Test dvb t2: i canali da visualizzare per sapere se la TV è conforme

Test dvb t2 2022. Vuoi sapere se devi cambiare il tuo televisore entro il 2022, o se è compatibile con questo nuovo standard di digitale terrestre che verrà divulgato.

Da oggi sono disponibili due canali test da poter digitare sulla propria TV per saperlo. Uno divulgato da Mediaset e l’altro dalla Rai.

Test dvb-t2: canale 100 e 200

Prima di tutto risintonizza i canali della tua tv prima di effettuare il test. Vai quindi nelle impostazioni della tua televisione ed effettua una nuova ricerca dei canali sulla tua televisione.

Una volta fatto vai al canale 200 (canale test offerto da Mediaset) o 100 (canale test offerto dalla Rai) del tuo televisore. Se appare la scritta Test HEVC Main10 vuol dire che il tuo televisore supporta questa nuova tecnologia.

Test dvb t2

Se non dovesse apparire nessuna scritta o i canali non vengono trovati significa che la tua TV non supporta questa tecnologia e dovrai provvedere a sostituirla entro il 2022 o abbinarci un decoder compatibile.

NB: Se non dovesse apparire tale scritta non farti prendere dal panico, fai passare un po di settimane o qualche mese e risintonizza nuovamente i canali della televisione e vai nuovamente ai due canali di Test dvb t2. Se anche in questo caso non visualizzi nessuna scritta o immagine il tuo televisore è da cambiare o da acquistare un decoder aggiuntivo entro il 2022 con la tecnologia dvb t2.

Dvb t2 specifiche da verificare

Oltre a provare i sue canali sopra elencati guarda anche  le specifiche tecniche del tuo televisore e scopri se ha integrato il decoder dvb-t2 e che sia compatibile con la decodifica dello standard h265/hevc che supporta fino alla risoluzione 8192 x 4320 pixel.

Se hai acquistato il tuo televisore dopo il 1 gennaio 2017 allora sarà sicuramente compatibile. Guarda se ha logo dbv-t2 e del codec hevc attaccati come bollini sul televisore stesso.

Passaggio al dvb t2 in Italia

  • Tra il 1° settembre 2021 e il 31 dicembre 2021 in Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, provincia di Trento, provincia di Bolzano, Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna.
  • Tra il 1° gennaio 2022 e il 31 marzo 2022 in Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania e Sardegna.
  • Tra il 1° aprile 2022 e il 20 giugno 2022 in Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo e Marche.

Il passaggio completo in tutto il territorio nazionale è previsto tra il 21 giugno 2022 e 30 giugno 2022, che comporterà l’obbligo di utilizzo dello standard DVB-T2 con codec HEVC/H.265 per continuare a vedere i canali sulla tua TV.

Per maggiori informazioni potete consultare anche il sito ufficiale del Ministero dello Sviluppo Economico.

Condividi su: