SPID INPS: come richiederlo per entrare nel sito della previdenza sociale

Se si vuole usufruire dei servizi INPS devi accedere con lo SPID, tenere d’occhio la propria situazione previdenziale e svolgere pratiche per ottenere bonus o sgravi, da qualche tempo è possibile farlo online, senza andare direttamente allo sportello e aspettare in lunghe fila.

Per mettere in pratica questa possibilità occorre autenticarsi, come succede ormai per altre Amministrazioni Pubbliche, tramite lo Spid.

Lo Spid infatti è il sistema di accesso che consente di utilizzare, con un’identità digitale unica, i servizi online della Pubblica Amministrazione e consiste in una combinazione di username e password.

Per richiedere e ottenere le credenziali SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, bisogna essere maggiorenni, se residenti in Italia, possedere:

  • un indirizzo e-mail;
  • il numero di telefono del cellulare usato normalmente;
  • un documento di identità valido (uno tra: carta di identità, passaporto, patente);
  • tessera sanitaria con il codice fiscale.

Se, invece, si risiede all’estero occorre avere:

  • un indirizzo e-mail;
  • il numero di telefono del cellulare che si usa normalmente;
  • un documento di identità italiano valido (uno tra: carta di identità, passaporto, patente);
  • il codice fiscale;
  • il tesserino della tessera sanitaria o del codice fiscale costituiscono ulteriori elementi a supporto del processo di verifica dell’identità che concorrono a contrastare, grazie alla verifica dell’autenticità degli stessi su basi dati nazionali non pubbliche, il furto di identità.

Durante la registrazione può esser necessario fotografarli e allegarli al form da compilare.

Cosa bisogna fare per ottenere lo SIPD

Un modo semplice per richiedere lo Spid è quello di scegliere uno tra gli Identity provider disponibili, connettersi e registrarsi sul loro sito.

La scelta può essere tra:

  • https://www.sielteid.it/ – per richiederlo con Sielte ID.
  • https://posteid.poste.it/ – per richiedere lo SPID con Poste ID.
  • https://www.pec.it/richiedi-spid-aruba-id.aspx – per richiedere lo SPID con Aruba ID.
  • https://identitadigitale.infocert.it/ – per richiedere lo SPID con InfoCert ID.
  • https://www.intesa.it/intesaid/ – per richiedere lo SPID con Intesa ID.
  • https://spid.tim.it/tim-id-portal – per richiedere lo SPID con TIM ID.

La registrazione consiste in 3 step:

  • inserire i dati anagrafici;
  • creare le credenziali SPID;
  • effettuare il riconoscimento.

La procedura da seguire è più o meno la stessa per tutti i provider, cioè andare sul sito del gestore di identità ed inserire i dati anagrafici richesti seguendo quanto viene visualizzato sullo schermo. Dopo di che eseguire un effettivo riconoscimento per confermare che siamo proprio noi la persona associata a qell’identità digitale.

Il modo più veloce per identificarsi gratuitamente è quello che prevede la scansione della carta d’Identità Elettronica (CIE) con uno smartphone dotato di connettività NFC: si scarica l’app del provider, si esegue la scansione della CIE ed è fatto.

Altri metodi di riconoscimento sono tramite firma digitale e passaporto elettronico.

Come richiedere SPID su Identity provider

Adesso vediamo come fare per ognuno di questi singoli  Identity provider:

  • Sielte ID – permette di ottenere lo SPID, anche gratis con un riconoscimento tramite la Carta di identità Elttronica e la Tessera sanitaria. Oppure via App di nuovo con la Carta di identità Elttronica o con la webcam, o in alternativa con la firma digitale. E’ possibile ovviamente svolgere anche un riconoscimento da eseguire di persona presso qualsiasi sportello Sielte.
  • Poste ID – è una soluzione molto praticata. Si può andare a richiedere lo SPID in uno qualsiasi degli uffici postali situati in Italia. Dal sito www.poste.it è possibile completare la procedura di identificazione, sempre da svolgersi con la CIE o con la CNS o con la firma digitale. E’ possibile svolgere la pratca anche tramite l’app PosteID.
  • Aruba ID – copre tutti i livelli di sicurezza è gratuito e attivabile online dal sito www.pec.it sempre con la procedura di identificazione, da svolgersi con la CIE o con la CNS o con la firma digitale.
  • InfoCert ID – che comprende il servizio a pagamento di 29,90€ +IVA per avviare il riconoscimento tramite webcam, mentre con la firma digitale, con la CIE o con la CNS o andando di persona il servizio è gratuito.
  • Intesa ID – anche in questo caso sono proposti dei servizi a pagamento (29,90€ + IVA) per riconoscimenti tramite webcam. Gratuitamente si svolge con la firma digitale o andando di persona.
  • TIM ID – proposto dal gestore telefonico TIM Spid.tim.it può essere richiesto solo dall’Italia. L’attivazione, con la procedura l’identificazione, con CIE, CNS, la firma digitale è gratuita, mentre per utilizzare il servizio con webcam ha il costo di 19,90€ ( IVA inclusa).

SPID per INPS mediante Sielte ID

Il primo passo è quello di collegarsi a https://www.sielteid.it poi cliccare sul tasto Registrati, da qui occorre specificare se siamo un privato cittadino o un libero professionista oppure un’Azienda. Adesso scegliamo il modo per farci riconoscere che più preferiamo.

Come abbiamo visto uno dei metodi più semplici e veloci è quello di usare la carta di identità elettronica, per far ciò occorre andare proprio nell’area riservata, denominata Carta d’Identità Elettronica CIE 3.0 e fare clic sulla voce Scegli. Altrimenti si può optare anche per il riconoscimento via Webcam o di persona.

Quando ci troveremo di fronte alle opzioni per il consenso del trattamento dati, occorre spuntare le voci riguardanti la presa di visione, selezionando quelle che riteniamo migliori . Per avere in seguito una funzionalità di contatto più veloce conviene inserire il proprio indirizzo email dopo di ché premere su Invia.

Se sono stati inseriti correttamente tutti i dati riceveremo un messaggio con un codice di verifica, c’è da copiarlo nell’apposito spazio e poi premere Verifica, deve essere controllato anche il numero di telefono associato allo SPID, inserendolo dove richiesto, premere il tasto Invia e completare la verifica digitando il codice ricevuto via SMS.

Compilati tutti i moduli richiesti c’è da scaricare l’app Identifica per Android su Google Play ( disponibile anche su Huawei appa Gallery) o iOS. Inserire quindi il PIN della CIE ed avviare l’identificazione. Appena compare la richiesta occorre avvicinare la carta d’identità elettronica al lettore NFC del portatile, mantenerla accostata per qualche istante per aspettare la verifica. Una volta ottenuta è fatto, abbiamo lo SPID e adesso occorre solo attivarlo.

Quindi occorre attivare le credenziali su livello 2 SPID cliccando sul pulsante Continua.

Scaricare l’app MySielteID per Android su Google Play ( disponibile anche su Huawei appa Gallery) o iOS, mediante la quale ci si potrà autenticare in tutti i servizi che prevedono l’utilizzo dello SPID, tra cui il sito dell’INPS.

Collegarsi quindi al sito dell’INPS www.inps.it, cliccare sul pulsante Entra in MyINPS e selezionare la scheda SPID, cliccare l’opzione entrare con SPID, seleziona il tuo identity provider ( in questo caso Sielte) dall’elenco proposto e usare l’app per autorizzare l’accesso al servizio.

Richiedere lo SPID INPS alle Poste Italiane

La richiesta dello SPID INPS può avvenire anche presso le sedi di Poste Italiane, in questo caso occorre andare presso l’ufficio postale e chiedere direttamente all’operatore. Dovremo presentare un documento di identità valido, confermare che abbiamo la maggiore età, oltre al codice fiscale o alla tessera sanitaria. Poi servono obbligatoriamente un indirizzo email e un numero di cellulare personale.

L’operatore rilascerà un documento con il codice della pratica e la conferma dell’identificazione.

Intanto nella propria casella elettronica dovrà essere arrivato un link su cui cliccare per completare l’attivazione, più un SMS con un codice correlato.

C’è quindi da seguire le istruzioni inserendo tutti i dati richiesti e creare una propria password, se tutto si risolve con successo, riceveremmo un’altra email con la conferma dell’attivazione dello SPID delle Poste e un riepilogo dei dati.

Se vuoi puoi richiedere lo SPID con Poste italiane anche online. Se sei possessore di conto Banco Posta o PostePay puoi richiedere lo SPID e il procedimento è ancora più rapido.

Condividi su: