIP ottenuto in una cartella,
  • avviare il file qphotorec_win.exe che si trova al suo interno,
  • nella finestra che compare sul desktop, fare clic sul pulsante Sì,
  • una volta visualizzata la schermata principale di PhotoRec, espandere il menu a tendina in alto,
  • scegliere l’unità su cui si trovano i file da riparare,
  • indicare l’opzione corrispondente alla partizione principale del drive,
  • fare clic sul pulsante Formati dei file, per selezionare il tipo di file su cui vogliamo intervenire.
    In seguito:
  • selezionare l’opzione FAT/NTFS/HFS+/ReiferFS e Free che troviamo nella sezione Tipo di File System situata in basso,
  • cliccare sul bottone Naviga,
  • specificare la cartella in cui PhotoRec salverà la versione riparata dei file.

Per concludere:

  • premere sul pulsante Cerca,
  • aspettare che venga completata la procedura di recupero dei file.

A procedimento ultimato, i file saranno salvati in maniera automatica nella cartella selezionata.

Su macOS:

  • aprire l’archivio tar.bz2 scaricato sul computer,
  • estrarne il contenuto,
  • avviarne il file photorec che si trova al suo interno,
  • facendo clic destro sulla sua icona e selezionando la voce Apri per due volte di seguito.

Successivamente:

Pubblicità
  • si aprirà la finestra del Terminale,
  • servirsi della freccia destra della tastiera per selezionare l’opzione Sudo,
  • premere il tasto Invio,
  • digitare la password di amministrazione del Mac.

Dopo aver compiuto questi passaggi:

  • selezionare l’unità su cui agire,
  • indicare la partizione su cui intervenire,
  • selezionare il file system impiegato per la formattazione,
  • scegliere se effettuare solo la scansione dello spazio segnato come libero o,
  • controllare tutta l’unità.

Infine:

  • selezionare la cartella in cui si desidera salvare i file corrotti una volta recuperati,
  • premere il tasto C sulla tastiera per confermare l’intenzione di avviare l’analisi e il recupero dei dati,
  • aspettare che la procedura giunga al termine.

EaseUS Data Recovery (Windows/macOS)

Un altro strumento utile per recuperare file corrotti o danneggiati è EaseUS Data Recovery.

Si tratta di un software disponibile sia per Windows che per macOS, che permette di recuperare:

  • immagini,
  • video,
  • documenti,
  • vari tipi di file da hard disk esterni, ma anche interni,
  • chiavette USB,
  • schede SD,
  • altri supporti.

EaseUS Data Recovery è gratis, ma permette di ripristinare fino a 2 GB di dati. Per aumentare questo limite, bisogna passare alla versione a pagamento, con costi a partire da 66,69 euro/mese. Per scaricare il programma sul PC,
con  Windows:

Pubblicità

Completato il download:

  • aprire il file eseguibile ottenuto,
  • fare clic sul pulsante Sì nella finestra che viene mostrata sul desktop,
  • premere sui bottoni Installa ora e Inizia ora.

Su macOS:

Dopo aver completato il download:

  • aprire il pacchetto .dmg ottenuto,
  • trascinare l’icona del software nella cartella Applicazioni di macOS,
  • cliccarci sopra con il destro,
  • selezionare la voce Apri per due volte consecutive, così da avviare il software ed aggirare le limitazioni di Apple, verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati. Operazione che va effettuata solo al primo avvio.

Nella finestra principale di EaseUS Data Recovery ora visualizzata:

  • selezionare il dispositivo, l’unità o, il percorso da analizzare,
  • cliccare sul pulsante per avviare la procedura di scansione.

Ad analisi ultimata:

Pubblicità
  • si potranno recuperare i file trovati dal programma, facendo clic sul pulsante di recupero posto in basso a destra,
  • indicando la posizione dove salvare i dati ottenuti.

Se non riusciamo a trovare i file che ci occorrono, ci possono usare dei filtri:

  • fare clic sull’icona con l’imbuto situata in alto,
  • indicare la categoria di nostro interesse.

Se abbiamo bisogno di visualizzare l’anteprima di un determinato file:

  • selezionarlo dall’elenco,
  • farci clic destro sopra,
  • scegliere la voce apposita dal menu contestuale che si apre.

Dopo aver trovato i file da recuperare:

  • selezionarli,
  • fare clic sul pulsante Recupera, che si trova in basso a destra,
  • specificare la posizione sul notro computer dove salvarli,
  • premere sul bottone Bene.

Come recuperare file corrotti gratis

Vediamo, adesso, come recuperare file corrotti gratis e porgere l’attenzione sugli strumenti, a costo zero, da usare per ripristinare file:

  •  Word,
  • Excel,
  • PDF ,
  • altri tipi di file presenti sul disco fisso del computer.

Wondershare Repairit (Windows/macOS)

Wondershare Repairit è utile per recuperare video e foto corrotti.
Si tratta di un programma disponibile sia per Windows che per macOS con cui è possibile recuperare file dei formati OV, MP4, M4V, M2TS, MKV, MTS, 3GP, AVI, FLV, MXF, INSV, JPEG, JPG, CR3, CR2, NEF, NRW, RAF, DNG, ARW e GPR.

Pubblicità

È a pagamento, con prezzi a partire da 59,99 dollari/anno, ma lo si può provare gratis in una versione che consente di visualizzare un’anteprima dei file riparati, ma non di esportarli sul disco.

Per scaricare il programma:

  • andare sul suo sito Web,
  • fare clic sul pulsante Provalo gratis.

A download avvenuto,
con Windows:

  • avviare il file eseguibile ottenuto,
  • fare clic sul pulsante Sì nella finestra comparsa sul desktop,
  • premere sul bottone Installa,
  • pigiare su quello Inizia ora.

Con macOS:

  • estrarre l’archivio ZIP ottenuto,
  • fare doppio clic sul file eseguibile del programma,
  • premere sui bottoni Apri e Installa nella finestra comparsa.

A prescindere dal sistema operativo che stimo usando, visualizzeremo la finestra principale del software sullo schermo:

Pubblicità
  • indicare se riparare dei video o delle foto, selezionando l’opzione corretta dalla barra laterale di sinistra,
  • fare clic sul pulsante Inserisci situato a destra, per selezionare il file di nostro interesse,
  • premere sul bottone Ripara.

Attendere che la riparazione finisca poi,

  • premere sul bottone Salva tutto che si trova in basso a destra per salvare i file riparati, indicando prima la posizione di output.

Ci fossero dei problemi, si può provare a svolgere la riparazione avanzata:

  • premendo sul pulsante apposito che compare in corrispondenza dei file,
  • selezionando video e foto da usare come campione,
  • premendo sul pulsante Avvia la Riparazione Avanzata.

File Repair (Windows)

File Repair serve per recuperare file corrotti di vario genere dal disco fisso del computer. Si tratta di un software per Windows disponibile in diverse varianti, atta al recupero di file: PDF, Word, ZIP ecc.

Tutte le versioni del programma sono a pagamento, con prezzi a partire da 59 dollari, ma possono essere scaricate e utilizzate a costo zero per un periodo di prova.

Il funzionamento prevede la selezione del file da riparare, l’avvio della procedura e l’attesa del completamento dell’operazione.

Pubblicità

Per scaricare una delle versioni di File Repair:

  • andare sul suo sito internet,
  • cliccare sul bottone Download — File Repair software in alto,
  • premere sul pulsante Download Free Trial,
  • compilare il modulo che viene mostrato con le informazioni richieste,
  • fare clic sul bottone Submit.

Per illustrare il funzionamento di File Repair, prenderemo in esame la variante del programma per riparare i file PDF: PDF File Repair.

A download ultimato:

  • avviare il file eseguibile ottenuto,
  • nella finestra che compare sul desktop, spuntare sulla casella accanto alla voce I accept the terms in the License Agreement,
  • cliccare sul pulsante Install e sui bottoni Si e Finish.

Successivamente:

  • avviare il programma selezionando il collegamento aggiunto al menu Start,
  • dalla finestra principale del software cliccare sul bottone Start Recovery Wizard per avviare il periodo di prova gratuito,
  • selezionare il PDF corrotto, presente sul nostro computer, usando la finestra di Esplora file che si è aperta,
  • cliccare sui bottoni:
  1. Apri,
  2. Next per due volte consecutive,
  3. Start.

Dopo aver fatto tutto ciò:

Pubblicità
  • si avvierà il processo di recupero del file,
  • al termine verrà mostrata una schermata di riepilogo delle operazioni svolte.

Troveremo una copia del file recuperato nella cartella Documenti del computer, dove si potrà accedere dalla finestra del programma, facendo clic sul collegamento vicino alla dicitura Location of Recovery Results.

Come recuperare file corrotti online

Se non vogliamo installare nuovi programmi sul computer, vediamo ora quale strumento usare per recuperare file corrotti online.

Uno è Online Office Recovery, un servizio Web perfettamente compatibile con tutti i browser più diffusi, utlizzabile da qualsiasi sistema operativo, che consente di recuperare documenti:

  • PDF,
  • Word,
  • altre tipologie di file.

Si può usare gratuitamente, ma permette di visualizzare solo un’anteprima di quanto riparato.
Per effettuare il download dei file completi che sono stati aggiustati è necessario acquistare dei pass appositi, con prezzi a partire da 59 dollari per due giorni di utilizzo.

Non vengono fornite, però, informazioni precise riguardo alla rimozione dei file dai server del servizio. Quindi è consigliabile far ricorso alle soluzioni online solo nel caso in cui i file da ripristinare non contengano dati sensibili.

Pubblicità

Per servirsi di Online Office Recovery:

  • collegarsi alla sua home page,
  • fare clic sul bottone Scegli file,
  • selezionare il file su cui si vuole intervenire.
  • se il file è protetto da una password, fare clic sul collegamento Clicca qui, digitando la parola chiave nel campo di testo apposito.

In seguito:

  • fare clic sul pulsante Carica sicuro e riparazione, in basso,
  • attendere qualche istante che la procedura venga portata a termine,

Si potrà scegliere se scaricare l’anteprima del file corrotto recuperato, o di acquistare un pass a pagamento per il servizio, cliccando sui collegamenti appositi che si trovano a destra.

david rossi

Salve mi chiamo David Rossi esperto e appassionato informatico. Mi piace tenermi sempre informato sulle ultime novità tecnologiche e per questo ho creato il sito www.soluzionecomputer.it.

Condividi su:
Pubblicità