Qual è la differenza tra PlayStation 4, PlayStation 4 Slim e PlayStation 4 Pro?

Scopri caratteristiche e prezzi di ognuna.

Qual è la differenza tra PlayStation 4, PlayStation 4 Slim e PlayStation 4 Pro?.

La Sony PlayStation 4 è uscita dal 2013, ma ora ci sono alcuni modelli aggiornati: PlayStation 4 Slim e PlayStation 4 Pro. Ma qual è la differenza e quale dovresti comprare?

Capire quale PS4 comprare può essere interessante, anche di più se hai già una PS4 e stai considerando un aggiornamento alla nuova PS4 Pro. La buona notizia è che PS4 e PS4 Slim sono, per tutti gli effetti, la stessa macchina per la maggior parte delle caratteristiche, e tutte e tre le macchine giocano agli stessi giochi. Alcuni giochi però possono essere riprodotti con funzionalità extra o con una grafica migliore, quindi parliamo delle principali differenze.

PlayStation 4

PlayStation 4

È difficile credere che questa macchina abbia già quattro anni, ma in realtà è invecchiata abbastanza bene. Ci sono, tuttavia, alcune specifiche chiave che stanno iniziando a essere un po’ datate, che è proprio il motivo per cui Sony ha deciso che era necessario un nuovo modello Slim (proprio come ha fatto con la PlayStation 2 e 3 in passato).

Prima di iniziare, parliamo della stessa PlayStation 4. Originariamente era una macchina all’avanguardia per il suo tempo, con un processore grafico che faceva sembrare la precedente PlayStation 3 decisamente obsoleta.

Può produrre una vera grafica 1080p anche nei giochi più intensi, dove il suo predecessore era spesso limitato a 720p. Grazie a un recente aggiornamento, supporta anche l’HDR su televisori compatibili, un miglioramento che mantiene il modello originale più in linea con i nuovi modelli Slim e Pro.

Inoltre, presentava un nuovo design del controller con il DualShock 4, che introduceva un touchpad e sostituiva i tradizionali pulsanti Start / Select con i nuovi pulsanti Condividi e Opzioni. Permetteva inoltre di caricare i controller quando la console era in modalità di sospensione, il che era un’enorme omissione su PlayStation 3.

Nel complesso, la PS4 è stata un’eccellente console per il suo tempo e un degno successore della PlayStation 3. Ma come ho detto prima, alcune delle sue caratteristiche stanno diventando un po’ vecchiotte, che è la ragione per il nuovo modello Slim .

PlayStation 4 Slim

PlayStation 4 Slim

Come suggerisce il nome, la versione più recente della PS4 è una versione più piccola, più sottile e, nel complesso, più minimale della PS4, almeno all’esterno. Tuttavia, porta aggiornamenti ad alcune delle specifiche più obsolete di PS4.

Innanzitutto, quello che personalmente ritengo sia il miglioramento più grande, è il Wi-Fi: dove la PS4 originale supporta solo reti da 2,4 GHz b / g / n, la PS4 Slim ha sia il supporto a 2,4 GHz che a 5 GHz , oltre ad aggiungere Wi- Fi AC al mix. In altre parole, supporta tutte le moderne configurazioni di rete per un Wi-Fi più veloce e affidabile, purché il router supporti gli stessi standard. Inoltre, il modello Slim rimuove la connessione Bluetooth dal protocollo 2.1 obsoleto a Bluetooth 4.0.

Le porte USB sono state aggiornate al più recente standard USB 3.1, ma Sony ha anche rimosso la porta audio ottica dal modello aggiornato per adattarla alle sue dimensioni più sottili. Ciò significa che tutto l’audio deve essere indirizzato tramite HDMI per quelli con sistemi di home entertainment.

Per quanto riguarda lo spazio di archiviazione, la PlayStation 4 originale era limitata a 500 GB, mentre la Slim è disponibile in entrambe le opzioni da 500 GB e 1 TB.

Oltre a questa manciata di differenze hardware, lo Slim è altrimenti identico al modello originale – il processore grafico e la RAM, per esempio, sono gli stessi. Il vero aggiornamento è nel modello Pro, che porta tutto ad un nuovo livello.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B01LQF9RDI”]

[AMAZONPRODUCTS asin=”B01LQF9T5O”]

PlayStation 4 Pro

PlayStation 4 Pro

La PlayStation 4 Pro  offre varie caratteristiche in più tra cui supporto 4K e HDR per giochi e video. Il fattore di forma generale della Pro è leggermente più grande della PlayStation 4 originale, anche se non di molto – circa il 13 percento – è, tuttavia, circa il 43 percento più grande del modello Slim, per non dire più costoso.

Ha senso, però, perché ha un sacco di cose in più rispetto agli altri due modelli. Per i principianti, offre tre porte USB invece di due (tutte sono USB 3.1). Proprio come gli altri due, ci sono un paio di porte sul lato anteriore, ma ora ne offre anche uno nella parte posteriore, ideale per l’archiviazione USB.

Sony ha anche aggiornato la porta HDMI sul Pro per HDMI 2.0. Il vecchio standard HDMI 1.4 (che si trova su entrambi i modelli PS4 e Slim originali) limita il contenuto 4K a 24 fps (fotogrammi al secondo), dove HDMI 2.0 ne aumenta la velocità fino a 60 fps: questo è fondamentale per poter giocare in 4K. Questo nuovo standard HDMI include anche HDCP 2.2, una forma aggiornata di protezione dalla copia che consente a servizi come Netflix di produrre contenuti 4K.

Detto questo, c’è una cosa strana e sciocca forse: la Pro non può riprodurre 4K Blu Ray.

Dal momento che questo è il modello 4K, Sony ha anche fatto un salto di una tacca o due della GPU (unità di elaborazione grafica). Questo ha molto senso, perché la risoluzione 4K è letteralmente quattro volte più grande di 1080p, il che significa che ci sono più pixel da spingere. Maggiore è il numero di pixel che l’unità deve spingere, più difficoltà avrà la GPU a farlo.

Il Pro offre un gigabyte di RAM aggiuntivo rispetto agli altri modelli: anziché solo 8 GB o RAM DDR5 come gli altri due, ha anche 1 GB di RAM DDR3 per le attività non di gioco. Invece di usare l’8GB di RAM “gaming” per attività in background come Netflix o Spotify, il Pro scarica queste attività molto meno complesse nella RAM più lenta, rendendo disponibile la RAM “gaming” per i giochi. È una configurazione intelligente che dovrebbe rendere il sistema generale più reattivo e giocare un po ‘meglio.

Oltre a questo, tutti gli stessi aggiornamenti disponibili su PS4 Slim-5GHz e AC Wi-Fi, Bluetooth 4.0, ecc. Sono tutti disponibili nel Pro. Inoltre viene fornito di serie con 1 TB di spazio di archiviazione, nessuna opzione da 500 GB.

Il software Pro è  per lo più identico agli altri modelli ma c’è una caratteristica che vale la pena di parlarne: Modalità Boost.

La modalità Boost è una funzionalità esclusiva per PS4 Pro rilasciata con il software di sistema 4.50. Fondamentalmente, questa funzione consente ai giochi PS4 esistenti di sfruttare al meglio la potenza della GPU, il che può migliorare notevolmente le prestazioni grafiche. O, in termini più semplici: rende i giochi esistenti in un aspetto migliore e giochi più fluidi, anche se non erano progettati per PS4 Pro.

E questo non è solo qualcosa che si applica ai giochi che sono già stati aggiornati per supportare la maggiore risoluzione della PS4, ma per quasi  tutti i giochi PS4. Quindi, se un gioco spinge la PS4 al limite in termini di fotogrammi al secondo, dovrebbe essere in grado di comprimere fino a 60 fps sul Pro con la modalità Boost abilitata. Detto questo, alcuni giochi sono bloccati a 30fps indipendentemente, quindi la modalità Boost non farà nulla per migliorarla. È una limitazione del software all’interno del gioco stesso.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B01LQF9UKS”]

Il “nuovo” DualShock 4

A parte le nuove console, ci sono alcuni piccoli cambiamenti nel nuovo DualShock 4 (nota: entrambi i controller hanno lo stesso nome, quindi non c’è alcuna differenziazione lì). Principalmente, il modello più recente ha una barra luminosa non solo sul retro del controller, ma anche appena sopra il touchpad.

Il modello più recente è dotato anche di comunicazione USB, quindi puoi giocare sia in modalità wireless che tramite USB, un’opzione che non era disponibile sul DualShock 4 originale.

Altrimenti, il resto delle specifiche sono identiche. Il nuovo controller DualShock 4 viene fornito con PS4 Slim e PS4 Pro, ma funziona su tutti e tre i sistemi.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B01GVQUX3U”]