Come recuperare file cancellati sul tuo Mac

Come recuperare file cancellati sul tuo Mac. Quasi tutti hanno cancellato accidentalmente un file. Che si tratti di foto di famiglia o di documenti importanti, tutti i file sono solo dati sul disco rigido e tali dati non scompaiono esattamente dopo averli cancellati. Ci sono molti modi per recuperarli dopo essere stati spediti nel cestino.

Oggi vi mostreremo un paio di modi per recuperare quei file, perché anche quando le cose vengono cancellate, non scompaiono completamente.

Recuperare file cancellati sul tuo Mac

Tieni i backup regolari per evitare la cancellazione: prima soluzione

Time Machine

Time Machine è un ottimo modo per gestire automaticamente i backup. Se hai un vecchio disco rigido esterno in giro (o qualche soldo di riserva per uno nuovo), collegalo e poi vai a Preferenze di Sistema> Time Machine> Seleziona Disco di Backup. È possibile selezionare il disco rigido esterno e attivare i backup automatici.

Time Machine conserva i dati del tuo computer in modo sicuro sul tuo disco rigido esterno.

Se non ti fidi del tuo vecchio disco rigido (o desideri un backup extra offsite), puoi sempre utilizzare qualcosa come Arq , che ti consente di eseguire il backup sul cloud utilizzando la tua istanza AWS S3, Google Drive o Dropbox.

Controlla il cestino

Premere “Elimina” in realtà non elimina i file. Li manda nel cestino, che devi svuotare manualmente per sbarazzarti di loro per sempre.

Il cestino si trova di solito alla fine del dock.

Fai clic destro e fai clic sul comando “Apri”. Dovrebbe darti un elenco di file che hai cancellato di recente, almeno dall’ultima volta che lo hai svuotato. E se non lo hai svuotato per un po’ di tempo, farlo potrebbe farti tornare un bel po’ di spazio su disco.

Controlla gli altri cestini

Se il file è stato memorizzato su un’unità flash USB o un disco rigido esterno, questi hanno il proprio cestino, è possibile verificare la presenza di file cancellati. Sono nascosti di default ma ti spiegheremo come visualizzarli.

Ogni volta che utilizzi un’unità esterna, il tuo Mac crea una serie di cartelle nascoste per aiutare l’unità a funzionare meglio con macOS. Una di queste cartelle nascoste è “.Trashes” e contiene il cestino per quell’unità. Puoi abilitare i file nascosti in Finder eseguendo i seguenti comandi sul Terminale. Premi Comando + Spazio e digita “Terminale” per richiamarlo. Al prompt, incolla queste due righe una alla volta, premendo Invio dopo ogni riga:

defaults write com.apple.finder AppleShowAllFiles TRUE

killall Finder

Dopo aver eseguito questi comandi, dovresti essere in grado di vedere la cartella “.Trashes”. Puoi anche svuotarlo dal Finder per liberare spazio su una chiavetta USB.

Se si desidera interrompere la visualizzazione dei file nascosti, è possibile eseguire nuovamente gli stessi comandi in Terminal, ma sostituire “TRUE” con “FALSE” nella prima riga:

defaults write com.apple.finder AppleShowAllFiles FALSE

killall Finder

Utilizzare Disk Drill

Disk Drill

Anche quando svuoti il ​​cestino, i file eliminati non vengono rimossi immediatamente dal tuo disco rigido. Invece, macOS li segna come spazio disponibile. I tuoi dati sono ancora lì finché non vengono sovrascritti da qualcos’altro. Ciò significa che se si dispone di un’app in grado di leggere i file direttamente dal disco rigido, è possibile ripristinarli completamente se lo si fa abbastanza rapidamente dopo l’eliminazione.

Disk Drill è uno strumento che funziona molto bene . Esegue la scansione del disco rigido per tutti i file che sono ancora in attesa di essere sovrascritti e li recupera per te.

Tieni presente che qualsiasi dato extra inserito nel tuo disco rigido potrebbe sovrascrivere i file, quindi per essere più cauto, scarica Disk Drill su un altro computer e mettilo su un’unità flash. L’ultima cosa che vuoi è che il download sovrascriva i dati che vuoi recuperare.

Quando lo apri per la prima volta, Disk Drill ti chiederà di selezionare il tuo disco ed eseguire una scansione. Seleziona OS X se vuoi scansionare il tuo disco principale. La scansione potrebbe richiedere alcuni minuti, ma una volta terminato, ti verrà presentato un elenco di file eliminati di recente. Molti di questi sono spazzatura, ma se sai cosa stai cercando (immagini, per esempio) puoi ordinarli e aprire le cartelle che vuoi. La maggior parte dei file dovrebbe essere sotto la tua home directory con il tuo nome.

Una volta individuati i file, fare clic con il pulsante destro del mouse, selezionare l’opzione “Ripristina”, quindi selezionare la directory in cui si desidera salvare i file recuperati. Idealmente, dovresti usare un’unità esterna per evitare che altri file vengano sovrascritti.

Se tutto va bene, dovresti vedere i tuoi file recuperati apparire nella directory che hai scelto.

Le tue probabilità di recupero saranno senpre meno per i file più vecchi, dal momento che il tuo computer ha avuto più tempo per sovrascriverli, quindi è meglio agire rapidamente dopo aver scoperto di aver cancellato accidentalmente un file.

Si noti che è necessario acquistare la versione completa di Disk Drill per recuperare i file. è perché la versione gratuita esegue solo la scansione dei file e mostra che essi esistono. Questo non è poi così male, perché almeno puoi verificare che i tuoi file siano lì prima di acquistare l’app.

Disk Drill non è l’unico strumento di recupero dati in circolazione. PhotoRec è un’applicazione gratuita che può recuperare foto e altri file, anche se è un po ‘più clamorosa da usare. Ci sono altre opzioni commerciali, come Data Rescue e EaseUS , ma tutte condividono lo stesso prezzo di Disk Drill.