Al momento stai visualizzando Come passare tra GPU dedicata e grafica integrata

Come passare tra GPU dedicata e grafica integrata

I laptop hanno un compito difficile. Devono fornire agli utenti buone prestazioni pur essendo parsimoniosi con l’uso della batteria. Questo è il motivo per cui i laptop da gioco o quelli con schede grafiche dedicate ad alte prestazioni hanno anche un chip grafico integrato a bassa potenza per affrontare le attività quotidiane come guardare YouTube o navigare su Facebook.

Sebbene la maggior parte dei programmi software non abbia problemi a scegliere la GPU giusta per il lavoro, a volte sbagliano. Questo è il motivo per cui è una buona idea imparare a passare dalla GPU dedicata alla grafica integrata.

Pubblicità

Spiegazione delle GPU dedicate e integrate

Una breve nota sul significato di questi due termini. Una GPU dedicata ha il proprio pacchetto processore separato, RAM, raffreddamento e circuito stampato. Una GPU integrata si trova all’interno dello stesso pacchetto di microchip della CPU e condivide anche lo stesso pool di RAM.

In generale, le GPU dedicate sono molto più veloci e non limitano le prestazioni di altri componenti grazie al ricorso a risorse di memoria e raffreddamento condivise. Se il tuo videogioco di fantasia viene eseguito accidentalmente sulla GPU integrata, è probabile che ti trovi in ​​una presentazione non riproducibile.

Una nota sugli output grafici

Quando hai due GPU nel tuo sistema, alcune uscite grafiche potrebbero essere collegate direttamente a una GPU o all’altra. Ad esempio, nel sistema laptop che abbiamo utilizzato per questo tutorial, l’uscita HDMI è collegata direttamente alla GPU dedicata Nvidia. Tuttavia, il connettore mini-DisplayPort sul laptop è cablato alla GPU integrata.

Pubblicità
Potrebbe interessarti:  Come disabilitare la schermata "Completiamo la configurazione del dispositivo" in Windows 11

Questo è un problema, perché se desideri determinate funzionalità (come HDR) su un monitor esterno, funzionerà solo tramite il connettore HDMI. Allo stesso modo, poiché la tecnologia di frequenza di aggiornamento variabile Gsync di Nvidia funziona solo su Displayport, è impossibile utilizzare questa funzione qui su un display esterno. Poiché la connessione Displayport del laptop in questione è direttamente collegata al pannello LCD interno del laptop.

Sui computer desktop che non dispongono di grafica commutabile, un errore comune consiste nel collegare lo schermo alla porta HDMI della GPU integrata. Poiché la maggior parte dei sistemi desktop non è configurata per consentire la condivisione dinamica e il passaggio tra le due GPU, ciò non ti consentirà affatto di utilizzare la tua GPU dedicata con lo schermo collegato alla GPU integrata.

Pubblicità

La linea di fondo è assicurarsi di aver collegato il display alla porta della GPU corretta!

Verifica che entrambe le GPU funzionino

Prima di provare a passare dalla GPU dedicata a quella integrata, vale la pena assicurarsi che entrambe siano effettivamente installate e funzionanti.

  • Apri il Menu iniziale e digita Gestione dispositivi.
  • Selezionare Gestione dispositivi dai risultati.
  • Sotto Schede grafiche espandere l’elenco.
  • Verifica che siano elencate due GPU.

Se vedi due GPU, sei a posto. Supponendo che tu abbia solo due GPU nel sistema e che le due tra le quali vuoi passare siano quelle elencate.

Pubblicità

Come passare tra GPU dedicate e integrate

Come cambiare GPU

Ecco come puoi sovrascrivere questa impostazione:

  • Fare clic con il pulsante destro del mouse sul desktop e selezionare Pannello di controllo Nvidia.
  • Passa a Gestisci le impostazioni 3D nel riquadro di sinistra.
  • Sotto il preferito processore grafico scegli quale delle tre impostazioni preferisci.
Potrebbe interessarti:  Come ascoltare l'audio spaziale sul tuo Mac

Come assegnare una GPU specifica

Per stabilire una GPU specifica in base all’app:

  • Fare clic con il pulsante destro del mouse sul desktop e selezionare Pannello di controllo Nvidia.
  • Passa a Gestisci le impostazioni 3D nel riquadro di sinistra.
  • Passa al Impostazioni del programma scheda.
  • Sotto Seleziona un programma da personalizzare scegli il app pertinente.
  • Sotto Seleziona il processore grafico preferito per questo programma scegli il GPU preferisci.

Anche se non abbiamo una GPU AMD a portata di mano, il processo è molto simile. Basta aprire l’applicazione di controllo AMD Catalyst e cercare una “grafica commutabile” o una sezione con un nome simile.

Indipendentemente dal marchio della tua GPU, nell’ultima versione di Windows 10 puoi impostare le preferenze GPU per app in Impostazioni di visualizzazione > Impostazioni grafiche. Puoi aprire Impostazioni schermo facendo clic con il pulsante destro del mouse sul desktop.

Non dimenticare le impostazioni in-app

Molte applicazioni professionali e persino videogiochi ti permetteranno di specificare quale GPU utilizzare nelle proprie impostazioni grafiche. Questo dovrebbe prevalere su qualsiasi altra impostazione sul sistema presente nella maggior parte dei casi. Se non riesci a mantenere una modifica della GPU, controlla se l’app in questione ha le proprie impostazioni.

Pubblicità

Verifica quale GPU sta facendo il lavoro

Questo spiega come specificare quale GPU dovrebbe svolgere il lavoro, ma come puoi essere sicuro che le tue impostazioni abbiano effettivamente funzionato? Se hai l’ultima versione di Windows 10, puoi semplicemente aprire Task Manager e passare alla scheda Prestazioni.

Come puoi vedere qui, ci sono due GPU elencate: GPU 0 e GPU 1. Nella maggior parte dei casi GPU 0 dovrebbe essere quella integrata, ma puoi vedere anche i loro nomi, per sicurezza. Se la tua GPU dedicata è quella che esegue un’applicazione, vedrai aumentare la percentuale di utilizzo. La GPU che non sta facendo molto dovrebbe essere vicina alle percentuali di inattività.

Condividi su: