Come funziona “Trova il mio dispositivo” anche quando il telefono è spento

da | Android, Smartphone

Qualche anno fa, trovare il proprio dispositivo morto o spento era apparentemente impossibile. Al giorno d’oggi, è possibile e sta diventando un luogo comune localizzare il proprio telefono, anche se è spento.

Ti chiedi come funziona esattamente “Trova il mio dispositivo” quando il tuo smartphone non è acceso? Bene, tuffati perché in realtà è piuttosto semplice.

“Trova il mio dispositivo” può sfruttare la batteria di riserva e chip speciali

La “batteria di riserva” viene spesso utilizzata nelle applicazioni automobilistiche. Queste batterie riservano e forniscono una quantità specifica di energia per un breve periodo dopo che la carica della batteria principale si esaurisce. Gli smartphone non hanno esattamente una “capacità di riserva” dedicata allo stesso modo, ma si affidano a sofisticati sistemi di gestione della batteria (BMS) che offrono funzionalità simili.

Questi BMS monitorano costantemente la batteria e impediscono che si scarichi al di sotto di una determinata soglia. Questa soglia protegge la batteria da eventuali danni e ne garantisce le prestazioni ottimali. Tuttavia, questo meccanismo di protezione può far sì che rimanga una certa carica anche dopo che la batteria del telefono è scarica.

In alcuni smartphone, il BMS consente a componenti come Bluetooth (BT) e banda ultra larga (UBW) di rimanere attivi in ​​uno stato di basso consumo anche quando il telefono è spento. Mentre il telefono è tecnicamente spento, gli elementi necessari rimangono attivi in ​​uno stato di basso consumo, consentendo alle funzionalità di tracciamento di funzionare per un periodo limitato, consumando una durata minima della batteria.

Immaginiamo che tu utilizzi anche un iPhone (iPhone 11 e successivi con almeno iOS 15.2). Dopo aver spento il dispositivo, alcuni chip wireless rimangono attivi in ​​modalità di riserva di carica fino a 5 ore, consentendo il monitoraggio. Questo design garantisce che il tuo iPhone possa continuare a trasmettere la sua posizione a Trova la mia rete di Apple , una rete di tracciamento simile a Trova il mio dispositivo di Google.

La funzionalità della modalità a basso consumo non è limitata agli iPhone; con i driver, i chip e il codice giusti puoi trovare anche dispositivi Android spenti . Alcuni dispositivi premium hanno già integrato questa funzionalità. Nell’aprile 2024, Google ha annunciato che Pixel 8 e Pixel 8 Pro avrebbero potuto trasmettere la loro posizione alla rete Trova il mio dispositivo dopo lo spegnimento.

“Trova il mio dispositivo” utilizza sistemi di condivisione della posizione in crowdsourcing

I dispositivi con carica di riserva possono trasmettere dati di posizione accurati finché dura la carica riservata. Tuttavia, i dispositivi senza chip specializzati o batteria di riserva possono trasmettere solo dati sulla posizione in tempo reale prima di essere spenti.

In ogni caso, Trova il mio dispositivo di Google, proprio come Trova il mio cellulare di Samsung e Trova la mia rete di Apple, ora utilizza dati sulla posizione in crowdsourcing per aiutarti a trovare i tuoi dispositivi in ​​base alla loro ultima posizione nota.

Trova il mio dispositivo utilizza i dispositivi vicini come punti di riferimento. Ad esempio, altri dispositivi Android o accessori compatibili nelle vicinanze possono rilevare un dispositivo smarrito, fornendo una posizione approssimativa. Questo sistema funziona meglio nelle aree ad alto traffico dove più dispositivi possono aiutare a triangolare l’ultima posizione registrata del telefono.

Una volta abilitata la funzione “Trova i tuoi dispositivi offline”, il tuo telefono o tablet Android (con OS 9 e versioni successive) inizia a partecipare alla rete Trova il mio dispositivo; questa funzionalità è stata implementata a partire dai dispositivi Android negli Stati Uniti e in Canada dall’aprile 2024. La rete Trova il mio dispositivo utilizzerà la posizione corrente del tuo dispositivo se è online, la sua posizione quando è stato online l’ultima volta o una posizione ricavata in crowdsourcing da altri Dispositivi Android nella rete Trova il mio dispositivo se il tuo dispositivo è offline: per aiutarti a trovare il tuo dispositivo.

I dispositivi Android che partecipano alla rete Trova il mio dispositivo utilizzano Bluetooth e altre tecnologie per cercare dispositivi nelle vicinanze. Se rilevano il tuo dispositivo Android, inviano in modo sicuro la sua posizione a Trova il mio dispositivo. Anche il tuo dispositivo Android fa lo stesso quando rileva altri dispositivi partecipanti.

Utilizzando questa rete globale di dispositivi Android, Trova il mio dispositivo può collaborare per localizzare i tuoi dispositivi quasi ovunque. Potrai localizzare il tuo dispositivo con l’aiuto di altri dispositivi e accessori Android nelle vicinanze, che hanno anch’essi abilitato Trova i tuoi dispositivi offline. Potrai solo segnalare la posizione dei dispositivi che incontri e accedere alla posizione del tuo dispositivo, non alle informazioni di identificazione personale (PII) dei partecipanti. Allo stesso modo, altri non saranno in grado di accedere alle tue informazioni.

Trova il mio dispositivo utilizza il crowdsourcing quando il tuo dispositivo è offline. Se il dispositivo è spento, accederà all’ultima posizione registrata o ai dati sulla posizione in tempo reale se è in uno stato di basso consumo.

La capacità di tracciare i dispositivi spenti è destinata a diventare sempre più diffusa man mano che produttori e produttori di chip continuano a innovare. I dispositivi premium come Pixel 8 e 8 Pro supportano già queste funzionalità di tracciamento avanzate e questa tendenza probabilmente continuerà. Inoltre, se sei preoccupato per la tua privacy, puoi controllare la tua partecipazione a queste reti tramite le impostazioni.

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale gratuito.

Segui il nostro canale Whatsapp.

Continua a rimanere informato sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale WhatsApp gratuito.