Come bloccare le chiamate spam

da | Siti web e servizi online

Lo spam (o spamming) è un tipo di posta, o chiamate, spazzatura, o indesiderate, praticato via Internet, telefono, o attraverso messaggi di posta elettronica, chat, tag board, forum, Facebook e altri servizi di rete sociale. L’invio avviene, attraverso degli indirizzi generici non verificati o sconosciuti, che possono rientrare anche nel cosiddetto phishing, cioè fra i crimini informatici usati dai truffatori per accedere al denaro, o a dati personali.

Il vishing (o phishing vocale) è una forma di truffa, sempre più diffusa, che utilizza il telefono come strumento per appropriarsi di dati personali – specie di natura bancaria o legati alle carte di credito – e sottrarre somme di denaro più o meno ingenti. Diffusa è poi l’appropriazione di credenziali di accesso (credential phishing) e di informazioni riservate.

Scopo di questo articolo è quello di capire come fare per evitare le chiamate spam e, quindi, riducendo il loro volume, diminuendo così i rischi di furto di identità ed evitare che i nostri dati vengano venduti. In definitiva esporremo come bloccare le chiamate spam, usando le soluzioni più note, come quella di segnalare il problema iscrivendosi al Registro delle Opposizioni, che consente di opporsi alle chiamate di telemarketing indesiderate, ma che in molti casi non funziona come dovrebbe. Oppure come bloccare le chiamate spam con dei programmo appositi, in questo caso prendendo in considerazione Incogni.

Bloccare le chiamate spam: i limiti delle soluzioni più note

Quindi per evitare trappole phishing potremo usare alcune delle soluzioni più conosciute tipo l’iscrizione al Registro Pubblico delle Opposizioni.

Si tratta di registro d’iniziativa del Ministero dello Sviluppo Economico per bloccare le telefonate da parte degli operatori di telemarketing, che però ha alcune limitazioni, ad esempio non copre:

  1. i call center stranieri,
  2. o le aziende,
  3. alle quali abbiamo dato il consenso per il trattamento dei nostri dati personali a fini di marketing.

Un’altra soluzione potrebbe essere quella di usare delle app progettate per bloccare le chiamate indesiderate che, però, spesso prevede un abbonamento a pagamento, faticando a restare aggiornate con l’incessante aumento dei numeri utilizzati dagli spammer.

Anche silenziare tutti i numeri sconosciuti, non è una soluzione adatta, ma solo una misura estrema che aumenta il rischio di perdere comunicazioni legittime di una certa importanza.

La soluzione più efficace può essere quella di rivolgersi a dei servizi specifici, che hanno l’obiettivo di rimuovere i nostri dati personali dai database dei data broker: i quali, senza consenso raccolgono, condividono ed anche vendono le informazioni personali, come nome e contatti.

Questo succede quando divulghiamo le nostre informazioni nell’utilizzo di diversi siti Web e app, accettando termini e condizioni nel condividere le nostre informazioni con terze parti.

In definitiva per trovare una soluzione idonea al problema si può scegliere di:

  • rimuovere manualmente i nostri dati inviando richieste di cancellazione ai data broker, ma che un’operazione che richiede tempo e pazienza,
  • affidarsi a servizi come Incogni , che agisce per noi, inviando automaticamente le richieste di opt-out ai data broker e ai siti di ricerca di persone.

Vediamo di cosa si tratta più nello specifico.

Come bloccare le chiamate spam con Incogni

Incogni è un servizio, offerto da Surfshark , l’azienda conosciuta per la sua eccellente VPN, con cui è possibile evitare i broker di dati, autori delle chiamate spam.

Il servizio contatta gli stessi broker di dati, richiedendo la cancellazione delle nostre informazioni personali dai loro database. Attualmente Incogni lavora con una lista in continua espansione di oltre 180 broker, coprendo aree come USA, Canada, Regno Unito, UE e Svizzera. Questi broker raccolgono dati per diversi scopi, inclusi marketing, reclutamento, finanza, salute ed anche per truffe e tentativi di phishing.

Una volta cancellati i dati, il problema però non è ancora risolto, i broker di dati, infatti, continueranno nella loro raccolta di informazioni.

Per questo motivo Incogni non si ferma alla prima richiesta di cancellazione, ma:

  • effettua nuovi controlli in maniera costante,
  • in caso di rifiuto da parte dei broker, si rivolge alle agenzie per la protezione dei consumatori, per assicurare che i nostri diritti di privacy vengano rispettati.

Per quanto riguarda la spesa Incogni propone:

  1. un abbonamento annuale da 6,49 euro/mese in promo con un risparmio del 50% (fatturazione annuale) con garanzia soddisfatti o rimborsati di 30 giorni,
  2. possibilità di cancellare la sottoscrizione in qualsiasi momento (basta inviare una email all’indirizzo support@incogni.com ).

E’ consigliabile mantenere la sottoscrizione attiva in quanto, dopo che i data broker hanno rimosso i dati dai loro database, potrebbero acquisirli di nuovo da altri siti o data broker.

Maggiori info qui https://support.incogni.com/.

Una volta abbonato, Incogni:

  • elencherà i broker di dati che possiedono le nostre informazioni personali, come:
    1. l’indirizzo di residenza,
    2. il numero di telefono,
    3. l’indirizzo email,
  • invierà richieste di cancellazione per eliminarli.

Da parte nostra possiamo controllare tutto il processo direttamente dal pannello di controllo di Incogni, prendendo visione:

  • dei database che potenzialmente hanno le nostre informazioni,
  • quante richieste sono state inviate,
  • quante di queste sono state completate.

Per iniziare a usare Incogni:

  • visitare il sito ufficiale
  • premere il tasto Get started,
  • scegliere uno dei piani disponibili e compilare il modulo proposto con:
    1. l’ email,
    2. il Paese di residenza,
    3. il CAP,
  • cliccare sul pulsante per procedere con il pagamento,
  • completare la transazione con carta, PayPal o Apple Pay.

Verrà chiesto di ultimare la registrazione per far avanzare la nostra domanda di cancellazione dati dai database dei broker:

  • completare il modulo con le informazioni personali (es. nome, indirizzo di casa, città, Paese e provincia),
  • autorizzare Incogni a operare in nostro nome presso i broker di dati firmando digitalmente quanto proposto,
  • confermare il proprio indirizzo email aprendo il messaggio di conferma ricevuto e cliccando sul pulsante di verifica al suo interno.

Attivato l’abbonamento a Incogni, si può iniziare il processo di rimozione dei dati dai database dei broker:

  1. accedendo alla dashboard
  2. cliccando sul pulsante per avviare la rimozione dei dati.

Da questo momento in poi Incogni si occuperà di tutto: dalla richiesta di cancellazione dati presso i broker, fino al monitoraggio nel tempo, intervenendo dove necessario per rimuovere le nostre informazioni.

Potremo verificare lo stato delle nostre richieste in ogni momento attraverso la dashboard di Incogni, dove troveremo un sommario delle richieste:

  • inviate,
  • in corso,
  • completate,

arricchito da grafici e consigli utili.

Nella sezione Detailed view avremo una visione approfondita delle richieste gestite, con i nomi dei broker coinvolti e lo stato dell’eliminazione dati.

Nel caso ricevessimo una email da parte di un’azienda dopo la richiesta di rimozione, contenente l’indirizzo optout@privacy.incogni.com , non dobbiamo fare nulla perché Incogni si occuperà di tutto.

Si può anche rispondere indicando che Surfshark è autorizzata a gestire il processo per noi, puntando sempre all’indirizzo optout@privacy.incogni.com .

Per le email che includono un bottone di conferma per la cancellazione dati:

  • cliccarlo,
  • seguire le istruzioni visualizzate.

Per ulteriori dettagli https://support.incogni.com/ .

Se ci interessa approfondire il funzionamento di Incogni, si può visitare la pagina di supporto ufficiale , dove troveremo vari articoli informativi che esplicitano meglio il suo funzionamento.

Per contattare direttamente il team di Incogni, questa pagina mette a disposizione un modulo di contatto in lingua inglese. Il team di supporto fornirà una risposta nel minor tempo possibile.

 

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale gratuito.

Segui il nostro canale Whatsapp.

Continua a rimanere informato sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale WhatsApp gratuito.