Come convertire i video MKV in MP4

Come convertire i video MKV in MP4

Come convertire i video MKV in MP4. I formati video possono essere fonte di confusione e alcuni potrebbero non funzionare nel video player scelto, in particolare formati come MKV. Spesso è più facile o addirittura necessario convertirli in qualcosa di più utilizzabile, come MP4. Fortunatamente, questa conversione è facile da fare.

Cosa sono i file MKV e perché dovrei convertirli

MKV non è un formato video. Invece, è un formato contenitore multimediale utilizzato per combinare elementi diversi come audio, video e sottotitoli in un singolo file. Ciò significa che è possibile utilizzare qualsiasi codifica video desiderata in un file MKV e continuare a riprodurlo.

Il problema sorge con la compatibilità. Non tutti i dispositivi o le app video possono riprodurre file MKV, e questo è particolarmente vero per i dispositivi mobili. MKV è open source e non è uno standard del settore, quindi non ha supporto su molti dispositivi. Non funzionerà nemmeno con Windows Media Player o Quicktime, i predefiniti per Windows e macOS.

La soluzione: converti i tuoi file MKV in MP4. MP4 è compatibile con la maggior parte dei dispositivi e delle app e non perderai molta qualità nel processo di conversione.

Come convertire i video MKV in MP4

Usa VLC

Come registrare lo schermo usando VLC

VLC è un lettore multimediale open source, uno dei pochi in grado di riprodurre MKV, ma ha anche un’opzione nascosta per la conversione di video.

Dal menu “File” (o dal menu “Media” su Windows) scegliere l’opzione “Converti / Stream” (o “Converti / Salva” su Windows).

Ora dovrai trascinare il file nella finestra. In seguito, è possibile scegliere il formato del file che si desidera utilizzare per il salvataggio; VLC supporta la maggior parte dei formati, ma MP4 è l’impostazione predefinita.

Dopo aver selezionato il formato desiderato, basta premere il pulsante “Salva” e selezionare dove si desidera salvare il nuovo file.

WinX Video Converter

WinX Video Converter

Mentre VLC esegue una semplice codifica su un singolo file, c’è molto di più per questo, WinX VideoProc  gestisce meglio il lavoro.

Quando lo apri, passa alla scheda “Video” in basso, e la prima schermata che vedi ti chiede di trascinare il media su di esso. Trascina il tuo file, e il resto dei controlli apparirà.

Puoi anche aggiungere intere cartelle di video e li codifica tutti in una volta, ma per ora ci atterremo a un singolo video.

Ancora una volta, l’opzione di conversione predefinita è MP4, quindi non dobbiamo cambiare molto lì, ma se vuoi dare una sbirciatina ad altre funzioni, puoi fare doppio clic sul profilo per cambiare le impostazioni.

Da qui puoi cambiare molte opzioni, le più importanti sono:

  • Qualità dell’immagine, per regolare la qualità di ciascun fotogramma e la velocità di codifica
  • Bitrate, per rendere i file più piccoli al costo della qualità
  • Framerate, per convertire video fino a 30 o 24 fps
  • Risoluzione e proporzioni

Esistono anche opzioni di codec audio, ma l’audio costituisce una parte così piccola del video che vale la pena di tenerlo su impostazioni elevate.

Una volta terminata la configurazione, puoi premere “Esegui” per avviare la conversione.

La conversione dei video può richiedere un po ‘di tempo, soprattutto con i video più grandi, ma una volta completata l’applicazione aprirà automaticamente la cartella in cui sono stati salvati i file.