Al momento stai visualizzando Come aggiornare Windows 10 a Windows 11

Come aggiornare Windows 10 a Windows 11

Parliamo oggi dell’aggiornamento da Windows 10 a Windows 11.

Iniziamo col dire che, per poterlo mettere in pratica, occorre:

Pubblicità
  1. un processore da minimo 1 GHz, con due o più core,
  2. un processore a 64 bit compatibile o SoC (system on a chip),
  3. una memoria RAM da 4 GB,
  4. uno spazio libero su disco di minimo 64 GB.

Inoltre, sono necessari:

  1. una scheda grafica compatibile con DirectX 12 con driver WDDM 2.0,
  2. uno schermo da almeno 9″ con risoluzione HD (720p) o superiore.

Per eseguire l’upgrade dobbiamo avere anche:

  1. un firmware di sistema compatibile con UEFI,
  2. il microcontroller TPM 2.0 (Trusted Platform Module), un microchip integrato o aggiunto alla scheda madre del PC, che permette di proteggere i dati a basso livello, mediante la generazione e la conservazione di chiavi, basate sul sistema in uso,
  3. una connessione Internet,
  4. un account Microsoft.

Se abbiamo a disposizione tutto ciò, si può cominciare a spiegare nei dettagli come aggiornare Windows 10 a Windows 11.

Pubblicità

Informazioni preliminari

Per poter aggiornare Windows 10 a Windows 11 dobbiamo possedere una regolare licenza d’uso per il sistema operativo.

Almeno fino a ottobre 2022, Microsoft assicura l’aggiornamento gratuito da Windows 10 a Windows 11 a tutti coloro che possiedono una copia del suddetto sistema operativo regolarmente attività.

Pubblicità

Chi, invece, deve assemblare un nuovo PC o deve passare a un’edizione più avanzata di Windows (es. vuole passare da Windows 10 Home a Windows 11 Pro) deve acquistare un product key per Windows 11.

A tale riguardo ci sono diverse opzioni e diversi rivenditori ai quali potersi rivolgere.

  • Lo store ufficiale di Microsoft vende solo licenze per Windows 10, a prezzi pari a 145 euro per l’edizione Home e 259 euro per quella Pro del sistema operativo.
  • È possibile però risparmiare importanti somme di denaro e acquistare licenze specifiche per Windows 11 rivolgendosi a rivenditori terzi.

Tra i rivenditori terzi più affermati e affidabili c’è Mr Key Shop : sito gestito da una società con sedi in Italia e Inghilterra che vende:

Pubblicità
Potrebbe interessarti:  Come disabilitare tasti specifici sulla tastiera in Windows

Si tratta di licenze rivendute, che prima appartenevano ad aziende e società e poi sono passate al cloud (pratica perfettamente lecita secondo le normative europee in materia ).

L’acquisto delle licenze su Mr Key Shop avviene in modo:

  • completamente digitale e 100% Eco Friendly,
  • dopo il pagamento, che può essere fatto con vari metodi di pagamento sicuri, come PayPal, Amazon Pay e carta,
  • si ricevono, immediatamente, sia i product key acquistati, che le istruzioni di attivazione direttamente via email,
  • esiste la garanzia soddisfatti o rimborsati su tutti gli articoli,
  • c’è la possibilità di ottenere assistenza specializzata gratuita italiana.

Per acquistare la licenza per Windows 11 su Mr Key Shop:

  • collegarsi alla pagina del sito,
  • cliccare sull’edizione del sistema operativo che ci interessa,
  • premere sul pulsante per aggiungerla al carrello.

Tra le edizioni disponibili si può comprare il pacchetto di aggiornamento :

Su Mr Key Shop sono disponibili anche le licenze 100% originali, a prezzo scontato per:

Pubblicità

Dopo aver aggiunto tutti i prodotti di nostro interesse:

  • andare alla cassa di Mr Key Shop,
  • effettuare il pagamento seguendo le istruzioni su schermo,
  • otterremo le licenze e le istruzioni d’uso via e-mail.

Come aggiornare Windows 10 a Windows 11 gratis

Se abbiamo una licenza di Windows 10 Home e, se il nostro PC, dispone di tutti i requisiti illustrati: l’aggiornamento a Windows 11 è gratuito ed è fornito direttamente da Microsoft.

In definitiva per aggiornare Windows 10 Pro a Windows 11, in presenza di tutti i parametri necessari, indipendentemente dal pacchetto di Windows 10 che possediamo, possiamo aggiornare il sistema operativo seguendo una delle procedure che vedremo da qui in poi.

Windows Update

Windows Update è il servizio che si occupa degli aggiornamenti dei sistemi operativi Microsoft Windows e, con il quale, poter rinnovare il nostro sistema Windows 10 a Windows 11.

