Programmi per fare musica i migliori per Windows e Mac

Programmi per fare musica

Programmi per fare musica

Programmi per fare musica. Di programmi per fare musica degni di nota ce ne sono un mucchio, sia gratis che a pagamento; sia per Windows che per Mac e persino per Linux. Ovviamente, la scelta di quale tra le risorse che sto per proporti adottare spetterà però solo e soltanto a te, in base a quelle che sono le tue effettive esigenze e preferenze. Io, dal canto mio, non posso far altro se non dirti che si tratta di strumenti adatti sia a coloro che per la prima volta si avvicinano all’universo della musica sia a chi, invece, ha un po’ più di esperienza in tal senso ed è alla ricerca di una soluzione un tantino più professionale.

Programmi per fare musica i migliori per Windows e Mac

Audacity (Windows, Mac e Linux)

Audacity ti consente di lavorare con i file audio nei formati più diffusi.

Grazie a questo software freeware potrai importare suoni, musica, e creare effetti sonori con singole tracce audio.

Audacity offre molte funzionalità di editing e registrazione di livello professionale: infatti, è possibile creare sia registrazioni live che editarle da brani audio e poi salvare il risultato in uno dei numerosi formati supportati.

Audacity è dotato anche di una serie di strumenti per aggiungere innumerevoli effetti, utilizzando l’equalizzatore e l’analizzatore di frequenza.

Se necessario potrai ampliare Audacity con plugin gratuiti che potrai scaricare direttamente dal sito del produttore.

Potrai configurare Audacity mediante l’interfaccia del programma: con i comandi Cut, CopyPaste puoi creare la tua traccia audio. Se necessario, puoi aggiungere mediante il microfono anche canzoni o brani di testo parlato.

Con il mouse potrai azionare le forbici virtuali, mentre la durata di una traccia viene visualizzata in una timeline orizzontale. Tutti i frammenti musicali che sono stati tagliati possono essere ripristinati semplicemente facendo click.

A livello di design, Audacity non è paragonabile ai programmi a pagamento: la configurazione dell’interfaccia risulta piuttosto sobria, a tratti antiquata. In fase di test segnaliamo che l’applicazione si è chiusa in modo anomalo più volte.

Audacity ti consente di creare il tuo brano musicale in un batter d’occhio. Grazie ai numerosi strumenti ed effetti a disposizione è possibile rendere le piccole produzioni di buona qualità. Ovviamente serve materiale di partenza adeguato, dedicare il giusto tempo per familiarizzare con il programma e un pizzico di pazienza.

Adobe Audition (Windows e Mac)

Adobe Audition è nato come un semplice editor audio chiamato Cool Edit Pro, fino a che Adobe non si è resa conto che il business erano i software di creazione musicale.

Adobe Audition è uno studio di registrazione multi-traccia che offre tutta la raffinatezza che ci si aspetta dai prodotti Adobe, ma che può lasciare i principianti in difficoltà per il gergo tecnico. Dopo l’installazione iniziale, Adobe Audition cerca i formati audio compatibili sul tuo disco rigido e ti chiede quali tipi di file vuoi associare. In caso contrario, il programma andrebbe a rilevare ogni singolo file audio sul disco rigido e la tua biblioteca di Adobe Audition diventerebbe un pasticcio confuso.

L’interfaccia di Adobe Audition è pulita. Ogni finestra è separata con delle tabulazioni per mantenere le sezioni File, Effects, Main e Mixer separate e facili da ripristinare. Se non ti piace il layout, Adobe fornisce l’opzione di un Pannello di Sblocco, che permette di staccare e spostare queste finestre su una posizione a tua scelta. È possibile salvare i tuoi riarrangiamenti come modelli di lavoro in base al tipo di progetto sul quale stai lavorando.

Per descrivere tutte le possibilità di editing di Adobe Audition, sarebbe necessario entrare in tecnicismi di audio composizione e compressione, ma vi sono quattro modelli principali sui quali basarsi. Il primo è il Display a forma d’onda che visualizza l’onda in forma grafica. Il secondo è il Display Spettrale della Frequenza che visualizza graficamente la gamma di frequenza con i colori. Il Display Logaritmico fa esattamente lo stesso, ma ovviamente visualizza l’onda come un logaritmo. Per la produzione di audio in stereo, vi è anche il Display Pan Spettrale e il Display Spettrale per Fasi che consente di ottenere un suono stereo perfettamente sincronizzato.

L’editing attuale di Adobe Audition viene eseguito utilizzando le funzioni di taglia e incolla comuni alla maggior parte dei programmi di editing audio e video. È sufficiente contrassegnare un punto di In e uno di Out e tagliare e incollare l’audio per ottenere il risultato desiderato. Tuttavia, il programma offre molte più funzioni ed è in grado di rilevare le tracce dei ritmi e impostare i punti di In e Out di conseguenza.

Per utilizzare questa funzione, però, dovrai trascorrere molto tempo  studiando la Guida (che per fortuna è molto chiara e dettagliata). È inoltre possibile utilizzare una funzione relativamente nuova nel settore audio denominata Editing dello spazio delle frequenze, con la quale è possibile modificare alcune frequenze del suono, piuttosto che l’onda nel suo complesso. Esistono anche, naturalmente, un sacco di effetti che è possibile applicare ai suoni, che vanno dalle distorsioni complesse al pitch bend di frequenze specifiche.

Come tutta la suite dei prodotti Adobe, Adobe Audition è parte di Creative Cloud, che permette di lavorare online e offline sulle tue creazioni. Nella ultima versione, Adobe ha anche migliorato l’editing multitraccia, ha aggiunto nuovi effetti e una maggiore riduzione del rumore. Inoltre, recentemente sono stati aggiunti strumenti di correzione di fase, più il supporto di strumenti virtuali VSTi e il supporto surround 5.1. La suite di editing multi-traccia è stata migliorata per risparmiare tempo e mantenere la coerenza raggruppando i clip in una Vista Multitraccia. Da qui si può tagliare e dissolvere molto più facilmente. È inoltre possibile salvare in blocco tutti i file audio che usano specifici formati di file, luoghi, modelli, nomi di file e altro ancora.

Si noti che, per ottenere davvero il massimo da Adobe Audition, avrai bisogno di una buona scheda audio. Per gli interessati con il supporto MIDI, Adobe Audition non offre granché e molti utenti lo segnalano come uno degli aspetti più confusi del programma da configurare.

Adobe Audition è un programma molto avanzato progettato solo per coloro che fanno sul serio con la produzione audio multi-traccia. Se stai cercando un semplice editor audio, allora questo è troppo avanzato e potrebbe lasciarti frustrato. Se invece vuoi cominciare i tuoi primi passi nell’editing professionale, l’estesa guida di Adobe ti aiuterà ad ottenere il massimo da questo programma ricco e complesso.

Reaper (Windows e Mac)

Reaper è una piccola mosca bianca all’interno del settore delle DAW (Digital Audio Workstation): pur essendo un programma economico e ultraleggero (l’installer pesa dai 9 ai 16 Mbyte a seconda della versione, Windows o Mac, a 32 o a 64 bit, e l’applicazione risulta assai poco esosa in termini di Cpu e memoria occupati), Reaper rivaleggia a pieno titolo con programmi ben più blasonati sul piano delle funzioni: non si tratta del consueto “può fare quasi tutto” riservato a programmi non di primissima fascia nelle rispettive categorie, ma di una reale alternativa a Logic, Cubase, ProTools, Digital Performer e agli altri tool a cui i professionisti dell’audio sono abituati.
Il programma consente di effettuare registrazioni multitraccia di segnali audio e Midi e può gestire plug-in in formato VST, ReWire, JS e anche DX (nella versione Windows) e AU (in quella per Mac). Riguarda la registrazione Midi ora offre la visualizzazione su pentagramma delle note registrate. Oltre ad audio e Midi, Reaper gestisce anche flussi video. Una volta importato un filmato all’interno di un progetto (basta trascinare il file sulla finestra del programma) si può intervenire sulla sua traccia audio come su una qualunque altra registrazione, mentre per la traccia video è disponibile un effetto – il Video Processor – che permette l’applicazione di diversi filtri.

VirtualDJ Home (Windows e Mac)

Virtual DJ è un programma divenuto ormai di riferimento per tutta la categoria di professionisti e dilettanti del mixing. Virtual DJ Offre diversi strumenti e effetti per fare il DJ e dà l’impressione di avere un vero mixer. Permette di elaborare l’audio con precisione e semplicità.

Con questo programma, l’utente può creare track e sample come un DJ professionista, salvando le proprie creazioni su PC. Si noti che Virtual DJ è la versione finale di AtomixMP3. Il programma è dotato di vari effetti sonori, e si può regolare il suono traccia per traccia. La sua interfaccia intuitiva offre un piacevole piano di lavoro: basta usare la tastiera, il mouse e l’interfaccia di controllo per produrre suoni di qualità. Virtual DJ ha anche diverse funzioni automatiche, tra cui la sincronizzazione dei tempi e dei livelli. Virtual DJ può visualizzare inoltre aspetti visivi delle tracce, come le copertine. Si può anche visualizzare clip durante il mix.

LMMS (Windows e Linux)

Linux Multi Media Studio è un potente strumento per creare musica compatibile con periferiche MIDI.

Aspirante DJ o producer? Linux MultiMedia Studio è un software gratis e open source per produrre musica. Non raccomandabile per chi è alle prime armi, ma rimane un’ottima alternativa a programmi a pagamento come FL Studio.

Nonostante il nome, Linux MultiMedia Studio è disponibile per Windows attraverso un comodo installer. L’interfaccia non differisce moltissimo da altri programmi simili, ma il suo uso non è dei più intuitivi.

Gli strumenti offerti da Linux MultiMedia Studio sono molti, tra questi rientrano un sequencer, un mixer a 64 canali e un editor di ritmo. Il modo più semplice per iniziare a creare musica è inserire dei Ritmi nell’editor della traccia e poi modificarli dall’editor del ritmo. Per tutto il resto meglio consultare la guida in PDF sul sito dell’autore.

Linux MultiMedia Studio supporta periferiche MIDI, plug-in di vario tipo, include una tastiera virtuale e molto materiale come samples e demo.

Noteflight (Online)

Comporre musica non è semplice, ad ogni modo esistono strumenti come Noteflight che permettono di rendere tutto almeno più facile, per imparare musica senza troppe difficoltà.

Noteflight è uno strumento online per scrivere musica che permette la composizione, la lettura, la stampa e l’ascolto di spartiti. Direttamente sul tuo navigatore e da qualsiasi dispositivo, con accesso alla rete, potrai lavorare con le tue composizioni e condividerle con chi vuoi.

  • Supporto per rendere intuitiva la notazione musicale.
  • È possibile creare composizioni con diverse quantità di pentagrammi e tabs per basso e chitarra.
  • Condividi le composizioni tramite links o codice embed sul web.
  • Stampa degli spartiti in alta qualità.
  • Possibilità di importare ed esportare le composizioni in formato MusicXML, MIDI e WAV.
  • Riproduzione, sincronizzazione video e mixaggio audio.

Grazie alle possibilità che permette di crare e condividere contenuti, Noteflight è uno strumento didattico ideale. In modo individuale o collaborativo è adatto per qualsiasi livello scolastico.

Componi musica online e condivi le tue creazioni con chi vuoi, grazie a Noteflight.