Versioni windows 10 le loro differenze e quale scegliere.

Versioni windows 10 le loro differenze e quale scegliere.

Versioni windows 10 le loro differenze e quale scegliere.

Windows 10 è disponibile in molteplici edizioni (“SKU”), ognuna rivolta ad un pubblico specifico. Ci sono quelle per smartphone ed altre per i sistemi integrati programmabili (“IoT”), ma l’attenzione degli appassionati è concentrata soprattutto sul mondo PC. Nello specifico: è meglio scegliere Windows 10 Home oppure Windows 10 Pro?

Versioni Windows 10 Home

Windows 10 Home è l’edizione rivolta a chi usa il PC/notebook in ambito domestico. Può eseguire sia i programmi “classici”, sia quelli in stile “moderno” prelevati da Windows Store

Nulla vieta di preferirlo anche in ambito business. Anzi: i professionisti che non avessero bisogno delle specifiche funzionalità aggiuntive di Windows 10 Pro possono tranquillamente accontentarsi di Windows 10 Home e risparmiare un centinaio d’euro.

Consigliata a: chiunque non abbia necessità di funzioni specifiche

Versioni Windows 10 Pro

Windows 10 Pro è l’edizione rivolta ai professionisti che richiedano talune funzionalità espressamente assenti in Windows 10 Home.

  • Desktop remoto: consente di lavorare con il computer anche da lontano (con Windows 10 Home si può solamente raggiungere altri computer)
  • Log-on su dominio: partecipare a domini Windows Server
  • BitLocker e EFS: tecnologie per crittografare il disco fisso ed impedire che i dati possono esser sottratti semplicemente collegando la memoria di massa ad un altro sistema
  • Hyper-V: gestore di macchine virtuali simile al più celebre VirtualBox
  • Criteri di gruppo (Group policy): strumento per la configurazione avanzata del sistema. Consente anche di applicare restrizione all’uso
  • Boot da VHD: capacità di eseguire il boot da un sistema operativo diverso, salvato all’interno di un file .vhd
  • Posticipare gli aggiornamenti: libertà di rimandare per qualche tempo l’installazione degli update
  • Windows Update for Business: consente al personale tecnico di supporto di gestire gli aggiornamenti in modo più granulare
  • Windows Server Update Services (WSUS): possibilità di gestire gli aggiornamenti tramite un server locale

Consigliata a: chi abbia la necessità di una di queste funzioni.

Versioni Windows 10 Education

Windows 10 Education non è acquistabile direttamente, ma solo tramite licenze “a volume”. È rivolto principalmente ai PC delle “aule informatiche” presenti nelle scuole.

Microsoft non ha ancora chiarito quali siano le differenze rispetto alle altre edizioni.

Contrariamente alle declinazioni precedenti, Windows 10 Education non è disponibile come aggiornamento gratuito ma deve essere acquistato regolarmente.

Versioni Windows 10 Enterprise

Windows 10 Enterprise è l’edizione rivolta alle aziende dotate di ampi parchi macchine. Non è acquistabile direttamente, ma solo tramite licenze “a volume”. Offre tutto quello che caratterizza Windows 10 Pro oltre a:

  • AppLocker: strumento per bloccare specifiche applicazioni
  • Windows To Go: strumento per installare Windows 10 su memoria USB (modalità “live“) e poter così migrare l’intero ambiente di lavoro fra varie postazioni
  • DirectAccess: alternativa alle VPN per accedere in modo sicuro alle risorse dei server aziendali remoti
  • BranchCache: accesso alla cache dei documenti offerta dal server della sede aziendale distaccata
  • RemoteFX: ottimizzato per l’esecuzione all’interno di macchine virtuali accedute con Desktop remoto
  • NFS: può accedere a condivisioni Network File System (NFS) tipiche del mondo Unix
  • Long Term Servicing Branch: può utilizzare il canale di aggiornamento più conservativo offerto da Windows Update, sul quale vengono rilasciati unicamente correzioni di sicurezza e null’altro che possa compromettere la compatibilità

Windows 10 Enterprise non è disponibile come aggiornamento gratuito per le postazioni di lavoro equipaggiate con Windows 7 Enterprise o Windows 8 Enterprise. Al contrario, le aziende interessate devono acquistare regolarmente l’upgrade. Fanno eccezione i clienti dotati di un’iscrizione ancora valida al programma Software Assurance, secondo i cui termini il costo del nuovo software è incluso nel canone.

Consigliata a: grandi aziende con decine di PC.

Versioni Windows 10 Mobile

Microsoft ha resuscitato lo storico marchio “Windows Mobile”, preferendolo a quel “Windows Phone” che ha caratterizzato le iterazioni immediatamente precedenti. Si tratta dell’edizione rivolta a smartphone e tablet con diagonale inferiore agli 8″.

La differenza più importante rispetto a Windows 10 per PC è che Windows 10 Mobile può eseguire solamente applicazioni in stile moderno prelevate da Windows Store, e non i programmi “classici” per desktop.

Sebbene l’interfaccia riprenda molti elementi dalla controparte per PC e ampie sezioni di codice siano condivise, si tratta, a tutti gli effetti, della diretta evoluzione di Windows Phone 8. Alcuni apparecchi dotati di tale sistema operativo sono aggiornabili gratuitamente a Windows 10 Mobile.

Consigliata a: chi voglia provare qualcosa di diverso. L’ecosistema mobile di Microsoft ancora fatica a decollare e, per la maggior parte degli utenti, le alternative Android garantiscono un’esperienza d’uso superiore.

Versioni Windows 10 Mobile Enterprise

Windows 10 Mobile Enterprise è l’edizione per smartphone e piccoli tablet rivolta alle aziende che debbano gestire grandi volumi di dispositivi in uso presso i propri impiegati.

Già come per Windows 10 Enterprise, anche l’equivalente declinazione mobile è acquistabile unicamente tramite licenze “a volume”. Non è previsto l’aggiornamento gratuito per gli apparecchi Windows Phone già in circolazione.

Microsoft ha chiarito che il personale IT ha maggior controllo sulla gestione degli aggiornamenti, ma non quali altre differenze funzionali sussistano rispetto a Windows 10 Mobile.

Consigliata a: grandi aziende che abbiano scelto espressamente Windows anche per smartphone e tablet.

Versioni Windows 10 IoT Core

Windows 10 si presenta in un’edizione indirizzata ai sistemi integrati (SoC) di cui Raspberry Pi è il capofila. Ma si tratta di un sistema operativo ben diverso da quello per PC: Windows 10 IoT Core è, infatti, unicamente una base senza interfaccia grafica (vi si interagisce da linea di comando, tramite PowerShell) che gli appassionati possono sfruttare per scrivere app e studiare il mondo dell’elettronica.

Le aziende, invece, possono adottare Windows 10 IoT come piattaforma per realizzare elettrodomestici “intelligenti” e connessi ad Internet.

La piattaforma è in grado di eseguire una singola app ad interfaccia grafica, con tanto di supporto a DirectX.

Questa edizione è gratuita per tutti (compresi i soggetti commerciali). È scaricabile gratuitamente partendo da windowsondevices.com.

Consigliata a: programmatori hobbisti e appassionati di elettronica.

Versioni Windows 10 IoT for mobile devices

Una seconda declinazione di Windows 10 IoT, compatibile unicamente con processori ARM, è chiamata Windows 10 IoT for mobile devices. Rispetto a Windows 10 IoT Core, è dotata di una shell grafica.

Non è ancora chiaro quali siano le differenze rispetto a Windows 10 Mobile e se sia acquistabile direttamente o solo tramite accordi di licenza specifici.

Versioni Windows 10 IoT for industry devices

Windows 10 IoT for industry devices è un’edizione “ristretta” di Windows 10 per PC. È indirizzata ai sistemi specializzati, quali registratori di cassa, distributori automatici o PC per il controllo dei macchinari di produzione industriale.

È configurabile per eseguire una singola, specifica applicazione che può essere sia di tipo “classico”, sia moderno.

È compatibile unicamente con architetture Intel (x86/x64).

Consigliata a: operatori professionali del settore.

Seguici su Facebook:


Condividi articolo :