Che cos’è la comunicazione Near-Field (NFC)? Come funziona?

da | Smartphone

Al giorno d’oggi i pagamenti contactless sono ovunque. La tecnologia che consente i pagamenti contactless è nota come NFC, che sta per Near Field Communication . L’NFC ha una vasta gamma di usi, ma può anche essere abusato dai criminali informatici. Quindi, come funziona l’NFC, come viene utilizzato e quali rischi sono associati?

Cos’è l’NFC?

NFC è una tecnologia wireless che consente ai dispositivi di comunicare a breve distanza. E per breve intendiamo molto breve. L’NFC ha una portata massima di circa dieci centimetri. Per questo motivo, la comunicazione a campo vicino non è adatta per il tracciamento GPS, lo streaming, i giochi e altre funzioni che richiedono una connessione a lunga distanza.

Piuttosto, NFC è specificamente progettato per scambiare comunicazioni tra due oggetti abilitati NFC. In altre parole, entrambe le parti devono avere l’NFC attivo ed essere nelle vicinanze per comunicare utilizzando questo metodo. Se ad esempio due smartphone comunicassero tramite NFC, entrambi avrebbero bisogno dell’NFC attivo. Spesso il tuo dispositivo non ha la funzione NFC abilitata, quindi dovrai attivarla se desideri utilizzarla.

Ora entriamo nello sfondo dell’NFC e di come funziona.

NFC contro RFID

La comunicazione a campo vicino è un tipo di RFID (identificazione a radiofrequenza). L’RFID risale ai primi anni ’80 e utilizza un ricevitore e un trasmettitore per l’identificazione. Un tag (trasmettitore) trasmetterà un numero identificativo, che il ricevitore raccoglierà e verificherà.

L’NFC è ora ampiamente utilizzato nella gestione della catena di approvvigionamento, nel monitoraggio del bestiame, nella logistica e in molte altre aree. Anche le chiavi magnetiche utilizzate negli uffici o negli hotel utilizzano la tecnologia RFID per garantire che solo le persone autorizzate possano accedere a determinate aree di un edificio. Se esegui la scansione del tuo passaporto in aeroporto, stai utilizzando RFID o NFC per identificarti.

L’invenzione dell’RFID ha significato più o meno anche l’invenzione dell’NFC, perché le due tecnologie sono molto simili. Tuttavia, mentre l’RFID può essere utilizzato solo per la comunicazione unidirezionale, NFC supporta la comunicazione bidirezionale, che apre più porte in termini di applicazione. Il modo in cui viene utilizzato NFC in genere lo separa dall’RFID.

Quindi, come viene utilizzato l’NFC oggi?

Come viene utilizzato l’NFC?

Anche se l’NFC è noto soprattutto per i pagamenti contactless, i suoi utilizzi non finiscono certo qui.

NFC sul tuo telefono

L’NFC è diventato popolare negli ultimi anni grazie alla sua applicazione nei pagamenti senza contatto. Prima dell’NFC, era consuetudine inserire la carta di credito o debito nel terminale di pagamento o strisciarla. Tuttavia, con NFC, le persone possono effettuare pagamenti rapidamente senza entrare in contatto fisico con il terminale.

Le app di pagamento NFC per smartphone comunemente utilizzate includevano Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay (anche se le ultime due possono ora essere trovate come funzionalità all’interno delle app Samsung Wallet e Google Wallet).

La tecnologia NFC è diventata ancora più popolare durante la pandemia di COVID-19, poiché è stato possibile interagire a breve distanza con gli oggetti comunemente toccati, come i terminali di pagamento. Ciò ha ridotto la possibilità di raccogliere particelle di virus dai terminali di pagamento, quindi non sorprende che molti abbiano iniziato a gravitare verso questa tecnologia. Alcuni paesi hanno addirittura aumentato il limite di pagamento contactless per utilizzarlo su acquisti più grandi, come i trasporti settimanali di generi alimentari.

L’NFC come metodo di pagamento è tutt’altro che perfetto e la connessione tra il tuo dispositivo e il terminale di pagamento a volte può fallire. Tienilo a mente se hai intenzione di avventurarti a fare acquisti senza carta di pagamento o solo con il tuo smartphone.

Sebbene NFC sia noto soprattutto per la sua applicazione nell’elaborazione più rapida dei pagamenti, le cose non si fermano qui. L’NFC può essere utilizzato in molti modi, inclusa la biglietteria intelligente. Ciò consente alle persone di far scansionare e verificare i propri biglietti elettronici tramite NFC al momento dell’ingresso agli eventi. Molte app di pagamento NFC ora supportano lo smart ticketing.

NFC nelle case intelligenti

La tecnologia NFC è utile anche nelle case intelligenti. Ad esempio, potresti utilizzare la tecnologia NFC per aprire o chiudere automaticamente porte e casseforti avvicinando il tuo smartphone o smartwatch a un terminale. Puoi anche utilizzare NFC per accendere o spegnere luci e altri dispositivi elettrici con un tocco del tuo telefono o smartwatch.

Inoltre, l’NFC può essere utilizzato per scambiare contenuti tra due dispositivi. Video, foto e altri file possono essere scambiati tra dispositivi abilitati NFC in un batter d’occhio. L’NFC può rappresentare un’alternativa semplice e veloce al Bluetooth. Naturalmente, affinché ciò sia possibile, i due dispositivi dovrebbero trovarsi a una distanza molto ravvicinata. Pertanto, anche se non dovrai eseguire il processo di accoppiamento Bluetooth per connetterti se utilizzi NFC, la tua portata sarà molto più breve di quella offerta dal Bluetooth.

Altre applicazioni NFC

Altri usi dell’NFC includono:

  • Connessione istantanea alle reti wireless
  • Automatizzazione delle attività telefoniche
  • Impostazione di un allarme
  • Inviare SMS o chiamare i contatti durante la guida
  • Controllo di altri dispositivi

I rischi dell’NFC

Prima di discutere i rischi dell’NFC, vale la pena notare che questa tecnologia dispone di diverse funzionalità di sicurezza per ridurre al minimo le possibilità di attività criminali.

Innanzitutto, il brevissimo raggio d’azione supportato dall’NFC rende molto più difficile per i criminali informatici realizzare truffe prendendo di mira le vittime. Dopotutto, è molto più facile per un utente malintenzionato hackerare una connessione da remoto rispetto a quando è proprio accanto a te.

Inoltre, NFC utilizza la crittografia bidirezionale per mantenere i dati sensibili, come i dettagli di pagamento, al sicuro da soggetti malintenzionati. A seconda delle circostanze, può trattarsi di una crittografia asimmetrica o simmetrica.

Ma questo non rende l’NFC ermetico.

Come con molte tecnologie odierne, i criminali informatici hanno trovato il modo di sfruttare NFC. Per questo motivo esistono rischi associati all’NFC, inclusi gli hack.

In un hack NFC , un criminale informatico accede al telefono della vittima tramite NFC per accedere ai dati ivi memorizzati. Poiché gli attacchi NFC possono avvenire solo a brevissima distanza, i criminali informatici a volte rubano un telefono per accedervi facilmente.

Gli attacchi NFC potrebbero essere lanciati per rubare, alterare o addirittura eliminare dati, a seconda dell’obiettivo dell’aggressore. Il malware può anche essere caricato su un dispositivo utilizzando NFC come vettore.

Un hack NFC può essere utilizzato anche per accedere ai dati memorizzati sui terminali di pagamento. Anche gli sportelli bancomat sono a rischio di questo tipo di attacchi. In un’impresa del genere, l’aggressore potrebbe utilizzare la funzionalità NFC del proprio dispositivo per causare un malfunzionamento nel sistema ATM. Ciò potrebbe portare alla dispersione del denaro senza l’inserimento della carta.

Ciò che è particolarmente preoccupante negli hack NFC è che un utente malintenzionato potrebbe clonare il tuo chip NFC per effettuare pagamenti. Ciò consentirebbe loro di effettuare pagamenti utilizzando fondi nel tuo conto di credito o debito.

Attacchi di intercettazione

Un utente malintenzionato potrebbe anche effettuare un attacco di intercettazione NFC, captando i segnali NFC stando vicino ai dispositivi presi di mira. Tuttavia, l’aggressore potrebbe anche utilizzare un’antenna per migliorare la propria capacità di sfruttare il segnale e raccogliere dati.

Attacchi man-in-the-middle

In alternativa, l’aggressore potrebbe condurre un attacco man-in-the-middle (MitM) utilizzando NFC, in cui viene intercettata la comunicazione tra un tag passivo (ad esempio, uno smartphone abilitato NFC) e un terminale attivo (ad esempio, un sistema di pagamento). per raccogliere dati preziosi. Data la popolarità dei pagamenti abilitati NFC, i dati di destinazione sono solitamente le informazioni di pagamento.

Evitare gli attacchi NFC

A causa dei rischi per la sicurezza posti dalla comunicazione a campo vicino, è consigliabile disattivare la funzione sul dispositivo quando non viene utilizzato. Ciò interrompe completamente la capacità di un criminale informatico di sfruttare il tuo dispositivo utilizzando questo metodo di comunicazione. Il menu delle impostazioni a discesa o a scorrimento verso l’alto del tuo telefono dovrebbe avere un’opzione di attivazione/disattivazione immediata per NFC, oppure puoi accedere alle impostazioni e modificarle da lì.

Potresti anche utilizzare la verifica PIN sulla tua app di pagamento NFC in modo che nessuno possa utilizzarla.

NFC rende i pagamenti incredibilmente facili e il trasferimento dei dati è un processo fluido. Ma sia che utilizzi NFC quotidianamente o che tu stia pensando di provarlo, è anche importante prendere nota dei rischi per la sicurezza associati a questa tecnologia.

Seguici su Facebook

Segui la nostra pagina ufficiale su Facebook per rimanere sempre informato sui nostri ultimi articoli pubblicati.

Seguici su Telegram

Ricevi su Telegram aggiornamenti sui nostri nuovi articoli sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale gratuito.

Segui il nostro canale Whatsapp.

Continua a rimanere informato sul mondo della tecnologia seguendo il nostro canale WhatsApp gratuito.