Come provare ChromeOS su qualsiasi PC utilizzando un’unità USB

da | Computer

Non è necessario acquistare un Chromebook per goderti l’esperienza desktop basata sul Web di ChromeOS. Ecco come eseguire ChromeOS da un’unità USB.

Non è necessario acquistare un Chromebook per usufruire delle funzionalità del sistema operativo desktop basato sul Web di Google. In effetti, tutto ciò di cui hai bisogno è un computer funzionante e un’unità USB.

Pubblicità
Pubblicità

Google offre ufficialmente un modo per provare ChromeOS utilizzando un’unità USB e ci sono anche modi non ufficiali per sperimentare il sistema operativo. Questi metodi funzionano sia che utilizzi Windows, macOS o Linux. E no, non sovrascriverai il tuo sistema operativo esistente.

Ecco come puoi provare ChromeOS su qualsiasi PC utilizzando un’unità USB.

Il modo ufficiale: eseguire ChromeOS Flex

ChromeOS Flex è un sistema operativo di Google disponibile pubblicamente per essere installato su qualsiasi PC. È leggero e intende funzionare senza problemi su PC più recenti e dispositivi meno recenti con specifiche basse.

Pubblicità
Pubblicità

ChromeOS Flex elimina le complessità tecniche che potrebbero averti impedito di installare e utilizzare ChromeOS sul tuo PC in passato. Questa versione di ChromeOS ha aumentato il supporto per tantissimi dispositivi e ti consente di goderti la build ufficiale sul tuo PC.

Quindi, ecco come puoi avviare ChromeOS da una USB usando ChromeOS Flex.

Prerequisiti per l’esecuzione di ChromeOS Flex da un’unità USB

A tale scopo avrai bisogno del seguente hardware e software:

  • Innanzitutto, dovresti disporre di un’unità USB che devi rendere avviabile con un minimo di 8 GB di spazio di archiviazione. È meglio utilizzare una USB più grande se prevedi di avviare e utilizzare il sistema operativo dalla tua USB.
  • Se sei su una macchina Linux, puoi usare Etcher per creare un’unità USB avviabile . Qui troverai il file ISO o BIN per l’ ultima versione di ChromeOS Flex che desideri masterizzare. Maggiori informazioni sull’utilizzo di Etcher nel metodo non ufficiale di seguito.
  • Per questa guida, sceglieremo il metodo ufficiale utilizzando Chromebook Recovery Utility . Quindi, vai avanti e installalo sul tuo browser Chrome come estensione. Sfortunatamente, questo non funziona su Linux al momento della stesura di questo documento.
  • Infine, è necessario un PC per creare l’USB avviabile ed eseguire il sistema operativo dall’USB avviabile. Inutile dire che deve avere una porta USB funzionante.

Apri l’utilità di ripristino del Chromebook

Dopo aver installato Chromebook Recovery Utility dal link sopra, apri Chrome e fai clic sull’icona Puzzle nell’angolo in alto a destra per accedere alle estensioni di Chrome. Fai clic su Chromebook Recovery Utility per aprirlo e premi Inizia per continuare.

Scelta di ChromeOS Flex

Nella seconda schermata, fai clic su Seleziona un modello da un elenco . Ciò ti consente di scegliere manualmente il file BIN.

Pubblicità
Pubblicità

Ora, nella pagina successiva, seleziona Google ChromeOS Flex come produttore e ChromeOS Flex come prodotto. Successivamente, premi Continua .

Inserisci l’unità USB e prepara la tua USB avviabile

Seleziona la tua unità USB dal menu a discesa nella pagina successiva. Tieni presente che questo processo cancellerà i dati sull’unità USB, quindi assicurati di selezionare quella giusta.

Una volta effettuata la selezione, fai clic su Continua e poi su Crea ora nella pagina successiva. Una volta completato il processo, avrai la tua unità USB ChromeOS Flex avviabile che puoi utilizzare per provare ChromeOS su qualsiasi PC.

Avvio di ChromeOS Flex dall’unità USB avviabile

Che tu abbia utilizzato Etcher su Linux o Chromebook Recovery Utility su Windows o macOS, ora puoi caricare ChromeOS Flex sul tuo PC. Per fare ciò, spegni il PC e riaccendilo. Vai al menu di avvio singolo del BIOS e seleziona l’unità USB. Il sistema si avvierà quindi dall’USB.

Ora che ChromeOS Flex è pronto, puoi installarlo sul disco rigido principale o continuare a utilizzarlo tramite l’unità USB con alcune limitazioni di memoria. Tieni presente che l’installazione di ChromeOS Flex su un disco rigido rimuoverà il tuo sistema operativo esistente e non potrai annullare questo processo.

Pubblicità
Pubblicità

Il modo non ufficiale: eseguire il sistema operativo Chromium open source

In questo metodo, creeremo un’unità USB avviabile caricata con l’immagine del disco del sistema operativo Chromium. Chromium OS è la versione open source di ChromeOS in cui avviene tutto lo sviluppo. Avrai bisogno di alcune cose prima di iniziare:

  1. Un computer funzionante con una porta USB
  2. Un’unità USB con almeno 4 GB di capacità (8 GB o più consigliati)
  3. Un gestore di archivi (7-Zip, Keka o p7zip)
  4. Un creatore di dischi di avvio (Etcher)

Scarica: 7-Zip per Windows (gratuito)

Scarica: Keka per macOS (gratuito)

Scarica: p7zip per Linux (gratuito)

Scarica: Etcher 

Pubblicità
Pubblicità

L’unità USB verrà completamente cancellata durante il processo di installazione. Se hai dati importanti sull’unità, salvali altrove.

Seguendo questa guida dettagliata, puoi creare una live USB Chromium OS.

Scarica l’ultima immagine del sistema operativo Chromium

Google non ha una build ufficiale di Chromium OS che puoi scaricare. La migliore fonte alternativa è il repository di Arnold The Bat.

Scarica: Sistema operativo Chromium

Estrarre l’immagine zippata

Ora avrai un file 7Z sul tuo disco rigido. Estrai questo file utilizzando il gestore archivi sul tuo dispositivo.

Pubblicità
Pubblicità

Formattare l’unità USB

Collega l’unità USB a una porta e formattala come FAT32 . Il processo è il più semplice su Windows, ma neanche macOS e Linux sono difficili.

Per gli utenti macOS, l’Utility Disco integrata può formattarlo come FAT32. Se invece lo vedi etichettato come “MS-DOS FAT”, non preoccuparti, è la stessa cosa.

Per gli utenti Linux, consigliamo di utilizzare GParted per un formato rapido.

Scarica: GParted (gratuito)

Per maggiore comodità, quando ti viene chiesto di assegnare un nome alla nuova unità, assegnagli il nome “ChromeOS”.

Pubblicità
Pubblicità

Eseguire Etcher e caricare l’immagine

A questo punto, dovresti avere un’unità USB completamente formattata denominata “ChromeOS” collegata a una porta del computer (come mostrato nel passaggio tre). Avrai anche un file immagine decompresso dell’ultimo sistema operativo Chromium (come mostrato nei passaggi uno e due).

E hai Etcher installato sul tuo computer. Quindi, avvia Etcher ora per procedere.

  • Fai clic su Seleziona immagine e sfoglia il file immagine di Chromium OS. Aggiungilo in Etcher.
  • Fai clic su Seleziona unità e scegli l’ unità USB ChromeOS che hai creato.
  • Avviare il processo di installazione dell’immagine e convalidare l’installazione facendo clic su Flash .

Etcher convalida il processo di masterizzazione, ovvero, una volta terminata la creazione dell’immagine sull’unità USB, verificherà che tutto sia corretto. Assicurati di aspettare finché non dice 100 percento. Al termine di Etcher, avrai un’unità USB avviabile con Chromium OS.

Riavvia il computer e inserisci le opzioni di avvio

“Boot” è il processo di scelta del sistema operativo. Ogni computer ti consente di selezionare da quale unità avviare il sistema operativo, che si tratti di un disco rigido, un’unità USB o persino un’unità DVD. Devi accedere al menu di avvio e scegliere l’unità USB appena creata.

Per un PC Windows o Linux: diversi computer hanno diverse impostazioni del BIOS. Di solito, il menu Opzioni di avvio ha la scorciatoia da tastiera F5 , F8 o F12 .

Pubblicità
Pubblicità

Per un Mac: non appena il Mac si spegne e si riavvia, tieni premuto il tasto Opzione . Lo farai mentre è uno schermo nero, ma va bene. Continua a tenerlo premuto finché non vedi il menu di avvio, che ti consente di scegliere tra un disco rigido Macintosh o l’unità USB che hai collegato (di solito indicato come “EFI”).

Avvia ChromeOS

Scegli l’unità USB nel menu di avvio, premi Invio e il computer si avvierà dall’unità. Ora stai sperimentando tutta la gloria di ChromeOS senza influire sul tuo disco rigido principale e sul tuo sistema operativo.

Dovrai configurare ChromeOS la prima volta che lo usi, idealmente con il tuo account Google esistente. Non preoccuparti. Questa configurazione è solo durante la prima volta che si avvia. Andrà direttamente alla schermata di accesso ogni volta che lo eseguirai in futuro.

Chrome OS con supporto per app Android

ChromeOS Flex e Chromium OS non supportano le app Android. Per ottenere il supporto del Play Store, dovrai esaminare Brunch Framework . Tuttavia, è un processo complesso che alla fine potrebbe non darti un ChromeOS completamente funzionante. Quindi, non lo consigliamo se stai cercando un sistema operativo per uso quotidiano.

Condividi su:

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia.

Sai davvero tutto su Whatsapp?

Leggi ora guide e trucchi su come usare al meglio WhatsApp

Pubblicità
Pubblicità