Come condividere file in rete

da | Computer, MacOS, Windows

Se usiamo il computer per produrre documenti o lavorare, a volte si può avere la necessità di condividere alcuni file con altri utenti della stessa rete domestica: amici o colleghi di lavoro. La condivisione, infatti, permette di collaborare in maniera sicura e veloce, lavorando sugli stessi documenti Office archiviati (Word, PowerPoint, Excel e OneNote) nel cloud, con la possibilità di modificarlo in contemporanea con altre persone. Tra i modi esistenti per condividere i file vi sono: il web, le chiavette USB, i server FTP e le reti peer to peer, anche se i metodi oggi più utilizzati sono la condivisione di file online, o su cloud e il trasferimento di file.

Copiare, infatti, tutti i dati che ci interessano su dispositivi esterni, tipo chiavette USB o dischi, è spesso impossibile, in quanto comporterebbe l’utilizzo di un numero di supporti, uguale al numero delle persone coinvolte nella condivisione. Per tale ragione in questo articolo prenderemo in esame solo la condivisione in rete, spiegando come fare per condividere file in rete locale, o tramite Internet.

Sarà nostra cura dire come fare per condividere i file su rete domestica, sia che i nostri computer siano di marca Windows che Mac, vedremo poi come accedere agli stessi file, una volta condivisi, per poi passare all’illustrazione di altre soluzioni utili da poter attuare. Termineremo la spiegazione con il paragrafo dedicato a come condividere file in Rete mentre siamo online.

Come condividere file in rete domestica

Per iniziare, vediamo come condividere file e cartelle tra computer collegati alla stessa rete domestica.

Perché ciò funzioni è indispensabile che tutti gli apparecchi coinvolti nella condivisione risultino collegati al medesimo router, tramite cavo Ethernet o rete Wi-Fi. Fatto ciò basterà predisporre il sistema operativo alla condivisione dei file in rete e creare una o più cartelle, in cui inserire i file da rendere disponibili per gli altri utenti.

Come condividere file in rete: Windows

Iniziamo da Windows.

Per predisporre il PC alla condivisione dei file attraverso la rete locale e, se si tratta di una connessione wireless, dobbiamo impostarla come rete privata.

In questo modo:

  • cliccare sull’icona della connessione che si trova vicino all’orologio,
  • con Windows 11 premere, in seguito, sulla freccia accanto all’icona delle onde e poi sul nome della rete a cui siamo collegati,
  • fare clic sul simbolo (i) oppure sulla voce Proprietà, situato in corrispondenza del nome della rete,
  • individuare il riquadro Profilo di rete/Tipo di profilo di rete all’interno della nuova schermata aperta,
  • spuntare accanto alla dicitura Rete privata/Privato.

Continuare:

  • andando nel menu Start,
  • oppure aprendo la barra di ricerca di Cortana/Copilot,
  • digitare le parole condivisione avanzata e cliccare sul primo risultato tra quelli proposti,
  • premere sulla freccetta verso il basso corrispondente al profilo Tutte le reti, in modo da espanderlo,
  • intervenire sul menu a tendina dedicato alla cifratura dei file, specificando di voler usare la crittografia a 128 bit.

A questo punto, se intendiamo condividere file in rete tra Mac e PC, o tra computer su cui sono configurati account diversi, conviene disattivare la condivisione protetta da password, così da evitare l’inserimento delle credenziali locali di chi condivide i file, ogni volta vi si accede.

Superato anche questo step:

  • espandere il profilo dedicato alle Reti private,
  • abilitare le opzioni di:
    1. individuazione rete,
    2. configurazione automatica dei dispositivi connessi alla rete, se prevista,
    3. condivisione di file e stampanti,
  • agendo sulle levette o sulle caselle corrispondenti.

Completata la configurazione del computer, adesso serve creare una cartella condivisa, dove copiare i file da usare nella rete locale:

  • chiudere il pannello delle impostazioni,
  • individuare la cartella da condividere,
  • oppure creane una nuova,
  • fare clic destro sulla sua icona e selezionare la voce Proprietà, dal menu contestuale che si apre,
  • spostarsi nella scheda Condivisione,
  • premere sul bottone Condividi… e digitare la parola Everyone, all’interno del campo di testo che compare nella finestra successiva,
  • cliccare sul pulsante Aggiungi,
  • se vogliamo che anche gli altri utenti della rete possano archiviare, o eliminare file all’interno della cartella, che per impostazione si possono solo leggerli, cliccare sulla voce Lettura corrispondente alla parola Everyone e spuntare accanto all’opzione Lettura/Scrittura, cliccandoci sopra,
  • confermare le modifiche cliccando sui pulsanti Condividi e OK,
  • la cartella è pronta.

Come condividere file in rete: Mac

Se utilizziamo in computer un Mac, dobbiamo scegliere la cartella dove inserire i file condivisi, oppure creane una nuova, poi:

  • accedere alle Impostazioni di Sistema, cliccando sul simbolo dell’ingranaggio sul Dock,
  • oppure sull’apposita voce, disponibile nel menu Apple,
  • cliccare sulla voce Generali, visibile di lato,
  • premere sulla voce Condivisione, localizza la dicitura Condivisione file e spostare su ON la levetta che vediamo in sua corrispondenza,
  • fare clic sul simbolo (i) sulla medesima riga,
  • cliccare sul pulsante [+] posto in basso a sinistra,
  • selezionare la cartella adibita a contenere i file condivisi, mediante il pannello che viene proposto,
  • definire il livello di autorizzazione per i vari utenti, agendo sull’apposita voce di tabella,
  • fare clic sul pulsante Opzioni…,
  • spostare su ON la levetta posta di fianco alla voce Condividi file e cartelle mediante SMB e spuntare accanto al nostro nome utente,
  • digitare la password del proprio account, che serve per visualizzare i file condivisi,
  • confermare le modifiche apportate, premendo sul pulsante Fine per due volte di seguito.

Come accedere ai file condivisi

Una volta completata la configurazione della rete e delle cartelle condivise vi si può accedere da qualsiasi computer, connesso alla rete locale.

Con un PC Windows:

  • aprire l’Esplora File cliccando sul simbolo della cartella gialla posto in basso,
  • premere sulla sezione Rete e attendere qualche istante, affinché i dispositivi configurati per la condivisione dei dati compaiano sullo schermo,
  • fare doppio clic sul nome del computer a cui vogliamo accedere,
  • aprire la cartella di nostro interesse,
  • se necessario, digitare le credenziali dell’account che ha condiviso i file, per visualizzarli.

Con un Mac si deve agire dal Finder:

  • aprire Finder cliccando sul simbolo del volto sorridente annesso al Dock,
  • individuare la voce Posizioni nella barra laterale di sinistra,
  • cliccare sulla voce Rete posta in sua corrispondenza e fare doppio clic sul nome del computer che ospita i file di nostro interesse,
  • ripetere la stessa operazione sulla cartella condivisa,
  • se necessario digitare lo username e la password dell’utente che ha condiviso gli elementi in rete, in modo da accedervi.

Altre soluzioni utili

Se dobbiamo condividere file tra due PC in rete solo in certe occasioni, e riteniamo quindi eccessiva la creazione una directory dedicata, si possono trovare altre soluzioni.

Per esempio, per condividere un file tra due PC dotati di Windows 10 o successivi, si può usare la Condivisione in prossimità di Windows, che consente di abbinare un file tra due computer vicini, anche se non connessi alla medesima rete locale, basta che abbiano la scheda wireless e un modulo Bluetooth.

Per fare ciò occorre attivare una funzione de computer per ricevere i file:

  • accedere alle Impostazioni di Windows premendo la combinazione di tasti Win+I sulla tastiera,
  • andare nel pannello Sistema > Condivisione in prossimità/Esperienze condivise,
  • se necessario spostare su ON l’interruttore denominato Condivisione in prossimità,
  • specificare se ricevere elementi da tutti gli utenti nelle vicinanze, oppure solo dai tuoi dispositivi intervenendo sul menu dedicato,
  • passare al computer che contiene il file da condividere.

Da qui:

  • individuare l’elemento di interesse,
  • fare clic destro sulla sua icona e selezionare le voci Mostra altre opzioni > Condividi,
  • oppure la dicitura Condivisione, dal menu che va ad aprirsi,
  • cliccare sul nome del computer al quale inviare i file,
  • accettare il trasferimento premendo sull’apposito pulsante, per salvare il file all’interno della cartella Download di Windows.

Sui Mac si può utilizzare un sistema piuttosto simile, denominato AirDrop, per attivarlo:

  • aprire il menu Vai > AirDrop sul computer che deve ricevere il file,
  • attivare il Bluetooth e/o il Wi-Fi premendo sui bottoni dedicati,
  • impostare il menu Consenti di trovarmi a sull’opzione Tutti, per ricevere elementi da tutti i dispositivi circostanti,
  • oppure solo contatti, per ricevere file soltanto da device appartenenti a noi o ai nostri contatti.

Fatto ciò:

  • passare al computer che ospita i file da inviare,
  • fare clic destro sull’elemento di nostro interesse e scegliere la voce Condividi… > AirDrop dal menu che va ad aprirsi,
  • premere sul nome del computer ricevente,
  • passare a questo e autorizzare il download premendo sul pulsante dedicato, per archiviare il file all’interno della cartella Download di macOS.

Esistono anche dei siti per la condivisione diretta dei file, che permettono di trasferire i file tra più computer collegati alla stessa rete locale, utilizzando solo il browser.

Si tratta di piattaforme che funzionano in modalità peer-to-peer, la loro imprevedibilità potrebbe scaturire se il computer è connesso a una VPN o se, sul Mac, è attivo il Relay Privato di iCloud+.

Un esempio è Snapdrop, una tra le più note e apprezzate piattaforme open source utilizzabile per lo scopo.

Per sfruttarla:

  • collegarsi al sito snapdrop.net su entrambi i computer coinvolti,
  • attendere che si “riconoscano” tra loro e, quando ciò avviene, passare al computer che contiene il file da trasferire,
  • cliccare sul nome di quello che deve riceverlo,
  • selezionare il file di nostro interesse mediante il pannello che viene proposto,
  • accedere al computer di destinazione e premere sul pulsante per accettare il trasferimento, in modo da salvare il file.

Come condividere file in Rete online

Vediamo come fare se vogliamo svolgere una condivisione dei file tramite Internet, da usare specialmente quando si tratta di utenti ai quali dobbiamo trasferire o ricevere dati, ma non si trovano nelle vicinanze.

Per esempio per condividere file Excel in Rete, un file Word o un file PowerPoint, e consentire ad altri di modificarlo in maniera collaborativa, si può utilizzare la sincronizzazione su OneDrive, offerta dalle applicazioni di Microsoft 365.

Per farlo:

  • aprire il file di nostro interesse all’interno del programma preposto,
  • cliccare sul pulsante Condividi posto in alto a destra,
  • seguire le indicazioni che vediamo sullo schermo, per archiviare il file in cloud e condividerlo con i contatti che desideri.

Se abbiamo necessità di condividere file con più persone, si può usare uno dei servizi cloud disponibili, che consentono di inviare e tenere sincronizzati file online e di scaricarli su un altro dispositivo, anche soltanto tramite il browser. I file così archiviati possono essere scaricati inserendo un nome utente e una password, oppure fornendo al destinatario il link d’accesso.

Infine, per condividere in maniera immediata un singolo file, si può anche fare tramite e-mail (sotto forma di allegato), con WhatsApp o Telegram, oppure caricarlo su un sito apposito per il trasferimento immediato di file.

 

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale gratuito.

Segui il nostro canale Whatsapp.

Continua a rimanere informato sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale WhatsApp gratuito.