Per controllare se il nostro PC è pronto per ricevere Windows 11 agiamo così:

Pubblicità
  • fare clic sul tasto Start (la bandierina di Windows),
  • dal menu apertosi, premere sulla voce Impostazioni,
  • nel pannello che si apre, selezionare la voce Aggiornamento e sicurezza,
  • sotto alla dicitura Windows Update, fare clic sul pulsante Verifica aggiornamenti.
Potrebbe interessarti:  Come tornare a Windows 10 da Windows 11 fino a 60 giorni

Se l’aggiornamento è pronto per essere installato, e se il PC rispetta tutti i requisiti vedremo comparire:

Pubblicità
  • il pulsante Scarica e installa,
  • premerci per avviare il download,
  • a procedura avviata, cliccare sul pulsante Accetta e installa, dal nuovo pannello apertosi,
  • attendere la fine dello scaricamento.

A download ultimato:

  • premere sul pulsante Riavvia, per riavviare il dispositivo,
  • cominciare a utilizzare il nuovo sistema operativo, dopo che la procedura sarà terminata e il PC pronto.

Assistente per l’installazione di Windows 11

Si può verificare il caso che il nostro PC Windows sia compatibile, ma l’aggiornamento a Windows 11 tarda ad arrivare su Windows Update. Può succedere, in quanto la distribuzione del sistema operativo avviene gradualmente.

Vediamo allora come fare, per come aggiornare Windows 10 a Windows 11, seguendo un metodo alternativo.

Con un PC avente un processore a 64 bit ,si può usare l’Assistente per l’installazione di Microsoft.

Pubblicità

Per utilizzare questo software:

Dopodiché:

  • attendere la verifica della compatibilità del dispositivo,
  • una volta presa visione dei termini e delle condizioni, premere sul pulsante Accetta e Installa,
  • aspettare che il PC abbia installato il nuovo sistema operativo,
  • a operazione conclusa, premere sul pulsante Riavvia ora, per iniziare le procedure di riavvio dopo le quali potremo cominciare a utilizzare Windows 11 senza perdere alcun dato.

Come aggiornare Windows 10 a Windows 11 senza requisiti

Se non abbiamo tutti i requisiti necessari, ma vorremmo comunque eseguire l’aggiornamento a Windows 11, si può fare. Non è impossibile, né illegale, anche se non particolarmente consigliato.

Compiendo questa azione, infatti, si può rischiare di danneggiare il PC, compromettendone la stabilità, o perdere la garanzia del produttore, il supporto di Windows e la possibilità di ricevere aggiornamenti.

Potrebbe interessarti:  Come disabilitare OneDrive in Windows 11

Se vogliamo procedere ugualmente, si può utilizzare la procedura di installazione pulita tramite file ISO (da masterizzare su unità flash USB o su un DVD).

Pubblicità

Per servirsi di questo metodo:

  • collegarsi al sito ufficiale di Microsoft,
  • fare clic sul pulsante Scarica ora, sotto alla voce Creazione di supporti di installazione di Windows 11,
  • verrà prelevato il file .exe del Media Creation Tool,
  • premerci su due volte,
  • fare clic sui pulsanti Sì, Accetta e Avanti.

A questo punto:

  • apporre il segno di spunta accanto alla voce File ISO,
  • premere sul pulsante Avanti,
  • decidere in quale cartella del PC salvare l’immagine ISO.

Dopo che l’immagine è stata salvata:

  • copiarla su USB con il software Rufus
  • si può usare il programma e aggiornare Windows 10 a Windows 11 senza TPM, seguendo le istruzioni che abbiamo fin qui fornito.

Se non potessimo usare Rufus, si può:

  • agire direttamente dall’Editor del Registro di sistema,
  • forzare la rimozione dei controlli sul TPM ,
  • installare liberamente il sistema operativo da chiavetta USB,
  • o DVD creato tramite il Media Creation Tool ufficiale.

Come aggiornare Windows 10 a Windows 11 senza perdere dati

Se le procedure per l’aggiornamento da Windows 10 a Windows 11, e per l’aggiornamento a Windows 11 senza requisiti, che abbiamo spiegato, sono andate buon fine, non dovremmo aver perso nessun dato presente nel PC.

Pubblicità

In entrambi i casi, infatti, poco prima dell’installazione definitiva di Windows 11, è richiesto se vogliamo:

  1. mantenere i file personali e le app,
  2. mantenere solo i file personali,
  3. oppure non mantenere niente.

Selezionando la prima opzione è possibile non perdere nessun proprio dato: file e applicazioni, e mantenere tutto quello che è presente nel PC.

Condividi su: