Come recuperare chat WhatsApp da telefono rotto

da | WhatsApp

WhatsApp è uno strumento comunicativo fondamentale in tutto il mondo per scambiare messaggi di testo, immagini, video e file audio, ma anche informazioni sulla posizione, documenti e scambi di contatto tra due o più persone. Da luglio 2023, inoltre, è stato introdotto il supporto all’invio di videomessaggi della durata massima di 60 secondi, con la crittografia end-to-end, mediante la quale la sicurezza e la privacy sono aumentate, nemmeno WhatsApp, infatti, può leggere o ascoltare i contenuti inviati. A Settembre 2023 è stata, poi, lanciata la funzionalità dei Canali.

E fin qui tutto bene, ma come facciamo a recuperare e riutilizzare tutto questo materiale se all’improvviso il nostro cellulare si rompe? Come fare per avere di nuovo i dati Whatsapp dal telefono rotto. A tal proposito esistono varie soluzioni ed in questo articolo vi forniremo le più attuabili, dedicando le prossime righe proprio a come recuperare WhatsApp da telefono rotto, sia Android che iPhone. La risoluzione del problema può avvenire tramite backup o grazie ad alcuni software che permettono di recuperare file cancellati dalla memoria dello smartphone.

Nel dettaglio il nostro compito sarà quello di fornire informazioni utili su come recuperare WhatsApp da telefono rotto sia Android che iPhone, tramite backup su Google, o con un backup in locale. Un’altra parte sarà poi dedicata a come svolgere la stessa operazione di recupero anche senza backup per entrambi le marche di telefoni. Un ultimo intervento riguarderà, infine, altri tipi di soluzioni attualmente esistenti.

Come recuperare WhatsApp da telefono rotto: Android

Andiamo a scoprire, quindi, come recuperare WhatsApp da telefono rotto, utilizzando uno smartphone Android.

Come recuperare WhatsApp da telefono rotto Android tramite backup su Google Drive

Tra le funzioni più interessanti di WhatsApp c’è quella del backup, cioè della possibilità di salvare e ritrovare contenuti come: la cronologia delle chat, gruppi, le immagini e i video. Non i contatti, poiché sono gestiti direttamente dalla rubrica del telefono.

La funzione di backup delle chat è attiva di default e quindi, con la creazione di un backup delle chat WhatsApp, si possono recuperare i dati WhatsApp da telefono rotto Android o, con più precisione, la copia esatta dei contenuti di WhatsApp alla data dell’ultimo backup effettuato. Ripristino che si può praticare su un telefono nuovo, dove effettuare il ripristino del backup.

Per mettere in pratica questa soluzione:

  • inserire la SIM che era nel cellulare rotto nel nuovo smartphone,
  • accendere il dispositivo ed assicurarsi di aver effettuato l’accesso all’account Google usato sul vecchio smartphone anche su quello nuovo,
  • installare l’app WhatsApp dal Play Store o store alternativi,
  • installarla secondo la solita procedura ed avviarla,
  • scegliere la lingua per iniziare e fare tap sul pulsante ➔ in basso,
  • pigiare Accetta e continua per accettare i Termini di servizio,
  • inserire il proprio numero di telefono (comprensivo di prefisso internazionale, per l’Italia +39),
  • premere Avanti e confermare il numero premendo su .

WhatsApp chiederà di controllare il vecchio telefono per confermare, tramite un codice, di voler trasferire tutti i contenuti sul nuovo dispositivo.

A questo punto:

  • se il vecchio telefono ha il display ancora parzialmente leggibile si può provare a recuperare il codice a 6 cifre da inserire nell’altro telefono,
  • altrimenti dobbiamo:
  1. attendere che scada il conto alla rovescia in basso,
  2. pigiare sulla voce Ti serve aiuto per ricevere il codice?,
  3. seleziona nel popup apparso Invia SMS per ricevere un nuovo codice con il quale verificare il nostro numero di telefono.

Poi:

  • fare tap su Continua,
  • apparirà l’ultimo backup effettuato con la data e le dimensioni,
  • se è tutto ok, si può andare avanti toccando Ripristina.

Il tempo d’attesa varia secondo le dimensioni del backup.

Al termine:

  • fare tap su Avanti,
  • inserire il proprio nome quando richiesto,
  • toccare ancora una volta il pulsante Avanti, per terminare la procedura e ritrovare i messaggi. I messaggi inviati o ricevuti dopo la data del backup risulteranno “spariti”.

Questa procedura è valida solo se i due dispositivi utilizzano lo stesso sistema operativo (in questo caso Android > Android) e sono associati allo stesso account Google, questo perché il backup viene effettuato attraverso i servizi di Google Drive.

Se utilizziamo un iPhone per recuperare WhatsApp da un telefono Android rotto, si può usare l’app Passa a iOS , utile per trasferire sul nuovo iPhone tutti i dati provenienti dal proprio dispositivo Android, non solo i messaggi di WhatsApp.

E’ possibile anche utilizzare un programma a pagamento per computer in grado di spostare i messaggi di WhatsApp da un telefono all’altro, se il telefono è inservibile, le possibilità di riuscita saranno, però, basse.

Un esempio di questi software è iCareFone Transfer

Come recuperare WhatsApp da telefono rotto Android tramite backup in locale

Se non avessimo effettuato il backup in automatico, vediamo adesso come recuperare WhatsApp da telefono rotto Android tramite backup in locale, in quanto la versione Android di WhatsApp permette di ripristinare le conversazioni anche con un backup effettuato in locale.

Se il vecchio smartphone è ancora parzialmente servibile:

  • collegarlo al computer via cavo e sbloccane lo schermo,
  • richiamare l’area di notifica,
  • fare tap sul messaggio relativo alle Opzioni USB/Collegamento USB,
  • spuntare accanto alla dicitura Trasferimento di file/Android Auto (MTP) o simili, per far sì che il dispositivo venga riconosciuto come se fosse una memoria portatile USB,
  • aprire l’Esplora File di Windows o il programma Android File Transfer  su macOS,
  • fare doppio clic sul nome del telefono collegato e accedere alla cartella Memoria interna, Internal Storage o simili.

Il database di WhatsApp si trova nella cartella WhatsApp/Database con il nome di msgstore.db.cryp14 (o numeri superiori finali).

A questo punto trasferire questo file sul nuovo telefono,

  • scaricare e installare WhatsApp sullo smartphone,
  • copiare il file msgstore.db.crypt14 nella cartella \Home\WhatsApp\Databases di quest’ultimo.

Se in precedenza avevamo spostato i nostri dati personali su una microSD, è possibile recuperare il backup di WhatsApp anche se il telefono non si accende più:

  1. estrarre la microSD dal telefono rotto,
  2. inserirla nel suo adattatore,
  3. collegare quest’ultimo al computer.

Fatto ciò:

  • avviare Esplora File di Windows,
  • o il programma Android File Transfer su macOS,
  • selezionare l’icona relativa alla scheda di memoria appena inserita,
  • copiare i file sul computer, prelevandoli dalla cartella WhatsApp\Databases, nello stesso modo in cui si copiano i dati da una chiavetta USB,
  • procedere con il trasferimento del backup sul nuovo dispositivo, come abbiamo visto in precedenza.

Una volta trasferiti i file del backup sul nuovo telefono:

  • installare WhatsApp e seguire la procedura di configurazione iniziale illustrata nel passo precedente,
  • quando richiesto accettare il ripristino dei messaggi dal backup, facendo tap sul pulsante Ripristina,
  • attendere qualche istante, affinché WhatsApp rilevi il backup locale e che la procedura di ripristino dello stesso venga avviata.

Come recuperare WhatsApp da telefono rotto Android senza backup

Se non abbiamo effettuato alcun backup automatico, o se non riusciamo ad accedere al database in locale, è il momento di scoprire come recuperare WhatsApp da telefono rotto Android senza backup?

E’ possibile recuperare i messaggi WhatsApp anche senza backup, tramite l’aiuto di un software di terze parti per il recupero dati esterno da installare sul computer, da collegare il telefono.

Il risultato non è garantito e questa soluzione può essere utilizzata solo se il telefono ha pochi danni, che si accenda e che abbia il display almeno parzialmente funzionante.

Tra i tanti strumenti di ripristino, uno da consigliare è Dr.Fone di Wondershare,. un programma a pagamento, con un costo di 29,99 euro/anno, o di 39,99 euro per sempre.

E’ disponibile una versione di prova gratuita limitata per la scansione del dispositivo, ma non per il recupero effettivo dei dati.

Per scaricare la prova gratuita del programma:

  • andare sul sito Internet ufficiale
  • cliccare sul pulsante Prova Gratis,
  • a scaricamento completato,
    1. con Windows, aprire il file .exe ottenuto, fare clic su e sul bottone Installa nella finestra appena apparsa. Avviare il programma mediante il pulsante Inizia Ora,
    2. con macOS, aprire il pacchetto .dmg ottenuto, fare doppio clic sull’icona relativa all’installer al suo interno, premere su Apri nel popup e attendere prima il download di tutti i contenuti del programma e poi la sua installazione automatica. Al termine della procedura comparirà a schermo la finestra principale di Dr.Fone,
  • collegare il dispositivo Android al computer utilizzando il cavo USB,
  • premere il pulsante Trasferimento WhatsApp in basso,
  • cliccare su Backup dei messaggi WhatsApp,
  • seguire le istruzioni a schermo per abilitare il debug USB e per disattivare temporaneamente la crittografia end-to-end.

Per continuare:

  • spostarsi nelle Impostazioni di WhatsApp,
  • selezionare Chat,
  • nella schermata apparsa, fare tap su Backup delle chat,
  • pigiare sulla voce Backup crittografato end-to-end e fare tap sul pulsante Attiva,
  • nella pagina di protezione del backup, selezionare Usa invece una chiave di crittografia a 64 cifre,
  • confermare pigiando su Genera la tua chiave a 64 cifre.

Appena vedremo apparire, sul display del cellulare, la chiave di crittografia (le 64 cifre in una tabella composta da 4 righe e 4 colonne):

  • andare sul computer e cliccare su Scansione,
  • nuovamente da cellulare, fare tap su Continua,
  • scegliere su Ho salvato la mia chiave a 64 cifre,
  • premere Crea,
  • da PC fare clic su Avanti per avviare la scansione,
  • al termine cliccare su Vedilo per vedere le chat e gli allegati che possiamo recuperare sullo schermo del computer,
  • selezionare quelle che vogliamo ripristinare e fare clic sul pulsante Recupero su Computer collocato in basso a destra (funzione a pagamento).

Se Dr.Fone non dovesse riuscire nel suo compito, esistono anche soluzioni alternative, come EaseUS MobiSaver, anch’esso a pagamento con una versione di prova gratuita disponibile sia su Windows che su macOS.

Come recuperare WhatsApp da telefono rotto: iPhone

Se si tratta di un iPhone a essersi rovinato ecco come fare per recuperare le conversazioni WhatsApp.

Come recuperare WhatsApp da iPhone rotto tramite backup

Anche in questo caso, così come visto per la versione Android, se abbiamo abilitato il backup automatico di WhatsApp, non ci sono problemi.

I backup di WhatsApp su iOS, infatti, vengono gestiti sui server di iCloud, ciò significa che, per recuperare WhatsApp, dobbiamo solo associare il nostro apparecchio allo stesso ID Apple e allo stesso numero di telefono del device di origine, anche se non più funzionante.

Una volta inserita la SIM nel nuovo iPhone e provveduto a scaricare e installare WhatsApp dall’App Store :

  • fare tap sulla sua icona per avviarla,
  • seguire la stessa procedura di configurazione iniziale che abbiamo illustrato nel capitolo dedicato a come ripristinare un backup disponibile su Android.

Al contrario di quanto succede per Android, non è possibile effettuare il recupero “diretto” dei dati dalla memoria di iPhone, per via delle restrizioni imposte da iOS, che non consentono alle app di accedere in maniera “diretta” alla memoria del dispositivo. Quindi in questo caso il backup in locale, non può essere disponibile.

L’unica alternativa è rappresentata dalla possibilità di effettuare la configurazione di un nuovo iPhone, ripristinando i dati dal vecchio dispositivo mediante un backup su iCloud o sul computer.

Come recuperare WhatsApp da iPhone rotto senza backup

Se non riusciamo a recuperare il backup automatico su iCloud per recuperare WhatsApp da iPhone senza backup , occorre usare un software di terze parti per il recupero dei dati.

Se optiamo per questa scelta ci sono da seguire le stesse indicazioni già fornire nel capitolo precedente, riguardante Android.

Altre soluzioni utili

Prendiamo in esame ora altre soluzioni utili , nel caso non fossimo riusciti a recuperare con successo WhatsApp da un telefono rotto.

  • Sostituzione della batteria — se il guasto dello smartphone è dovuto ad una batteria usurata, o rotta, si può provare a cambiarla, se è rimovibile, acquistandone una nuova in un negozio di articoli per telefoni cellulari o online su Amazon. Una volta sostituita la batteria, la nuova dovrebbe permettere al device di avviarsi senza problemi. Una volta recuperato il telefono, per prima cosa, abilitare il backup automatico di WhatsApp per evitare problemi in futuro.
  • WhatsApp Web — se in passato avevamo collegato il proprio dispositivo a WhatsApp Web, si può accedere al servizio tramite il browser del computer e recuperare tutte le conversazioni. WhatsApp Web infatti è in grado di far utilizzare WhatsApp normalmente, anche con il cellulare spento o non collegato a Internet, basta che sia stato associato al PC.
  • Dispositivo secondario — WhatsApp può essere utilizzato contemporaneamente su un massimo di quattro dispositivi collegati, anche quando il telefono principale è spento o non connesso a Internet. Per fare ciò, in fase di configurazione iniziale di WhatsApp sul nuovo smartphone, al momento di inserire il tuo numero di telefono: fare tap sui tre puntini in alto a destra e scegliere Collega come dispositivo complementare. Dovremo poi inquadrare col vecchio telefono il QR Code, apparso sul nuovo dispositivo e concludere così il processo di accoppiamento. Purtroppo nel caso in cui il telefono fosse del tutto inservibile, probabilmente non potremo acquisire il codice e quindi impostare un dispositivo secondario.

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale gratuito.

Segui il nostro canale Whatsapp.

Continua a rimanere informato sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale WhatsApp gratuito.