Pubblicità
Come attivare e richiedere CIE: carta d’identità elettronica italiana

Come attivare e richiedere CIE: carta d’identità elettronica italiana

La carta d’identità elettronica italiana (CIE) è un documento di riconoscimento, previsto in Italia e che ha sostituito la precedente carta d’identità cartacea. E’ realizzata in policarbonato, con formato tipo “carta di credito” (conforme alle norme ISO/IEC 7810 formato ID-1 e alle norme ISO/IEC 7816).

E’ riconosciuta e valida in 46 paesi.

Pubblicità

La Carta d’ identità elettronica è in funzione dal 4 luglio 2016 ed ha la durata di:

  • 10 anni per maggiorenni,
  • 5 anni per i bambini e i ragazzi tra i 3 e i 18 anni,
  • 3 anni per i minori di 3 anni.

Il suo costo è di 16,79 euro + diritti di segreteria fissati dal Comune di residenza.

In queste pagine affronteremo i temi di:

Pubblicità
  • rinnovare una carta d’identità scaduta e da rinnovare,
  • richiederla, anche direttamente da casa,
  • attivarla utilizzando lo smartphone,
  • utilizzarla per servizi come lo SPID e il Cashback di Stato.

La CIE è un tipo di carta d’identità, che migliora quella cartacea sia dal punto di vista della portabilità, che delle informazioni disponibili al suo interno.

Nel suo retro si trovano le informazioni riguardanti il Codice Fiscale, anche se non sostituisce la Tessera Sanitaria.

All’interno della CIE è presente un chip NFC, con cui avviene l’autenticazione del possessore e che può essere usato per richiedere le credenziali SPID  e aderire al Cashback di Stato.

Come attivare la CIE: carta d’identità elettronica italiana

Prima di attivare la tessera serve richiederla. A riguardo il Ministero ha creato l’Agenda CIE, un portale online dove richiedere la carta e seguire l’andamento della spedizione.

Per iniziare:

Pubblicità
  • andare al sito ufficiale dell’Agenda https://www.prenotazionicie.interno.gov.it/,
  • premere sul bottone Cittadini, in basso a sinistra,
  • utilizzare il menu a tendina in alto per selezionare il motivo della richiesta tra: primo documento/rinnovo/furto o smarrimento/minori,
  • inserire i dati richiesti.

Digitare il nostro nome sotto l’apposita voce:

  • digitare il cognome,
  • il codice fiscale,
  • il comune di residenza.

Impostare la lingua da utilizzare durante le prossime fasi della richiesta per attivare Agenda CIE (dal menu a tendina in basso) e digitare il Comune di residenza dove vogliamo richiedere il documento oppure un Altro comune, per sceglierne uno diverso.

Se scegliamo Altro comune se ne può inserire il nome sul campo di testo che compare sullo schermo, attendere l’approvazione della richiesta da parte del nostro comune di residenza.

Ora:

  • aggiungere il segno di spunta nella casella alla sinistra di Non sono un robot,
  • completare la richiesta che compare su schermo,
  • premere sul bottone Continua, per andare avanti,
  • scegliere la sede nel quale avviare la pratica. E’ consigliabile selezionare il comune di residenza (se disponibile). Se alla destra del nome del comune, sotto la sezione Prima disponibilità, c’è scritto La sede non offre al momento disponibilità alla prenotazione di appuntamenti, meglio scegliere una sede diversa, oppure recarsi personalmente in comune.

Per selezionare una sede diversa:

Pubblicità
  • pigiare sull’opzione Comuni vicini a *nome comune*  in alto,
  • scorrere le pagine per trovare il comune che ci confà,
  • trovato, premere sul suo nome a sinistra, per selezionarlo,
  • premere alla voce Continua (in basso) per andare avanti con la terza pagina.
  • Se non si riesce a trovare nessuna sede vicina, dobbiamo recarci in comune di persona.

Adesso c’è da scegliere la data e l’ora in cui recarsi in comune, seguendo gli appuntamenti disponibili visti a schermo, per l’identificazione e la conferma.

Scegliere se ritirare la carta in comune o riceverla a casa tramite posta. In entrambi i casi, dobbiamo digitare il nostro numero di telefono, nell’apposito campo di testo, per essere contattati quando la carta è pronta.

Come attivare CIE ID

Abbiamo ormai la nostra Carta d’Identità Elettronica, con associati i relativi codici PIN (necessario per l’identificazione su vari servizi) e PUK (da usare in caso di immissione ripetuta di un PIN errato e conseguente blocco temporaneo della carta, come accade con il PUK delle SIM telefoniche), adesso dobbiamo attivarla.

Vediamo come attivare CIE ID, l’account che permette l’autenticazione in tutti i servizi della Pubblica Amministrazione, e come attivare il PIN CIE, nel caso la carta si bloccasse per qualche eventuale errore di digitazione.

Per svolgere tale attivazione su smartphone occorre sincerarsi che, il nostro dispositivo, sia in grado di leggere il chip NFC all’interno della carta.

Pubblicità

Per procedere abbiamo bisogno dei codici  PIN e iPUK, ricevuti in quattro metà:

  • le prime due nel riepilogo dei dati che ci è stato consegnato dal comune,
  • le seconde due arrivate insieme alla Carta d’Identità Elettronica.

Dopo aver controllato di avere tutti i codici, si può scaricare l’applicazione CieID usando i seguenti link:

Poi:

  • premere sul pulsante Installa/Ottieni,
  • con iPhone, occorre identificarsi con Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple

Una volta terminato il download automatico:

  • aprire l’app, visibile nella schermata Home dello smartphone,
  • scorrere le pagine di guida che compaiono automaticamente,
  • premere sulla voce AVANTI in basso,
  • fare tap sul pulsante ATTIVA LA CARTA,
  • inserire prima il codice PIN e poi il codice PUK (per intero),
  • poggiare la CIE fisica sul retro dello smartphone, finchè non si trova il chip NFC,
  • la carta viene riconosciuta e subito attivata.

Ora con la CIE è attivata si può eseguire l’accesso ai portali della Pubblica Amministrazione, tramite l’opzione Entra con CIE. Ogni volta, per utilizzare i vari servizi amministrativi, occorre inserire il codice PIN, quando richiesto, aprire l’applicazione CieID e poggiare la carta sul retro dello smartphone per confermare di possederla.

Pubblicità

In caso di blocco temporaneo della CIE, si deve sbloccare andando nel menu ☰ Gestione carta > Sblocca carta, seguendo le indicazioni che appaiono a schermo. Verrà richiesto di inserire il PUK associato alla CIE e di scansionare la carta con lo smartphone (via NFC).

Come attivare SPID con CIE

Tra le possibilità offerte dalla CIE c’è anche quella di avere le credenziali SPID , il sistema di identificazione unico che permette di accedere a tutti i portali della Pubblica Amministrazione.

La procedura per attivare SPID con CIE può essere eseguita con numerosi provider tra quelli riconosciuti ufficialmente (qui lista completa https://www.spid.gov.it/richiedi-spid sito Web del Sistema Pubblico di Identità Digitale).

  • Collegarsi al sito del provider SPID che abbiamo scelto,
  • registrarsi,
  • scegliere il sistema di identificazione per attivare il nostro account: tra i metodi disponibili ci sarà anche l’identificazione tramite CIE ed NFC,
  • scaricare un’app del provider SPID e usarla per scansionare il chip NFC della CIE con lo smartphone.

Come attivare Cashback con CIE

Con la CIE è facile avere ed attivare la Cashback di Stato  un’iniziativa del governo che premia i cittadini che fanno acquisti nei negozi utilizzando i pagamenti elettronici.

Per effettuarne la registrazione ci sono vari metodi, tra cui l’applicazione ufficiale IO, che consente di gestire tutte le richieste della Pubblica Amministrazione, compresa l’attivazione del Cashback. Per iniziare a utilizzare quest’app dobbiamo:

Pubblicità

scaricarla dal Google Play Store con uno smartphone Android o da App Store con un iPhone.

Una volta scaricata l’app:

  • avviarla, scegliendo l’opzione Entra con CieID,
  • inserire il PIN,
  • seguire le indicazioni a schermo.

Ci sarà poi da registrare le carte di credito e l’IBAN su cui ricevere il cashback nell’app IO.

david rossi

Salve mi chiamo David Rossi esperto e appassionato informatico. Mi piace tenermi sempre informato sulle ultime novità tecnologiche e per questo ho creato il sito www.soluzionecomputer.it.

Condividi su:
Pubblicità
Pubblicità