Come funziona la PEC

da | Siti web e servizi online

La Posta Elettronica Certificata (PEC) consente di inviare email con valore legale come una raccomandata con ricevuta di ritorno. Tale normativa è stata adottata nel 2005 con DPR n.68, che la definisce un sistema di posta elettronica nel quale e’ fornita al mittente documentazione elettronica attestante l’invio e la consegna di documenti informatici. Ciò sta a significare che il mittente riceve la prova legale del suo invio de documento e della consegna della e-mail e di eventuali allegati.

Non solo le imprese possono usare la PEC, ma anche i privati cittadini, anche se non è obbligatorio, per inviare raccomandate, certificazioni e atti, ed avere un canale di comunicazione diretta con gli uffici della Pubblica Amministrazione. Per tali ragioni in questo articolo spiegheremo come funziona la PEC.

Diremo quando costa, cercando di togliere ogni dubbio sul suo funzionamento e, visto che è un servizio a pagamento, forniremo le migliori offerte per l’acquisto proposte da varie società quali: Aruba, Poste italiane, LegalMail, Libero, Tim, Buffetti e Gmail. Soffermandoci per ognuna, oltre che sul prezzo, sul suo uso, l’installazione e l’assistenza.

Che cos’è la PEC

Per spiegare come funziona la PEC, acronimo di Posta Elettronica Certificata, diciamo innanzitutto che si tratta di uno strumento accessibile da apposito pannello Web, ma anche da app per smartphone e tablet.

La differenza con gli altri servizi di Webmail tradizionali (come Gmail o Outlook ad esempio), sta nel fatto che l’email inviate tramite PEC, ad altri indirizzi PEC, hanno valenza legale ed equivalgono all’invio di una raccomandata con ricevuta di ritorno, grazie alla presenza di un sistema di invio e ricezione certificati.

In sintesi la PEC è un servizio di posta elettronica utilizzato per l’invio e la ricezione di email, la cui valenza legale e certificata la rende indispensabile per l’invio di comunicazioni ufficiali.

Per chi è obbligatoria la PEC

Per quanto riguarda l’obbligatorietà di avere un indirizzo PEC, c’è da dire che questo obbligo sussiste per:

  • tutte le imprese,
  • i liberi professionisti (compresi quelli iscritti agli ordini ai collegi),
  • le ditte individuali e le pubbliche amministrazioni,
  • tutte le aziende, anche quelle individuali.

Per i privati cittadini, invece, il possesso di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata non è obbligatorio, ma può rivelarsi utile per l’invio e la ricezione di comunicazioni ufficiali con valenza legale, come per esempio quelle spedite agli Enti pubblici.

Come si utilizza la PEC

Vediamo adesso come si utilizza la Posta Elettronica Certificata.

La struttura e l’interfaccia di una casella di PEC è del tutto simile a qualsiasi altro servizio di Webmail e si può usare dal computer come un tradizionale indirizzo email.

Quasi sempre viene offerta anche la possibilità di utilizzare la PEC da smartphone e tablet, direttamente da Webmail, tramite un pannello ottimizzato per dispositivi mobili, oppure tramite apposite app per Android e iOS/iPadOS.

Non servono, quindi, particolari software per l’utilizzo della PEC anche se il proprio indirizzo può essere configurato in qualsiasi client di posta elettronica, come per esempio Microsoft Outlook, Thunderbird o Mail di Apple, utilizzando i parametri IMAP o POP.

Come funziona la PEC

Per quanto riguarda il funzionamento pratico della PEC, la differenza con un’email tradizionale è il suo sistema di invio e ricezione di email convalidate.

In seguito all’invio di un’email all’indirizzo PEC del destinatario, saranno inviate due notifiche:

  1. una notifica di accettazione, con l’attestazione dell’avvenuta spedizione al destinatario,
  2. una notifica di consegna che attesta che l’email è stata recapitata al destinatario.

La stessa PEC provvederà ad inviare queste notifiche e, nostro compito, rimarrà solo quello di

  • scrivere il corpo e l’oggetto dell’email,
  • indicare l’indirizzo email del destinatario.

Il costo della PEC

Abbiamo detto la PEC è un servizio a pagamento e non è possibile ottenere un indirizzo di Posta Elettronica Certificata in maniera gratuita e illimitata.

Fino a qualche tempo fa esisteva una PEC è gratuita relativa al servizio di Posta Certificat@, che, però, non più è attivo dal 2014.

Esistono alcuni gestori, come Namirial, ed anche altre società che:

  • durante alcuni periodi promozionali, offrono la possibilità di provare i loro servizi PEC gratuitamente per un tempo limitato,
  • offrono la possibilità di attivare una PEC gratuita in ricezione, con cui pagare solo per i messaggi inviati ed ottenere invii gratuiti dopo la registrazione .

Per acquistare una PEC ci si può rivolgere ad alcuni specifici provider, di cui alcuni offrono una versione di prova gratuita per brevi periodi, al cui termine occorre stipulare l’abbonamento.

Il prezzo per l’apertura di una PEC prevede un canone che si aggira intorno ai 5/10 euro all’anno.

I prezzi di una PEC variano a seconda della grandezza della casella e, quindi, dello spazio disponibile per messaggi e allegati, oltre che dei servizi aggiuntivi, come per esempio le notifiche via SMS.

Come funziona la posta elettronica certificata

Valutiamo, adesso, e confrontiamo i prezzi per l’acquisto di un servizio di Posta Elettronica Certificata, offerti da alcune tra le principali aziende.

Diciamo prima che, dopo aver scelto la soluzione più adatta, per aprire una PEC, occorre:

  • immettere un metodo di pagamento, solitamente la carta di credito,
  • inviare la documentazione richiesta per la convalida della propria identità,
  • compilare un modulo con i propri dati personali,
  • inviare una copia fronte/retro di un documento d’identità in corso di validità,,
  • seguire le indicazioni che vengono fornite dal gestore.

Andiamo a vedere i principali provider PEC esistenti al momento.

Come funziona la PEC di Aruba

Aruba è un’ azienda di servizi Web conosciuta per la sua offerta di servizi di hosting, non offre l’opportunità della prova gratuita.

Ecco le sue offerte:

  • PEC Standard: il costo è di 5 euro + IVA all’anno (al rinnovo 9,90€ + IVA/anno) e permette di ottenere una casella PEC da 1GB.
  • PEC Pro: il costo è di 25 euro + IVA all’anno e la PEC acquistata ha uno spazio di archiviazione da 2GB con 3GB di archivio.
  • PEC Premium: il costo di questa PEC è di 40 euro + IVA all’anno e permette di ottenere una casella PEC da 2GB con 8GB di spazio d’archiviazione. .

Tutte le PEC di Aruba sono accessibili da:

  1. Webmail
  2. l’app Aruba PEC Mobile, disponibile gratuitamente per Android
  3. per iOS/iPadOS

I piani PEC Pro e PEC Premium includono anche le notifiche via SMS.

Per acquistare una casella PEC Aruba:

  • andare sul suo sito Internet ufficiale
  • scegliere il piano che ci interessa e premere il tasto Acquista,
  • cliccare sul pulsante Prosegui e completa l’ordine,
  • effettuare il login al proprio account, se già ne abbiamo uno,
  • oppure fare clic sul tasto Registrati per creare un account,
  • seguire le indicazioni guidate e fornire la modulistica richiesta.

Nel caso avessimo bisogno di configurare la casella PEC di Aruba in un client di posta elettronica, si può far riferimento ai parametri di configurazione presenti nella guida ufficiale.

Come funziona la PEC di Poste italiane

Poste Italiane offre la possibilità di acquistare un’email PEC, con il suo servizio denominato Postecert per aziende e privati, per cui non è previsto un periodo di prova gratuita,.

I piani acquistabili sono i seguenti:

  • PEC privati: costa 5,50 euro + IVA all’anno e permette di avere una casella PEC con spazio d’archiviazione da 100MB. Si possono inviare giornalmente 200 email. La PEC può essere utilizzata per una durata compresa tra 1 e 3 anni.
  • Posta Elettronica Certificata: costa 5,50€+IVA/anno ed è un piano dedicato ai liberi professionisti e le imprese, che comprende una casella PEC da 2GB della durata di 1, 2 o 3 anni.
  • PEC Base Business: è un servizio dedicato alle aziende. Permette di ottenere 5 caselle PEC da 1GB di spazio. Ogni casella PEC può inviare 200 email al giorno e le caselle PEC sottoscritte durano per 3 anni.
  • PEC Avanzata Business: il piano di abbonamento che permette di ottenere 5 caselle PEC da 200 invii ciascuna. Vi è la possibilità di poter conservare tutti gli avvisi e le ricevute e le caselle durano per un periodo compreso tra 1 a 3 anni.

Per prezzi di PEC Business le aziende interessate devono contattare, direttamente, la direzione commerciale e mettersi in contatto con un referente, tramite recapiti qui rintracciabili

Per i privato o professionisti per acquistare una PEC:

  • recarsi sul sito Internet ufficiale di Poste Italiane
  • premere il tasto Acquista online la tua casella PEC per quanto riguarda il piano PEC privati,
  • o pigiare il pulsante Acquista PEC, per attivare il piano Posta Elettronica Certificata,
  • eseguire il login o la registrazione al sito Internet di Poste Italiane,
  • compilare i dati richiesti e inviare la modulistica necessaria.

Fatto ciò si potrà iniziare a utilizzare la PEC tramite l’apposito pannello Web

Se abbiamo bisogno di istruzioni per configurare la casella PEC di Poste in un client di posta elettronica, si può far riferimento alle indicazioni e ai parametri presenti nella pagina di aiuto alla configurazione.

Come funziona la PEC LegalMail

Anche LegalMail offre la possibilità di acquistare un indirizzo di Posta Elettronica Certificata, con più di un piano in abbonamento, sia per privati, che per professionisti e aziende.

LegalMail propone un periodo di prova della durata di 6 mesi:

  • LegalMail Bronze: costa 18,90 euro all’anno + IVA e permette di ottenere una casella PEC da 2 GB consultabile anche da mobile.
  • LegalMail Silver: costa 29 euro all’anno + IVA e permette di ottenere una casella PEC da 6 GB, accessibile anche da dispositivi mobili, include una prova gratuita di 6 mesi.
  • LegalMail Gold: al prezzo di 75 euro all’anno + IVA e permette di avere una casella PEC da 5 GB, accessibile anche da dispositivi mobili.
  • LegalMail Personal: è il piano dedicato ai privati che costa 4,90 euro all’anno IVA inclusa e permette di ottenere una casella PEC da 1 GB utilizzabile solo da Webmail, con interfaccia ottimizzata anche per smartphone/tablet.
  • LegalMail Maxi: una PEC pensata per aziende di grosse dimensioni che offre 50 GB di spazio.

Per acquistare una casella PEC LegailMail:

  • collegarsi al suo sito Internet ufficiale
  • scegliere il piano da attivare, premendo il pulsante Acquista subito,
  • personalizzare il nome della propria casella
  • fare clic sul tasto Aggiungi e vai al carrello,
  • premere il tasto Procedi al pagamento, in modo da effettuare il login al nostro account (Accedi e procedi al pagamento),
  • o crearne uno sul momento (Crea il tuo account),
  • immettere i dati di fatturazione richiesti,
  • inviare tutti gli altri dati necessari all’attivazione della PEC o alla prova gratuita.

La PEC si può utilizzare:

  1. dall’apposito pannello di Webmail
  2. dall’app per Android
  3. iOS/iPadOS
  4. i parametri di configurazione sono nella guida ufficiale 

Come funziona la PEC di Libero

Anche Libero offre, oltre al servizio tradizionale di posta elettronica, la possibilità di acquistare una casella PEC.

I piani in abbonamento sono due, uno per i privati e l’altro per le aziende:

  • PEC Family: il costo è di 14,99 euro/anno (IVA inclusa) e si ottiene una casella PEC con spazio di archiviazione da 1GB. L’invio di email è illimitato.
  • PEC Unlimited: al costo di 30 euro/anno + IVA si acquista un servizio PEC dedicato alle aziende, con una casella dallo spazio illimitato.

Per Libero MailPEC non è previsto alcun periodo di prova.

Per ottenere un indirizzo PEC di Libero:

  • andare sul suo sito Internet ufficiale di Libero
  • procedere all’acquisto, premendo il tasto Attiva,
  • eseguire il login al proprio account, immettendo dati di accesso e premendo il tasto Avanti,
  • oppure per registrarsi, pigiare il pulsante Registrati, in modo da eseguire la prima registrazione al servizio,
  • seguire le procedure guidate per effettuare il pagamento,
  • immettere tutti i dati necessari all’attivazione della PEC.

Vi si può accedere via:

Come funziona la PEC di Tim

Un’altra soluzione possibile per l’attivazione di una PEC è quella offerta da TIM, che propone una PEC con abbonamento mensile o annuale, rivolta ai suoi clienti in possesso di un’utenza mobile ricaricabile.

Il costo dell’abbonamento viene addebitato automaticamente sul credito residuo della SIM e prevede:

  • TIM PEC Mensile: costa 0,99€/mese e offre una casella con 2GB di spazio, notifiche tramite app, email e SMS, filtro antivirus e antispam.
  • TIM PEC Annuale: il prezzo è di 6,99€/anno per il primo anno e 9,99€/anno dal secondo anno in poi.

Tra le caratteristiche di TIM PEC vi è la facilità di utilizzo, tramite:

  1. pannello Webmail
  2. l’app TIM PEC per Android
  3. iOS/iPadOS

Per attivare una PEC TIM:

  • collegarsi al suo sito ufficiale
  • premere il tasto Attiva, in corrispondenza del piano scelto,
  • accedere al proprio account inserendo i dati del profilo,
  • o registrarsi, in modo da effettuare il pagamento e attivare la PEC.

In caso di dubbi o problemi con la configurazione, è possibile consultare il manuale utente dell’app TIM PEC.

Come funziona la PEC Buffetti

Anche Buffetti dispone di un servizio di PEC ed i suoi piani si rivolgono sia ai privati che alle imprese e ai liberi professionisti.

I prezzi non sono indicati e, per maggiori informazioni, è necessario richiederle compilando l’apposito modulo per il ricontatto:

  • Standard: comprende una casella da 1GB e notifiche via email. Non dispone di un archivio di sicurezza e nemmeno di notifiche via SMS.
  • Pro: lo spazio della casella è da 2 GB e vi sono incluse le notifiche via email, via SMS e un archivio da 3 GB.
  • Premium: la casella PEC ha uno spazio di 2 GB e un archivio da 8 GB. Include le notifiche via email e via SMS

Per maggiori informazioni è possibile recarsi in tutti i negozi Buffetti dove acquistare e attivare subito la PEC, oppure compilare il modulo per richiedere informazioni, tramite il sito ufficiale.

Come funziona la PEC di Gmail

Per quanto riguarda la PEC di Gmail, non esiste un servizio Google apposito che permetta direttamente di inviare e ricevere email certificate, ma si può configurare un account Gmail (o un qualsiasi altro servizio di posta elettronica tradizionale) per la ricezione di una email di notifica.

Questa funzionalità, disponibile nelle impostazioni dei servizi PEC visti in precedenza, di solito si trova nella sezione dedicata alla ricezione di avvisi e notifiche, e permette di ricevere un avviso sulla propria casella di posta elettronica Gmail, quando arriva una nuova PEC.

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale gratuito.

Segui il nostro canale Whatsapp.

Continua a rimanere informato sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale WhatsApp gratuito.