Al momento stai visualizzando Migliori app di condivisione dello schermo per Android e iPhone

Migliori app di condivisione dello schermo per Android e iPhone

Vuoi condividere lo schermo del tuo telefono su Android o iPhone? Queste app ti consentono di condividere lo schermo con chiunque.

Gli screenshot sono ottimi per condividere una rapida istantanea di ciò che è sullo schermo del telefono. Ma gli screenshot non sono sufficienti in scenari più impegnativi come la risoluzione dei problemi, la creazione di guide didattiche o la collaborazione con amici lontani.

Pubblicità

Fortunatamente, gli strumenti di condivisione dello schermo in tempo reale non sono limitati ai soli computer desktop. Puoi facilmente trasmettere lo schermo del tuo telefono a qualcun altro. Ecco come condividere lo schermo del telefono e le migliori app di condivisione dello schermo per Android e iOS.

Zoom: la migliore app per la condivisione dello schermo

Da quando ha registrato una crescita impressionante dal suo lancio nel 2013, Zoom è diventato lo strumento di videoconferenza più utilizzato, con la parola “Zoom” ora utilizzata come sinonimo di videochiamate.

Zoom è considerata la migliore app per la condivisione dello schermo mobile perché funziona su tutti i sistemi operativi, sia su desktop che su dispositivi mobili, e consente ai partecipanti di connettersi direttamente a una riunione Zoom utilizzando i propri browser web.

Pubblicità

Tuttavia, le funzionalità di condivisione dello schermo dipendono dal piano. Solo l’host può condividere lo schermo sugli account Zoom di base, mentre qualsiasi partecipante può condividere lo schermo con gli account Zoom Pro, Business ed Enterprise, come consentito dall’host.

In passato, solo un partecipante alla volta poteva condividere lo schermo in Zoom . Più utenti possono ora condividere lo schermo contemporaneamente; tuttavia, solo gli host che utilizzano un client desktop Zoom possono consentire questa funzione.

Pubblicità

Questo può essere utile se hai bisogno di confrontare materiali e documenti fianco a fianco e funziona meglio se usi uno schermo a doppio monitor.

Potrebbe interessarti:  Come utilizzare il browser Safari segreto nascosto sul tuo Apple Watch

Zoom è l’app di condivisione dello schermo preferita per Android e iOS perché, oltre alla condivisione dello schermo, è dotata di altre fantastiche funzionalità di conferenza di gruppo come gruppi di lavoro, alzando la mano, annotazioni, controllo del desktop remoto e un ampio elenco di integrazioni di terze parti.

Scarica: Zoom per Android | iOS

Pubblicità

Skype: l’app per la condivisione dello schermo più semplice

La piattaforma di videochiamata di Microsoft, Skype, ti consente di condividere lo schermo del tuo computer o del telefono in una videochiamata. La funzione è accessibile su tutte le piattaforme, comprese le app Android e iOS.

Poiché è indipendente dal sistema operativo, non importa se la persona ricevente utilizza uno smartphone o un desktop. Puoi usare Skype per trasmettere i contenuti del tuo telefono su un desktop o viceversa. Oltre alle sessioni individuali, puoi mostrare il contenuto del tuo schermo in una videochiamata di gruppo senza alcun costo.

Skype ha anche lanciato MeetNow nell’aprile 2020 che consente agli utenti di partecipare a conversazioni video senza la necessità di scaricare o iscriversi a Skype.

Skype ha una serie di altri strumenti di comunicazione che troverai utili. C’è un traduttore integrato che può trascrivere una chiamata Skype e una conferenza in tempo reale e visualizzare i sottotitoli in una gamma di lingue diverse. Inoltre, hai la possibilità di registrare le chiamate e ricevere suggerimenti intelligenti per i messaggi di testo.

Scarica: Skype per Android | iOS 

Pubblicità

Microsoft Teams: la migliore condivisione dello schermo per i team

In passato, Microsoft Teams era disponibile solo per le aziende come parte di un abbonamento. Ma ora, Microsoft Teams offre chat gratuite, chiamate audio e video, 2 GB di spazio di archiviazione personale e 10 GB di spazio di archiviazione di file per i team.

Microsoft Teams ora ti consente di partecipare a una riunione anche senza un account Office 365. Tuttavia, questa versione gratuita è disponibile solo per coloro che non dispongono di un abbonamento Microsoft 365 commerciale a pagamento.

Se sei su un desktop, puoi condividere facilmente una finestra o l’intero schermo tramite il browser web, purché tu sia su Chrome o sull’ultima versione di Microsoft Edge.

Potrebbe interessarti:  Come resettare il telefono

Tuttavia, è meglio scaricare l’app per ottenere il meglio dalla funzionalità di condivisione dello schermo Android o iOS in Microsoft Teams.

A differenza di Zoom, Teams consente ad altri partecipanti e ospiti di condividere gli schermi, anche su un account gratuito. Tuttavia, gli ospiti possono condividere lo schermo solo durante le riunioni se abilitati dall’amministratore.

Pubblicità

Ma come Zoom, Microsoft ora consente ai membri di aderire senza utilizzare un collegamento . Sebbene l’adesione ai team tramite collegamenti o codici sia attualmente limitata ai membri del gruppo e non sia disponibile per gli ospiti.

Pubblicità

Scarica: Microsoft Teams per Android | iOS

Google Meet: un’opzione più sicura e accessibile

Molti utenti preferiscono Google Meet rispetto ad altre app di condivisione dello schermo a causa della sua accessibilità. Apri il tuo browser preferito e vai su meet.google.com: non è necessario scaricare alcun software.

Ancora più importante, Google Meet è stato pubblicizzato come un’opzione di videoconferenza più sicura. Non solo è disponibile solo per le persone con account Google, ma offre anche una crittografia superiore e ha altre funzionalità di sicurezza come “bussare” e l’host è in grado di modificare i dettagli della riunione nell’invito di Google Meet.

Se utilizzi un computer, puoi scegliere di condividere solo una scheda, una finestra o l’intero schermo. D’altra parte, se stai utilizzando questa app di condivisione dello schermo dal tuo Android o iOS, puoi condividere solo l’intero schermo.

Pubblicità

Tutti gli account Google Meet, inclusi quelli gratuiti, possono condividere gli schermi. Durante una riunione, l’organizzatore può abilitare o disabilitare la funzione. Una volta consentito, qualsiasi partecipante può condividere il proprio schermo.

Scarica: Google Meet per Android | iOS

TeamViewer: controlla un altro dispositivo durante la condivisione dello schermo

TeamViewer è una soluzione più avanzata per la condivisione dello schermo mobile. Viene utilizzato principalmente per la risoluzione dei problemi. Su Android, oltre a trasmettere il tuo schermo, ti consente anche di consentire all’altra persona di controllarlo da remoto.

Tuttavia, a differenza di Skype, TeamViewer non è un’app di videochiamata tradizionale. Ciò significa che non puoi videochattare direttamente con il destinatario. Inoltre, la sua configurazione è molto più complicata di Skype e devi scaricare più app aggiuntive.

Potrebbe interessarti:  Come eseguire il root del tuo telefono Android con SuperSU

Il modo più semplice per condividere uno schermo Android o iOS tramite TeamViewer è con l’app TeamViewer QuickSupport. Questa app ti consente di generare istantaneamente un ID univoco per il tuo dispositivo e condividere il tuo schermo senza creare un account TeamViewer.

Pubblicità

Apri l’app quando è installata. Tocca il pulsante Invia il tuo ID per inoltrare un collegamento di connessione tramite qualsiasi app di messaggistica o e-mail. Sul secondo telefono, installa il client principale di TeamViewer e apri il link che hai inviato. Una volta che il mittente conferma la connessione, sarai in grado di visualizzare lo schermo condiviso.

Scarica: TeamViewer per Android | iOS (gratuito)

Scarica: TeamViewer QuickSupport per Android | iOS

join.me: condividi file aziendali insieme al tuo schermo

join.me ti consente di ospitare e partecipare a riunioni online tramite il tuo dispositivo con il tocco di un dito. Questa app per piattaforma video ti consente di condividere il tuo schermo Android o iOS, i tuoi documenti, le tue presentazioni e la tua lavagna.

Tuttavia, questa app non offre videoconferenze gratuite. Il suo abbonamento consente un numero e una durata illimitati di riunioni e chiamate; copre le chiamate da telefoni provenienti da paesi di tutto il mondo.

Pubblicità

Il piano Lite ti offre anche un collegamento e uno sfondo personalizzati join.me ma non consente lo streaming della webcam. La pianificazione, la registrazione e altri partecipanti (fino a 250) sono consentiti solo nei piani Pro e Business.

Scarica: join.me per Android | iOS

Condividi su: