Collab: cos’è e come funziona la nuova app musicale di Facebook

Collab consente ai musicisti di riunirsi per jam session remote di 15 secondi. Collab consente agli utenti di creare e condividere mash-up musicali.

Cos’è Collab

Collab è stata sviluppata dal team di Facebook, il concetto dell’app è abbastanza semplice. È incentrato su jam session congiunte tra utenti, opportunamente chiamate “Collaborazioni”. Con la pandemia COVID-19 che ha messo un freno ai concerti, Collab offre ai musicisti un modo per fare musica a distanza.

Collab come funziona

Collab

Collab è attualmente disponibile solo per gli utenti iOS. Se vuoi provarlo tu stesso, puoi scaricarlo gratuitamente dall’App Store.

All’apertura dell’app, vedrai un feed di Collaborazioni, tutte presentate in un formato a tre schermate. Ciascuna schermata contiene una clip indipendente di 15 secondi che viene riprodotta contemporaneamente, unendosi per creare una breve melodia.

Mentre una clip potrebbe contenere un batterista, un’altra potrebbe mostrare un pianista o un cantante. Se ti senti un musicista, puoi scorrere su uno qualsiasi degli schermi e registrare il tuo contributo musicale, permettendoti di inserire un suono diverso nella clip.

Collab viene fornito con strumenti per garantire che il tuo contributo non sia fuori sincrono o insolito.

Ti consente di sincronizzare perfettamente l’audio con le altre clip in Collab e ti dà anche la possibilità di utilizzare interfacce audio esterne per aggiungere registrazioni dalla tua chitarra elettrica, tastiera.

Fortunatamente, non devi essere dotato di talento musicale per divertirti con l’app. Mentre scorri il tuo feed, puoi guardare le varie Collaborazioni, quindi scorrere su ogni schermata per mescolare e abbinare i contributi musicali di altri utenti.

Condividi su: