Come disattivare la linea temporale su Windows 10 Timeline

Come disattivare la linea temporale su Windows 10 Timeline

Come disattivare la linea temporale su Windows 10. Windows 10 raccoglie una cronologia delle attività che hai eseguito, inclusi i file che hai aperto e le pagine web che hai visualizzato in Edge. È possibile disabilitare questa funzione Timeline e rimuovere le attività dalla Vista attività .

La cronologia è stata aggiunta all’aggiornamento di aprile 2018 di Windows 10. Può sincronizzare le attività tra i PC, ma è necessario abilitare la funzione di sincronizzazione. Per impostazione predefinita, Windows conserva la cronologia delle attività sul tuo PC.

Timeline Windows 10 come disattivarla

Come disattivare la linea temporale su Windows 10 Timeline

Questa opzione si trova nell’app Impostazioni. Fare clic sul pulsante Start, quindi fare clic sull’icona Impostazioni (o premere Windows + I sulla tastiera) per aprirlo.

Fai clic sulla categoria “Privacy” nella finestra Impostazioni.

Fai clic sull’opzione “Cronologia attività” sotto le autorizzazioni di Windows nella barra laterale e deseleziona la casella di controllo “Consenti a Windows di raccogliere le attività da questo PC”. Windows non raccoglierà più alcuna nuova attività per la linea temporale.

Anche dopo aver disattivato la raccolta di attività, Windows mostra ancora le attività precedentemente raccolte nella Timeline. Se hai la Timeline abilitata e la sincronizzazione con gli altri PC, mostra anche le attività di quegli altri PC nella tua Timeline.

Per impedire che le attività si sincronizzino con il tuo PC da qualsiasi account Microsoft visualizzato in “Mostra attività dagli account” sull’impostazione “Disattiva”.

Come cancellare Timeline Windows

Per rimuovere tutte le attività esistenti dalla Timeline, fai clic sul pulsante “Cancella” in “Cancella cronologia attività”.

La sequenza temporale scompare dall’interfaccia Vista attività dopo aver eseguito i passaggi precedenti.

Condividi ora su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •