Come formattare un nuovo disco rigido interno o un’unità a stato solido

da | Computer, Windows

Se disponi di un disco rigido (HDD) o di un’unità a stato solido (SSD) nuovo o usato per aumentare la capacità di archiviazione del tuo computer, è una buona idea formattarlo prima di iniziare a riempirlo. Ecco come farlo.

Cosa succede quando formatti un HDD o SSD su Windows

La formattazione di un’unità dati cancella completamente tutti i suoi dati e la prepara per la memorizzazione di nuove informazioni. Questo processo consente inoltre di impostare il file system dell’unità su un formato specifico, come FAT32, NTFS o EXT4. Questo file system determina il modo in cui i file vengono denominati, archiviati e accessibili. Inoltre, la formattazione dell’unità include la scansione dell’intera unità per individuare eventuali errori e la marcatura di eventuali settori danneggiati per prevenire futuri danneggiamenti dei dati.

Lo strumento Gestione disco di Windows semplifica la formattazione delle unità. Prima di procedere, però, assicuratevi che il drive non contenga dati importanti. In tal caso, assicurati di eseguire il backup dei dati in un luogo sicuro .

Passaggio 1: avvia Gestione disco

Apri il menu di ricerca, digita Crea e formatta partizioni del disco rigido e seleziona il primo risultato che appare. In alternativa, puoi premere Win + X per avviare il menu di accensione e quindi fare clic su Gestione disco .

Passaggio 2: partizionare l’unità dati (facoltativo)

È possibile segmentare un’unità dati fisica in più parti singole, chiamate partizioni. Ad esempio, potresti prendere un’unità da 500 GB e dividerla in una partizione da 300 GB e una da 200 GB. Windows riconoscerà quindi queste partizioni come unità separate (come C: e D:). Allo stesso modo, potresti combinare più partizioni in una.

La maggior parte delle unità moderne sono già predisposte come partizione unica dal produttore, quindi questo passaggio non è necessario per procedere. Tuttavia, dovresti considerare la possibilità di partizionare l’unità per una migliore organizzazione. In alternativa, puoi combinare le partizioni in base alle tue preferenze se l’unità è già in uso.

Passaggio 3: formattare l’unità

Visualizza l’elenco dei volumi in alto e trova l’unità che desideri formattare. Le unità nuove e non formattate verranno visualizzate come RAW nella colonna File System, mentre le unità preparate saranno FAT32 o NTFS. Le unità Linux sono generalmente etichettate come EXT4.

Fare clic con il tasto destro sull’unità e selezionare Formata . Assicurati assolutamente che questa sia l’unità che desideri. La formattazione dell’unità sbagliata potrebbe avere conseguenze disastrose, che vanno dalla perdita di dati personali a un sistema inutilizzabile.

Non è possibile formattare l’unità di sistema Windows (in genere l’unità C:, ma non sempre). La formattazione dell’unità Windows richiede metodi più complessi, che esulano dallo scopo di questo articolo.

Passaggio 4: seleziona le impostazioni corrette

Nel campo Etichetta volume , inserisci il nome dell’unità che verrà visualizzato in Esplora file. Puoi chiamarlo come preferisci, purché utilizzi solo lettere e numeri.

Per il File System , ti consigliamo di scegliere NTFS. È il file system più recente utilizzato da Microsoft e la maggior parte delle unità dati moderne sono ottimizzate per questo file system, in particolare gli SSD. Se per qualsiasi motivo non puoi utilizzare NTFS, FAT32 è accettabile (a meno che tu non richieda supporto per file di dimensioni superiori a 4 GB, nel qual caso dovresti utilizzare exFAT).

Non preoccuparti della dimensione dell’unità di allocazione e lasciala su Default .

È meglio deselezionare l’ opzione Esegui una formattazione rapida . Lasciarlo abilitato significa che Windows presuppone che l’unità sia priva di errori. Deselezionando l’opzione verrà avviata una formattazione standard, che sovrascriverà l’intera unità con zeri. L’unico lato negativo è che ci vuole più tempo.

Ti consigliamo inoltre di deselezionare l’ opzione Abilita compressione di file e cartelle , poiché può influire negativamente sulle prestazioni quotidiane dell’unità.

Passaggio 5: formatta e termina

Quando visualizzi un avviso relativo alla perdita di dati, fai nuovamente clic su OK e l’unità mostrerà “Formattazione” nella colonna Stato in Gestione disco. Attendi il completamento dell’operazione: potrebbero essere necessari diversi minuti o anche un’ora circa, a seconda delle dimensioni e della velocità dell’unità, nonché del tipo di formattazione eseguita. 

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale gratuito.

Segui il nostro canale Whatsapp.

Continua a rimanere informato sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale WhatsApp gratuito.