Sbloccare codice Imei

0
802
Condividi articolo :

Sbloccare codice Imei

Sbloccare codice Imei.In rete ci sono molte segnalazioni di una truffa che su internet va molto “in voga”, che è quella di vendere cellulari acquistati con abbonamento a rate e venduti prima del termine delle rate. Cosa succede in questi casi? L’acquirente originale potrebbe smettere di pagare le rate e così l’operatore, potrebbe decidere di rivalersi su questo mancato pagamento, disattivando il cellulare, a scapito del reale utilizzatore e acquirente dell’usato.

E’ tutto perduto? Non è detto. Prima di tutto, dipende dall’operatore con cui l’originale acquirente ha stipulato un contratto. Se l’operatore è Vodafone, state pur certi che se le rate non risultassero più pagate, quasi sicuramente si incorrerà in questo problema. Gli altri operatori invece, tendono a non farlo, se non su grandi cifre. Vodafone è conosciuta anche per la bassa propensione a sbloccare gli IMEI in questi casi, ma tentar non nuoce perché ci sono stati già dei riscontri positivi in passato.

Nel caso dovesse capitarvi, come prima cosa prendete contatto telefonico con il Servizio Clienti dell’ operatore e spiegate l’accaduto. Nella maggior parte dei casi, gli addetti non hanno le capacità tecniche o possibilità di darvi molte indicazioni a riguardo e quindi probabilmente dovrete rivolgervi ad un Centro Assistenza a chiedere informazioni. Se vi confermano che il dispositivo è stato bloccato tramite IMEI causa morosità dell’originale proprietario, probabilmente vi sarà detto di mandare un FAX alla sede del servizio clienti.

Questa è probabilmente la via migliore, dovrete preparare un FAX con i vostri dati personali, la data di acquisto del dispositivo con relativo IMEI, i dati di colui da cui lo avete acquistato e una spiegazione dettagliata dell’accaduto. Inserite inoltre un recapito alternativo e allegate copia del vostro documento di identità e, se presente, una prova di acquisto.

Cosa scrivere nel fax da mandare per sbloccare IMEI telefono? Nel fax dovevo scrivere qualcosa del tipo:

“Spett.le Gestore xxxxxxxxxxx

FAX  xxxxxxxx

Sigla Uff. Competente Servizio Clienti

Indirizzo (per eventuale spedizione) Casella Postale xxxxx

CAP xxxxxxx

Città xxxxxxx

Io sottoscritto XXX nato a XXX, residente a XXX, in via XXX,

DICHIARO

di aver acquistato il telefono XXX con codice IMEI XXX in data XXX dal rivenditore/privato XXX. Ho regolarmente acquistato il telefono XXX come si evince da prova di acquisto allegata e ne sono in regolare possesso da XXX mesi/settimane.

Dopo un perfetto funzionamento di XXX mesi, il telefono ha inspiegabilmente smesso di funzionare. A seguito di un contatto telefonico con il vostro servizio clienti 190, ho scoperto che il telefono in questione è stato ingiustamente bloccato tramite codice IMEI e di conseguenza io, che sono il regolare proprietario, non riesco più a utilizzarlo. La cosa mi sta procurando un evidente danno sia a livello personale che a livello lavorativo.

Chiedo quindi lo sblocco immediato del telefono XXX con IMEI e che ne venga ripristinato il regolare funzionamento.

Allego copia del documento di vendita e del mio documento di identità.

Per qualsiasi comunicazione vi prego di contattarmi al seguente numero di telefono: XXX XXXXXX

Cordiali saluti,

XXX”

Nel caso siate riusciti a convincere l’operatore, e siate fortunati, riceverete risposta positiva al recapito precedentemente indicato. Se dopo aver ricevuto l’eventuale risposta positiva, il cellulare non dovesse ancora funzionare, non disperate. C’è bisogno di qualche giorno prima che l’operatore sblocchi del tutto il dispositivo ed invii l’informativa anche agli altri operatori, così che possano rimuovere l’IMEI dalla loro blacklist.

Per vedere imei digitate sul vostro telefono:

*#06#

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi rimanere informato su altre soluzioni e trucchi per computer e smartphone metti mi piace alla nostra pagina Facebook qui sotto: